Salta il contenuto

Un po' di domande!!

2

Commenti

  • @Tzar15 e se questa particolare dote fosse iperlessia o lettura globale? Ti sei informata in merito.. sbircia su Wikipedia bene cosa significano!
  • Tra la cose che io reputo particolari per un bambino della sua eta', riesce a leggere alcune parole.

    Gli ho fatto vedere dei cartelli con scritto "mamma", "papa''', "casa", "cane", "Riccardo" e lui le legge. Non solo da quei cartelli, ma anche se le riscrivo a mano o se le legge da una rivista. A volte legge parole nuove che non gli ho insegnato, come ad esempio "banana".

    Inoltre capita che mi chieda di scrivere e in particolare mi chieda "carwash": quando lo fa, mi detta le lettere una ad una....

    Ha una memoria invidiabile..

    @Tzar15
    Sono cose molto comuni su questo forum, se leggi le storie raccontate dai vari genitori troverai queste particolarità nei loro bimbi.
    Mio figlio stesso, al secondo anno di asilo leggeva e scriveva correttamente utilizzando le letterine magnetiche che erano il suo interesse speciale di allora.

    Chiaramente questo non dimostra nulla sia ben chiaro...
  • speranza82 ha detto:

    @Tzar15 e se questa particolare dote fosse iperlessia o lettura globale? Ti sei informata in merito.. sbircia su Wikipedia bene cosa significano!

    No, non ne sapevo nulla. Ne parlero' con la NPI.
    speranza82
  • Tzar15 ha detto:

    speranza82 ha detto:

    @Tzar15 mi sembra un bimbo sveglissimo. Ovviamente non conoscendolo di persona avrà sicuramente le sue difficoltà,ma se pensi che la diagnosi non lo rispecchi,prova a sentire altri pareri(non troppi perché poi ti confondi le idee)!Comunque anche il mio rispetto a 6/7mesi fa è cambiato molto anche se non ho ancora visto quel "balzo evolutivo in avanti" che tutti mi avevano detto sarebbe avvenuto dopo i 3 anni.Sicuramente avrà i suoi tempi e lo sto attendendo con ansia..



    Tra la cose che io reputo particolari per un bambino della sua eta', riesce a leggere alcune parole.

    Gli ho fatto vedere dei cartelli con scritto "mamma", "papa''', "casa", "cane", "Riccardo" e lui le legge. Non solo da quei cartelli, ma anche se le riscrivo a mano o se le legge da una rivista. A volte legge parole nuove che non gli ho insegnato, come ad esempio "banana".

    Inoltre capita che mi chieda di scrivere e in particolare mi chieda "carwash": quando lo fa, mi detta le lettere una ad una....

    Ha una memoria invidiabile, ad esempio ieri si e' ricordato di una persona incontrata in una particolare occasione alcuni mesi di cui nessuno a casa si ricordava.

    Sbava spesso come una lumaca e a casa cerca il ciuccio.

    Mi ricorda un po' mio figlio ma lui a tre anni e mezzo diceva davvero pochissimo. Comunque sulla base della mia esperienza personale a quest' età e' davvero difficilissimo fare una diagnosi certa. La prima diagnosi del mio bambino fatta proprio a quell' epoca fu di ritardo cognitivo di grado lieve senza nessun riferimento allo spettro.
  • Ciao a tutti!Ma generalmente, ogni quanto vengono rifatti i testi per rivalutare il bambino? Il mio piccolo li ha fatti tra febbraio e marzo quando aveva 2 anni e mezzo.. Erano Ados e Adir! Cambiano con l'età? Grazie a chi mi risponderà!!!
  • gioiagioia Post: 649
    Si con eta cambiano.. Ci sono moduli divisi per fascia d eta e/o competenze linguistiche. Il tuo bimbo ha fatto ados modulo 1? Il due si fa quNfo raggiunge un linguaggio più funzionale se non sbaglio...
  • @gioia si,ha fatto il modulo 1!ah quindi appena ha un linguaggio più funzionale verrà ripetuto un altro test che cambierà in base all età raggiunta?credevo fosse x step "scolastici".. x esempio fine asilo,fine elementari e poi fine medie..
  • gioiagioia Post: 649
    Scusami non avevo capito la domanda. Si la rivalutazione forse va come dici tu credo per step scolastici ma io non sono esperta ti risponderà qualche genitore più preparato. Io parlavo solo della tipologia di modulo ados che useranno di volta in volta.
  • @gioia grazie cmq.. mi hai già dato una risposta parziale!
  • Tzar15Tzar15 Post: 41
    modificato novembre 2018

