Salta il contenuto

Il trasferimento dei dati nella nuova versione del forum, per motivi di sicurezza ha richiesto un reset delle password.

Per accedere al proprio account richiedere una nuova password a questo link e seguire le istruzioni inviate via e-mail


Perché la serie "Atypical" è considerata "troppo stereotipata"?

"Atypical" è una serie che ho cominciato a vedere qualche annetto fa quando c'erano solo le prime due stagioni. Avevo cominciato a vederla perché ero spinta dalle mie sorelle, ma anche per le tematiche trattate che mi sembravano interessanti. L'ho trovata stupenda come serie, mi è piaciuta molto l'interpretazione sia dell'attore che del doppiatore di Sam Gardener e anche tutte le vicende che ci sono all'interno. Ricordo ancora di aver pianto alla fine del primo episodio e di averlo continuato fino alla fine della seconda stagione. Poi non l'ho più toccato, ma semplicemente perché non riesco a trovare il tempo e la voglia di guardare le serie tv, per quello dovrò rimediare io ^^'

 

Solo che ho letto varie opinioni non esattamente positive a riguardo da persone autistiche/aspie, e si possono riassumere tutte così: "serie troppo stereotipata" oppure "non ci sono attori realmente autistici". 


Sarà che, pur essendo io stessa autistica, non abbia ancora tantissime conoscenze a riguardo, so solo che non siamo tutti uguali e che ognuno ha dei casi sia in comune che diversi. Poi in genere gli stereotipi non mi sorprendono, non mi danno troppo fastidio, io stessa non capisco chi se ne lamenta, perché alla fine non sono il male assoluto, li abbiamo sempre messi in qualsiasi opera e hanno un fondo di verità. 


Invece sulla cosa del "non ci sono attori realmente autistici" non sono d'accordo. Per due motivi: 1) recitare significa interpretare un ruolo che non si deve necessariamente avere, puoi essere quello che tu NON sei, ed è bellissimo a volte e 2) alla fine, a meno che non hai un caso molto grave, l'autismo è un qualcosa che puoi nascondere facilmente, io ci sono riuscita e ci riesco ancora. Mica ti presenti dicendo "Ciao, sono autistico". Stessa cosa vale per gli orientamenti sessuali: perché, per interpretare un personaggio gay o trans, devo per forza essere gay o trans? Non ha senso. Forse ha più senso se si vuole interpretare un personaggio di una certa nazionalità (di certo non faccio whitewashing o blackwashing), ma non per quanto riguarda condizioni come l'autismo o gli orientamenti sessuali, che alla fine si possono nascondere più facilmente del colore della propria pelle.


Voi cosa ne pensate? Siete d'accordo con l'opinione pubblica? E con quello che ho detto io?


Risposte

  • MononokeHimeMononokeHime Post: 2,444
    Viene considerato stereotipato perché sembra racchiude in un unico personaggio tanti stereotipi, rendendolo fin “troppo” autistico, nel senso che solitamente non accade che in un’unica persona racchiuda in sé così tante caratteristiche dello spettro e a livelli così accentuati. Presi singolarmente sono tutti plausibili e credibili (veritieri), anche in combinazioni tra esse, ma non in una combinazione così “massiccia” (anche se ci sono autistici ad alto funzionamento ben più “visibili”).

    Se ti può interessare ti linko un thread di un po’ di tempo fa, quando la serie stava per uscire.

    http://www.spazioasperger.it/forum/discussion/9607/atypical-nuova-serie-netflix/p1

    In linea di massima concordo con te, sul fatto che non penso ci sia bisogno di essere autistici per interpretare un personaggio autistico, e nemmeno a me danno fastidio gli stereotipi se servono per far vedere/capire meglio.
    Per quanto riguarda l’altro aspetto, per il fatto che non ci sono autistici reali (cast, consulenti, ecc.), sta nel fatto che quando si parla di autismo, o chi parla di autismo, sono persone che non rientrano nello spettro, e quindi è una visione “esterna”, di chi la vede da fuori, di chi li studia, senza poter comprendere e vedere da dentro cosa vuol dire essere autistici.

    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)

  • Mi è capitato di fare come esempio di Asperger sia il personaggio di Atypical che Sheldon e son stata criticata. Ma se si va a leggere la descrizione dei due personaggi c'è proprio scritto che sono due personaggi che mostrano l'Asperger. Son stereotipati? Bè certo, ma credo sia stata una necessità di copione dover racchiudere tanti sintomi in una persona sola. Potevano creare 100 Sheldon per mostrare tutti gli aspetti dell'Asperger? Non credo. Avrebvero dovuto pagare 100 attori in più. Era logico? Mi pare di no. Comunque sto guardando la 4 stagione e mi sembra carina.
Accedi oppure Registrati per commentare.