Salta il contenuto

Il trasferimento dei dati nella nuova versione del forum, per motivi di sicurezza ha richiesto un reset delle password.

Per accedere al proprio account richiedere una nuova password a questo link e seguire le istruzioni inviate via e-mail


Come ti senti oggi? Da -10 a +10

2456758

Commenti

  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    @DavideRUN

    Non lo so se non porsi la domanda equivale a sentirsi bene..
    @Tsukimi Probabilmente ,Hai difficolta` a esprimere le tue emozioni .Mi vien da scriverti questo.
    Mi viene in mente un titolo di un film "Chiedimi se son felice"
    Non so quanto c'entri :scusatemi ma e`solo da qualche minuto che mi son svegliato e ancora il mio cervello out of order.Razionalmente dovrei rispondervi tra qualche ora,poi,mi sa che gli impegni mi devieranno dal farlo ,poi me ne dimenticherei,poiche` da quando prendo farmaci ,lemiememorie fan schifo,anche quelle che prima erano ad attivazione rapida come quella numerica.Quindi lo faccio subito.
    Non e` che forse vivi i sentimenti con distacco emotivo?Ti difendi da qualcosa?Da traumi .Di uno ne hai scritto : non mi stupirei per nulla se dipendesse da quello ,almeno a me succede cosi.In te ho la sensazione ci possa essere un di paura nel darti risposte positive.Nel senso che ti  sembra esagerato dare qualsiasi valutazione oltre allo zero :dimmi se ho sbagliato a intuire.Ma nemmeno sotto lo zero (-10,zero,+10) perche` in te c'e`come una sorta di rispetto per i depressi e pensi che sbilanciarsi indicando meno di zero sia irrispettoso della "vera"depressione?Da li`quelcommento :senon te lo chiedi ,significa che non sei depressa ,ma i tuoi sentimenti son solo "congelati" per non soffrire,cosi` ti sembra di vivere in perfetto equilibrio ,su quello zero del non giudizio?In  te tra emotivita` e razionalita` ,prevalgono razionalita` e forse un qualche formadi ossessivita`?Intesa come forma di controllo sulla tua realta`.
    Troppo complicato. >_<

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • @DavideRUN

    Non lo so se non porsi la domanda equivale a sentirsi bene..
    Penso che un depresso abbia una serie di domande che si ponga e a cui non abbia mai una risposta.

    Parere del tutto personalissimo e che non ha nulla di piu` di una mia personale riflessione:

    Alcune forme depressive in soggetti NT le percepisco su base ossessiva fortissima.

    @DavideRUN

    Non lo so se non porsi la domanda equivale a sentirsi bene..
    @Tsukimi Probabilmente ,Hai difficolta` a esprimere le tue emozioni .Mi vien da scriverti questo.
    Mi viene in mente un titolo di un film "Chiedimi se son felice"
    Non so quanto c'entri :scusatemi ma e`solo da qualche minuto che mi son svegliato e ancora il mio cervello out of order.Razionalmente dovrei rispondervi tra qualche ora,poi,mi sa che gli impegni mi devieranno dal farlo ,poi me ne dimenticherei,poiche` da quando prendo farmaci ,lemiememorie fan schifo,anche quelle che prima erano ad attivazione rapida come quella numerica.Quindi lo faccio subito.
    Non e` che forse vivi i sentimenti con distacco emotivo?Ti difendi da qualcosa?Da traumi .Di uno ne hai scritto : non mi stupirei per nulla se dipendesse da quello ,almeno a me succede cosi.In te ho la sensazione ci possa essere un di paura nel darti risposte positive.Nel senso che ti  sembra esagerato dare qualsiasi valutazione oltre allo zero :dimmi se ho sbagliato a intuire.Ma nemmeno sotto lo zero (-10,zero,+10) perche` in te c'e`come una sorta di rispetto per i depressi e pensi che sbilanciarsi indicando meno di zero sia irrispettoso della "vera"depressione?Da li`quelcommento :senon te lo chiedi ,significa che non sei depressa ,ma i tuoi sentimenti son solo "congelati" per non soffrire,cosi` ti sembra di vivere in perfetto equilibrio ,su quello zero del non giudizio?In  te tra emotivita` e razionalita` ,prevalgono razionalita` e forse un qualche formadi ossessivita`?Intesa come forma di controllo sulla tua realta`.
    Troppo complicato. >_<

  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Cioè. Se ci mettiamo a ragionare di quello che fa il mio inconscio a mia insaputa possiamo tutti dire qualsiasi cosa. :P
    A livello di ciò che capisco non è che "non oso dire che sto male" o "che sto bene", o che ho paura di qualcosa. Cioè, ho paura di varie cose ma me ne rendo conto e non è che mi racconti fandonie in proposito.
    E' che mi capita proprio di non avere idea se sono felice o infelice o una via di mezzo. Sono lì che cammino per strada e sento "qualcosa" che non so se sia positivo o negativo. 

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Comunque non sto parlando per forza di depressione, magari ero pure contenta e non lo capivo.

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • @DavideRUN

    Non lo so se non porsi la domanda equivale a sentirsi bene..
    Penso che un depresso abbia una serie di domande che si ponga e a cui non abbia mai una risposta.

    Parere del tutto personalissimo e che non ha nulla di piu` di una mia personale riflessione:

    Alcune forme depressive in soggetti NT le percepisco su base ossessiva fortissima.

    @DavideRUN

    Non lo so se non porsi la domanda equivale a sentirsi bene..
    @Tsukimi Probabilmente ,Hai difficolta` a esprimere le tue emozioni .Mi vien da scriverti questo.
    Mi viene in mente un titolo di un film "Chiedimi se son felice"
    Non so quanto c'entri :scusatemi ma e`solo da qualche minuto che mi son svegliato e ancora il mio cervello out of order.Razionalmente dovrei rispondervi tra qualche ora,poi,mi sa che gli impegni mi devieranno dal farlo ,poi me ne dimenticherei,poiche` da quando prendo farmaci ,lemiememorie fan schifo,anche quelle che prima erano ad attivazione rapida come quella numerica.Quindi lo faccio subito.
    Non e` che forse vivi i sentimenti con distacco emotivo?Ti difendi da qualcosa?Da traumi .Di uno ne hai scritto : non mi stupirei per nulla se dipendesse da quello ,almeno a me succede cosi.In te ho la sensazione ci possa essere un di paura nel darti risposte positive.Nel senso che ti  sembra esagerato dare qualsiasi valutazione oltre allo zero :dimmi se ho sbagliato a intuire.Ma nemmeno sotto lo zero (-10,zero,+10) perche` in te c'e`come una sorta di rispetto per i depressi e pensi che sbilanciarsi indicando meno di zero sia irrispettoso della "vera"depressione?Da li`quelcommento :senon te lo chiedi ,significa che non sei depressa ,ma i tuoi sentimenti son solo "congelati" per non soffrire,cosi` ti sembra di vivere in perfetto equilibrio ,su quello zero del non giudizio?In  te tra emotivita` e razionalita` ,prevalgono razionalita` e forse un qualche formadi ossessivita`?Intesa come forma di controllo sulla tua realta`.

    Tsukimi said:
    Troppo complicato. >_<
    DavideRUN said:

    Semplifico all'osso : ipotizzavo che tu non avessi coscienza del tuo reale stato perche `emotivamente bloccata da traumi pregressi.


  • Cioè. Se ci mettiamo a ragionare di quello che fa il mio inconscio a mia insaputa possiamo tutti dire qualsiasi cosa. :P
    A livello di ciò che capisco non è che "non oso dire che sto male" o "che sto bene", o che ho paura di qualcosa. Cioè, ho paura di varie cose ma me ne rendo conto e non è che mi racconti fandonie in proposito.
    E' che mi capita proprio di non avere idea se sono felice o infelice o una via di mezzo. Sono lì che cammino per strada e sento "qualcosa" che non so se sia positivo o negativo. 
    Non riesci a capire le tue emozioni(Parrebbe da come ho interpretato da questo post)

    Domanda : perche`non riesci?

    E`una peculiarita` derivata Dall'Asperger?


  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Ah non lo so, magari apro un thread apposito così lasciamo questo per dire come ci si sente quando lo si sa.

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • @Tsukimi se per complicato ti ruferisci alla mia esposizione nel post mi spiace,perche`in effetti a volte non riesco a tradurre in maniera semplificata dei concetti.

    Se invece ti riferisci al fatto che sia complicato capire i vari perche`di questi stati interiori che non ti consentono di dar una definizione esplicita al tuo sentire le emozioni e descriverle: eh si !E` complicatissimo ,se fosse semplice staremmo tutti bene.:)
    Non ci sarebbe nemmeno necessita` di scriverne .
    Ok: ho appena letto : hai ragione,i discorsi troppo elaborati meglio inserirli in un thread apposito:)
    potresti spostare i posts utili da qui all'altro che aprirai,se non fosse troppo disagevole farlo,cosi`gia` si partirebbe con qualcosa di scritto ,e lo si leverebbe da questo thread.
  • wolfgangwolfgang Post: 10,761
    Mi sembra una buona idea Davide.

    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

  • Mi sembra una buona idea Davide.

    Sono a zero adesso comunque Wolf.

    Diciamo che di base parto - 5 sempre per risponderti al tuo post precedente(Farmaco)

    Di mio sarei quasi sempre nel positivo senza farmaco cioe` da zero-------->5/6

  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Mi sembra una buona idea Davide.

    Sono a zero adesso comunque Wolf.

    Diciamo che di base parto - 5 sempre per risponderti al tuo post precedente(Farmaco)

    Di mio sarei quasi sempre nel positivo senza farmaco cioe` da zero-------->5/6

    Cioè con il farmaco stai PEGGIO?

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • [Deleted User][Deleted User] Post: 554
    modificato ottobre 2011
    Mi sembra una buona idea Davide.

    Sono a zero adesso comunque Wolf.

    Diciamo che di base parto - 5 sempre per risponderti al tuo post precedente(Farmaco)

    Di mio sarei quasi sempre nel positivo senza farmaco cioe` da zero-------->5/6

    Cioè con il farmaco stai PEGGIO?
    Si.Ma io non lo assumo per la depressione .
    Forse per 3 motivi:
    1)Sulle persone ND agiscono diversamente che nei NT
    2) Possono dare astenia ecco ,forse e`qualcosa che incide molto
    3) Evidentemente qualcosa deprimono ,anche se in teoria dovrebbero far l'opposto (In teoria)
    Tutti indistinatmente e sempre han dato questi stessi problemi ,e questo non e`il peggiore.
    Col Bupropione stavo a letto 20ore su 24 per oltre un mese.E le cose che facevo erano faticosissime da compiere.Iniziavo e dovevo smettere subito.
    Adesso le faccio ,anche se fatico tantissimo.
    Prima di assumere i farmaci ero comeiperattivo ,cioe`ero in grado di far delle cose ,lavorare,etc etc etc anche 12 ore senza risentirne.Tutt'al piu` fisicamente.

  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Ma ti aiutano per qualcos'altro, almeno?

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • Ti rivelo una cosa: una  persona Asperger e`stata recentemente trattata coi farmaci.

    Lo psichiatra riteneva fosse fobia sociale.

    In pratica non ha capito nulla di nulla di questa perosna.

    E ti assicuro che pure un non laureato avrebbe capito che fosse quantomeneautistica questa persona.

    Mi ha descritto nei minimi particolari la sua situazione.

    Curata :(   per mesi con un antipsicotico e SSRI.

    Era palese ed evidente la sua condizione.

    Adesso ha avuto diagnosi ADOS e mollato gli psicofarmaci.

    Sta seguendo una terapia solo psicologica idonea per lei.

    Quel tipastro (Incompetente ) le voleva curare cosa ?L'Asperger?

    Puo` capitare di sbagliarsi : tutti sbagliamo ...

    Ma dalla descrizione dettagliatissima che mi ha fatto ,sbagliare non era possibile :sbagliare diagnosi intendo.


  • Ma ti aiutano per qualcos'altro, almeno?
    Duloxetina.Si ,in maniera moderata mi sta aiutando in  questi giorni.

    Per la fobia sociale.

    Ma un eccezionissima : ero giunto a un punto da dover tentare con gli IMAO.


  • Direi che oggi mi sento tra -1 e 1. Tenendo conto che esiste anche un -10 mi ritengo fortunato e punto al 10 :)
  • wolfgangwolfgang Post: 10,761
    Fammi capire una cosa Davide, la Duloxetina ti deprime un po' ma la fobia sociale va meglio, mentre con gli altri no? Se è così ho un'idea.. ma ovviamente ne devi parlare col tuo medico.

    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

  • [Deleted User][Deleted User] Post: 554
    modificato ottobre 2011
    Fammi capire una cosa Davide, la Duloxetina ti deprime un po' ma la fobia sociale va meglio, mentre con gli altri no? Se è così ho un'idea.. ma ovviamente ne devi parlare col tuo medico.

    Mi son accorto solo adesso del tuo post!!!

    Stavo solo per segnare un -2

    Intanto grazie Wolfgang sei sempre gentile a interessarti alla mia situazione


    Si,non solo la Duloxetina ma tutti indistintamente gli psicofarmaci assunti finora


    e non son certo pochi,ma tanti.


    Si esatta la chiave di lettura tua.


    Ovviamente ne parlero` al medico.


    Certamente non sospenderei mai il farmaco anche qualora le cose restassero cosi`.


    Volevo anche dirgli dell'azione dei farmaci sulle persone ND,ma dubito che conosca questa discriminante,ne dubito fortemente.Mi dovresti linkare quell'abstract dove se ne descrive l'azione,

    Spero che conosca l'inglese (
    )

    Grazie e scusa del ritardo  sulla risposta,ma non mi e`arrivata la notifica su mail purtroppo,e i threads che ho privilegiato nei giorni scorsi son stati altri :-)

    [-O<
  • [Deleted User][Deleted User] Post: 172
    modificato dicembre 2011
    le domande che m'impongono di quantificare qualunque cosa che non reputo quantificabile mi mandano in bestia a volte vorrei spaccare la faccia di chi me le fa
  • wolfgangwolfgang Post: 10,761
    le domande che m'impongono di quantificare qualunque cosa che non reputo quantificabile mi mandano in bestia a volte vorrei spaccare la faccia di chi me le fa
    Se vuoi proviamo. Penso ti farebbe bene un po' di attività fisica ;)

    A proposito ma vieni il 13 sera? Ci sta un po' di gente da conoscere...

    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

  • verrei anche l'11, purtroppo da pendolare sono indifficoltà con luoghi troppo fuori mano o con orari che sconfinano troppo nelle ore notturne
  • le domande che m'impongono di quantificare qualunque cosa che non reputo quantificabile mi mandano in bestia a volte vorrei spaccare la faccia di chi me le fa
    Alcune cose son quantificabli,solo che non ne abbiano eleborato dei validi perametri per farlo.

    Sicuramente ,avrai difficoltà a capire la differenza tra un -2 e un -6,ma probabimente non quell tr un +6 ,e un -6.

    Probabile che tu non abbia sviluppato questo tipo di sensibiltà sulle piccole variazioni di umore in questo caso,ma probabilmente ,non tra le grandi variazioni.

    Un +10 è da ebeti,però superare una sufficienza nello stato di umore dovebbe quantomeno essere un' eventualità ciclica in una persona sana psicologicamente.

    Le variazioni non esagerate ci stanno.
    Potresti allenarti a scrivere su un diario i tuoi stati d'animo giorno per giorno ,e associare a questi un determinato valore di riferimento (decidi tu quale sia)...

    Escludendo valori troppo precisi ad esempio considerandoli solo grossolanamente :
    O= male
    4=Umore basso
    6= Ok
    8=molto bene
    Il 10 non lo prendo nemmeno in considerazione poichè lo considero irrealistico,ci si dovrebbe drogare per provare un tale stato intuirei.

  • @Owl : non è che "arrbbiandosi" con gli altri ,si migliora un proprio deficit cognitivo.

    Perchè di quello si tratta.

    Non ti serve a nulla far cosi.

    Invece cercar di tentare almeno di ragionare diversamente ti aiuterà,se non in quello specifico ,almeno in altre cose.

    A volte son solo una forma di difese queste arrabbiature,in quanto ci chiedono di cose che per noi siano difficilmente quantificabile...

    Ma quantificare in maniera Neurotipica,ci serve per rapportarci con loro.

    Me ne accorgo anche nei discorsi sui forum: per loro il dettaglio è un dettaglio senza gran significato,per noi il dettaglio da significato a un discorso: lo usiamo come metodo di analisi.
    Quante volte mi han scritto : si, ma non volevo far un discorso cosiampio,volevo solo dire una cosa,tu hai scritto troppo,e a me non serve.A lui\lei non serve,ma "noi"come ND siam portati a farlo.
    Ancora sbaglio però me ne accorgo.Intanto non si comunica,e l'altro nemmeno si sforza di ragionarci=risultato tempo perso.
    Tanto vale allenarsi a star calmi e ragionare.
    E' pure "stupido"nei nostri confronti arrabbiarsi,tanto vale ,prendere le cose in maniera più morbida.
    Ma per farlo ci possono voler anche anni : da cambiare è proprio una modalità di pensiero troppo rigida.




  • le domande che m'impongono di quantificare qualunque cosa che non reputo quantificabile mi mandano in bestia a volte vorrei spaccare la faccia di chi me le fa
    Nessuno te lo impone: ma ti viene chiesto.
    Logico :tu dai un significato preciso ad una risposta che non riesci a esprimere...
    Visto che ti difendi con la rabbia e a rabbia non ti serve a nula,poichè la subisci tu,tanto vale,imparare a dar una valutazione che anche si sappia già del tutto imprecisa.
    A meno che non siano domande illogiche del tutto.
    A quelle si può rispondere esattamente cosi: la tua domanda non ha logica.


  • marielmariel Post: 1,551
    - 8 ma è giunto dalla radio un brano che mi piace moltissimo e non ascoltavo da tanto tempo e sono salita a -4 evviva la musica!!
  • -8  anche io .

    Tento di tenere  distratta la mente e in questo caso scrivo.
    Giorni fa -10,-9.
    Tanta fatica.
    Per - 10 intendo il non alzarsi dal letto o far qualcosa con moltissima fatica per poi ritornarci prima possibile.
    Il non mangiare e non sentirne il bisogno.
  • marielmariel Post: 1,551
    uguale :>
  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    ... io continuo a non saper rispondere.

    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia

  • @ Davide

    la mia depressione ha cancellato le mie paure, dunque la mia rabbia non è una difesa

    la provo e basta, i tuoi ragionamenti li fai con te stesso non capisco dove vai a parare 

Accedi oppure Registrati per commentare.