    Oggi abbiamo avuto un incontro con la NPI della ASL che ha trovato il bambino molto migliorato rispetto a un anno fa.

    Mentre noi parlavamo con la dottoressa lui ha giocato, parlato, fatto domande e dato risposte pertinenti tutto il tempo.

    Tra qualche settimana lo sottoporra' a un test (non ci ha detto quale) e poi dovremmo fare un incontro anche con un'altra dottoressa per stabilire se la sua conoscenza di numeri e lettere ha a che fare con lo spettro o meno.

    Ci ha detto che anche se si trattasse di spettro, sarebbe molto lieve.

    speranza82mammaconfusa80Terra_di_Mezzogufomatto79wolly
  • claluiclalui Post: 902
    Speranza le rivalutazioni sono gestite in maniera differente nelle varie asl. A volte nei cambi di ciclo scolastico è necessario far rivalutare. Non sempre però ripetono gli stessi test, l’ados soprattutto, almeno che non vi sia un cambiamento tanto evidente da porre dei dubbi sulla diagnosi di spettro.
    Personalmente mio figlio non l’ho mai fatto rivalutare. L’estate scorsa abbiamo solo fatto il test adhd per valutare la comorbosita’. Abbiamo fatto solo ogni anno i test funzionali per capire su cosa c’era da lavorare. Il pep quando era piccolino il vb mapp in seguito. Mai fatto nemmeno un test qi.
    mammafrance
  • Tzar15 ha detto:

    speranza82 ha detto:

    @Tzar15 mi sembra un bimbo sveglissimo. Ovviamente non conoscendolo di persona avrà sicuramente le sue difficoltà,ma se pensi che la diagnosi non lo rispecchi,prova a sentire altri pareri(non troppi perché poi ti confondi le idee)!Comunque anche il mio rispetto a 6/7mesi fa è cambiato molto anche se non ho ancora visto quel "balzo evolutivo in avanti" che tutti mi avevano detto sarebbe avvenuto dopo i 3 anni.Sicuramente avrà i suoi tempi e lo sto attendendo con ansia..



    Tra la cose che io reputo particolari per un bambino della sua eta', riesce a leggere alcune parole.

    Gli ho fatto vedere dei cartelli con scritto "mamma", "papa''', "casa", "cane", "Riccardo" e lui le legge. Non solo da quei cartelli, ma anche se le riscrivo a mano o se le legge da una rivista. A volte legge parole nuove che non gli ho insegnato, come ad esempio "banana".

    Inoltre capita che mi chieda di scrivere e in particolare mi chieda "carwash": quando lo fa, mi detta le lettere una ad una....

    Ha una memoria invidiabile, ad esempio ieri si e' ricordato di una persona incontrata in una particolare occasione alcuni mesi di cui nessuno a casa si ricordava.

    Sbava spesso come una lumaca e a casa cerca il ciuccio.


    Anche mio figlio sa leggere alcune parole pure se gliele scrivo in corsivo, anche il suo nome, quello di sua sorella, vari marchi. Ho notato anche che "indovina" la parola che sto per scrivere dopo sole due lettere. Ho sentito parlare di lettura globale, credo si tratti di questo. Questa cosa ha avuto inizio perché una delle primissime domande che mi ha rivolto mio figlio è stata: "Cosa c'è scritto lì?". Ho cercato di trasformare questo suo interesse in un gioco ed il suo vocabolario è aumentato tanto così. Ha quasi 3 anni e mezzo e fino a Febbraio non diceva nemmeno MAMMA, niente proprio. Oggi è un uragano. Solo che la pronuncia è pessima, racconta poco o nulla, risponde solo brevemente e solo se non è impegnato a fare altro. La sua memoria è oscena, ricorda la prima casa in cui abbiamo abitato: quando traslocammo aveva OTTO MESI.

    speranza82nebel
  • Tzar15Tzar15 Post: 41
    modificato novembre 2018
    AliceinW ha detto:

    Tzar15 ha detto:

    speranza82 ha detto:

    @Tzar15 mi sembra un bimbo sveglissimo. Ovviamente non conoscendolo di persona avrà sicuramente le sue difficoltà,ma se pensi che la diagnosi non lo rispecchi,prova a sentire altri pareri(non troppi perché poi ti confondi le idee)!Comunque anche il mio rispetto a 6/7mesi fa è cambiato molto anche se non ho ancora visto quel "balzo evolutivo in avanti" che tutti mi avevano detto sarebbe avvenuto dopo i 3 anni.Sicuramente avrà i suoi tempi e lo sto attendendo con ansia..



    Tra la cose che io reputo particolari per un bambino della sua eta', riesce a leggere alcune parole.

    Gli ho fatto vedere dei cartelli con scritto "mamma", "papa''', "casa", "cane", "Riccardo" e lui le legge. Non solo da quei cartelli, ma anche se le riscrivo a mano o se le legge da una rivista. A volte legge parole nuove che non gli ho insegnato, come ad esempio "banana".

    Inoltre capita che mi chieda di scrivere e in particolare mi chieda "carwash": quando lo fa, mi detta le lettere una ad una....

    Ha una memoria invidiabile, ad esempio ieri si e' ricordato di una persona incontrata in una particolare occasione alcuni mesi di cui nessuno a casa si ricordava.

    Sbava spesso come una lumaca e a casa cerca il ciuccio.


    Anche mio figlio sa leggere alcune parole pure se gliele scrivo in corsivo, anche il suo nome, quello di sua sorella, vari marchi. Ho notato anche che "indovina" la parola che sto per scrivere dopo sole due lettere. Ho sentito parlare di lettura globale, credo si tratti di questo. Questa cosa ha avuto inizio perché una delle primissime domande che mi ha rivolto mio figlio è stata: "Cosa c'è scritto lì?". Ho cercato di trasformare questo suo interesse in un gioco ed il suo vocabolario è aumentato tanto così. Ha quasi 3 anni e mezzo e fino a Febbraio non diceva nemmeno MAMMA, niente proprio. Oggi è un uragano. Solo che la pronuncia è pessima, racconta poco o nulla, risponde solo brevemente e solo se non è impegnato a fare altro. La sua memoria è oscena, ricorda la prima casa in cui abbiamo abitato: quando traslocammo aveva OTTO MESI.



    Lui riconosce i marchi delle machine.

    La capacita'di lettura, per ora siamo solo a lettere, numeri e qualche parola, non so da cosa sia nata. Forse dai cartoni animati in cui i personaggi erano lettere e numeri e da un gioco di legno per imparare l'alfabeto.

    Oggi uscendo dalla ASL ha visto un cartello e ha detto "cé'scritto TAXI". Ovviamente era giusto.

    Mio figlio non parlava fino a Maggio, poi e' esploso. La pronuncia e'buona, e anche la forma grammaticale. Sbava parecchio ma meno di qualche settimana fa. Quando lo pulisco gli dico "sembri una lumaca", e ieri mentre lo stavo pulendo mi ha detto "sono una lumaca"....

    Fino a qualche giorno fa raccontava poco o nulla, e rispondeva brevemente, negli ultimi giorni ho notato cambiamenti.

    Anche lui ha una memoria incredibile anzi, come dici tu, oscena. Sa a memoria brani di Cappuccetto Rosso e di alter due fiabe.

    Che soddisfazione quando la sera prende il libro sotto braccio e mi dice: "Papa', mi leggi una fiaba ?" :)

    AliceinWriotsperanza82wolly
  • Tzar15 ha detto:

    AliceinW ha detto:

    Tzar15 ha detto:

    speranza82 ha detto:

    @Tzar15 mi sembra un bimbo sveglissimo. Ovviamente non conoscendolo di persona avrà sicuramente le sue difficoltà,ma se pensi che la diagnosi non lo rispecchi,prova a sentire altri pareri(non troppi perché poi ti confondi le idee)!Comunque anche il mio rispetto a 6/7mesi fa è cambiato molto anche se non ho ancora visto quel "balzo evolutivo in avanti" che tutti mi avevano detto sarebbe avvenuto dopo i 3 anni.Sicuramente avrà i suoi tempi e lo sto attendendo con ansia..



    Tra la cose che io reputo particolari per un bambino della sua eta', riesce a leggere alcune parole.

    Gli ho fatto vedere dei cartelli con scritto "mamma", "papa''', "casa", "cane", "Riccardo" e lui le legge. Non solo da quei cartelli, ma anche se le riscrivo a mano o se le legge da una rivista. A volte legge parole nuove che non gli ho insegnato, come ad esempio "banana".

    Inoltre capita che mi chieda di scrivere e in particolare mi chieda "carwash": quando lo fa, mi detta le lettere una ad una....

    Ha una memoria invidiabile, ad esempio ieri si e' ricordato di una persona incontrata in una particolare occasione alcuni mesi di cui nessuno a casa si ricordava.

    Sbava spesso come una lumaca e a casa cerca il ciuccio.


    Anche mio figlio sa leggere alcune parole pure se gliele scrivo in corsivo, anche il suo nome, quello di sua sorella, vari marchi. Ho notato anche che "indovina" la parola che sto per scrivere dopo sole due lettere. Ho sentito parlare di lettura globale, credo si tratti di questo. Questa cosa ha avuto inizio perché una delle primissime domande che mi ha rivolto mio figlio è stata: "Cosa c'è scritto lì?". Ho cercato di trasformare questo suo interesse in un gioco ed il suo vocabolario è aumentato tanto così. Ha quasi 3 anni e mezzo e fino a Febbraio non diceva nemmeno MAMMA, niente proprio. Oggi è un uragano. Solo che la pronuncia è pessima, racconta poco o nulla, risponde solo brevemente e solo se non è impegnato a fare altro. La sua memoria è oscena, ricorda la prima casa in cui abbiamo abitato: quando traslocammo aveva OTTO MESI.



    Lui riconosce i marchi delle machine.

    La capacita'di lettura, per ora siamo solo a lettere, numeri e qualche parola, non so da cosa sia nata. Forse dai cartoni animati in cui i personaggi erano lettere e numeri e da un gioco di legno per imparare l'alfabeto.

    Oggi uscendo dalla ASL ha visto un cartello e ha detto "cé'scritto TAXI". Ovviamente era giusto.

    Mio figlio non parlava fino a Maggio, poi e' esploso. La pronuncia e'buona, e anche la forma grammaticale. Sbava parecchio ma meno di qualche settimana fa. Quando lo pulisco gli dico "sembri una lumaca", e ieri mentre lo stavo pulendo mi ha detto "sono una lumaca"....

    Fino a qualche giorno fa raccontava poco o nulla, e rispondeva brevemente, negli ultimi giorni ho notato cambiamenti.

    Anche lui ha una memoria incredibile anzi, come dici tu, oscena. Sa a memoria brani di Cappuccetto Rosso e di alter due fiabe.

    Che soddisfazione quando la sera prende il libro sotto braccio e mi dice: "Papa', mi leggi una fiaba ?" :)

    I simboli delle case automobilistiche li conosceva da prima che iniziasse a parlare, io gli chiedevo, con un giornale di auto davanti: QUAL È LO STEMMA FORD...FIAT...BMW...? Ecc, e lui me li indicava. Adesso se passa un auto mi dice GUARDA MAMMA, UNA FIAT... insomma li conosce benissimo. E le strade...sembra un TOM TOM umano.
    speranza82Terra_di_Mezzo
  • . E le strade...sembra un TOM TOM umano.


    Le strade...Adesso sono un problema nel senso che un percorso per arrivare dal punto A al punto B non può cambiare altrimenti sono scenate. Una volta per andare a casa della nonna abbiamo fatto una strada diversa per arrivare prima e apriti cielo! Mio marito è stato costretto a tornare indietro e fare la solita strada perché non c' era verso di calmarlo. Nonostante le nostre spiegazioni e nonostante fossimo arrivati a casa della nonna, lui continuava a ripetere: è la strada sbagliata! Piangendo disperato!
    Confermo che riconoscere e legGere alcune parole per intero si chiama lettura globale. Quando aveva tre anni e mezzo anche il mio piccolo riconosceva e leggeva molte parole e mi spiegò la sua psicomotricista che appunto quella è la lettura globale.
    Terra_di_MezzoAliceinWwolly
  • barbamamma ha detto:

    . E le strade...sembra un TOM TOM umano.

    Le strade...Adesso sono un problema nel senso che un percorso per arrivare dal punto A al punto B non può cambiare altrimenti sono scenate. Una volta per andare a casa della nonna abbiamo fatto una strada diversa per arrivare prima e apriti cielo! Mio marito è stato costretto a tornare indietro e fare la solita strada perché non c' era verso di calmarlo. Nonostante le nostre spiegazioni e nonostante fossimo arrivati a casa della nonna, lui continuava a ripetere: è la strada sbagliata! Piangendo disperato!
    Confermo che riconoscere e legGere alcune parole per intero si chiama lettura globale. Quando aveva tre anni e mezzo anche il mio piccolo riconosceva e leggeva molte parole e mi spiegò la sua psicomotricista che appunto quella è la lettura globale.

    Il periodo delle crisi, quando cambiavamo percorso per raggiungere una meta stabilita, sembra essere superato. Lo ha fatto dai 2 anni e mezzo fino ai 3. Adesso al massimo se cambiamo strada lui dice: "No no, dobbiamo girare di qua", però se gli spiego che prima di andare "lì" dobbiamo fare una strada nuova così "la puoi imparare" si tranquillizza e ne è pure contento. Sono dei piccoli spettacoli questi nostri bimbi.
    Christianbarbamamma
  • Ciao @speranza82 , ti spiacerebbe spiegare meglio questo concetto? "So che il linguaggio che compare entro circa i 4 anni è abbastanza distintivo dagli aspie all'alto funzionamento"
    Non ho capito bene, ma mi interessa molto. Ti ringrazio.
  • @AliceinW e ad altri utenti del forum dico che per lavoro mi sto trovando a lavorare con ragazzini asperger e sino ad ora solo con un hf. L’hf è molto più funzionale di tutti gli aspie, ma nemmeno paragone. Gli aspie con cui mi trovo a lavorare sono veramente sopra la media come qi ma sono socialmente ko, con stereotipie, vanno in crisi per niente, appaiono bizzarri e sopra le righe. L’hf è molto più pacato e adeguato. Non è una diagnosi a fare la differenza ed essere asperger, non me ne vogliano gli adulti del forum, non fa rima con funzionalità.
    gioiaAliceinW
  • Ciao @AliceinW.. Intendevo dire che se il linguaggio si sviluppa entro i 4 anni è da considerarsi Aspie altrimenti alto funzionamento classico. Almeno così mi avevano detto ma da quello che deduco nel forum non è proprio sempre così visto che anche il 25% degli Aspie ha cmq un lieve ritardo del linguaggio.
    AliceinW
  • Aiuto ...io non ci sto capendo più niente :((
    AliceinW
  • Parere personale: lasciatere perdere tutte queste etichette di dettaglio fine, sono un tentativo di ridurre a schema delle menti umane, questi modelli non funzionano nememno con le scienze esatte, figuriamoci...
    Se poi ci mettete la soggettività di chi valuta, e la sua preparazione sull'argomento?
    Per lavoro faccio anche audit di qualità, vi posso dire che anche seguendo tutti gli auditor la stessa checklist e facendo corsi di formazione e aggiornamento comune non troverai mai un risultato uguale all'altro. Un po' come i rigori dati o non dati nel calcio, pareri unanimi sono rari eppure il regolamento è lo stesso!!!
    Senza considerare che la stessa etichetta nel tempo varia o scompare a seconda dei manuali...
    Un consiglio: state sereni e concentratevi su vostro figlio, non sulla etichetta che gli viene appiccicata.
    Forza e coraggio!!
    Christiansperanza82AliceinWgiumammaconfusa80
  • claluiclalui Post: 902
    Scusate ma questa discussione sta incominciando a diventare surreale. Considerando che sono sfaccettature della stessa condizione, che sono entrambe sotto la stessa etichetta, che la discriminante del linguaggio è minima, che sono caratterizzate entrambe dall’assenza di ritardo cognitivo, che possono essere peggiorate entrambe dallo stesso tipo di comorbosita’ mi spiegate perché questo accanimento a cercare di capire se il proprio figlio è asperger o alto funzionamento?
    Da genitore immagino che si parta dalla falsa convinzione che gli asperger siano in realtà dei nt solo un po’ strani. Là qualcosa è non solo sbagliata ma anche pericolosa perché crea delle illusioni che si scontrano con la realtà è fa abbassare la guardia su moltissime problematiche.
    Mio figlio ha sette anni è mezzo ed è un alto funzionamento. È stupendo ma ha tantissime difficoltà. Se fosse asperger ne avrebbe di meno? Forse. Sarebbe meno “visibile” ? Forse. Lo amerei di più? Assolutamente no. Dormirei sonni più tranquilli? Assolutamente no. Lo metterebbe a riparo dalle comorbosita’ che creano il grosso dei problemi? Assolutamente no.
    Il mio è solo un consiglio da genitore ad altri genitori: non perdetevi dietro le etichette. Godetevi il bello dei vostri piccoli e i loro progressi. Non è un nome a cambiare in positivo o negativo gli eventi.
    Un abbraccio a tutti spero non mi fraintendiate.
    gioiaAliceinWdamyChristiangiugufomatto79arabafenice83
  • Purtroppo i "nomi" possono influire, però, non è che cambi molto tra autismo ad alto funzionamento e asperger! Sono entrambi nomi che possono "influire" negativamente, soprattutto a scuola. Ad es. mia sorella è un'insegnante di sostegno e mi ha sempre detto che - dalla sua esperienza - l'asperger è una condizione grave. Talmente tanto grave che anche lei come i nonni è convinta che mio figlio non lo sia!

    Quello che "conta" - e conta sul SERIO e purtroppo ci possiamo fare poco - non è tanto l'etichetta ma la quantità dei tratti, ovviamente in assenza di problemi cognitivi. Anche perchè i tratti autistici sono tratti presenti in tutta la popolazione, non sono di per sè indice di problematica, è la loro quantità che li rende un problema. Faccio un esempio: tutti i bimbi se si siedono su una sedia con le rotelle - tipo quelle d'ufficio - cominciano a ruotare con la sedia, la rotazione è di per sè "interessante" per tutti i bimbi, infatti è un concetto presente in molte giostre, quello che fa la differenza è la "quantità", quello che lo fa diventare "stereotipia".
    Purtroppo l'etichetta può influire negativamente perchè può far diventare "stereotipia" anche quello che non lo è. In poche parole ci fa vedere il bimbo attraverso una lente distorta.
  • speranza82speranza82 Post: 317
    modificato novembre 2018
    @clalui e @mamma_francesca grazie x i consigli e la competenza che ormai dimostrate.Dovete capire però,ed io in questo momento parlo solo x me,che al momento per esempio mio figlio è solo nello spettro e che solo a parole,ma non sulla carta,lui è definito ad alto funzionamento.È vero,è piccolo.. ha 39 mesi ed è difficile ancora da capire,ma già che gli è stata data "un'etichetta" ed ha assistente+insegnante all'asilo,da genitore(mio marito non la pensa x niente così!)vorrei capire come comportarmi con lui.Se lo guardo in modo oggettivo vedo che non ha stereotipie se non l 'ecolalia(come ho sempre ripetuto),gli unici problemi sensoriali sono il fastidio della lana sulla pelle e dei capelli quando li taglia,non è selettivo nel cibo(anzi,se non avesse delle intolleranze mangerebbe molto di più),non ha paura dei luoghi pubblici ma tende ad esser più iperattivo,ovviamente tende a preferire macchine/trenini ma se glieli porto via non ha crisi.. Cmq tutto ciò x dire che,come ripeto sempre a mio marito,in base all'etichetta che lui avrà potrò capire il suo funzionamento(certo a grandi linee perché poi sono tutti diversi)!Penso anche che purtroppo se dovessi dire a tutti che lui è Asperger lo guarderebbero diversamente da come lo guardano ora.. sicuramente x poca conoscenza del reale problema,però ne sono convinta!All'asilo nella prima relazione stilata dopo 1 mese di osservazione gli avevano trovato ogni tipo di difetto solo in base alla diagnosi.. cose che oggi dopo 3 mesi credo non direbbero(non mangia questo e quello,ha paura di questo e quello.. tutto smentito dalla sua neuropsicomotricista perché era solo diffidenza ed un normale periodo di assestamento per un cambiamento cosi grande come un inserimento in un asilo in un bimbo in cui comunque c'è una difficoltà di linguaggio)!Scusate se mi sono dilungata troppo....
  • claluiclalui Post: 902
    Speranza scusami ma continuo a non capire che differenza ti farebbe se fosse hf o asperger. In entrambi i casi le problematiche sono simili e in entrambi i casi anche le terapie e le tecniche educative. Tuo figlio da come lo descrivi è identico a come era il mio. Le stereotipie sono venute dopo. Così come pure le difficoltà sensoriali stanno emergendo adesso che si esprime meglio e riesce a comunicare.
    Lo stigma, purtroppo, c’è comunque perché come ti ha detto @mamma_francesca non è importante cosa è ma quanto si vede. E non è affatto detto che un asperger si veda meno di un hf soprattutto in età infantile.
    Concentrati su di lui e non su come lo vedono gli altri. Cerca di capire quali siano le reali difficoltà. E tieni duro perché purtroppo il percorso è lungo e dovrai ingoiare amaro tante volte. Ma il tuo piccolo dimostrerà le sue capacità e ti ripagherà di ogni sofferenza. E questo ogni oltre etichetta.
    speranza82arabafenice83giu
  • speranza82speranza82 Post: 317
    modificato novembre 2018
    @clalui è vero che spesso mi arrovello nel voler capire cos'è il mio piccolo e mi focalizzo troppo su quello.. è vero anche che ovviamente non faccio solo quello visto che in soli 7 mesi di psicomotricita lui dal giocare da solo ci accetta nel gioco anche se non per lunghi periodi,che nel fare attività a tavolino non scappa così frequentemente come prima e dura anche 10/15min di seguito,che il linguaggio anche se ancora mooolto indietro è più direzionato a noi x piccole richieste e a volte(anche se raro!)x comunicare qualcosa che lui vuol dirci,che il nostro affetto lo vuole e lo ricerca spesso,che non socializza ma se fa un gioco di gruppo rimane cmq affascinato ed incuriosito(magari x poco)... e non ha 3 anni e mezzo!Se guardo questo me ne frego delle etichette e sono orgogliosa.Certo è che se guardo i giorni in cui è ancora molto iperattivo e poco rispondente o proprio è palese che preferisce ignorarti,sto male.. ma se scherzo con lui non solo col solletico o rincorrerlo ma anche con altro e capisce.. lì mi si apre il cuore!Forse il mio voler capire meglio "cos'è lui" è x aiutarlo ma anche perché in cuor mio non voglio accettare la diagnosi e penso che le sue difficoltà,se parlasse di più,non sarebbero così evidenti.. Sicuramente dentro di me ci sono emozioni ed idee contrastanti e me ne scuso se posso sembrare sempre in cerca di risposte,ma come ben sapete gli esperti ne danno ben poche e credo che meglio che da voi genitori di risposte non ne posso avere!!!
    clalui
  • "penso che le sue difficoltà,se parlasse di più,non sarebbero così evidenti" per me se le cose dovessero andare così allora vuol dire che ha un disturbo del linguaggio e non è autistico, perchè un aspie lo riconosci di più per come parla e cosa dice che non quando sta zitto.
    speranza82
  • @mamma_francesca forse mi spiego male.. so bene che rimarrebbero la maggior parte delle sue difficoltà di socializzazione ed interazione,ma sicuramente ci si potrebbe lavorare diversamente se si sbloccasse con la parola!Rimarrebbe di certo particolare per le sue abilità speciali nel montare una pista in legno in meno di 5 minuti o nel parlare tra sé sulle cose che gli interessano!Questo lo so bene..
  • Su questo sono d' accordo: la comparsa del linguaggio aiuta. Almeno per noi è stato così, soprattutto quando il linguaggio è diventato più funzionale e questo è accaduto dopo i 5 anni e in maniera esplosiva con l' inizio della scuola primaria. Anche semplicemento sentirlo esprimere i suoi bisogni o le sue paure per un genitore è un grande conforto perché ti fa sentire in grado di aiutarlo. Ricordo che quando era più piccolo e non parlava, a volte scoppiava in pianti che sembravano immotivati e in quei momenti pensavo di tutto e mi sentivo terribilmente frustrata perché non sapevo come aiutarlo.
    Per quanto riguarda la differenza tra hfa e asperger io credo che sia davvero solo una questione di etichetta. Il vantaggio per la prognosii è la non compromissione dell' aspetto cognitivo e l' intervento precoce infatti tu stessa @speranza82 ti sei resa conto che 7 mesi di psicomotricità hanno prodotto molti miglioramenti nel bambino. Mio figlio ha iniziato la psicomotricità più o meno alla stessa età del tuo e lui partiva da una diagnosi, falsata proprio dall' assenza di linguaggio, di ritardo cognitivo di grado lieve.
    Christiandamyarabafenice83giu
  • speranza82speranza82 Post: 317
    modificato novembre 2018
    @barbamamma intendevo esattamente quello!ora è frustrante cercare di interpretare atteggiamenti o parole spesso chiare ed altre volte incomprensibili.. anche lui a volte frigna apparentemente x sciocchezze e non lo capiamo.se almeno il linguaggio migliorasse potrei capirlo di più,invece ora tutto è più difficile!capisco che ci siete passati già tutti,ma al momento il mio sconforto maggiore è quello.. lo sguardo sta progressivamente migliorando ma credo che anche quello varierebbe in base al linguaggio.cmq anche lui aveva un lieve ritardo cognitivo che avevano subito giustificato x l assenza di linguaggio e sguardo,ma ora la sua comprensione è aumentata!la psicomotricista' ha aiutato lui ed anche noi a casa perché almeno lo aiutiamo diversamente.per quanto riguarda la diagnosi è vero,forse mi fossilizzo troppo per l'etichetta ed ho visto che purtroppo questo incide molto.. sbaglio a pensarla così,però ho notato che la cosa influisce e non poco purtroppo!!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici