Salta il contenuto

Ragazza NT

Ciao a tutti!
Sono un asperger lieve da relazione diagnostica che si sta riscoprendo in questo periodo.
Sembrerà banale, ma sono un poco in difficoltà perché c'é una ragazza NT che mi piace.. Fa parte di un gruppo di amiche e in realtà la conosco già dai tempi dell'università. Lei peró era fidanzata e io allora proprio completamente inesperto con le donne e impacciato, tanto che ora con lei e le amiche comuni patisco ancora un poco questo rapporto sorto a quell'epoca, perché sono cambiato parecchio.
Lei ora é single e credo sia attratta da me o incuriosita. Ultimamente, peró, mi sfugge, cioé risponde si e no ai messaggi e non si fa mai trovare libera. Io non capisco se é un modo cortese di negarsi oppure se si aspetta che io ci provi di più con lei (una certa vicina mi dice più la prima opzione, ma sta di fatto che con lei non mi sono mai esposto).. Mi piacerebbe almeno una volta vedersi, perché odio i messaggi e le chat. Per di più, io un mese fa in quarantena covid la sentivo spesso e avevo voglia di raccontarle di me e lei pure mi chiedeva.. Nel senso che io ho voglia di dire ad amici e persone importanti come mi sento e le cose nuove che ho scoperto di me. Con qualcuno di fidato l'ho fatto.
Perché se no mi sembra di non riuscire ad esprimermi in pieno.. Ad esempio questa ragazza l'ho vista dopo il lockdown covid con un gruppo di amici ma, sfortunatamente, in quelle situazioni che non posso soffrire: invito a pranzo con amici/amiche che non vedo da tempo, pranzo e chiacchiere del più e del meno e le odiose sedie a semicerchio per parlare e il socializzare così.. Io ero impacciato perché io o faccio cose attive (anche solo organizzare il pranzo) o parlo ma di ció che va a me o almeno di ció che mi coinvolge e in gruppo con soggetti un po' superficiali mi infastidiscono in fretta. Io ora dico a più non posso a chi conosco "i miei gusti" ma non sempre si riesce senza dover spiegare di più.. Io per anni mi sono negato e mi sentivo inadeguato. Ora dello standard impossibile che mi ero imposto o che mi era stato calato, anche senza colpa, dai parenti me ne frego.. voglio esser me stesso e ho imparato un po' di cose per stare al mondo..
Più che altro, se nei rapporti superficiali mi pare di avere più possibilità ho paura di non farcela con quelli profondi, laddove non so se la persona che mi interessa (anche di amicizia) mi accetterà o meno. Amici ne ho qualcuno ma é con questa ragazza o con altre, che ho paura di non essere capace di "parlare la sua lingua" se si tratta di manifestare il mio interesse e così di perderla.. Sono anche un po' impaziente a volte.
Non so fare approcci molto bene, mi scoccia il tira e molla e il corteggiamento. Sono stato con una ragazza asperger e con un'altra molto sensibile per qualche mese ma erano storie davvero forti..
Consigli ed esperienze di "corteggiamento" ed incontro con il gentil sesso NT o comunque di "coming out" del proprio funzionamento con gli amici? Gli NT possono comprendere ed accettare?
Ps. Comunque più spesso e per esperienza e desiderio vorrei incontrare una ragazza asperger che condivida il mio modo di comunicarmi e le mie esigenze.. Ci puó essere grande intesa io credo, se entrambi ci si conosce e si é consapevoli di sé e si va verso l'altro con onestà e rispetto.
Grazie :D
È grazie al forum, che ospita discussioni ben più importanti e pregnanti del mio post.
Phil

Commenti

  • MareMare Post: 364
    modificato luglio 2020
    Per quel che può valere il mio parere, potrebbe essere che lei si è accorta che tu sei interessato a lei, ma in questo momento non ricambia questo interesse. Cioè sta cercando di farti capire che per te prova solo amicizia e non vuole illuderti. Io non insisterei, mollerei il colpo. Se invece fosse interessata a te, credo troverà il modo di farsi viva.
    Non so se una ragazza aspie possa essere più adatta, ma certamente tra diversi ci si capisce molto meglio, te lo dico per esperienza diretta. Però questo essere diversi può dipendere da tante cose, non solo dall'autismo.
    E se ti leggi le sezioni "romantiche" del forum ci troverai tante ragazze nt innamorate di aspie....
  • Phil90Phil90 Post: 65
    Grazie per la risposta Mare!
    Poi in effetti ci puó essere diversità enorme anche tra aspie..sia per il funzionamento in sé sia per il carattere. Dipende tantissimo anche dalla propria personale storia di accettazione di sé e delle difficoltà e magari dei traumi passati. Tutti ne hanno, NT e aspie ovviamente..
    Io desidero incontrare persone nuove e farmi vedere in verità. Conoscere la persona che ho davanti in tutto quello che é, la sua vera bellezza. Proseguiró nella mia lettura dei post "romantici"..
    Forse un po' la paura che ho é che una donna NT si faccia avanti scambiando per timidezza altro, si leggono storie di successo ma anche storie di "blocco" su questo tema. Peró un tutto c'é rischio e vale la pena rischiare e anche stare male se una storia non va per incompatibilità scoperta dopo..finché si é sinceri l'uno con l'altro/a, sono i trucchi e gli inganni i peggiori..
    Mare
  • rinco92rinco92 Post: 61
    Ciao, non posso darti alcun consiglio perché sono messo peggio di te.
    Però ricordo una volta che ero molto attratto da una ragazza appena assunta al lavoro, mi era piaciuta moltissimo da subito e mi tirava ogni volta delle occhiatine , sguardi dolci e sorrisi e voleva sapere di me, cosa facessi e quale fosse la mia compagnia di amici. E bene, ero convinto che le piacessi!
    Dopo qualche giorno abbiamo iniziato a parlare più approfonditamente e si confidava sempre più con me, delle sue storie d'amore avute e dei suoi amici oltre a fantasticare su alcuni ragazzi che le piacevano. Ho capito quindi subito che non era affatto interessata come credevo, mi vedeva solo come amico al quale confidarsi. Ci sono rimasto molto male.
    Questo per dire che l'apparenza a volte inganna, non sempre, ma a volte sì come nel mio caso.

    Comunque penso che non siamo più al Medioevo. Se c'è una ragazza a cui gli piaci te lo farà capire e non farà la "preda" zitta che scappa.
    Una volta mi scrisse via sms una ragazza a cui gli piacevo e non avevo affatto notato questo suo interesse per me. Nulla è scontato.

    Come scritto nell'altro post, il mio problema non riguarda l'aspetto ma il non lavoro, una vita sociale nulla, impaccio e Doc, forse anche depressione. E purtroppo queste situazioni fanno fuggire anche una ragazza magari interessata.
    Non sono fidanzato da.. 12 anni! :D Ma allora ero un ragazzino.
    Mare
  • rinco92rinco92 Post: 61
    Aggiungo..
    Credo che tra timidoni come lo sono gran parte di noi andare con altri timidi non sia una buona cosa, almeno nelle relazioni. Parlo per me chiaramente ma ho letto sul web altre storie simili.
    Ad esempio io ho mille difficoltà ad approcciare una ragazza timida piuttosto che una estroversa. Non intendo ragazze troppo spigliate e disinvolte che non mi piacciono ma solo un po' meno timide. Con questo tipo di ragazze vado decisamente meglio rispetto alle timide quasi mute.
    Quelle meno timide mi aiutano ad uscire dal guscio e inizio a parlare di più. :)
  • Phil90Phil90 Post: 65
    Grazie dei commenti!
    È un vero mistero tutto ció :D
    Io una cosa che io amo sono le donne che, pur avendo quel guizzo di vitalità, di carattere, di scherzo e brillantezza intellettuale, sono riservate e dolci in una maniera bellissima, come un fiore che abbassa la corolla ma non si piega con il vento. Sognatrici ma coi piedi per terra. Che sanno stare nel gruppo ma senza il bisogno o la tendenza a voler emergere, che sono felici delle cose semplici e si emozionano per la natura.
    Credo che parecchie siano così o per una qualche ragione vorrebbero sentirsi così, io qui ci vedo molta bellezza.
    Forse é quello che tu dici non così timide..
  • Phil90Phil90 Post: 65
    Ps. Sembro uno sciocco poeta ma parlo sulla base dell'esperienza ;)
Accedi oppure Registrati per commentare.