Salta il contenuto

Percezione sensoriale che aumenta in base all'attenzione ?

Buongiorno a tutti,
vorrei confrontarmi con voi su una cosa che ho sempre sentito.
Quando studio (università) ci sono dei momenti nei quali vado in iperfocus e riesco realmente a concentrarmi molto su quello che sto facendo, se questo ha per me un valore o provo in generale interesse.
E ok, ho sempre vissuto alternando estrema attenzione a completo disinteresse. Ma quello che mi incuriosisce è come la mia percezione sensoriale venga modulata in base alla soglia attentiva relativa al task che sto svolgendo.
Quando mi concentro molto intensamente inizio ad avvertire delle contrazioni involontarie in diverse parti del corpo come gambe, spalle, viso. Dopo un po' di tempo anche il minimo rumore mi fa saltare dalla sedia e se continuo per ore così inizio a sentire del calore circondare la mia testa. Tutto attorno a me diventa più forte e anche una luce al neon con la classica 50Hz mi da fastidio e mi fa uscire pazzo.
Leggo molto velocemente in questi momenti, a volte salto delle righe e poi ricollego il tutto nella mia mente.
Se esagero e continuo in questo modo senza controllo mi ritrovo senza energie, e se per mesi non mi do un freno inizio a sentire degli effetti collaterali relativi a labilità emotiva e stanchezza cronica.
Ricordo un episodio al primo anno di università nel quale spinsi veramente tanto per quanto riguarda lo studio, mi ritrovai per un bel po' di giorni a non dormire ed a sperimentare una serie di percezioni nella pelle simili ad insetti camminanti o aghi pungenti, che in realtà capì solo dopo essere i miei stessi peli, ma come se li sentissi uno per uno singolarmente in maniera esagerata.
Non riesco a capire come tutte queste cose siano collegate e ne ho parlato con chi mi segue, ma ho capito che semplicemente individui appartenenti allo spettro spesso vanno in iperfocus con il proprio interesse speciale anche se ciò provoca un grande dispendio energetico.
Succede a qualcun'altro?
"Può darsi che non sarai mai felice. Perciò non ti resta che danzare, danzare così bene da lasciare tutti a bocca aperta."
(Haruki Murakami)
Charade
Taggata:
Accedi oppure Registrati per commentare.