Salta il contenuto

Proud to be "Neurodiverso"

KaleenKaleen Post: 386
modificato aprile 2015 in Advocacy e Neurodiversità
1 Ne avrete quasi sicuramente già parlato... voi se doveste scegliere rinascereste Nt? 
2 Degli svantaggi legati alla neurodiversità si parla tanto, così come si parla tanto dei luoghi comuni legati alle straordinarie capacità degli "idioti sapienti" ... ma al di là di quello che gli altri dicono di noi... voi fareste cambio?
3 E c'è qualcosa di cui siete fieramente orgogliosi di voi e che ricollegate direttamente alla vostra neuro-Atipicità?
Post edited by yugen on

Commenti

  • KaleenKaleen Post: 386
    modificato aprile 2015
    @Krigerinne in qualità di moderatrice (TU non io) ti chiedo "è giusto se questa domanda la faccio in piazza? :D o meglio nella piazza?".
  • DarwinDarwin Post: 1,503
    1)Sì ne abbiamo già parlato e... no, perché non sarei io.
    2)Farei a cambio con chi? Con un savant? Con un NT?
    3)La mia innata inclinazione a comprendere materie scientifiche come la biologia e la chimica e nel saperle apprezzare e spiegare in modo semplice e completo. Dicono.
    Kaleenct87
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • KaleenKaleen Post: 386
    @Darwin cambio con un nt...ma credo tu abbia già risposto. Immaginavo che fosse già stata affrontata la questione... grazie della risposta :)
    Darwin
  • Theda_BaraTheda_Bara Post: 1,329
    1. Se potessi scegliere, non rinascerei proprio.
    2.
    No, personalmente. O meglio, non riesco a immaginarmi come una persona
    diversa. Ma farei a cambio - almeno per un minuto -  con chiunque abbia
    trovato una forma di pace con se stesso, neurodiverso o neurotipico che
    sia. Vorrei sapere come ci si sente ad avere per un minuto una mente
    silenziosa.
    3. No, personalmente. Non penserei mai: "sono orgogliosa
    della mia neurodiversità", così come non mi verrebbe mai in mente di
    pensare: "sono orgogliosa di essere donna". Non capisco come si possa
    andare orgogliosi di qualcosa che non si ha scelto di essere, e ad ogni
    modo non capisco che senso avrebbe.
    KaleenDomitillaKaliaKolymaIndecisokachinamandragola77ShadowLine
    OT.
  • KolymaKolyma Post: 651
    modificato aprile 2015
    Theda_Bara ha detto:

    1. Se potessi scegliere, non rinascerei proprio.
    2.
    No, personalmente. O meglio, non riesco a immaginarmi come una persona
    diversa. Ma farei a cambio - almeno per un minuto -  con chiunque abbia
    trovato una forma di pace con se stesso, neurodiverso o neurotipico che
    sia. Vorrei sapere come ci si sente ad avere per un minuto una mente
    silenziosa.

    Sottoscrivo in pieno. Il problema centrale per me è stato non trovare persone che mi apprezzassero e mi includessero in qualcosa: una relazione stabile, un'amicizia forte, senza chiedermi di mascherarmi e lavorare moltissimo per fingere una personalità diversa. Vorrei non sentirmi morire dentro quando sento parlare le persone di come sono state bene provando queste cose elementari, perchè mi sembra sempre più spesso che la mia vita sia passiva e inutile. Ma so che sono questi i problemi più che la condizione di neurodiversità: la violenza del conformismo che ci circonda, così piacevole per chi non è "fuori dal giro". E non parlo a caso di violenza, perchè quando mancano le armi per difendersi non c'è altra definizione :(
    Post edited by Kolyma on
    kachinaDomitillaLudo
    Despite all my rage I am still just a rat in a cage
    Then someone will say what is lost can never be saved
  • IndecisoIndeciso Post: 2,754
    se potessi scegliere, rinascerei cervo a primavera :P
    ct87Kaleengiorgiokachina
  • KaleenKaleen Post: 386
    @Theda_Bara condivido pienamente ciò che scrivi nel punto 3,non l'ho mai capito neanche quando si parla di orgoglio omosessuale per dire... boh...la domanda mi è venuta in mente perchè tempo in dietro googlando ho visto queste http://uk.picclick.com/Collectables/Badges-Patches/Club-Association-Badges/Medical-Nursing-Red-Cross/?page=21 ...voi le portereste? Ce n'è una che dice "i'm asperger and i'm proud" o qualcosa di simile 
  • Theda_BaraTheda_Bara Post: 1,329
    Io no, personalmente. Ma qualche tempo fa, mentre ascoltavo la musica, ho accarezzato l'idea di far stampare una maglietta con scritto un paio di versi di una canzone di Keaton Henson("10 AM, gare du nord"):
    "Please do not hurt me
    I am a fragile one".
    In tutto ciò l'asperger però non mi è mai venuto neanche in mente, non è qualcosa che sentirei la necessità di esibire. La mia sarebbe stata una richiesta generale in quanto essere umano al genere umano.

    KaleenDomitilla
    OT.
  • KrigerinneKrigerinne Post: 3,163
    modificato aprile 2015
    Dipende... L'orgoglio inteso come simbolo può semplicemente funzionare. Al livello letterale non so, si scende troppo nel dettaglio perché se è vero che non sono responsabile di essere asperger allora è anche vero che non sono responsabile del fatto che i miei genitori mi abbiano educata al rispetto né che io avessi il potenziale per diventare una persona che porta rispetto, quindi non dovrei neanche essere "orgogliosa" di questa e di altre mie caratteristiche... Poi "proud" per me è più simile a "dignità" che ad "orgoglio".

    Se potessi scegliere come rinascere non baderei a ND/NT, mi preoccuperei solo di darmi le caratteristiche che mi piacciono. ;)
    mandragola77Kaleen
    Backend developer ~ Asperger ~ ex tutor ABA
    You split the sea so I could walk right through it
  • KenariJKenariJ Post: 128
    Si che rinascerei neurodiverso, essere NT sarebbe troppo noioso e limitante. 

    Probabilmente opterei per il tipo "savant".
    Kaleen
  • RiuyRiuy Post: 350
    KenariJ ha detto:

    Probabilmente opterei per il tipo "savant".
    Idem :) 
    Ma anche una vita "normale" senza tante pippe mentali mi piacerebbe un sacco
    Kaleen
  • diegodiego Post: 1,136
    modificato aprile 2015
    1. no, vorrei rinascere di nuovo ND ma almeno con la consapevolezza di esserlo fin da subito
    2. non farei cambio con nessuno NT o ND che sia
    3. sono fiero della mia neurodiversità. Nel mio caso è lampante. Se osserviamo tutti i componenti della mia famiglia (contando anche zii e cugini) non ce ne è uno che è riuscito a realizzarsi decentemente. Sono nato in un paesino della sicilia e fin da piccolo mi sono sembrati tutti molto limitati. La mia diversità mi ha fatto sentire tanto solo per tanto tempo, ho affrontato periodi molto difficili ma alla fine sono riuscito a fare delle cose che tutti quelli che mi stavano intorno ancora si chiedono come sia stato possibile nascere e crescere li ed ora essere qui con una bellissima famiglia ed un ottimo lavoro.

    Essere neurodiverso è come essere un supereroe: anche Superman ad un certo punto ha voluto rinunciare a tutti i suoi superpoteri.

    Non è facile ma secondo me abbiamo qualche risorsa in più, il problema è che c'è un prezzo da pagare.

    Io ho cominciato a vivere meglio quando ho accettato la mia diversità e l'ho sfruttata pagando tutto quello che c'era da pagare, anche gli arretrati ed ho fatto anche un mutuo per pagare in anticipo le rate del futuro.

    Io sono orgoglioso di essere diverso e metterei una maglia per dirlo al mondo.

    Proprio ieri ho fatto un colloquio ed è stato entusiasmante perchè ho proprio avuto la sensazione che cercassero proprio un neurodiverso: 
    mi chiedevano se mi era mai successo di lavorare al PC fino a tarda notte, 
    se mi capita di appassionarmi così tanto del mio lavoro da isolarmi da tutto,
    se mi capita di avere idee mie e difenderle a spada tratta
    se ho delle idee mie e non mi limito a seguire quello che dicono i manuali
    etc...

    Si, io sono così e ne sono fiero. Il lavoro molto probabilmente lo prenderò e questo mi fa capire che anch'io servo a qualcosa in questa società, che gli NT hanno bisogno anche di me.

    Di contro oggi mi hanno invitato degli amici a pranzo ed era la fiera della neurotipicità: devo ammettere che è stata dura stargli dietro anche mentre camminavamo per andare al ristorante mi ritrovavo isolato dal gruppo anche fisicamente come se non riuscissi a comprendere in tempo il loro percorso.

    Ma nonostante ciò non voglio più mettere in discussione quello che sono. Io amo me stesso se gli altri non mi amano allo stesso modo o non mi capiscono è un problema loro.

    Scusate lo sfogo.
    yugen
  • diegodiego Post: 1,136
    Sapete già che il ciclismo è una delle mie passioni e questa canzone mi sembra adeguata alla discussione:

Accedi oppure Registrati per commentare.