Salta il contenuto

Musica e capacità di attenzione

BlunotteBlunotte Post: 732
modificato 4 marzo in Sensi, percezioni, attenzione
Ho capito che la musica riesce a catturare quasi la totalità della mia attenzione...
Fatico a filtrarla da tutto il resto.
Per me è molto difficile tenerla come semplice sottofondo.
Mi sono resa conto che se sento qualcosa che mi piace mentre faccio qualche lavoro domestico, impiego moooolto più tempo a farlo.

Qualcuno che vuole raccontare la sua esperienza al riguardo?


[Ho aperto questo topic perché altri simili, comunque dedicati in generale alla percezione dei suoni, sono tutti molto datati]
---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
ValentadavidSniper_Ops

Commenti

  • ValentaValenta Post: 10,759
    Io invece ho sempre la musica di sottofondo, o in alternativa video youtube, anche quando lavoravo in ufficio tenevo spotify acceso, e ora come studio.
    Non so se sia una cattiva abitudine, ma il silenzio non mi piace molto.
    Quindi direi di non avere problemi a lavorare\studiare e svolgere faccende con musica di sottofondo.
    Blunotte
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • BlunotteBlunotte Post: 732
    modificato 4 marzo
    @Valenta Secondo me non è questione di "cattiva abitudine", ma di "abitudine"... Ognuno funziona meglio in un certo modo.

    Aggiungo che la mia capacità di filtrare gli stimoli e indirizzare l'attenzione è diversa se c'è la tv accesa con semplici dialoghi, se qualcuno che conosco sta parlando, se si sente il rumore di una lavatrice/un cane che abbaia/un neonato che piange/un martello pneumatico in funzione...

    Per esempio quando studiavo in biblioteca da studentessa, per me un conto era stare seduta a un tavolo di sconosciuti e avere rumore di sottofondo anche forte (nessun problema), un altro stare in una zona silenziosa al tavolo di persone che conoscevo che scambiavano anche solo due parole tra loro (mi interrompevo).

    Poi certo dipende anche dal "cosa" sto facendo e dal livello di dedizione e concentrazione che ho per quella determinata cosa...

    Ma in generale la musica per me è davvero qualcosa che mi "prende".

    Esempio: potrei addormentarmi tranquillamente con la tv accesa, ma se partisse la sigla di una trasmissione mi sveglierei.

    ValentaVril
    ---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
  • LupaLupa Post: 656
    Per me dipende molto dal tipo di musica e da cosa sto facendo, ma in generale non ho l'abitudine di tenere musica in sottofondo mentre faccio altro, di solito la ascolto e basta. L'unica occasione è quando guido o cammino per la città, ma lì ho un tipo di attenzione particolare rispetto al resto del quotidiano: per la maggior parte del tempo si tratta di gesti e comportamenti automatici, si sommano più stimoli diversi e le eventuali reazioni agli imprevisti sono istintive. Faccio invece tantissima fatica e mi innervosisce ascoltare musica e contemporaneamente fare qualcosa che mi richiede concentrazione (per esempio leggere qualche pagina in libreria per decidere se acquistare il libro quando c'è musica in sottofondo) o al contrario fare una attività che non richiede alcun tipo di attenzione (come spolverare) e avere il "disturbo" (perché tale diventa) in sottofondo.
    Blunotte
  • NemoNemo Post: 3,723
    Non uso musica "di sottofondo". O ascolto, o il silenzio. Un po' è anche inevitabile, visto il mio lavoro (il mio ex-lavoro), lo stesso mi capita se guardo uno show o uno spettacolo: inevitabilmente mi trovo a distinguere gli strumenti, a pensare a come è stato trattato un suono ecc. 
    Solitamente ho bisogno di più ascolti prima di smettere di analizzare un brano.
    Sniper_OpsBlunotteriotdavid
    Memento Mori
  • may13may13 Post: 38
    Per me è impossibile ascoltare la musica  mentre svolgo attività che richiedono anche la minima concentrazione. La musica mi coinvolge fisicamente, devo seguire il ritmo con le mani o con le gambe. Più il brano è ricco di percussioni più mi assorbe, a volte mi sento "vibrare" la pelle, non so se capita anche a voi. Anche in macchina devo fare attenzione perché mal controllo la pressione dei piedi sui pedali (anche se devo riconoscere che girare in macchina senza meta ascoltando musica è una delle poche attività che mi liberano la mente). Diverso è con i rumori fissi e costanti, quelli mi aiutano a isolarmi sull'attività che sto svolgendo. I rumori intermittenti invece mi mettono in uno stato di impazienza tale che a volte mi capita di rivolgermi bruscamente alla persona che li sta causando.

    @Nemo mi hai incuriosito: che tipo di lavoro facevi che rendeva inevitabile un ascolto così analitico della musica? Mi scuso in anticipo se sono indiscreta o OT 
    Blunotte
    Pain reminds you the joy you felt was real. More joy, then.
  • NemoNemo Post: 3,723
    @may13 Fonico.
    may13
    Memento Mori
  • lucy84lucy84 Post: 261
    Riesco ad ascoltare musica solo mentre faccio le pulizie di casa o cammino. In ambo i casi mi rallenta tutto perché ascolto molto compulsivamente quasi tutto. Non più di mezzo minuto a canzone, passo il tempo a skippare.
    Lo faccio sin da ragazza, probabilmente quando metto musica è perché sono già nervosa di mio.
    Blunotte
  • qwert179qwert179 Post: 94
    Sono come te ogni tanto ci provo a mettere la musica mentre studio o faccio i lavori di casa ma è un fallimento , ma perché ci vado giù pesante con l'immaginazione e la musica accompagna il tutto perfettamente . Però! con la musica lofi non mi succede qualche volta l'ho messa per studiare , non é bellissima ma in qualche modo aiuta a concentrarsi ?Ti linko qui un link di youtube é musica lofi trasmessa in tempo reale   e sono connesse migliaia di persone da tutto il mondo a tutte le ore , se ascolto lofi ascolto questa .

    Blunotte
Accedi oppure Registrati per commentare.