Salta il contenuto

Scrittura e comunicazione di prospettive neurodiverse

Secondo voi come si può comunicare ,nella prosa e nelle sceneggiature di un videogioco, una prospettiva riguardante qualsiasi neurodiversità che il personaggio principale vive, in modo efficace?
Come si può comunicare questo senza annoiare il lettore con pedanterie che non capisce o addirittura trasmettergli una visione sbagliata di quello che si vuole comunicare?

Commenti

  • Con effetti visivi o input come (devo mettere i miei guanti per prendere quell'oggetto - devo indossare le mie cuffie per camminare in mezzo alla folla rumorosa o in una stanza con la musica o tv alta, ecc).
    Sniper_Opsmikired100
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world.
    Anne Frank

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
    Le mie storie: Shiki Ryougi
  • DreamLoopDreamLoop Post: 206

    Molto dipende anche dal tipo di gioco che si vuole creare, se è presente la possibilità di passare di livello, o acquisire skill, la capacità di reagire meglio agli stimoli esterni:

    livello zero-> qualsiasi suono sopra un certo livello causa danni

    livello uno-> inizio a sviluppare tolleranza (elaboro strategie, acquisisco abilità molto basiche) e suoni forti non causano più danni (o ne causano meno) anche se rimangono comunque molto fastidiosi

    livello due-> la tolleranza aumenta ancora, riesco a sopportare suoni forti per un periodo di tempo maggiore prima di andare in sovraccarico...

    E via dicendo, al posto dei suoni potremmo utilizzare altri stimoli esterni.

    Mostrare la differenze tra due persone differenti: una entra dentro la stanza dove molte persone parlano e riesce a distinguere le varie voci senza problemi e così riesce a seguire la conversazione che gli interessa. 
    L'altra persona quando entra dentro la stessa stanza non riesce a distinguere tutte quelle voci che si fondono in un unico rumore di sottofondo che aggredisce i suoi sensi e rende praticamente impossibile seguire una conversazione qualsiasi.
    Nel primo caso ogni persona che parla potrebbe aver il proprio fumetto, chiaro e preciso, questo perché la persona che ascolta riesce a distinguere e seguire le varie voci.
    Nel secondo caso tutte le voci confluiscono in un unico fumetto dove all'interno le parole hanno colori e forme differenti e il caos regna sovrano.
    mikired100Sniper_Ops
  • mikired100mikired100 Post: 153
    modificato 1 maggio
    Grazie per le risposte :)..
    Mi sto informando molto sui nuovi generi
    letterari lit-rpg e progression-fantasy che possono ovviamente sostituire una semplice prosa(romanzo in questo caso) la quale di norma purtroppo non può essere adattata direttamente al videogioco per differenze nel ritmo (pacing).
    L'idea è quella di scrivere un qualcosa di bello da leggere prima di bello da giocare (così che mi posso concentrare migliorando le cose in particolare)
    Post edited by mikired100 on
Accedi oppure Registrati per commentare.