Salta il contenuto

Ricevere regali

Icaro89Icaro89 Post: 1,223
Ho ricevuto da parte di miei coetanei dei regali inaspettati e per questo indesiderati, sono piuttosto arrabbiato perchè non me l'aspettavo, non era una cosa programmata nè preannunciata e mi ha lasciato spiazzato, insomma non doveva succedere e ora non so come comportarmi. Voi cosa fareste? E' obbligatorio ricambiare? Se sì entro quando? Con cosa? Di che valore?
Post edited by wolfgang on
«1

Commenti

  • biancabianca Post: 1,380
    Regali di natale? Se è così direi di no, ormai natale è passato. Capisco il tuo fastidio (anche a me non piace essere in debito), ma cerca di non pensarci, il fatto di ricambiare non è tassativo.
  • anankeananke Post: 1,585
    Guarda, se non tieni alla loro compagnia accettali e basta (e questo potrebbe essere un modo per esortarli a non fartene più).
    Se invece son tuoi amici, chiaramente, mi spiace dirtelo ma ti tocca ricambiare:) magari con delle stupidaggini che costano poco, o quantomeno che siano di un valore equivalente rispetto a quello che ti hanno regalato, perchè non vorrei che questo ti provocasse ulteriori critiche sociali (e da quel che ho capito cerchi di evitarle come la peste, perciò ti dico così) :)
    Sentiti pure in compagnia comunque:) Io grazie al cielo per via del mio comportamento un pò asociale ricevo e faccio regali solo da chi e a chi tengo. E perciò sono sempre molto sentiti.
    Per quanto riguarda l' "entro quando" beh...quantoprima:)
  • wolfgangwolfgang Post: 10,799
    Io odio i regali... ti capisco perfettamente @Icaro89.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • marielmariel Post: 1,551
    ho fatto un regalo a una persona due anni fa, lo tiene conservato dentro un armadio ancora confezionato. Qualcuno potrbbe spiegarmi questo comportamento?. 
  • anankeananke Post: 1,585
    Nel senso che non l'ha ancora scartato?
  • marielmariel Post: 1,551
    no, a suo tempo l'aveva scartato e pure guardato, è un soprammobile, mi aveva ringraziato, io poi  non vedendolo da nessuna parte gli ho chiesto dove fosse, ha aperto l'armadio l'ha preso ancora dentro la confezione aperta e me lo ha fatto vedere, poi l'ha conservato di nuovo.
  • anankeananke Post: 1,585
    Sai, io non ci vedo nulla di strano:) Nel senso, può essere che attualmente non abbia messo a fuoco l'utilità pratica del soprammobile che gli hai regalato ma solo quella simbolico/affettiva.
    Cioè, mi spiego meglio. Tu probabilmente ti aspettavi che trattandosi di un soprammobile lui l'avrebbe sistemato su un tavolo o in qualche altro luogo, come in genere si fa per oggetti di quel tipo. Ti ha spiazzato il fatto che lui invece l'abbia conservato nel suo pacchetto in un armadio:) Non so come spiegarmi meglio, però semplicemente può essere che lui guardasse a quell'oggetto non come a un soprammobile in quanto tale e perciò come qualcosa che poi deve avere una data collocazione in casa che non sia quella di rimanere chiuso in un armadio, ma come ad un qualcosa che gli hai regalato tu e perciò ha valore in quanto tale. Lui sa che c'è e dov'è, sa chi gliel'ha regalato e non trova motivo di utilizzzarlo in maniera diversa, almeno per ora.
  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Io odio i regali... ti capisco perfettamente @Icaro89.
    A me piace solo se ricevo cose che mi piacciono e non devo ricambiare. ;D
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Più seriamente. Non credo vi sia un obbligo di ricambiare, specie dato che ormai le feste sono passate. Cerca di capire se nel gruppo lo scambio di regali è stato sistematico e nel caso tieni conto per l'anno prossimo. 
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • Semir78Semir78 Post: 1,101
    modificato gennaio 2013
    Io odio i regali... ti capisco perfettamente @Icaro89.
    Pure io.
    E anche Sheldon...  :-)

    E poi ci sono ache i regali di compleanno!
    Post edited by Semir78 on
     55°34'30.44"N 12°49'38.68"E
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    Beh @Bianca, ma se uno sa in maniera programmata che ci dovrà essere uno scambio di regali allora si rassegna alla condanna e si premunisce come può per l'adempimento dell'agghiacciante rito sociale. E in effetti il fatto di ricambiare è decisamente tassativo, temo.

    @Oskene non ho capito cosa vuoi dire con la frase "vuoi evitare le critiche come la peste", direi che si tratta di sarcasmo ma non capisco perchè lo fai.

    @Tsukimi quello è un parametro che avrei dovuto tenere presente... ma non l'ho fatto, non ci ho pensato.

    Comunque non so voi, io percepisco i regali come un mezzo per imporre il controllo sulla persona che li riceve. E' una sensazione seccante.

    Cercherò di inventarmi qualcosa.
  • anankeananke Post: 1,585

    @Oskene non ho capito cosa vuoi dire con la frase "vuoi evitare le critiche come la peste", direi che si tratta di sarcasmo ma non capisco perchè lo fai.

    Ma tu figurati:) Guarda credimi sulla parola, non mi permetterei mai. M'è solo venuto in mente che, sulla base di quello che generalmente dici, spesso manifesti il desiderio di comprendere determinate meccaniche sociali per potertici adattare meglio (e certo, magari qualche volta posso averti detto che secondo me esageravi, ma questo è un altro discorso). Davvero non vedere nulla di male il ciò che ho scritto, perchè non era veramente mia intenzione:)
  • ezrealezreal Post: 279
    ho provato a fare regali a tutti un anno.. terribile..
    If i go crazy then will you still call me superman?
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    No ma @oskene non intendevo "qualcosa di male", mi sembrava ci fosse un ragionamento sottinteso, ma vabè mi sbagliavo :)
  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    Comunque non so voi, io percepisco i regali come un mezzo per imporre il controllo sulla persona che li riceve. E' una sensazione seccante.

    Cercherò di inventarmi qualcosa.



    Di solito, a meno che a farli non sia una schifezza umana, la motivazione del regalo è o la volontà di farti qualcosa di gradito/dimostrare affetto/etc. o alla peggio la convinzione di dover aderire ad una aspettativa sociale. Ciò non toglie che ricevere regali possa molto legittimamente rompere le scatole, ma almeno non stiamo a pensare lo abbiano fatto per controllarci.

    (Recentemente ho ricevuto un regalo pure bello da un'amica che ha detto di averlo preso perché pensava mi sarebbe piaciuto e che dava per scontato io non avessi preso niente... a parte le battute che posso fare, un momento di imbarazzo ce l'ho avuto, perché mi "faceva brutto" non aver preso niente a quel punto... però non ho mai pensato volesse manipolarmi in qualche modo).
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • marielmariel Post: 1,551
    @oskene Grazie per il chiarimento :)
  • wolfgangwolfgang Post: 10,799
    ho fatto un regalo a una persona due anni fa, lo tiene conservato dentro un armadio ancora confezionato. