Salta il contenuto

Tecniche di rilassamento

AndatoJAndatoJ Post: 147
modificato giugno 2014 in Diagnosi, criteri e strumenti
Ho avuto un meltdown a cui è seguito uno shutdown, entrambi piuttosto intensi. Sono uno straccio.

Mi ero accorta che stesse arrivando, ma non sono riuscita a calmarmi e ad evitare di esplodere all'ennesima tensione.


Esistono tecniche di rilassamento specifiche per asperger/autistici ad alto funzionamento?

Intendo, tecniche da applicare nell'immediato per controllarsi, per spegnere subito i pensieri ossessivi che fanno impazzire.

Commenti

  • aspirinaaspirina Post: 3,054
    Ciao Jessie (piacere di incontrarti!)
    mi dispiace per il tuo meltdown, non so se sto per dire una cavolata, ma mi sembra che qualunque "tecnica" (ma io preferirei dire "pratica") per regolare l'eccesso di attivazione fisiologica abbia bisogno di un allenamento  quotidiano per funzionare.
    Se ci fosse il pulsante ON/OFF per la rabbia e gli scoppi di violenza sarebbe molto bello per tutti, ma purtroppo credo che un sistema ci sia, ma (tanto per continuare con le immagini) consista in un reostato, in una manopola, che bisogna imparare a manovrare con molta costanza e determinazione.
    Il sistema a cui alludo è la mindfulness, che detto così non suona molto familiare, ma è la meditazione quotidiana. 
    Lascio ad altri più preparati di me il compito di spiegarti cosa è e come funziona, io posso dirti solo che funziona......  a condizione di farla davvero.
    ciao
    Aspirina

    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • anankeananke Post: 1,585
    Jassie, quoto @aspirina, nel senso che l'unico metodo davvero funzionante è quello, da praticare come si vuole, seguendo una scuola o una tecnica o l'altra, facendo ricerche su internet o cercando associazioni di yoga che tengano corsi sul territorio, però appunto come diceva aspirina, ci vuole un allenamento quotidiano o comunque frequente per addestrare la mente e divenire meno reattivi.
    In queste cose non è questione di essere autistici o altro, dunque non avrebbe senso una tecnica di rilassamento mirata, in quanto è qualcosa di universalmente valido e in quanto tale adatto a tutti. Su internet puoi comunque trovare vario materiale, prova e vedi quello con cui ti trovi meglio
  • yugenyugen Post: 1,888
    Ciao! quoto anche io quanto detto da @ananke e @aspirina.
    Tecniche di rilassamento e controllo esistono e funzionano, sul lungo periodo, necessitano di un allenamento quotidiano.
    Ma ti assicuro funziinano.
    Io sono passata dallo stare male per giorni, da giovane anche settimane, a esplosioni di poche ore.
    Mi sento di dirti questo: non avere troppo paura del meltdown, e' il primo passo per gestirlo. Conoscilo e trova le tue strategie.
    Personalmente pratico una forma di meditazione legata al Buddismo, questo non mi evita di stare malissimo in certi momenti, pero' lo sento arrivare, corro ai ripari, evito "danni" sociali, recupero in tempi molto brevi.
    Per me e' utile riconoscere gli eventi scatenanti, e anche saper trovare di volta in volta espedienti di "distrazione", che possono essere il mio interesse assorbente del momento, un libro che sto leggendo, o interessarmi di qualcosa di pratico che mi porta "fuori" da me.
    Le strategie cambiano, ma la capacita' di ricorrervi velocemente, quando percepisco all'interno un'alterazione dell'equilibrio emotivo, per me e' un'acquisizione importante.
  • DoorDoor Post: 648
    Quando mi trovo nella tua stessa situazione mi isolo in qualsiasi modo possibile.
    Per i meltdown cerco di isolarmi fisicamente, in posti bui e piccoli. Aspetto che il momento passi.
    Per gli shutdown, in realtà spesso non mi da fastidio averli.

    Il mio sistema limbico è crashato.
  • Lycium_bLycium_b Post: 1,868
    modificato giugno 2014
    Anche io conosco come strumento di rilassamento per il controllo della tensione emotiva, dello stress e della rabbia la cosiddetta "mindfullnes" che è un tipo di meditazione contemplativa strutturata da Jon Kabat Zinn, un medico esperto di meditazione e Buddhismo che ha studiato gli effetti della meditazione su determinati stati psicofisici.
    Ha scritto molti libri che parlano di questa tecnica ed esistono anche dei corsi in proposito.
    Un altra tecnica che personalmente praticavo molto quando ero bambina e adolescente è il training autogeno oppure lo yoga Savasana.
  • AndatoJAndatoJ Post: 147
    Ho provato diverse di queste tecniche, negli ultimi anni, ma non sono riuscita ad essere costante, nel portarle avanti.

    Vi ringrazio per i consigli. Proverò nuovamente...
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    modificato giugno 2014
    Per me l'isolamento è la tecnica migliore, insieme all'ascolto in cuffia di canzoni “sfogo” di quelle che non ascolteremmo mai in altri momenti (ce ne sono tante, da Caparezza a Marco Masini, dipende da cosa vi fa arrabiare e da cosa vorreste dire in quel momento).
    È una tecnica poco compatibile con la vita sociale, ma è sempre meglio di bestemmiare o prendersla con chi non potrà mai capire come si sente un aspie durante un meltdown.
  • MacsMacs Post: 65
    Per me l'isolamento è la tecnica migliore, insieme all'ascolto in cuffia di canzoni “sfogo” di quelle che non ascolteremmo mai in altri momenti (ce ne sono tante, da Caparezza a Marco Masini, dipende da cosa vi fa arrabiare e da cosa vorreste dire in quel momento).
    È una tecnica poco compatibile con la vita sociale, ma è sempre meglio di bestemmiare o prendersla con chi non potrà mai capire come si sente un aspie durante un meltdown.
    Concordo con te...musica durante i meltdown e isolamento...ho spaccato di tutto durante i meltdown...un mac, un i phone, oggetti in vetro, lampade, e tutto questo con l'accompagnamento di caparezza e vasco rossi...o ancora mejio gli "hollywood undead"
  • DomitillaDomitilla Post: 3,106
    Come ha detto @Tenzin, pure io faccio yoga e mindfulness.
    Più le fai e più contano.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici