Salta il contenuto

ABA o DENVER?

Buongiorno a tutti, 
a seguito della diagnosi ASD livello 1 con compromissione verbale e QI 114 , sto cercando di capire quale sia l'approccio terapeutico più adatto per mia figlia di 3 anni.
Per quanto mi sto informando tantissimo su entrambi gli approcci, vorrei avere un quadro più chiaro ascoltando le esperienze di chi ha già intrapreso questi percorsi.

Grazie a chiunque voglia rispondere.

Commenti

  • SmeagolSmeagol Post: 207
    Ciao! Non ho esperienza diretta se non con il denver, (ma sinceramente nemmeno applicato per tantissimo tempo). In ogni caso fra i due, quando sono così piccoli, si preferisce In teoria il denver per un approccio iniziale più soft dove si seguono molto di più le preferenze e L’ “evoluzione” del bambino, ideato nell’età prescolare (ma può seguire anche oltre)..

    Detto questo bisognerebbe capire Però che tipo di intervento deve fare tua figlia, ti hanno indicato la terapia comportamentale specificatamente?
    Oppure è una scelta che stai valutando tu?

    Sicuramente con tutte si può lavorare anche sul linguaggio, ma magari anche la logopedia (al limite specializzata se necessita di particolare strategia) può ‘bastare’ .

    Scusami se posso fare domanda: quale test ha fatto oltre al Qi? ed in privato oppure col pubblico?
  • Ricordo che quando abbiamo avuto la diagnosi la nostra neuropsichiatra ci consiglio’ una terapia comportamentale ma non fece pubblicità a nessuna nello specifico. Noi scegliemmo aba perché dove viviamo il Denver non lo pratica nessuno.
  • saskiasaskia Post: 146
    Noi facciamo Denver da quando mia figlia ha 2 anni e ci siamo trovati molto bene,ora ne ha 4 Tutti i npi che la videro ci sconsigliarono Aba perché troppo strutturata per la bambina.In ogni caso sentirei cosa ti consiglia il neuropsichiatra perché ogni bambino ha esigenze diverse che poi cambiano nel tempo
    Smeagol
  • nevergiveupnevergiveup Post: 10
    modificato ottobre 2020
    Smeagol ha detto:

    Ciao! Non ho esperienza diretta se non con il denver, (ma sinceramente nemmeno applicato per tantissimo tempo). In ogni caso fra i due, quando sono così piccoli, si preferisce In teoria il denver per un approccio iniziale più soft dove si seguono molto di più le preferenze e L’ “evoluzione” del bambino, ideato nell’età prescolare (ma può seguire anche oltre)..

    Detto questo bisognerebbe capire Però che tipo di intervento deve fare tua figlia, ti hanno indicato la terapia comportamentale specificatamente?
    Oppure è una scelta che stai valutando tu?

    Sicuramente con tutte si può lavorare anche sul linguaggio, ma magari anche la logopedia (al limite specializzata se necessita di particolare strategia) può ‘bastare’ .

    Scusami se posso fare domanda: quale test ha fatto oltre al Qi? ed in privato oppure col pubblico?

    Mi hanno indicato ABA in quanto unica metodologia conosciuta dalla NPI; è stata disponibile a valutare altre metodologie, ma il problema è che sembrerebbe che, almeno in provincia di Bari, non ci sia altro che ABA. Non sto escludendo a prescindere un metodo consigliato, ma sinceramente preferisco approfondire tutto quello che si può fare ed eventualmente decidere.
    Per quanto riguarda i test, in questa sessione di 1 mese con diversi incontri in ospedale è stato fatto:
    Osservazione NPI più test QI;
    Osservazione Psicologa infatile e ADOS modello 2;
    Esami del sangue alla ricerca di malattie metaboliche;
    EEG da sveglia e dormendo.

    Il risultato è quello che ho scritto, dall'ADOS risulta un po' di tutto, ma in particolare una totale assenza di items nell'area Espressioni Emotive e poco nella Reciprocità Sociale. L'iter diagnostico è stato completato in ospedale pubblico , policlinico di Bari, dopo la prima visita presso la stessa NPI avvenuta al tempo del vecchio post, cioè in pieno lockdown 


    ---
    mammaconfusa80 ha detto:

    Ricordo che quando abbiamo avuto la diagnosi la nostra neuropsichiatra ci consiglio’ una terapia comportamentale ma non fece pubblicità a nessuna nello specifico. Noi scegliemmo aba perché dove viviamo il Denver non lo pratica nessuno.

    Il punto è proprio quello, non voglio scegliere un metodo perchè c'è solo quello. Voglio scegliere il migliore per mia figlia informandomi e chiedendo esperienze dirette con entrambi i metodi.

    ---
    saskia ha detto:

    Noi facciamo Denver da quando mia figlia ha 2 anni e ci siamo trovati molto bene,ora ne ha 4 Tutti i npi che la videro ci sconsigliarono Aba perché troppo strutturata per la bambina.In ogni caso sentirei cosa ti consiglia il neuropsichiatra perché ogni bambino ha esigenze diverse che poi cambiano nel tempo

    E anche tu mi stai dando lo stesso feedback positivo di molti. Grazie per aver condiviso la tua esperienza.
    Post edited by Sniper_Ops on
    Smeagol
  • saskiasaskia Post: 146
    Ppsso aggiungere che al di là del metodo alla fine conta molto la persona che fa l'intervento e la relazione che instaura col bambino...nel nostro caso siamo stati fortunati
    SmeagolLinna
  • adiadi Post: 199
    Ciao , se puo esserti utile la mia esperienza , a mio figlio abbiamo fatto 6 mesi di denver . Ora invece facciamo logopedia e psicomotricita. Ritornerei a fare Denver ma purtroppo è distante da dove abitiamo noi .
    Ci sono tante neuropsicomotriciste che applicano principi di Denver o Dir.
    Anche a noi come Saskia , all epoca , consigliaronno Denver . Aba è più intensivo .
    P.s mio figlio anche ha un q.i medio e ci dissero che in casi di un buon livello cognitivo non c era bisogno di tante ore di terapia .
    Smeagol
  • SmeagolSmeagol Post: 207
    Grazie @nevergiveup per le spiegazioni dei test.
    A noi non hanno fatto Qi ma la scala di sviluppo Griffith fra gli altri (forse per l’età)

    Ad ogni modo, Noi ora facciamo psicomotricità e logopedia (ma verrà presto sostituita), ma naturalmente dopo aver fatto denver, in un modo o nell’altro è come se lo avessimo acquisito e quindi a casa mettiamo in pratica un po’ tutti i metodi...
    Fatta eccezione di aba (e un po’ denver) perché al momento non ritengo opportuno quell’approccio, la strutturazione il meccanismo del rinforzo..

    Comunque ti consiglio il libro:
    “Un Intervento Precoce per il Tuo Bambino con Autismo —
    Come utilizzare l'Early Start Denver Model in Famiglia“

    È stato in effetti il primo in assoluto che ho preso ma ti può dare una reale idea di come potresti già avere dei riscontri a casa...
  • Noi abbiamo fatto Aba in maniera intensiva perché mio figlio era davvero molto evitante ed oppositivo, ancora la facciamo nonostante siano trascorsi tre anni ma abbiamo diminuito le ore e lasciando un’ora di logopedia.
    Smeagol
  • In base alla mia esperienza la scelta della terapia deve essere il più individualizzata possibile. Sarebbe utile chiedere il parere di uno specialista davvero impegnato nella terapia e non solo nella diagnosi. È difficile però trovarne uno che non sconsigli ciò che non fa. Una possibilità potrebbe essere provare a chiedere un incontro con lo specialista aba e farsi spiegare bene come procedono e in ogni caso non iniziare davvero se non convinti. Ugualmente con Denver o altro. Aba ha approccio cognitivo comportamentale, gli altri relazionale.
    Smeagolchiocciolina
  • Ma se le sue carenze sono soprattutto nelle espressioni emotive perchè non fargli seguire qualche laboratorio teatrale? Perchè sempre terapia? Se è un livello 1 con un buon cognitivo non ha bisogno di tutta questa terapia. Questo è il mio pensiero.
    Smeagol
  • gufomatto79gufomatto79 Post: 781
    modificato novembre 2020
    mamma_francesca ha detto:

    Ma se le sue carenze sono soprattutto nelle espressioni emotive perchè non fargli seguire qualche laboratorio teatrale? Perchè sempre terapia? Se è un livello 1 con un buon cognitivo non ha bisogno di tutta questa terapia. Questo è il mio pensiero.

    Potrebbe essere giusto.
    Post edited by Sniper_Ops on
    Smeagol
  • @mamma_francesca condivido il tuo pensiero (attività e non solo terapia); se non ho capito male però in questo caso la bimba ha comunque la sfera verbale compromessa quindi un percorso da terapia credo sia comunque opportuno.

    Personalmente mi sono ritrovata spesso nei discorsi di @gufomatto79... un po’ perché li pensavo da prima e poi ho iniziato davvero a riscontrarli in mio figlio.

    Ho visto la differenza di quando acquisisce le competenze in maniera più “naturale” nel gioco e nell’interazione, rispetto a quando fa attività non solo più strutturate ma proprio più ‘fredde’ fine a se stesse (schede, appaiamenti, cognitivi vari) e che poi ripete solo in quel contesto una volta sola (ma ormai non ci si mette nemmeno più volentieri).

    Ma ogni bimbo è a se e c’è a chi serve quell’approccio per esplodere e chi invece del tempo necessario per interiorizzare e raccogliere info prima di tirarle fuori.

    Vi auguro davvero di cuore di trovare il terapista giusto al di là del metodo, che in primis leghi da subito con la bimba e che poi sappia capire davvero di cosa ha bisogno
    gufomatto79Linnachiocciolina
  • nevergiveupnevergiveup Post: 10
    modificato novembre 2020
    Smeagol ha detto:

    Premetto che ringrazio tutti, veramente siete il faro di cui sento il bisogno in questo momento!!!!

    Smeagol ha detto:

    Grazie @nevergiveup per le spiegazioni dei test.
    A noi non hanno fatto Qi ma la scala di sviluppo Griffith fra gli altri (forse per l’età)

    Ad ogni modo, Noi ora facciamo psicomotricità e logopedia (ma verrà presto sostituita), ma naturalmente dopo aver fatto denver, in un modo o nell’altro è come se lo avessimo acquisito e quindi a casa mettiamo in pratica un po’ tutti i metodi...
    Fatta eccezione di aba (e un po’ denver) perché al momento non ritengo opportuno quell’approccio, la strutturazione il meccanismo del rinforzo..

    Comunque ti consiglio il libro:
    “Un Intervento Precoce per il Tuo Bambino con Autismo —
    Come utilizzare l'Early Start Denver Model in Famiglia“

    È stato in effetti il primo in assoluto che ho preso ma ti può dare una reale idea di come potresti già avere dei riscontri a casa...

    Comprerò subito il libro, grazie tante del consiglio
    mamma_francesca ha detto:

    Ma se le sue carenze sono soprattutto nelle espressioni emotive perchè non fargli seguire qualche laboratorio teatrale? Perchè sempre terapia? Se è un livello 1 con un buon cognitivo non ha bisogno di tutta questa terapia. Questo è il mio pensiero.

    Magari purtroppo è un po' più complesso... la mia principessa ha una diagnosi che a mio avviso rispecchia poco le difficoltà in cui ci troviamo. Non è una bimba che non capisce ma sembra essere una bimba che non riesce a controllare le sue tempeste emotive ed inoltre non ascolta manco se gli parli con un megafono vicino. Dello spettro dovrebbe rientrare in quelle caratteristiche di super egocentrismo.

    ---
    Smeagol ha detto:

    @mamma_francesca condivido il tuo pensiero (attività e non solo terapia); se non ho capito male però in questo caso la bimba ha comunque la sfera verbale compromessa quindi un percorso da terapia credo sia comunque opportuno.

    Personalmente mi sono ritrovata spesso nei discorsi di @gufomatto79... un po’ perché li pensavo da prima e poi ho iniziato davvero a riscontrarli in mio figlio.

    Ho visto la differenza di quando acquisisce le competenze in maniera più “naturale” nel gioco e nell’interazione, rispetto a quando fa attività non solo più strutturate ma proprio più ‘fredde’ fine a se stesse (schede, appaiamenti, cognitivi vari) e che poi ripete solo in quel contesto una volta sola (ma ormai non ci si mette nemmeno più volentieri).

    Ma ogni bimbo è a se e c’è a chi serve quell’approccio per esplodere e chi invece del tempo necessario per interiorizzare e raccogliere info prima di tirarle fuori.

    Vi auguro davvero di cuore di trovare il terapista giusto al di là del metodo, che in primis leghi da subito con la bimba e che poi sappia capire davvero di cosa ha bisogno

    Si appunto, scusami ho letto dopo... La sfera verbale è anche compromessa non nella capacità di imparare le parole ma nella capacità di utilizzarle. Io ormai ho imparato a conoscerla delle volte sembra che parli al contrario o in terza persona. 
    Per tutti questi motivi ho forti dubbi su che metodo cercare (ammesso di trovarlo), voglio il meglio per lei ed il suo meglio da padre molto attento mi rendo conto che è difficile da trovare. 
    Comunque grazie ancora a tutti.
    Post edited by Sniper_Ops on
Accedi oppure Registrati per commentare.