Salta il contenuto

Legge 104 comma 3 con rivedibilita'

Salve a tutti, sono in attesa di ricevere il Verbale di handicap per mio figlio di quasi 4 anni. Agli sportelli Inps mi hanno già anticipato che c'è il comma 3 con rivedibilita il 2022. Ma mi sorge il dubbio che mi abbiano detto qualcosa di sbagliato. Può secondo voi coesistere il comma 3 con la rivedibilita'? Io sapevo che con il comma 3 la rivedibilita' fino ai 18 anni non era prevista. Bah. Se qualcuno ha un esperienza simile mi faccia capire qlcs... Grazie

Commenti

  • Assolutamente sì. Noi quando l'abbiamo avuto, siamo andati in commissione dopo solo un anno.
    La seconda volta andremo dopo due.
  • Si, anche io comma 3 con revedibilita a 3 anni...
  • Ok grazie. Per l'indennità di frequenza invece mi hanno detto che se tutto va bene la visita la farà tra 9 mesi. Speriamo bene, in fondo 285 euro è un rimborso parziale delle terapie Aba che stiamo effettuando privatamente (l Asl non le può prescrivere) ma sono cmq molto utili (ammesso che ce la concederanno). Cmq grazie, vi terrò aggiornati
  • A me la hanno data contestualmente. Ovviamente è poi da richiedere all'inps
  • claluiclalui Post: 899
    Perché l’indennita’ di frequenza e non l’accompagnamento? ....con la gravità spetterebbe...
  • @clalui a me l'accompagnamento non lo hanno dato. Boh
  • LisaLaufeysonLisaLaufeyson Post: 1,474
    modificato aprile 2019
    @clalui : anche a mio figlio, in possesso di 104 comma 3, hanno dato l'indennità di frequenza ma non l'accompagnamento..
    Le due cose non sono affatto correlate.
    Per l'accompagnamento deve essere accertata un'invalidità del 100℅, vale a dire una totale incapacità di compiere in autonomia ogni qualsivoglia atto quotidiano (oppure di deambulazione).
    L'invalidità grave non significa per forza questo ( grazie al cielo!).
  • Io ho fatto domanda per invalidità e handicap. La prima visita ha riguardato solo la 104 (non è stata contestuale all invalidità). Per l'invalidità se ne parla a Novembre e non credo proprio che mi diano l'accompagno. Sarebbe già tanto l'indennità di frequenza (conoscendo i miei polli).
  • claluiclalui Post: 899
    Lo dico perché mio figlio ce l’ha. Confermato anche alla rivedibilita. Nei bambini, ne parlammo anche in un’altra discussione, la gravità coincide con il 100% di invalidità. La richiesta dell’accompagnamento credo sia marcata nella domanda che viene presentata all’inps da parte del pediatra( anche se io questo passaggio non ricordo di averlo fatto).
    Non volevo scatenare putiferi forse è la commissione inps a poter decidere dico solo che a me al tempo dissero che con il comma tre spettava. Poi Bhu!
    LisaLaufeyson
  • No. Che putiferi! Grazie dell'info... Provo a chiedere alla npi del centro dove da terapia mio figlio. Con tutte le spese, due soldi in più non ci fanno schifo... Visti, soprattutto, i magro stipendi di un dipendente medio in Italia!
  • Guardando il certificato introduttivo del mio pediatra vedo che ha barrato la casella "si" alla voce Non è in grado di compiere gli atti della vita senza assistenza continua, la casella "no" alla voce E' impossibilitata a deambulare senza l'assistenza di un accompagnatore. Che dire... Bah
  • claluiclalui Post: 899
    modificato aprile 2019
    Leggendo su internet l’invalidita’ per i minori è sempre al 100% anche con il comma 1. A questo punto posso pensare che la discriminante sia data proprio dalla richiesta del pediatra che marcando o no quella casella fa scattare la richiesta o meno per l’accompagnamento. Se è così a te dovrebbero darla. Se ti va facci sapere quando sarà che su questa benedetta 104 c’è una tale confusione in giro!
    Anche perché considerando che ormai l’etichetta è data(e sappiamo solo noi genitori quanto è pesante fare questo passo) e risultano invalidi al 100% in ogni caso non mi sembra giusto non poter usufruire di tutti gli aiuti possibili.(parere mio)
    LisaLaufeysongufomatto79
  • Certamente vi terrò aggiornati e vi farò chiarezza.
    clalui
  • Salve a tutti. Noi con 104 e comma 3 avevamo fatto domanda per accompagnamento e indennità. La pediatra ci aveva sbarrato entrambe le cose e ci avevano accordato solo l'indennità. Dopo aver saputo che molti con identica situazione avevano accompagnamento siamo andati al sindacato e abbiamo saputo che non avevamo avuto l'accompagnamento perché avevamo diagnosi di rischio di spettro e non di spettro. Con la diagnosi cambiata abbiamo avuto accompagnamento con rivedibilita' ai 18 anni. Prima avevamo rividibilita' dopo 3 anni. Credo però che non sia ovunque lo stesso.
    claluiLisaLaufeyson
  • Sicuramente cambia molto da regione a regione ma cambia molto anche da persona a persona. In pratica non c'è mai un unico filo conduttore
    gufomatto79mammaconfusa80
  • adiadi Post: 199
    Buongiorno a tutti ! Anche noi abbiamo diagnosi di ‘ Discontinuità socio-comunicativa con ritardo di linguaggio, bambino a rischio spettro (comunque lieve)’ . L’ospedale che ci ha lasciato la diagnosi vuole vederci dopo 6 mesi , ma la pediatra nel frattempo non mi ha voluto rilasciare nessuno certificato , nemmeno per chiedere all asl le ore di psicomotricità . Secondo lei la diagnosi dovrebbe essere dato dal NPI dell asl .
    Ma vi risulta corretto ?
    Di aiuti nemmeno si parla .. quindi ci troviamo in difficoltà perché al momento dobbiamo pagare tutto privatamente.
  • A noi il pediatra ha rilasciato un certificato per richiedere la 104 e l'invalidità basandosi su relazione di un ospedale (probabilmente era più marcata della vostra). Ad ogni modo fatevi fare un impegnativa per visita neuropsichiatra infantile e prenotate i all asl di appartenenza. Poi sarà la npi Dell asl a indirizzarvi e/o prescrivervi delle terapie
  • Il discorso è che prima l’autismo era solo quello grave ed erano pochi i bambini con accompagnamento. Adesso è tutto spettro e comma 3...hanno deciso di tirare la cinghia e se proprio non sei di una gravità oggettiva tendono a risparmiarsela.
  • Per me comunque è sbagliato che tutto lo spettro sia comma 3, per come sono le diagnosi oggi; anzi per me è sbagliato che venga fatta l'equivalenza tra autismo e disabilità nei bimbi!
    Domitilla
  • Indubbiamente lo spettro autistico è diventato un grande calderone dove confluisce ogni problematica dell'età evolutiva. Detto questo, anche se non è grave per tanti bimbi, comporta cmq un dispendio economico e nervoso nei genitori e quindi ben vengano delle agevolazionisul lavoro ed economiche, che aiutano nellagestione del bambino
    LisaLaufeyson
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!