Salta il contenuto

Differenza comma 1 e comma 3 per prendere la patente

Buongiorno a tutti, sono la mamma di Filippo, 12enne Asperger. Vi leggo silenziosamente e con tanto affetto perché cerco di avere delle risposte e dei consigli su come approcciare meglio con mio figlio e, soprattutto, per cercare di riuscire a “vedere le cose dal suo punto di vista”. Alle volte lui è geniale, come ognuno di voi, altre volte invece ha difficoltà. Ci sta!
Ho una domanda da porvi e mi scuso se fosse un argomento già trattato. Abbiamo rifatto le valutazioni dopo 4 anni e potrei tentare di richiedere l’aggravamento. Attualmente lui è un comma 1, potrebbe passare al 3. Però vorrei fargli un favore (più ore di sostegno a scuola, strumenti didattici alternativi etc) ma ho paura anche di creargli dei danni. Per esempio, che voi sappiate, al fine di poter avere la patente, comma 1 e comma 3 possono fare la differenza? Potrebbe dover superare più prove? Avere impedimenti maggiori? Grazie tante a tutti, mi siete tanto di aiuto. ❤️

Commenti

  • riotriot Post: 6,771
    Benvenuta.
    La cosa migliore è fargli avere il massimo del supporto adesso che è ancora relativamente piccolo.
    Se le terapie avranno gli effetti desiderati, al momento di prendere la patente potrebbe essere stato già rivisto al meglio.
    In altre parole, l'interesse maggiore deve essere sul suo presente.
    AppìLinna
  • GrazGraz Post: 35
    Appì ha detto:
    Buongiorno a tutti, sono la mamma di Filippo, 12enne Asperger. Vi leggo silenziosamente e con tanto affetto perché cerco di avere delle risposte e dei consigli su come approcciare meglio con mio figlio e, soprattutto, per cercare di riuscire a “vedere le cose dal suo punto di vista”. Alle volte lui è geniale, come ognuno di voi, altre volte invece ha difficoltà. Ci sta!
    Ho una domanda da porvi e mi scuso se fosse un argomento già trattato. Abbiamo rifatto le valutazioni dopo 4 anni e potrei tentare di richiedere l’aggravamento. Attualmente lui è un comma 1, potrebbe passare al 3. Però vorrei fargli un favore (più ore di sostegno a scuola, strumenti didattici alternativi etc) ma ho paura anche di creargli dei danni. Per esempio, che voi sappiate, al fine di poter avere la patente, comma 1 e comma 3 possono fare la differenza? Potrebbe dover superare più prove? Avere impedimenti maggiori? Grazie tante a tutti, mi siete tanto di aiuto. ❤️

    Buongiorno,

    Credo che il suo sia il dubbio di molti genitori.

    Mio figlio  ha da poco compiuto 9 anni abbiamo fatto la revisione ed è stato confermato come autismo ad alto funzionamento con il comma 3

     da una parte anch'io faccio gli stessi suoi pensieri sul futuro, la revisione adesso la farà 18 anni, però concordo con chi ha scritto che noi dobbiamo fare il bene dei nostri figli e quindi dargli più assistenza possibile ora,  poi vedremo da adulti come poterli aiutare invece in altro modo, ma questo è il momento di fare il più possibile

    Personalmente abbiamo avuto  delle fasi in cui mi sembrava che andasse tutto benissimo che addirittura avessero potuto sbagliare diagnosi, poi però arrivano i momenti di difficoltà le lievi regressioni come accade  in questo momento, è  lì mi rendo conto che in realtà il supporto ci serve,che siamo stati fortunati ad avere la diagnosi quindi forse quella è la cosa più importante in questo momento


    Linnamammaconfusa80
  • LinnaLinna Post: 386
    modificato 20 ottobre
    Ciao.Qui ce la confusione con la 104 gravita coma 3 e diagnosi di spettro autistico 3 livello.
    A 18 anni cambia tutto.Tuo figlio ha soltanto 12.
    Cerca di darli tutto suporto adesso,per poi rientrare con serenita in vita da adulto.Nel senso che bisogna migliorare le sue  difficolta.
    Il danni possono esssere con coma 3 per la  patente.Ma dopo 18 anni valutazioni del Inps cambiano.O lo porti in barrella o non avrai niente.
    Nel senso che,fino 18 anni ti danno quasi sempre 100%.Dopo 18anni no.
    E un argomento che e poco affrontato qui sul forum.Purtroppo.Dopo 18 anni autismo non esiste.
    Neanche in linee guida per il Inps.
    IE anche per quanto riquarda essere dislessici
    robertoK2
  • È vero quello che dice Linna, a noi addirittura la neuropsichiatra ha detto: “a 18 anni poi deciderete se farlo ancora certificare “. Cosa accadrà da qui ad altri 6,7,8,9 anni non è dato sapere, al momento il massimo ci ha permesso di vivere più tranquilli e di potergli regalare maggiori esperienze.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici