Salta il contenuto

Sull'Asperger quanto ne sanno gli psicologi?

13»

Commenti

  • NIENTE
  • vera68vera68 Post: 3,292
    E allora chi sa?
    Se non sanno gli psicologi e psichiatri, neurospicologi e neuropsichiatri chi ne sa qualcosa?

    Forse i terrapiattisti?
    :-?
    Antares
  • Sicuramente più degli psicologi!!!!!!!!!!!!!!!!
    Antares
  • vera68vera68 Post: 3,292
    modificato settembre 2020
    Finiremo come interstellar... Dove vige la controcultura, ma poi sotto sotto, di nascosto si va a riprendere la tradizione perché senza non si sa che pesci pigliare
    Che tristezza!
    O peggio
    Ci troveremo davanti tempi bui di libri messi all'indice, bruciati, solo perché dicono qualcosa di diverso da ciò che la massa chiede.
    Doppiamente triste. E pericososo

    Prego... lascio la strada ai terrapiattisti.
    Io preferisco che una persona che ha studiato mi dica il suo pensiero, non devo necessariamente buttarlo catagorizzarlo come idiota solo perché non è conforme al mio.

    È con questo.
    Passo e chiudo
    Antares
  • Fortunato chi trova psicologi competenti. In 8 anni mai trovato nessuno!!!!! Credo sia un problema di chi abita in Sardegna
  • fearfear Post: 83
    Io avrei bisogno di trovare uno psicoterapeuta per elaborare alcuni traumi e in generale migliorare la qualità della mia vita, non per “curare” L asperger, appunto perché è una diversità e non un disturbo. Però avrei bisogno di un terapeuta che sappia quali sono le differenze tra nt e na in modo da non confondere un meltdown con una depressione, un ritardo orario con un meccanismo di difesa o un atteggiamento opositivo ecc. Inoltre dovrebbe anche avere un interesse per la sociologia e le scienze politiche, perché altrimenti finirebbe solo per vedere la persona (me) e non la persona inserita in un contesto più ampio dove avvengono  delle oppressioni strutturali e dei processi di marginalizzazione. I terapeuti con indirizzo cognitivo comportamentale poi d suggeriscono  delle strategie pratiche per migliorare la vita, quindi anche la socializzazione. Ma sono tutte strategie basate su neurotipici pensate da neurotipici.
    altro punto è il fatto della normalizzazione: un terapeuta che vuole normare le diversità (e quindi farle sparire e appiattirle) è pericoloso. Piuttosto vorrei trovarne uno che esalta le diversità. 
    Per esempio, fino a pochi anni fa L omosessualità era nel manuale diagnostico e veniva considerata una malattia da curare. Compito del terapeuta era quindi farti sembrare più etero possibile per farti vivere meglio. 
    Oggi L omosessualità è una diversità che va rispettata. Anzi, molti stanno scoprendo che è L eterosessualità a non esistere del tutto.
    lo stesso discorso per me vale per la neuroatipia.non solo la neuroatipia non è un disturbo ma la neurotipicità non esiste del tutto.
    dove posso trovare un terapeuta così preparato? 
  • wolfgang ha detto:
    La maggior parte degli psicologi sa riconoscere un asperger?
    NO

    In generale quanto ne sanno della condizione? La considerano un disturbo o una neurodiversità?
    Poco, disturbo

    Alla facoltà di psicologia è molto studiata o ci si dedica molto di più ad altri argomenti?
    Viene probabilmente accennata in 1 o due corsi, come paragrafo opzionale del libro.

    Scusate, mi è venuta in mente un'altra domanda: lo psicologo e lo studente di psicologia medio sa la differenza tra Empatia e Teoria della Mente?
    No.

    I processi sono fusi negli NT?
    Non completamente ma in misura molto maggiore che negli Asperger (da qui la confusione)

    Ma non sapere la distinzione può avere risvolti pericolosi?
    Certo che si.

    La maggioranza degli NT apprezza l'empatia affettiva più di quella cognitiva, almeno loro credono. Nella pratica però è il contrario, perché se hai empatia cognitiva, quella affettiva puoi riuscire a fingerla in buona parte.
    Per quanto riguarda Baron-Cohen, ha ritrattato da tempo, pur avendo fatto danni nel frattempo.

    In ogni caso @Ronny, l'empatia cognitiva è collegata all'intelligenza, in modo anche forte, negli Asperger, ma nelle persone tipiche no, negli NT sono relativamente intuitive entrambe.
       Buonasera,
       avrei anche io una domanda: ma le ''terapie'' che propongono nei centri sia privati che pubblici come la Mindfullness etc. quando sono 
       efficaci e quali sono i soggetti più predisposti a beneficiarne fra gli asperger?
       Un'altra cosa che secondo me potrebbe avere un collegamento con l'argomento empatia cognitiva e affettiva: quanta coerenza sempre     cognitiva e affettiva c'è fra il professionista del quale il paziente sà nulla circa il livello di empatia cognitiva affettiva se abbia delle abilità 
       di empatiche per intenderci non sto parlando di esperienze con il paziente ma quanto riesca cogliere
    LinnaClaraDiLuna
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici