Salta il contenuto

Che rapporto avete con il Mercato ed i Negozi?

2»

Commenti

  • 500500 Post: 252
    modificato novembre 2012
    Leggendo i vostri post devo riconoscere che anche in questo mio figlio è "da manuale".Le scenate della scorsa domenica hanno una spiegazione...Vediamo come va dopo: devo uscire e andare a fare un po' di spesa ,nel supermercato che però lui preferisce....
    Anche lui odia i negozi di un certo tipo, piccoli con commessi "appiccicosi"oppure certi grandi magazzini pieni di confusione e soprattutto detesta provare capi di abbigliamento!
  • Non frequento il mercato più o meno per gli stessi vostri motivi. Non per i gestori delle bancarelle, che rispetto perché lavorano sodo tra tanti sacrifici. Mi infastidiscono il disordine e la sporcizia, le persone che si accalcano e ti toccano, le furbizie per passarti davanti, il disorientamento che provoca la grande quantità di bancarelle che spesso vendono le stesse cose (da chi vado?)
    La difficoltà di gestione di una trattativa mi fa preferire luoghi dove il prezzo è certo e non trattabile, i centri commerciali ad esempio. In casa mi occupo prevalentemente io della spesa, mia moglie opera "di rincalzo" quando necessario; mi reco al supermercato sotto casa scegliendo rigorosamente orari non di punta, per ridurre al minimo contatti umani, potenziali fonti di ansia.

    Sono un tipico shopper online e acquisto solo su siti dove le condizioni sono chiare e dichiarate in partenza. In questo senso destesto la politica di Sky, che ad esempio propone sconti ai clienti che hanno voglia di telefonare e brontolare mentre i clienti che pagano ciò che c'è scritto fanno la figura dei fessi. Ma sto iniziando a divagare, scusate...

    Dobbiamo imparare ad accettare un mondo che non comprendiamo, ma il mondo è disposto a comprendere noi?
  • ViolettesViolettes Post: 1,300
    Pelle, LOL, hai descritto alla perfezione quello che sento io quando vado alle bancarelle, mi pare assurdo che quelle DUE bancarelle facciano così tanto scenate per me eppure lo fanno dato che le occhiate sono rivolte direttamente a me.(forse perché prendo tanta roba? ) Per quanto riguarda la frutta marcia conosco un loro trucco, immagina una cassetta piena di uva, una parte a sinistra e' vecchia di circa due-tre giorni o di più, la parte a destra e' fresca di oggi. E' successo con i cachi. Mi stava rifilando i cachi vecchi. Ma gliel'ho detto ed il tono non le sara' piaciuto ma non sono una fessa e la frutta la voglio fresca. E pago per averla, stop.

    Con me le tattiche frutta vecchia/fresca non funziona perché indico chiaramente quale voglio. C' era una coppia di ragazzi ,ricordo, che stavano acquistando dell'uva. E c'era sta commessa che ,dopo aver pesato l'uva continuava a mettere altri grappoli e uno di loro, una ragazza ha cominciato a dire concitatamente: basta, basta, basta! Ma quella faceva finta di non sentire poi alla fine ha sbottato ironica: eehhhh!! Basta basta basta!! Che sara' mai!

    Ma si tratta così la gente? O.o

    Poi un'altra tattica, stavolta notata al supermercato, nessuno ha notato per esempio , un pacco di merendine, ma in genere tutti gli alimenti, mettono davanti alimenti con date vecchie tipo 12/11/12 e se togli l'alimento che sta davanti e guardi quello che sta dietro noti la data 13/11/13 cioè che scade fino al 2103.

    In questo caso non faccio la schizzinosa , lo faccio solo per la frutta fresca e la carne.

    Nascere a mani vuote, morire a mani vuote. Ho contemplato la vita nella sua pienezza, a mani vuote. (Marlo Morgan) Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto. Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato. Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato. Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia. (Profezia degli indiani Cree)
  • Non noterei nulla perché troppo concentrata su ciò che devo comprare.
    Se ho intenzione di comprare qualcosa esco di casa passo dal primo negozio che vedo e vende quel qualcosa (o mi faccio consigliare dai miei) e infine compro.
    Da quel momento avrò sempre la tendenza ad andare lì per comprare quel determinato oggetto a meno che non sia rimasta estremamente insoddisfatta dall'acquisto o mi dicano di comprare da un'altra parte.
  • salve a tutti, sono la mamma di 2 ragazzi quasi certamente Asperger, ho avuto la prima diagnosi per il primo da una componente dell'equipe psico-pedagogica con la quale avevo collaborato come insegnante elementare, diagnosi a distanza perchè ero all'estero...il secondo è da manuale ...ora i ragazzi hanno 20 e 18 anni  :)   mi viene da ridere perchè io adoro andare per mercati e sin da piccoli li ho portati ogni settimana quando era possibile ..mi sono accorta subito che la folla ed il livello di rumore erano troppo per loro, e ci siamo sempre andati presto o sul finire delle attività .. loro ancora adesso odiano doversi provare i vestiti o fare le code ai banchi...sono però abbastanza curiosi, e i mercatini piccoli li sopportano in vista di quelle piccole "ricompense" che si compreranno al banco  TUTTO-AD-UN-EURO  e che spesso includono palline colorate in tutte le salse ,  ufficialmente sono per i nostri 2 gatti ;) ...c'è comunque un limite temporale , circa un'ora..trascorsa la quale diventeranno borbottoni insopportabili..
  • ViolettesViolettes Post: 1,300
    Benvenuta Alle!
    Nascere a mani vuote, morire a mani vuote. Ho contemplato la vita nella sua pienezza, a mani vuote. (Marlo Morgan) Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto. Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato. Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato. Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia. (Profezia degli indiani Cree)


  • hahahaha ma davvero ti hanno detto che si coricano per terra o eri ironica??? ahahah mi sono venute le lacrime agli occhi tanto ho riso! 
    Una volta si...altre volte mi hanno mostrato con orgoglio l'orrendo salsiccione sulla pancia e sui fianchi che erano riuscite a creare mettendosi dei pantaloni di tre taglie più piccoli...che ogni volta poi mi viene di dirgli "ma che schifo..." ma poi mi trattengo.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes. When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • corneliacornelia Post: 1,185
    Elettra, mi fai morire, sei troppo forte  :))
  • MuleMule Post: 102
    modificato febbraio 2013
    Io ho quasi la fobia dei commessi, quando iniziano a parlarmi comincio davvero a sudare e mi innervosisco in maniera impressionante. Prima di entrare in un negozio controllo sempre che ci sia un po' di gente con la speranza di passare inosservata. 
    L'unico commesso con cui non ho problemi è il libraio della mia città, solo perché anche a lui piace Star Trek e quindi abbiamo iniziato a parlare e mi sono abituata a lui, se c'è la moglie però non entro.
  • AdalgisaAdalgisa Post: 1,793

     

     

    a me non piace essere "identificata" dai negozianti, quindi cerco sempre di non andare mai più volte consecutive negli stessi negozi, pensate che ho cambiato parrucchiere una trentina di volte

    E' vero se è vero che è vero che.. che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
  • Dipende che mercato , ora mi spiego : se è tanto affollato, mi sento oppressa, però se non lo è non mi dà fastidio, anzi ci vado abbastanza spesso e compro anche vestiti.
    Nei negozi invece è un po' più complesso , perché voglio stare da sola (oppure con mia sorella , non so perché mi piace fare shopping con lei) e calma prima di fare una scelta , mentre un posto in cui mi sento a mio agio sono le cartolerie , specie quelle sterminate con miliardi di oggetti da osservare
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!