Salta il contenuto

Sessualità, transessualismo, ...

Questa discussione è stata creata dai commenti divisi da: Asessualità.
"Nulla esiste finché non ha un nome".
Lorna Wing
AmelieValenta
«13

Commenti

  • Io continuo a pensare che trans e assessuali siano deviazioni che nascono dalla società moderna. Insomma, la natura non ci ha sicuramente creato per poter cambiare sesso o per non accoppiarci. Siamo stati dotati tutti di un organo predisposto alla riproduzione, e penso che sia chiaro che lo scopo naturale della vita umana sia la riproduzione della specie. Il rapporto gay per me è goduria e basta, non ha nulla di innaturale, semplicemente è un modo diverso di essere felici.

    Ma quando sento parlare di cambiare sesso e di non avere voglia di compiere l'atto sessuale penso che sia semplicemente la conseguenza del fatto che siamo troppo evoluti per la natura, e che in 7 miliardi di persone ci sarà sempre qualcuno che vorrà andare contro la massa
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Tasso_Curioso_1 ha detto:

    e che in 7 miliardi di persone ci sarà sempre qualcuno che vorrà andare contro la massa



    Cioè uno lo fa per recitare la parte del bastian contrario perché è affamato di attenzione secondo te?

    Inoltre @Tasso_Curioso_1 se una persona sente visceralmente e ci soffre di sentirsi in tutto e per tutto donna in corpo di uomo o viceversa, pensi sul serio che sia solo una malattia agita e pensata in malafede?
    Amelie
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Tasso_Curioso_1Tasso_Curioso_1 Post: 60
    modificato giugno 2018
    Domenico ha detto:


    Tasso_Curioso_1 ha detto:

    e che in 7 miliardi di persone ci sarà sempre qualcuno che vorrà andare contro la massa



    Cioè uno lo fa per recitare la parte del bastian contrario perché è affamato di attenzione secondo te?

    Inoltre @Tasso_Curioso_1 se una persona sente visceralmente e ci soffre di sentirsi in tutto e per tutto donna in corpo di uomo o viceversa, pensi sul serio che sia solo una malattia agita e pensata in malafede?
    [edit]
    Post edited by riot on
    riot
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Dillo a Paris Hilton, non certo asessuale e trans...
    Ameliemarco3882
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    modificato giugno 2018
    (Scusate se scrivo qui anche se vado parzialmente Ot, ma essendo neofita non puoi leggere il bar)
    @Tasso_Curioso_1 , io credo che non sia rispettoso scrivere che una persona con disforia di genere, che si identifica nel sesso opposto e prova una sofferenza che non riesco neanche a immaginare -e penso neanche tu- desideri cambiare sesso per "andare contro la massa". Mi urta leggere come viene banalizzata questa situazione; cosa diresti a una persona che soffre per essere intrappolata in un corpo che non corrisponde al sesso a cui sente di appartenere? Che "la natura non sbaglia mai"?
    La società moderna -o, meglio, i progressi della tecnica e della ricerca scientifica- hanno semplicemente dato la possibilità alle persone che non sentono di corrispondere al proprio sesso biologico di cambiarlo, cosa che per il resto della storia umana non è stata materialmente possibile.

    [Aggiunta: scusa, @Domenico , non avevo ancora letto il tuo commento: diciamo essenzialmente le stesse cose]
    DomenicoMononokeHimeriotNewtonSirAlphaexaValentaNemoale82WBorgDoore 1 altri.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    modificato giugno 2018
    Nessun problema @Amelie anzi...

    Mi scuote profondamente che qualcuno qui possa pensare che transessualità e asessualità siano nate ieri come conseguenza dei nostri tempi postmoderni quando si sa dalla storia che sono vecchie quanto l'umanità.

    Mi chiedo se qualcuno arrivi a pensare che l'autismo/asperger sia nato solo il giorno che gli hanno messo un nome...
    AmelieNewtonSirAlphaexamarco3882NemoDoorEstherDonnelly
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Jin_Nemo_OudeisJin_Nemo_Oudeis Post: 566
    modificato giugno 2018
    @Amelie penso che @Tasso_Curioso_1 intenda dire che e' piu' folle trapiantarsi un inserto in silicone o farsi asportare il seno o il pene, piuttosto che incitare un transgender ad accettare la sua condizione, ed andare avanti. Il corpo che abiti e' tutto cio' che hai, e dato che non puoi sfrattarti dal tuo corpo, e' (forse) meno distruttivo imparare ad apprezzare quel che si ha.

    Sul resto non sono d'accordo @Tasso_Curioso_1. Il sesso e' un'antistress, ma senza stress non si cresce. 
    vera68woodstock
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Ma dubito che se uno arrivi a questi livelli di "follia" (secondo chi?) lo faccia per sport...
    AmelieEstherDonnelly
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    @Jin_Nemo_Oudeis , su quali basi dovrebbe essere più sensato? È un parametro soggettivo, dunque ciò che per me può apparire perfettamente sensato a te può sembrare una completa assurdità. Io non so cosa può provare una persona che avverte una scissione e una mancata corrispondenza tra il sé mentale e il sé corporeo, come fossero due entità distinte, e non due riflessi della medesima unità; ma proprio perché sono consapevole di non sapere, rispetto il suo sentire e non formulo un giudizio. Chi sono io per arrogarmi il diritto di pontificare su come qualcun altro possa raggiungere la sua forma di serenità? Io leggo queste argomentazioni come un "subire" una condizione, rassegnandosi ad essa e in tal modo avere degli strascichi che investono tutti gli ambiti della vita... Perché non penso uno possa "andare avanti" - avanti dove, poi?
  • Jin_Nemo_OudeisJin_Nemo_Oudeis Post: 566
    modificato giugno 2018
    Ma dubito che se uno arrivi a questi livelli di "follia" (secondo chi?) lo faccia per sport...

    Ogniuno faccia quel che vuole, ma (penso) non tutte le forme di espressione vanno incoraggiate. Dipende da quanto consideri lucide o ligittimate nel portare a termine i loro intenti le persone in evidente stato psicotico.

    @Amelie ATTENZIONE. Io non ho mai detto che non possono farlo, e neppure mi sono preso la liberta' di sancire la legittimita' di simili scelte.
    Penso pero' che non sia una cosa da incoraggiare a cuor leggero.
    Post edited by riot on
    vera68
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    @Jin_Nemo_Oudeis , stai facendo un "minestrone" di cose che non c'entrano niente le une con le altre, sia per manifestazione sia soprattutto per origine: la disforia di genere, la dismorfofobia, il disturbo dell'identità di integrità corporea e gli atti di autolesionismo non vedo cosa possano avere in comune.
    ValentaEstherDonnelly
  • NewtonNewton Post: 5,326
    Pace & amore per persone trans e asex, ma io mi ritiro dalla discussione perché su 'ste cose poi finisco nel flame!

    AmelieEstherDonnelly
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Credo che stiamo andando OT e faccio un tentativo di riportare la discussione sui binari precedenti.

    Credo che manchi un concetto chiave in questo thread, il concetto di SALUTE.

    Provo a darne una definizione: Si può concepire la salute come funzionamento psicofisico ottimale di un organismo/individuo (una sorta di "velocità di crociera") che nasce dall'incontro (si spera quantomeno alla meno peggio) fra quello che l'organismo può fare e quello che l'ambiente permette sia in senso negativo (limiti) sia in senso positivo (potenzialità).

    Se siamo d'accordo con questa definizione (che ammetto è abbastanza arzigogolata ma sto scrivendo di getto) allora credo sia ragionevole pensare che organismi diversi hanno proprio equilibri diversi e non tutti hanno sempre un equilibrio in ogni momento come non penso che ogni equilibrio realizzabile sia quello ottimale.

    Alcune persone sono monogame altre promiscue, alcuni sono autonomi altri sono gregari (e magari si chiudono in una comunità religiosa ma non per questo sono "pazzi"). Una percentuale manco troppo piccola della popolazione raggiunge detto equilibrio e realizzazione con l'omosessualità, una percentuale credo più piccola nella transessualità (non basta che sei fuori dalla media statistica per essere malato come criterio in sè).

    Chi ha parlato di incoraggiare? Casomai è il contrario: scoraggiare. Esempio? Teoricamente i bisessuali dovrebbero essere di più ma le politiche dell'identità prodotte da ogni società tendono a polarizzare in schemi ben definiti e conchiusi e non solo l'orientamento sessuale.

    Ultima cosa: salute è due cose. Assenza di malattia (versione negativa) e realizzazione di potenziale intrisco all'individuo (versione positiva).

    Spero di aver gettato buoni semi...
    AmelieNewtonNemoDoor
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • @Amelie mi e' sembrato di capire che tu intendessi "legittimare" qualsiasi cosa pur di far "sentire una persona a proprio agio con se stessa".

    Ogniuno fa come meglio crede, ma oltre un certo limite trovo molto irresponsabile dare incoraggiamento.
    Amelie
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • pokepoke Post: 1,721
    Tasso_Curioso_1 ha detto:

    Io continuo a pensare che trans e assessuali siano deviazioni che nascono dalla società moderna. Insomma, la natura non ci ha sicuramente creato per poter cambiare sesso o per non accoppiarci. Siamo stati dotati tutti di un organo predisposto alla riproduzione, e penso che sia chiaro che lo scopo naturale della vita umana sia la riproduzione della specie. Il rapporto gay per me è goduria e basta, non ha nulla di innaturale, semplicemente è un modo diverso di essere felici.

    Ma quando sento parlare di cambiare sesso e di non avere voglia di compiere l'atto sessuale penso che sia semplicemente la conseguenza del fatto che siamo troppo evoluti per la natura, e che in 7 miliardi di persone ci sarà sempre qualcuno che vorrà andare contro la massa

    Ehm... ehm...
    Scusa, ma ricordiamo sempre che stiamo parlando di persone, e quando si sfiora l'umanità bisogna tener conto di un fattore:
    Poniti dall'altra parte, se tu fossi un trans o un asessuato, cosa proveresti a leggere che qualcuno pensa che sei una deviazione?

    Aggiungo: una persona trans o asessuata sta danneggiando qualcuno fisicamente, per definirla devianza?

    Poi, ma questo riguarda la sessualità in genere, il femminile ed il maschile sono un travestimento, una sovrastruttura, all'interno c'è un individuo e cosa sia la sua essenza e cosa lo faccia protendere verso un orientamento o una manifestazione di orientamento non è così semplice da analizzare.

    Lo scopo della vita umana non consiste nell' uso degli organi per riprodursi, perché affermare questo è come dire che le numerose persone non "fertili" non hanno scopo.

    Che la ricerca del piacere fisico valga meno dell'obbligo riproduttivo è un ridurre l'uomo a semplice strumento procreativo.

    Poi l'asessualità ricordiamoci che nel passato era un fenomeno di costrizione per il mondo femminile, forse vecchi scientifici sono spariti e si è persa la memoria di quando si affermava che una donna non provasse piacere (oggi farebbe sorridere, in quanto si pretende non solo che la femmina umana abbia orgasmi, ma che siano multipli).
    In sintesi asessuali e trans sono sempre esistiti nella storia passata, la modernità nella nostra società ha solo portato queste persone a vivere con un minor stigma sociale (fortunatamente).

    Compiere un atto sessuale non deve mai essere un obbligo, ma un desiderio, un'espressione di libera scelta, ed è per questo che rispetto questo modo di sentire.

    Io non capisco cosa spinga le persone a definire la devianza, la sessualità è un atto intimo, deve la società entrare tra le lenzuola degli individui per definire quello che si può e non può?

    Proprio qualche giorno fa in un topic si celebrava l'eliminazione dell'omosessualità dai dsm ... per esercitare l'apertura mentale abbiamo bisogno di burocrati? Non possiamo individualmente iniziare a rispettare le scelte che non nuocciono a nessuno?


    DomenicoAmelieNewton
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    poke ha detto:

    Compiere un atto sessuale non deve mai essere un obbligo, ma un desiderio, un'espressione di libera scelta [...]

    Io non capisco cosa spinga le persone a definire la devianza, la sessualità è un atto intimo, deve la società entrare tra le lenzuola degli individui per definire quello che si può e non può?

    [...] Non possiamo individualmente iniziare a rispettare le scelte che non nuocciono a nessuno?


    ESATTO!!!
    Amelie
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    @Jin_Nemo_Oudeis , puoi spiegare cosa intendi dire? Non riesco a capire.
    Il fatto di "legittimare qualsiasi cosa pur di far sentire qualcuno a proprio agio con se stesso" è molto generico e ovviamente varia da caso a caso -ci sono variabili legali, etiche, di ordine pubblico...- e non credo sia possibile fare un discorso generale.
    Se una persona cerca di fare del male a se stessa o alterare il proprio corpo in modo pericoloso per la sua salute (penso all'anoressia) perché ha un disturbo o una malattia, che quindi le causa un alto grado di sofferenza, il problema è il disturbo, non il corpo, che semmai è una "vittima" su cui esso si sfoga e ne mostra i sintomi; ma la disforia di genere non è una malattia.
    Domenico
  • MarkovMarkov Post: 10,886
    riot ha detto:

    @Ronny per le persone Asperger è nota soprattutto una sessualità atipica rispetto alla popolazione NT.

    E che significa atipica?
  • Jin_Nemo_OudeisJin_Nemo_Oudeis Post: 566
    modificato giugno 2018
    @Amelie amputarsi da soli un braccio perche' non lo si riconosce come parte del proprio corpo e' malattia, ma farsi asportare l'utero per farsi impiantare un pene finto e' sano?

    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Markov ha detto:

    riot ha detto:

    @Ronny per le persone Asperger è nota soprattutto una sessualità atipica rispetto alla popolazione NT.

    E che significa atipica?
    Credo intenda alternativa all'eterosessualità
    Markov
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    Jin_Nemo_Oudeis ha detto:

    @Amelie amputarsi da soli un braccio perche' non lo si riconosce come parte del proprio corpo e' malattia, ma farsi asportare l'utero per farsi impiantare un pene finto e' sano?

    Quali sono le motivazioni di questi gesti? È la motivazione la chiave, non l'atto.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Jin_Nemo_Oudeis ha detto:

    @Amelie amputarsi da soli un braccio perche' non lo si riconosce come parte del proprio corpo e' malattia, ma farsi asportare l'utero per farsi impiantare un pene finto e' sano?

    Ottimo punto @Jin_Nemo_Oudeis ma c'è un dettaglio: non riconoscere una parte del proprio corpo è molto divero dal riconoscersi in un corpo diverso.
    AmelieNemoEstherDonnelly
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    modificato giugno 2018
    Markov ha detto:

    riot ha detto:

    @Ronny per le persone Asperger è nota soprattutto una sessualità atipica rispetto alla popolazione NT.

    E che significa atipica?
    Significa che può avere sfaccettature differenti da una sessualità di tipo "classico", per vari motivi (oggetto, modalità, situazioni che suscitano attrazione; modalità differenti di manifestarla...).
    DomenicoMarkov
  • riotriot Post: 6,429
    @Markov che c'è maggiore presenza, rispetto alla popolazione NT di persone con identità di genere e/o orientamento sessuale diversi.

    è una osservazione clinica.

    DomenicoAmelieMarkovmarco3882
  • MarkovMarkov Post: 10,886
    Domenico ha detto:


    Markov ha detto:

    riot ha detto:

    @Ronny per le persone Asperger è nota soprattutto una sessualità atipica rispetto alla popolazione NT.

    E che significa atipica?
    Credo intenda alternativa all'eterosessualità
    Pure io la intendo così, ma ero curioso perché so che ormai loro sono arrivati un passo avanti rispetto agli Asperger… 
    Gli AS sono allo stadio che si sentono diversi ma vogliono diritti.
    Gli omosessuali sono già allo stadio che hanno i diritti e vogliono che il loro sesso sia considerato tipico :D
    AJDaisyriotNemo
  • Jin_Nemo_OudeisJin_Nemo_Oudeis Post: 566
    modificato giugno 2018
    @Domenico @Amelie
    Io non giudico in negativo ne la dismorfofobia ne il passaggio di sesso. Il punto del discorso e' che mai nella vita mi sognerei di incentivare una persona a fare qualcosa del genere. La scelta e' sua, e la responsabilita' e' TUTTA sulle sue spalle.

    Personalmente la considero una cosa drastica e stupida, ma non e' una cosa che mi riguarda, quindi mi esprimo neutralmente. Confido nel fatto che fra quelli che si sottopongono a questi interventi ci siano anche individui dotati di capacita' di giudizio e lucidita'. Penso che vi sia un valido motivo per cui le persone che si sottopongono a questo genere di interventi hanno l'obbligo di una visita psichiatrica, dato che fra queste persone ci sono un gran numero di individui che per ovvie ragioni non sono nelle condizioni mentali per essere sottoposte all'intervento.
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Che gli omosessuali come minoranza abbiano conquistato molte battaglie sociali è innegabile, tuttavia come storicamente i movimenti abolizionisti e femministi andarono a braccetto nell '800 allo stesso modo diverse minoranze di potere, quando si organizzano, tendono ad associarsi tra di loro. E credo che gli AS sono venuti dopo (anche solo per una questione di riconoscimento) dagli omosessuali o anche asessuali e altri orientamenti.

    Certo c'è una sorta di paradosso nel caso degli autistici: persone definite da deficit sociali che vogliono fare gruppo. Ma è anche una fase magari inevitabile da attraversare.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Ok, perfetto. Non riesco a capire in che modo si possa incentivare una scelta così forte nella modificazione non solo del corpo, ma di tutta la persona e della sua vita. E mica dallo psichiatra ci vanno solo i matti o presunti tali!
    Amelie
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • riotriot Post: 6,429
    modificato giugno 2018
    Jin_Nemo_Oudeis ha detto:

    @Amelie amputarsi da soli un braccio perche' non lo si riconosce come parte del proprio corpo e' malattia, ma farsi asportare l'utero per farsi impiantare un pene finto e' sano?

    N.B. il "pene finto" per correttezza si chiama "protesi peniena".

    viene impiantata anche a persone che hanno subito gravi incidenti, per ripristinarne le funzioni.

    ma qual'è il tuo dilemma? è rispetto ai progressi in campo medico/chirurgico?

    comunque, per una persona transessuale farsi impiantare una protesi peniena è sano, visto che è stato derubricato il transessualismo dall'OMS e già, precedentemente, dall'APA.
    significa che i manuali diagnostici NON contemplano la disforia di genere tra le patologie psichiatriche.

    e si tratta di:
    - A) ottenere un corpo che corrisponda alla propria identità di genere
    - B) rispettarne le scelte quando queste non ledono nessun diritto altrui

    AJDaisymarco3882DoorEstherDonnelly
  • riot ha detto:

    Jin_Nemo_Oudeis ha detto:

    @Amelie amputarsi da soli un braccio perche' non lo si riconosce come parte del proprio corpo e' malattia, ma farsi asportare l'utero per farsi impiantare un pene finto e' sano?

    N.B. il "pene finto" per correttezza si chiama "protesi peniena".

    viene impiantata anche a persone che hanno subito gravi incidenti, per ripristinarne le funzioni.

    ma qual'è il tuo dilemma? è rispetto ai progressi in campo medico/chirurgico?

    comunque, per una persona transessuale farsi impiantare una protesi peniena è sano, visto che è stato derubricato il transessualismo dall'OMS e già, precedentemente, dall'APA.
    significa che i manuali diagnostici NON contemplano la disforia di genere tra le patologie psichiatriche.

    e si tratta di:
    - A) ottenere un corpo che corrisponda alla propria identità di genere
    - B) rispettarne le scelte quando queste non ledono nessun diritto altrui

    E' una domanda volutamente provocatoria, su quelli che sono i criteri diagnostici. Io non mi sento in diritto di giudicare le scelte altrui. 
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!