Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

“Quando A = B ma non sempre” Sviluppo dell'abilità del dettaglio.

vincvinc Post: 33
modificato febbraio 2017 in Sensi, percezioni, attenzione
Con attenta analisi introspettiva mi sono accorto di questa chiave di lettura neuronale che mi ha portato non solo all'abilità di analizzare e discernere cose, parole, concetti immagini simili e pseudo simili, che poi con senso critico mi sono risultati dissimili e differenti.  Ma anche di capire che dentro di noi c'è un faro innato che tende ad illuminarci e creare collegamenti sinaptici per avere una esatta concezione della verità.  Vi capita anche a voi?

 Voglio raccontarvi la frustrazione e il nervosismo... che ho avuto quando ho visto o meglio rivisto un film qualche sera fa "The Departed" dove ci sono due protagonisti (A)Matt Damon & (B)Leonardo Di Caprio un triller che mi ha coinvolto non solo come film ma per il fatto che per la seconda volta li vedevo uguali...unico protagonista che per me faceva il doppio gioco nel film (percezione momentanea) e il film non mi tornava.... comunque ... invece poi alla fine del film notavo che ogni attore aveva una voce diversa ruolo diverso... fino a diventare palese. Ovviamente durante il film son dovuto andare a guardare su Google e vedere le differenze piu dettagliate di questi due attori.
Risultati immagini per matt damonRisultati immagini per di caprioimageimage
          A            =           B


* "Il critico interiore è sempre meglio di te"- Web
Lo1979SoleAJDaisy

Commenti

  • vincvinc Post: 33
    Non so mettere le immagini dei due attori (scusate)
  • lunagattinalunagattina Post: 316
    modificato febbraio 2017
    Non ho ben capito cosa vuoi dire con la prima parte del tuo messaggio, ma ciò di cui parli nella seconda lo conosco fin troppo bene.

    Credo che tu stia parlando di prosopagnosia.
    Ne soffro leggermente anche io e ho letto che è comune negli asperger.
    Anche io ho spesso fatto fatica a distinguere gli attori, Matt Damon e Leonardo di Caprio sono due di quelli che scambio più spesso.
    Mi capita molto con gli attori e le attrici belli. Quando la persone hanno tratti molto regolari non ho dettagli o caratteristiche a cui appigliarmi e tendo a scambiarli.
    Se invece hanno dei difetti fisici o delle irregolarità nel volto va molto molto meglio.

    Personalmente mi è capitato di non riconoscere un'amica dopo un taglio di capelli e persino il mio fidanzato un giorno che portava un cappello e io non mi aspettavo di vederlo. Gente che mi saluta e mi parla senza che io abbia idea di chi sia è cosa quotidiana.

    C'è anche chi ne soffre in maniera grave. È famosa la storia dell'uomo che scambió sua moglie per un cappello, raccontata dal neuroscienziato Sacks. La prosopagnosia era così grave che si rivolse all'attaccapanni dove la moglie aveva lasciato cappello e cappotto perché pensava che disse lei.

    Ho letto un articolo di de Crescenzo dove raccontava come una sera si trovasse a una cena di gala e, essendo stato messo a sedere accanto a una signora ben vestita, truccata e pettinata con gusto, si presentò gentilmente e vide il volto della donna sorprendersi e addolorarsi insieme "Luciano, sono tua sorella" . Siccome era vestita e pettinata e truccata da serata di gala, non aveva riconosciuto la sua stessa sorella.


    Lo1979Solevincrondinella61Valenta
  • Lo1979Lo1979 Post: 220
    lunagattina ha detto:

    Non ho ben capito cosa vuoi dire con la prima parte del tuo messaggio, ma ciò di cui parli nella seconda lo conosco fin troppo bene.

    Credo che tu stia parlando di prosopagnosia.
    Ne soffro leggermente anche io e ho letto che è comune negli asperger.
    Anche io ho spesso fatto fatica a distinguere gli attori, Matt Damon e Leonardo di Caprio sono due di quelli che scambio più spesso.
    Mi capita molto con gli attori e le attrici belli. Quando la persone hanno tratti molto regolari non ho dettagli o caratteristiche a cui appigliarmi e tendo a scambiarli.
    Se invece hanno dei difetti fisici o delle irregolarità nel volto va molto molto meglio.

    Personalmente mi è capitato di non riconoscere un'amica dopo un taglio di capelli e persino il mio fidanzato un giorno che portava un cappello e io non mi aspettavo di vederlo. Gente che mi saluta e mi parla senza che io abbia idea di chi sia è cosa quotidiana.

    C'è anche chi ne soffre in maniera grave. È famosa la storia dell'uomo che scambió sua moglie per un cappello, raccontata dal neuroscienziato Sacks. La prosopagnosia era così grave che si rivolse all'attaccapanni dove la moglie aveva lasciato cappello e cappotto perché pensava che disse lei.

    Ho letto un articolo di de Crescenzo dove raccontava come una sera si trovasse a una cena di gala e, essendo stato messo a sedere accanto a una signora ben vestita, truccata e pettinata con gusto, si presentò gentilmente e vide il volto della donna sorprendersi e addolorarsi insieme "Luciano, sono tua sorella" . Siccome era vestita e pettinata e truccata da serata di gala, non aveva riconosciuto la sua stessa sorella.


    io semplicemente ho sempre pensato di essere uno che è scarsamente fisionomista, per me sono tutti uguali e potrei non riconoscere una perosna che conosco semplicemente perche vestita in maniera diversa.

    ciao.
    Lorenzo
    vincValenta
  • Lo1979 ha detto:


    lunagattina ha detto:

    Non ho ben capito cosa vuoi dire con la prima parte del tuo messaggio, ma ciò di cui parli nella seconda lo conosco fin troppo bene.

    Credo che tu stia parlando di prosopagnosia.
    Ne soffro leggermente anche io e ho letto che è comune negli asperger.
    Anche io ho spesso fatto fatica a distinguere gli attori, Matt Damon e Leonardo di Caprio sono due di quelli che scambio più spesso.
    Mi capita molto con gli attori e le attrici belli. Quando la persone hanno tratti molto regolari non ho dettagli o caratteristiche a cui appigliarmi e tendo a scambiarli.
    Se invece hanno dei difetti fisici o delle irregolarità nel volto va molto molto meglio.

    Personalmente mi è capitato di non riconoscere un'amica dopo un taglio di capelli e persino il mio fidanzato un giorno che portava un cappello e io non mi aspettavo di vederlo. Gente che mi saluta e mi parla senza che io abbia idea di chi sia è cosa quotidiana.

    C'è anche chi ne soffre in maniera grave. È famosa la storia dell'uomo che scambió sua moglie per un cappello, raccontata dal neuroscienziato Sacks. La prosopagnosia era così grave che si rivolse all'attaccapanni dove la moglie aveva lasciato cappello e cappotto perché pensava che disse lei.

    Ho letto un articolo di de Crescenzo dove raccontava come una sera si trovasse a una cena di gala e, essendo stato messo a sedere accanto a una signora ben vestita, truccata e pettinata con gusto, si presentò gentilmente e vide il volto della donna sorprendersi e addolorarsi insieme "Luciano, sono tua sorella" . Siccome era vestita e pettinata e truccata da serata di gala, non aveva riconosciuto la sua stessa sorella.


    io semplicemente ho sempre pensato di essere uno che è scarsamente fisionomista, per me sono tutti uguali e potrei non riconoscere una perosna che conosco semplicemente perche vestita in maniera diversa.

    ciao.
    Lorenzo
    Si lo pensavo anche io, puoi fare qualche test online sulla prosopagnosia, se ti va.
    Lo1979
  • vincvinc Post: 33
    @lunagattina
    Ciao Carissima...Ho detto:Con attenta analisi introspettiva mi sono accorto di questa chiave di lettura neuronale che mi ha portato non solo all'abilità di analizzare e discernere cose, parole, concetti immagini simili e pseudo simili, che poi con senso critico mi sono risultati dissimili e differenti.  Ma anche di capire che dentro di noi c'è un faro innato che tende ad illuminarci e creare collegamenti sinaptici per avere una esatta concezione della verità.  Vi capita anche a voi?


    La difficolta di distinguere  le cose simili ma diverse è perche c'è  mancanza di collegamenti sinaptici quindi  i neuroni fanno  1+1+1+1... (lettura chiave neuronale) Poi attraverso collegamenti tra un neurone e l'altro tra varie arie del cervello vi è l'elaborazione didattica e sopraggiunge  l'abilita  (plasticità cerebrale) 1+2+3+4 sono numeri con facce diverse quindi valori diversi... ma sono sempre numeri quindi simili tra loro.   Spero di essere stao piu chiaro  :))
    Lo1979
  • Lo1979Lo1979 Post: 220
    lunagattina ha detto:

    Lo1979 ha detto:


    lunagattina ha detto:

    Non ho ben capito cosa vuoi dire con la prima parte del tuo messaggio, ma ciò di cui parli nella seconda lo conosco fin troppo bene.

    Credo che tu stia parlando di prosopagnosia.
    Ne soffro leggermente anche io e ho letto che è comune negli asperger.
    Anche io ho spesso fatto fatica a distinguere gli attori, Matt Damon e Leonardo di Caprio sono due di quelli che scambio più spesso.
    Mi capita molto con gli attori e le attrici belli. Quando la persone hanno tratti molto regolari non ho dettagli o caratteristiche a cui appigliarmi e tendo a scambiarli.
    Se invece hanno dei difetti fisici o delle irregolarità nel volto va molto molto meglio.

    Personalmente mi è capitato di non riconoscere un'amica dopo un taglio di capelli e persino il mio fidanzato un giorno che portava un cappello e io non mi aspettavo di vederlo. Gente che mi saluta e mi parla senza che io abbia idea di chi sia è cosa quotidiana.

    C'è anche chi ne soffre in maniera grave. È famosa la storia dell'uomo che scambió sua moglie per un cappello, raccontata dal neuroscienziato Sacks. La prosopagnosia era così grave che si rivolse all'attaccapanni dove la moglie aveva lasciato cappello e cappotto perché pensava che disse lei.

    Ho letto un articolo di de Crescenzo dove raccontava come una sera si trovasse a una cena di gala e, essendo stato messo a sedere accanto a una signora ben vestita, truccata e pettinata con gusto, si presentò gentilmente e vide il volto della donna sorprendersi e addolorarsi insieme "Luciano, sono tua sorella" . Siccome era vestita e pettinata e truccata da serata di gala, non aveva riconosciuto la sua stessa sorella.


    io semplicemente ho sempre pensato di essere uno che è scarsamente fisionomista, per me sono tutti uguali e potrei non riconoscere una perosna che conosco semplicemente perche vestita in maniera diversa.

    ciao.
    Lorenzo
    Si lo pensavo anche io, puoi fare qualche test online sulla prosopagnosia, se ti va.
    mi va, lo farò quando avrò un po di tempo.... grazie!

    @vinc non l'ho mai pensata come la esponi te, interessante ...

    ciao.

    Lorenzo
    vinc
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici