Salta il contenuto

3 anni su questo forum

Ho riletto stasera la mia prima discussione su questo forum, scritta più di 3 anni fa.
Sicuramente oggi sono più serena di allora anche se si tratta di in nuovo significato della parola "serenità".
Mia figlia fa la seconda elementare ed è bravissima a scuola. Ha avuto la fortuna di trovare delle maestre meravigliose che hanno evidenziato e valorizzato sempre i suoi punti di forza e questo mi ha rincuorato tanto. Va a scuola senza il sostegno e non abbiamo conunicato la diagnosi (scelta presa in collaborazione con la NPI su nostra richiesta) e per il momento è stata la scelta giusta.
Nell'ultimo colloquio individuale mi hanno parlato di una bimba integrata, intelligente, educata, ricercata dagli amici e molto responsabile. Bravissima in tutte le materie. Avrei voluto non finisse mai quel colloquio.

Fuori dal contesto scolastico inveve le sue fragilità continuano ad esserci. Non so se sono fragilità temporanee o permanenti, se a 8 anni siano "accettabili' o meno ma le vedo in modo chiaro: pensa sempre ai cartoni e parla di loro il più delle volte, le piace molto fantasticare mentre corre su e giù, confonde le persone (penso perché sta fantasticando e spara il primo nome che le viene in mente), sfarfalla le mani e i piedi come se avesse bisogno di sfogare le sue emozioni, tappa le orecchie quando abbaino i cani oppure se c'è qualcosa che le fa paura. È difficile fare discorsi lunghi con lei (quelli corti si). Sembra sempre con la testa tra le nuvole, Fa movimenti o uscite strane (penso in linea con quanto stia immaginando).
Boh è tutto così strano e impercettibile che non so come intervenire. Fa terapia di gruppo 2 ore alla settimana e anche lì l'educatrice mi parla molto bene.
Ho sempre l'impressione di non fare abbastanza per aiutarla ma soprattutto non riesco a farmi un idea su come sarà il suo sviluppo. E dopo 4 anni in questo calderone ho tutti i neuroni talmente stanchi che non so più cosa fare.
vera68Sniper_Opsrondinella61marcusmammarosannagufomatto79LinnalizchiocciolinaSmeagol

Commenti

  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Post: 210
    modificato 3 gennaio
    Già se avete trovato delle ottime maestre che la valorizzano penso sia una cosa molto importante, visto che è merce rara, anzi rarissima, l'evolizione dello sviluppo di un bambino la fa anche le persone che incontra nel suo cammino, io ne sono un esempio in positivo, ho avuto sempre la fortuna di incontrare ottime persone e sono cresciuto bene anche nelle mie stranezze, a mio figlio purtroppo sta accadendo l'opposto con delle maestre orribili.
    A volte è anche questione di chiulo :D
    Forza e coraggio che siete sulla buona strada!!
    sunskyrondinella61vera68marcusLinnaliz
  • Il suo sviluppo andrà benissimo, però non stare sempre ad osservarla con la lente d'ingrandimento!
    I bimbi giocano ed hanno un loro mondo di fantasia .... e le stranezze non significano nulla, se non pregiudicano la vita - come nel suo caso!
    vera68marcussunskyrondinella61Linna
  • riotriot Post: 6,433
    sunsky ha detto:

    Ho sempre l'impressione di non fare abbastanza per aiutarla

    l'ideale è la via di mezzo: sostegno (e già ne riceve abbastanza), senza starle troppo addosso rischiando di farle percepire eccessivamente la sua diversità
    ricordati che ad 8 anni la mente dei bambini compie un importante balzo in avanti. ti cito wolfgang da una discussione qui sul forum:

    "7-8 anni c'è uno scatto nello sviluppo cerebrale che permette al bambino di sviluppare giudizi globali su se stesso in relazione con gli altri, comprendere cosa è normale e cosa no (infatti è il momento di massimo effetto degli stereotipi)"



    liz
  • sunskysunsky Post: 247
    modificato 4 gennaio
    @riot ti ringrazio per il suggerimento. Infatti è la mia preoccupazione in quanto da una parte vorrei evitare più terapie di quanto le hanno prescritto (appunto 2 ore settimanali) proprio per evitare quanto dicevi e dall'altra quando vedo le sue fragilità temo non sia sufficiente.

    È difficile trovare il giusto compromesso. Noi abbiamo deciso di affidarsi a quanto dice la npi ma anche li si apre un capitolo: Ne ha cambiato 4 in 3 anni e mezzo e nessuna ha avuto modo di conoscerla. Comunque tutte concordavano sulle ore di terapia offerte. In concomitanza con le altre attività extrascolastiche che fa è sufficiente dicono e voglio crederci.

    ---

    PS: Non capisco l'ultima frase "È il massimo effetto degli stereotipi". A cosa fa riferimento?
    Post edited by Sniper_Ops on
    riot
  • riotriot Post: 6,433
    modificato 4 gennaio
    sunsky ha detto:

    PS: Non capisco l'ultima frase "È il massimo effetto degli stereotipi". A cosa fa riferimento?



    significa che i bambini Asperger a quell'età sono più sensibili agli stereotipi, ad esempio se vengono additati come "handicappati" dai coetanei (per dirne una). il fatto che a quell'età iniziano a fare paragoni tra se stessi e gli altri, l'essere soggetti a stereotipi può minarne l'autostima.

    potresti trovare informazioni utili leggendo tutta la discussione da cui ho preso la citazione:

    inoltre, per mia personale opinione, per il giusto compromesso vale sempre l'osservazione dei progressi, pur tenendo conto che in ogni bambino questi possono arrivare un po' prima ma anche un po' più tardi. insomma, tanta osservazione ma con meno ansia, anche perché si accorge se sei ansiosa e potrebbe anche interiorizzare questo stato psichico/fisico.



    Post edited by Sniper_Ops on
    sunskyLinnaSmeagol
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!