Salta il contenuto

Congedo straordinario 2 anni e 104. Chiedo consiglio

Salve a tutti,
recentemente ho fatto domanda per la 104 e ci è stata riconosciuta. Con la 104 si ha diritto fino a 2 anni di congedo dal lavoro. Per questo anno sono riuscita ad andare a lavoro sempre ed è andato tutto bene anche con l'inizio della scuola materna senza sostegno. Lavoro fuori solo la mattina e continuo a lavorare a casa quando mia figlia è a terapia. Riesco a gestire bene il lavoro e ho avuto molte soddisfazioni. Certe volte però penso che stando a casa per un po' di tempo potrei riuscire a pianificare tutto meglio e a seguire le mie bambine forse più serenamente. Chissà forse è solo una mia impressione ma a volte la sera mi sembra di non aver fatto abbastanza, di non aver lavorato al meglio perché ero stanca. Questo anno è andato molto meglio di quello della diagnosi. Mia figlia grande mi ha visto più forte anche se è sempre preoccupatissima per me. Insomma mi chiedo se non sia il caso di occuparmi totalmente della mia famiglia per un periodo così da essere forse più serena. Sono molto incerta perché ho lottato tantissimo per il mio lavoro che adoro ma adesso mi capita di chiedermi come possa continuare ad occuparmi di altro quando dovrei essere conce ntrata solo sulle mie bimbe. È quasi un senso di colpa. Avete passato un momento simile e che cosa mi consigliate?
mammaconfusa80RemiNore

Commenti

  • Io lavoro ma non ho avuto il comma 3 che mi avrebbe permesso di avere i permessi a lavoro e il congedo parentale. Ti dico la mia, ad ogni modo non lo avrei preso. Non lo avrei fatto perché comunque la vita segue un percorso, scorre, e senza lavoro io mi sentirei un pezzo cmancante. Mi sarei potuta prendere due settimane ogni tanto di stacco, giusto per ricaricarmi ma poi avrei dovuto riprendere perché mio figlio ha bisogno di una mamma che sa anche prendersi i suoi spazi.
    gufomatto79giu
  • Anche io non starei a casa per due anni di fila, però se funziona come il congedo parentale facoltativo (i sei mesi di maternità facoltativa) probabilmente si può prendere in maniera spezzettata fino ai 12 anni di età del figlio e quindi potrebbe essere molto utile, ma dipende da dove lavori e qual è l'atteggiamento che hanno i tuoi capi per non ritrovarti mobbizzata. Io sto ancora prendendo la maternità facoltativa quando mi serve - anche solo per un giorno - e se le cose vanno avanti così, anche con l'aiuto dei nonni, dovrei avere giorni fino a quando il piccolo ha 12 anni (più o meno rientrando presto al lavoro dalle due maternità me li sono tenuti per averne 15-20 all'anno tra i due figli che non sono pochi e mi permettano abbastanza bene di giostrarmi). I bimbi non hanno bisogno di avere la mamma sempre appresso, però allo stesso tempo per la loro gestione rilassata qualche giorno di più delle ferie in effetti serve. Ovviamente i giorni di maternità facoltativa che mi sono tenuta io non sono quasi pagati! (30% fino ai 6 anni e poi 0%)
    gufomatto79
  • Io prenderò una ventina di giorni quest'estate, in modo da poter stare più tempo con i bimbi e portarli al mare.
    gufomatto79
  • pgleitepgleite Post: 87
    Io sto valutando in prendere i mesi in cui è a casa della scuola... 2 anni di fila non ha senso per me, anche perchè lui va a scuola ed io cosa sto a fare a casa?
    gufomatto79
  • Ma avete avuto tutte il comma 3??? Ma solo al mio bimbo è stato dato il comma 1 che ci da diritto a quasi nulla!
  • Anche io non vorrei prendere tutto...
    pgleite
  • @pgleite stare a casa da sola non mi fa per niente bene. Ecco cosa mi frena...
    pgleiteANAISED79
  • pgleite ha detto:

    Io sto valutando in prendere i mesi in cui è a casa della scuola... 2 anni di fila non ha senso per me, anche perchè lui va a scuola ed io cosa sto a fare a casa?

    Concordo

    gufomatto79
  • carla_75carla_75 Post: 194
    Io ho chiesto la 104 solo dall’inizio Di quest’anno, dopo 3 dalla diagnosi in cui sono riuscita a barcamenarmi perché prima facevo i turni. Non sempre prendo i tre giorni perché a volte non servono ma adesso sto usufruendo del congedo per 10 giorni perché mio figlio ha avuto un intervento e chiederò il congedo anche quando a settembre comincia la scuola e i bimbi fanno metà giornata. Io non credo che stare a casa 2 anni possa servire ne a te ne alle tue figlie, io ti consiglio di prendere magari qualche settimana per riuscire ad organizzare meglio le cose ma non lascerei il lavoro per tanto tempo.
    mammaconfusa80gufomatto79ale82
  • ale82ale82 Post: 953
    modificato aprile 2018
    Stavo valutando anche io la cosa, ma il mio "no", a riguardo, non è arrivato per una questione di spazi ai quali debba rinunciare, che mi interessino paticolarmente, o che mi appagghino mi siano utili per staccare la "spina", oppure funzionali, per sentirmi in qualche modo utile o gratificata.
    Il mio "no" rispetto a questa ipotesi è subentrato dopo molte riflessioni, improntate perlopiù sulla responsabilizzazione di mio figlio(credo sia giusto che comprenda che, laddove ne abbia le capacità, sia giusto se la cavi da solo, anche scontrandosi con gli insuccessi, al fine di guadagnare maggiori competenze)
    Deve imparare a vivere nel mondo reale con le proprie difficoltà, capisco che è difficilissimo capire il confine di quando "ci fanno" o "ci sono", per chi si ritrova in una situazione simile alla mia.
    Ma parlo senza generalizzare ed esclusivamente riguardo al mio caso,
    da madre di un preadolescente che probabilmente vive in una "terra di mezzo" dove il cutt-off per lo spettro, è poco evidenziabile.(per alcuni),
    Io credo che di fronte a simili timori, al di la di molte parole, sia necessario affidarsi all'istinto, e credo che un sacrosanto bisogno di non annullare la propria vita, sia assolutamente propedeutico, se se ne ravvisa la necessità, per salvaguardare la serenità , cosa indispensabile ,a mio avviso, per affrontare qualsiasi problema.


    gufomatto79SirAlphaexacarla_75Domitilla
  • pgleitepgleite Post: 87
    @mammaconfusa80 la ns diagnosi è disturbo globale dello sviluppo autismo lieve... a noi hanno dato il comma 3
  • pgleitepgleite Post: 87
    Io prendo i giorni della 104 per portarlo a fare la psicomotricità... ma non uso tutte le ore del mese... 
  • giugiu Post: 95
    Io quando ho avuto la diagnosi di mio figlio ho praticamente smesso di lavorare (abbiamo un attività in proprio). Pensandoci ora il fatto che io sia rimasta a casa non ha portato a risultati migliori per mio figlio probabilmente e per giunta non potendo più aiutare mio marito ne ha risentito il bilancio familiare e un papà che doveva ammazzarsi di lavoro e la sera tornava stanco e demoralizzato senza forze per giocare con i figli. A noi è andata così poi ogni caso è a se. Personalmente credo che la decisione di smettere di lavorare insieme alla diagnosi abbia contribuito a buttarmi giù. Non a caso quest’estate ho deciso che torneró ad aiutare mio marito a lavoro
    mammaconfusa80mandragola77carla_75gufomatto79RemiNoreDomitilla
  • @pgleite il linguaggio come va al tuo bimbo? È la cosa che mi preoccupa di più...per il resto le terapie hanno ancora migliorato la sua interazione che era già un suo punto di forza ma che è nettamente migliorata...il linguaggio ricettivo ci è stato detto che è ok ma per quello espressivo...ahiai...
  • @giu, quello che scrivi mi fa venire in mente che quando mi è capitato di stare a casa più giorni di seguito, all'inizio sono contentissima ma poi nei momenti che mia figlia non è con me non faccio che leggere sull'autismo e sulle terapie e mi innervosisco moltissimo. Entro in un loop di pensieri, paure e ansia che mi fa del male. Quando mio marito torna a casa mi guarda e mi dice:" hai pianto!. Se invece vado a lavorare, sono stanca ma più serena. Sono d'accordo con te. La nostra presenza esclusiva a casa non deciderà i miglioramenti dei nostri figli. Credo che noi tutte ce la stiamo mettendo tutta e se potessimo essere in grado di far magia, le avremmo già fatte. Magari in qualche modo le stiamo facendo...
    mammaconfusa80carla_75damygiuRemiNore
  • Tzar15Tzar15 Post: 41
    modificato maggio 2018
    mammaconfusa80 ha detto:

    Ma avete avuto tutte il comma 3??? Ma solo al mio bimbo è stato dato il comma 1 che ci da diritto a quasi nulla!



    Anche noi abbiamo avuto il comma 1, rivedibile nel 2021, anzi a dire il vero non l'abbiamo ancora avuto perche' la comunicazione dell'INPS non e' ancora arrivata. (Classificazione NPI ASL: F83, classificazione commissione medica ASL: F79)

    L'unico vantaggio del comma 1 e' la detrazione per il figlio a carico, leggermente superiore al normale. Inoltre ci hanno riconosciuto l'integrazione scolastica ai sensi degli art.12 e 13.

    Premesso che il bambino e' migliorato tantissimo rispetto a quando aveva fatto la visita con la NPI della ASL e che forse anche quello che ci hanno concesso e' fin troppo, considerati i tempi di attesa per fare psicomotricita' e logopedia nei centri pubblici (poi bisognera' vedere che orari propongono...), COME MINIMO dovrebbero concedere alle famiglie il rimborso di almeno una quota delle spese fatte nelle strutture private, anche se non convenzionate con la Regione/ASL.

    mammaconfusa80
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici