Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

Avete problemi a guidare l'automobile?

12346

Commenti

  • Io ho preso la patente a 23 anni suonati. Mentre gli altri con una decina di guide erano a posto, io ho fatto oltre un mese di guide, con un istruttore che era un cafone allucinante che mi bestemmiava addosso per quanto fossi a suo dire "rincoglionita". Dopodichè ho provato a guidare un paio di volte (sempre con i miei a fianco), ma non sono mai riuscita a sentirmi a mio agio. Ora è da un anno e passa che non guido più, vorrei ricominciare a provare. Sono confusa, mi blocco, ci sono momenti in cui mi prende il panico perchè non so cosa fare, ci sono troppe cose intorno a me, troppe cose da fare e pensare insieme, troppi stimoli a cui non riesco a stare dietro contemporaneamente. Spero di riuscire a metterci qualche toppa prima o poi..!
    Malinalli
  • Simone85Simone85 Post: 2,798
    Guido male e preferisco non farlo: 
    Per l'ansia;
    Quando mi distraggo perdo il controllo del volante... e mi distraggo spesso;
    Al semaforo nove volte su dieci lascio la frizione, specialmente quando sono in ansia;
    Non mi viene naturale guardare nello specchietto retrovisore, azionare le frecce e cambiare le marce, quando succede rischio sempre di distrarmi e di perdere il controllo del volante.

  • SophiaSophia Post: 5,904
    Simone85
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • Nick95Nick95 Post: 10
    Ho la patente da due anni e ci ho messo 9 mesi, di cui 6 di guide. Il mio istruttore non mi sopportava più. Il giorno dell'esame ho fatto schifo (sotto pressione, poi) però me l'ha data, pregandomi di fare altre guide. Comunque per risolvere il mio problema della destra e sinistra mi ero scritta col bianchetto D e S sulle unghie. Dovevo concentrarmi sulla strada, tra frecce, frizione, specchietti, cercare di non spegnere la macchina, non potevo anche pensare alla destra e alla sinistra.
  • Ho problemi persino con la bicicletta e il motorino. Se ho la musica un po' alta son capace di fare kilometri in seconda! In città sono super concentrato, non serve distrarmi, basta diminuire di poco la concentrazione per passare col rosso, non fermarmi agli stop... Infatti di solito in città guida mia moglie, in autostrada io. In effetti in autostrada posso fare il giro del mondo senza problemi. Poi non parliamo di senso dell'orientamento, senza navigatore mi perdo nel mio quartiere...
  • MononokeHimeMononokeHime Post: 2,451
    modificato aprile 2017
    Mi piace moltissimo guidare! Con la musica giusta andrei avanti per ore. Il traffico o le code le trovo noiose ma non mi fanno arrabbiare (mio marito si inc..za tantissimo e comincia a imprecare). L'unica cosa che mi mette ansia è sentire le sirene: comincio a guardarmi intorno e negli specchietti perché devo capire da dove arriva per sapere se devo mettermi giù di strada per far passare o no. Ho un ottimo senso dell'orientamento. Non ricordo i nomi delle vie ma trovo sempre tutto. Mi piace tantissimo studiare mappe e percorsi, ma poi vado "a sentimento": se mi perdo so più o meno in che direzione devo andare in linea d'aria e cerco di arrivarci. Ovviamente in luoghi nuovi uso il navigatore, ma certe volte non lo sopporto: sulla mappa dovevo arrivare in un punto dove c'era un parcheggio vicino a dove dovevo andare, pochi metri fuori dalla zona ZTL, ed essendo una città nuova che non conosco ho impostato il navigatore; mi ha fatto girare come una trottola per un'ora perché per lui non potevo andarci, ma io sapevo che potevo e ho insistito finché non ho trovato il modo.
    Per la patente non ho avuto problemi se non per il procrastinare, nel senso che ho aspettato troppo per le guide e mi stava scadendo il foglio rosa. Alla fine mi sono detta "tanto vale provare, se no spreco il foglio rosa senza dare l'esame di guida, e se mi bocciano devo comunque rifarlo". Avevo fatto solo cinque guide, e all'esame nell'uscire dal parcheggio sono salita con le due ruote di destra sul marciapiede. L'esaminatore mi ha ucciso con lo sguardo e mi ha fatto rientrare. :D
    Un'altra delle cose nella lista delle cose che voglio fare, quando riuscirò, è fare la patente della moto, e ovviamente prendermi la moto. Però forse quest'ultima cosa è OT... :P
    Sole
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • RowanRowan Post: 163
    A 30 anni ancora non ho la patente.Faccio fatica ad attraversare la strada a piedi,non so neanche andare in bici ,figuriamoci guidare
    ValentaEirene
    “If a book is well written, I always find it too short.”Jane Austen
  • Faccio un'aggiunta.
    Guidare mi stanca moltissimo, ma mi permette di pensare liberamente, perché il guidare mi prende una parte "fisica" di attenzione (non riesco a spiegarmi meglio). Una cosa che faccio fatica a fare è parlare mentre guido (perché il parlare e il guidare mi richiedono lo stesso tipo di concentrazione): dopo un po', senza che me ne accorgo, rallento, al punto che me lo fa notare la persona con cui sto parlando o mi suonano. Se devo prendere un'uscita o se devo fermarmi in una piazzola, o se devo inforcare uno spiazzo per fare inversione ho bisogno di vederlo o che mi venga detto molto prima perché i tempi di reazione per questa cosa non so perché sono lunghissimi. Ho in mente scene in cui dovevo fare inversione perché sbagliato strada e quelli che sono in macchina con me mi dicono "Qui! Qui! Fermati qui!" "Adesso ce n'è una. Preparati. No!! Come hai fatto a perderla?" E riesco a fermarmi solo alla quinta dopo non so quanti chilometri. :P
    Nonostante questo ho buoni riflessi per il resto, tipo sterzare per evitare di investire un riccio.
    Sophiaaspirinamichimago
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • marco3882marco3882 Post: 1,871
    Posso guidare per centinaia e centinaia di km di seguito ma non fatemi guidare in città di quelle caotiche che impazzisco. Ce la faccio però che stress. :-S
  • pokepoke Post: 1,721
    Ho conseguito la patente quando avevo 22 anni.
    Al primo esame superate le prove teoriche, bocciata nell'esame pratico
    Secondo esame idem come il primo.
    Da rilevare che le guide e l'auto erano dell'autoscuola.
    Questo dettaglio lo ritengo rilevante.
    Perché?
    Perché i doppi pedali rendevano fuorviante la distinzione tra la mia guida e l'intervento dell'istruttore.
    Da notare che l'esaminatore indicava direzioni fuorvianti, per cui era facile confondersi.
    Al termine, malgrado avessi rispettato ogni segnaletica mi disse - lei non è in grado di guidare un auto, si ricordi che è un'arma che può uccidere (la persona che aveva sostenuto l'esame prima di me, accelerando mentre un pedone attraversava sulle strisce, superò l'esame).

    Quando da una situazione non si traggono frutti, si cambia albero. (Basta regalare soldi all'autoscuola).
    Quindi

    Decisi quindi di rivolgermi direttamente alla motorizzazione.
    Test orali superati subito.
    Esame.pratico primo tentativo
    Con la mia autovettura (una ritmo 70s) con le frecce che non ritornavano a posto da sole, con una leggera sconvergenza, studiando su un manuale di circa 300 pagine, nel traffico della colombo tra pedoni che saltavano fuori come zombi, un mercato con auto in tripla fila, riuscii!
    L'auto si spense una volta, ma con destrezza e senza manifestare ansia o perdita di controllo, ripresi con ponderatezza la.guida.
    Al termine l'esaminatore mi disse:
    Stavo per fare una cattiveria.
    Fu una soddisfazione.

    Da allora ho avuto periodi di non guida (circa 15 anni) poi ho ripreso, come tutti non amo guidare nel traffico, come pochi sono una certosina dalle regole.
    Posso fare viaggi da sola, e per me è stata una soddisfazione questa indipendenza.
    A volte mi sento turbata e cerco di guidare fino a quando è necessario e proseguo con i mezzi.
    Del guidare mi piace proprio perché è un ambiente chiuso, protetto, perché gestisco dall'interno. Mi piace l'applicazione ed il rispetto delle regole.
    Quando guido mi concentro sulla guida, difatti evito sia di parlare che di ascoltare.
    Uso gli specchietti e mi piace.
    Miki
  • MarkovMarkov Post: 10,911
    Ci riesco normalmente.
  • Piu82Piu82 Post: 1,549
    Io mi sono forzata enormemente a prendere patente e guidare perché abito in periferia e non ho libertà di movimento... ma faccio sempre gli stessi identici percorsi (anche se devo andare in posti diversi) e a volte anche se so dove devo andare e conosco le strade nell'insieme non riesco a ricavarne il percorso e faccio giri immensi per raggiungere anche un luogo vicino!! Infine, non ho mai preso l'autostrada perché paradossalmente la trovo meno controllabile delle normali strade cittadine, credo a causa della velocita.
    Questa cosa a 34 anni suonati mi crea notevole imbarazzo...ma ormai ci scherzo su da sola e lo confesso agli altri prima che se ne accorgano da soli... così da soffrirne di meno rispetto al passato...almeno mi sembra....
    SophiaEirene
  • LifelsLifels Post: 1,854
    Non ho grosse difficoltà a guidare, ho dovuto fare molte guide prima di prendere la patente, direi almeno 40.
    Ammetto di avere qualche problema a parcheggiare, non riesco a calcolare bene le distanze...
    Anche io come @Piu82 non ho mai preso l'autostrada e tendo a fare quasi sempre i soliti percorsi, ma non l'ho mai percepito come un problema
    Tutto “tra virgolette”

  • ShinjiShinji Post: 241
    Io ho grosse difficoltà nel valutare gli spazi, i parcheggi sono sempre un dramma soprattutto quelli ad S... Fortunatamente non ho ancora causati grossi danni pubblici. :P
    Faccio una gran fatica anche a valutare la strada da percorrere che non sia quella che faccio ogni giorno. Per esempio per andare dal punto A al punto B devo immaginarmi mentalmente l'intero percorso partendo dall'inizio altrimenti mi perdo.
    Un altro problema sono i benzinai: ho paura a fermarmi in posti che non conosco e a volte rischio di restare a piedi.


    The closer you get to the light, the greater your shadow becomes.
  • LifelsLifels Post: 1,854
    @Shinji Guarda io arrivo quasi sempre al limite della riserva prima di decidermi a fare benzina e vado quasi sempre nello stesso posto a fare rifornimento

    Una volta sono sono rimasto completamente a secco a 50 metri dal benzinaio, ho messo in folle e la macchina si è fermata giusto davanti alla pompa di benzina

    Tutto “tra virgolette”

  • LandauerLandauer Post: 979
    LifeIs ha detto:

    @Shinji Guarda io arrivo quasi sempre al limite della riserva prima di decidermi a fare benzina e vado quasi sempre nello stesso posto a fare rifornimento

    Una volta sono sono rimasto completamente a secco a 50 metri dal benzinaio, ho messo in folle e la macchina si è fermata giusto davanti alla pompa di benzina

    Credo che viaggiare spesso in riserva intasi più velocemente il filtro motore (quello che filtra la miscela che va al motore), aumenti l'usura della pompa del carburante (che va in surriscaldamento dato che, non essendo immersa nel liquido, non si raffredda) e genera momenti "a singhiozzo" durante i quali la miscela non viene pescata (se per esempio fai una salita) che causano l'usura precoce del motore e perdite di potenza.

    Nessun problema con la guida.
    rondinella61
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • nebelnebel Post: 344
    la guida è un dramma, ho preso la patente senza particolare difficoltà, però poi ho quasi tamponato un auto mancando la precedenza ad una rotonda, per distrazione... e ho quindi accantonato l'auto, ora mi causa troppa ansia, quasi una fobia, rimando da alcuni anni il giorno in cui la riprenderò.
  • Io ho preso la patente dopo 3 tentativi. Alla teoria non ho mai fatto un errore, ma una volta arrivata alla pratica...una tragedia!! Scarsa coordinazione, lenta come una lumaca o troppo veloce, e sembrava che ogni volta che accendevo la macchina dovessi ricapire d'accapo come funzionava il tutto !!!! Comunque la ho da due anni e il primo anno prendevo la macchina ma sempre con un'ansia pazzesca addosso finché sono arrivata a non prenderla più. Adesso vorrei tanto riprendere perché mi limita per il lavoro...e poi diciamoci la verità...mi limita in tutto! Sono una persona orgogliosa e testarda e questa cosa di non riuscire a guidare proprio non la digerisco [-( penso che rifarò altre lezioni di guida in autoscuola...è l'unica!
    P.s. ho lo stesso problema con il nuoto: ho fatto piscina per anni da piccola, poi una volta smesso non riscivo più a nuotare. Allora testarda mi son riscritta da grande, ho rimparato e poi puff di nuovo dimenticato... Possibile che il mio cervello mi tradisca così nelle cose pratiche????? Che odio. [-O<
  • NemoNemo Post: 3,737
    Ho preso la patente tardi e non sono fanatico dell'auto. Preferisco guidare il furgone (dall'alto si guida meglio) , ma la cosa più disturbante è che ogni tanto mi parte il flash dell'incidente, mi "vedo" spataccato contro un platano e mi prende un'ansia pazzesca.

    Random , senza particolari motivi.
    rondinella61marco3882mandragola77
    Memento Mori
  • Comunque ragazzi sono felicissima di aver trovato questo forum! Mi sentivo così sola in queste mie "lacune"! Sono sempre stata una persona che prende il massimo in teoria e poi è una pippa nella pratica... E mi son sempre sentita dire per anni " perché non prendi la patente?" amche con un certo tono della serie " questa è una nullafacente, come labora senza patenre?" e pensavo a mille scuse come non ho tempo, non ho soldi, ci penserò... Poi il mio orgoglio mi ha fatto riuscire nell'impresa...e non vi nascondo di averci speso un sacco di soldi...ma ora sono punto e a capo!! E per me è così frustrante...io ho difficoltà ad orientarmi, e a gestire i comandi sopratutto articolare mani e piedi insieme...i riflessi poi non vi dico...assenti! I parcheggi non capisco mai le misure e devo pensare alle tecniche insegnate ma le confondo e faccio un pasticcio e mi agito e insomma...'ma tragedia! Spero che altre guide mi aiutino ...altrimenti boh...continuerò a far chilometri a piedi per andare a lavoro, spesa, uffici...e sempre a testa bassa perché a me pesa un sacco...!!! Scusate lo sfogo ma non ne parlo mai con nessuno. Grazie per aver letto e per i consigli che darete. Un bacio!
    Marco75
  • LifelsLifels Post: 1,854
    @diana514

    Questa difficoltà di coordinazione ce l'hai facendo qualsiasi cosa a livello motorio?

    Sei costantemente concentrata su tutti i tuoi movimenti?
    Tutto “tra virgolette”

  • Sì, effettivamente sì.... Mi dicono di essere estremamente lenta in tutto. Tranne a camminare...in quello son campionessa mondiale di velocità.. Visto che mi son sempre dovuta arrangiare così per andare da qualsiasi parte...e allora ho lo sprint! Però che so a mangiare ci metto secoli, a prepararmi idem...
  • vera68vera68 Post: 3,469
    Faticosissimo!!! anche se non potrei farne a meno. Difficoltà con l'orientamento (W Google msps) a leggere troppi segnali stradali tutti insieme, spesso riflessi lenti e difficoltà a valutare gli spazi e le distanze.
    diana514
  • Non amo l'idea di essere conducente perché in qualche modo essere nell'abitacolo di un mezzo mi dà l'impressione di essere più vulnerabile a possibili incidenti.
    Preferisco di gran lunga andare a piedi (o addirittura correre, visto che mi piace parecchio), mi offre più controllo sui miei movimenti
  • Marco75Marco75 Post: 2,110
    @diana514, se quella di guidare è un'esigenza (anche pratica) posso suggerirti di riprovare e insistere. Magari iniziando da percorsi semplici in strade che conosci.
    Io la patente l'ho presa presto (a 20 anni) ma ho avuto diversi problemi. Le guide che ho dovuto fare, prima di tentare l'esame di pratica, saranno state almeno 30. Nel frattempo, la prima "scuola guida" con mio padre era finita in modo disastroso, con un incidente (e la macchina sfasciata). L'esame mi andò bene solo perché non mi fecero fare il parcheggio, che ho imparato molto dopo. Per almeno un anno la mia macchina l'ho fatta guidare a un amico, visto che non mi fidavo. Ho sempre avuto qualche problema di coordinazione, e per impararmi a gestire tutte le piccole componenti della guida c'è voluto un bel po'. Inoltre sono terribilmente distratto, normalmente, e ho un senso dell'orientamento a dir poco pessimo.
    Però con MOLTA pazienza ho imparato, alla fine.
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • @vera68 come ti capisco! Guardo i segnali e vedo tutto confuso! Mi devo concentrare un sacco per ricordarmi cosa indicano, sopratutto se ce ne sono diversi insieme!! E giuro che li conosco a memoria con le 3 teorie date :(
    @marco75 è un'esigenza per il lavoro ma anche per le persone che ho affianco. Al mio fidanzato serve che gli dia il cambio alla guida e non me la sento. A mia madre serve la accompagni da qualche parte e non posso. Non ci nascondo che la cosa è per me motivo di frustrazione e vergogna (molti conoscenti non sanno che non guido...ripeto mi son sempre fatta conoscere come persona sicura, testarda, che riesce sempre e ottiene ottimi risultati! Ecco questa della macchina mi fa sentire una bambina idiota...cavolo ci riesce la mia vicina di 80 anni e io no! ) cmq voglio insistere...
  • SophiaSophia Post: 5,904
    @diana514 anche io ho guidato molto tardi e quello che posso consigliarti, come ha già detto @Marco75 è di fare molte guide con l'autiscuola se puoi, o anche con qualche parente.

    Vedrai che con la pratica riuscirai senz'altro. Sì tratta di allenare la memoria procedurale che è la stessa che ti permette di mangiare senza doverti preoccupare di coordinare i movimenti della forchetta per esempio.

    Non mollare perchè sarebbe un peccato. Poter guidare è una coda molto utile, che dà autonomia. Non sottovalurare questa possibilità.
    Marco75
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • @lollina Sì, è proprio questo il punto, l'autonomia...ma è anche una sfida con me stessa! Che pensavo di aver vinto dopo esser riuscita a prendere la patente...e invece è bastato non prendessi l'auto per un paio di mesi (non ne ho una mia, guidavo quella del mio fidanzato che in quel momento si trovava fuori per lavoro) che son riuscita a dimenticare...è normale? Capita anche a voi di dimenticare così facilmente? Poi mettiamoci che abbiamo avuto anche un grosso incidente da pochi mesi...magari lo associo...cmq ho deciso di fare altre guide, devo vincere io! Spero solo di non rimetterci un capitale inutilmente :(
  • SophiaSophia Post: 5,904
    Certo @diana514 la guida ha bisogno di esercitazione, altrimenti si perde sicurezza.

    Sono sicura che vincerau tu. Facci sapere!
    diana514amigdala
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • SwiftSwift Post: 989
    Nessun problema.
    Sono considerato eccessivamente prudente e preciso.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici