Salta il contenuto

Ossessionata.

C'è un ragazzo a cui penso continuamente, non lo vedo da un anno, ma continuo a pensarlo. Ci sentiamo con la frequenza di una volta al mese, sempre lui a contattarmi, ed io non riesco a dimenticarlo. Non vive più nella mia città, per problemi di salute non può ritornarvici. Come faccio toglierlo dalla mente, ci penso costantemente, ormai è diventato un pensiero tossico. Sto impazzendo, se avete mai avuto esperienze analoghe, non esitate a darmi dei consigli, ogni aiuto è gradito ed apprezzato. Grazie
Fenice2016manu_asocialeEstherDonnelly

Commenti

  • pokepoke Post: 1,721
    Beh, un anno è lungo. Se non hai modo di farlo tuo, cerca di relazionarti con altri ragazzi. Non scoraggiarti se dopo 4/5 anni ancora lo hai nella mente. A volte i tempi per far sbiadire le emozioni dei ricordi sono lunghissimi (sopratutto se hai una dannata Buona memoria).
    Cerca di andare oltre lui, se come dici ne sei ossessionata e lo senti solo 12 volte l'anno, stai rimpolpando un fuoco che non ha legna.
    Poi è una tua scelta, e nel profondo tu sola sai, se ci sono prospettive di una relazione reale. Fatta di incontro di persona, costante e soddisfacente.
    Fenice2016friedenMariAlberi
  • @cometagialla ho più o meno vissuto la tua stessa esperienza. Nel 2013 ho conosciuto un ragazzo che era nella mia città per lavoro. Dopo qualche settimana se n'è andato ma per me era già diventato un'ossessione. Lui ha anche provato a chiedere un trasferimento (anche se non so se per me o per altro motivo), ama molto la mia terra, ma per X motivi non possono concederglielo. In ogni caso è poi tornato nel 2014 e ci siamo visti finché non è ripartito. Anche quando tornava nella sua città continuavamo a scriverci (anche se non con una cadenza ben precisa) ed a commentare reciprocamente i link pubblicati su facebook.

    L'anno scorso non è tornato e mi ha esclusa dalla visualizzazione dei suoi post su facebook per cui non abbiamo potuto interagire nemmeno più in quel modo. Io ho comunque fatto la mia vita, mi sono fidanzata e lasciata dopo alcuni mesi. E' tornato settimana scorsa, ma era diverso da come lo ricordassi.... gli ho trovato mille difetti, mille mancanze.... l'avevo semplicemente idealizzato.... e col tempo ho razionalizzato tutto.

    Magari se vi rivedeste ti renderesti conto che in realtà ti eri fatta un'idea che non corrispondeva alla realtà.
  • pokepoke Post: 1,721
    @manu_asociale quasi quasi ti invidio.
    Io quando prendo una cotta mi brucio a sangue. Nel senso che un tipo con cui ebbi una storia per pochi mesi, son stata sette anni senza aver contatti, ma appena rivisto è scattata l'attrazione. Rifrequentati per due anni poi interruzione, e sono due anni e mezzo che ancora mi è in mente.
    I primi due anni sono stati atroci, ricordavo tutto ed ero ossessionata all-idea di lui e di noi. Mi sentivo come tagliata a metà. Lo cercavo negli atteggiamenti di ogni uomo che vedevo camminare in strada. In ogni persona i suoi occhi azzurri luminosi e solari e passionali.
    Mi sono imposta da 6 mesi circa di non cercarlo, malgrado abbia conservato il suo cellulare. Ma è una mia lotta di volontà.
    Ora comincio a ripensarlo, ma senza il ricordo della passione che ci univa. E mi sento meglio, mi sto vivendo la serenità.
    Ecco è dura e si soffre, sopratutto per quella tipologia di persone che ha una memoria buona.
    Mi dicevo, un paio di mesi e lo dimentico. Beh.. son passati anni, lo ricordo ancora, ma sta sfumando fortunatamente. Un altro uomo, simile ma diverso per altri aspetti, mi sta facendo vivere un nuovo tipo di approccio sentimentale. E questa nuova sensazione sta diventando più intensa della precedente. Da questo aumento la volontà nel non coltivare troppo il ricordo della mia precedente relazione (ossessiva, motivo per cui è finita).
    manu_asociale
  • @poke il fatto che accettassi di rivederlo era proprio il fatto che vivevo sulla mia pelle e nella mia mente ogni singola emozione provata con lui.... avvenuta nell'arco di poche settimane (2013 e 2014).

    Per fortuna (o purtroppo in taluni casi) i miei interessi/ossessioni, hanno una durata di 2 anni... per cui, essendo passati, penso probabilmente di aver solo perso interesse e questo mi ha portato a razionalizzare le cose.
  • pokepoke Post: 1,721
    @manu_asociale
    Sai, la tua storia e la tua osservazione sugli interessi speciali, la mia e ed il parziale racconto di @cometagialla
    mi ha fatto riflettere sul modo di relazionarsi sentimentalmente delle donne nd (asperger).
    Sarebbe interessante sapere se anche ad altre/i è accaduto di essere totalmente assorbiti da una persona, tanto da essere percepiti come ossessivi.
    A me accade. e paradossalmente ora sto vivendo una relazione con un uomo definito dagli altri, ossessivo/invadente. E devo dire che questo suo modo di essere mi piace. E lui sembra, ormai è un anno e mezzo che ci si frequenta, che questo mio essere ossessionata da lui, gli piaccia.

    In tutte le relazioni sentimentali, ho sviluppato una forma di ossessione. Io la definivo passione, interesse. Il pensiero e l'attenzione è sempre stata rivolta al partner. Arrivando ad una conoscenza molto intima dei pensieri mai raccontati. Intendo il dolore profondo che ogni essere umano ha dentro.
    Di per contro, ho vissuto queste storie, come se loro fossero l'unico interesse e stimolo della mia esistenza. Diventavano qualcosa di più di una idealizzazione. Al colmo della felicità quando erano in corso, sull'abisso di una totale disperazione quando terminavano.
    Spesso terminate per questo mio eccesso.

    Ho messo in conto la possibilità che avessi scelto in modo inconsapevole dei narcisisti. Mai avevo preso in considerazione il fatto, che alcuni di noi, facessero diventare il partner un o meglio "l'interesse speciale". Prima non sapevo chi e cosa fossi.
    Ora mi si apre una nuova chiave di lettura, del passato.

    Però proprio in funzione di questo, credo sia indispensabile per il proprio benessere lasciar sbiadire una situazione non concretizzabile.
    Le persone non tutte almeno, sembrano desiderare di essere così oggetto di ossessione. Si rischia di allontanarle, portando noi stesse in una situazione di sofferenza.
  • Antonius_BlockAntonius_Block Post: 3,524
    modificato ottobre 2016
    Con me l'unica cosa che ha funzionato è stata trovare una persona che mi ossessionava ancora più della precedente.
    Post edited by Antonius_Block on
    manu_asociale
  • C'è una cosa che voglio capire anzitutto prima di dire qualunque cosa: in che modo è diventato tossico e perché lo è?
    Temo darei consigli sbagliati senza questa premessa.
    Antonius_Block
    ❤️
    but the Earth refused to die
  • @poke anche per me le ossessioni (sia per gli interessi che per le persone) mi portano proprio a sragionare, mi ci dedico completamente senza vedere altro, e se ci litigo mi sento come se mi mancasse l'aria e vado in iperventilazione.

    Devo dire, però, che se una persona si comportasse allo stesso modo con me, non la tollererei.
  • RyunosukeRyunosuke Post: 75
    modificato ottobre 2016

    Ho pensato continuamente a un ragazzo per più di tre anni (fra i miei 18
    e 21 anni); fra l’altro, vedendolo 3 volte negli ultimi 2 anni(razionalmente,
    una cosa che ora mi sembra assurda anche perché con questo ragazzo non ho
    combinato proprio nulla, non era neanche un amico o qualcuno con cui mi
    confidavo, neanche ci sentivamo al telefono). Alla fine, quando mi è stato
    chiaro che non era interessato a me, mi sono imposta di togliermelo dalla
    testa. Ci sono riuscita abbastanza rapidamente, il problema è che l’ho sostituito
    con un altro, per più di un anno, fino a quando questo si è trovato la morosa,
    quindi mi sono fissata con un terzo…; e così via, ma comunque per periodi non
    superiori a 1 anno – 1 anno e mezzo, e per fortuna dal terzo in poi i miei
    pensieri non sono stati più così ossessivi e focalizzati su un'unica persona, ma
    ho cercato di guardarmi intorno e interessarmi anche ad altri (peraltro con
    risultati scarsi o nulli).

    Per me l’importante è chiarire le cose, se so che
    non c’è futuro con una persona riesco a non pensarci più in modo ossessivo (anche
    se può succedere che ritorni in mente a distanza di tempo, ma per periodi
    brevi). Non ho capito bene la tua situazione: se hai dei dubbi, quello che puoi
    fare è cercare di parlare chiaramente con lui; se sai già che non ci può essere
    futuro, valuta di “staccarti” da lui almeno per un periodo (quindi chiedergli
    di non chiamarti per un po’).

    manu_asocialeEstherDonnelly
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!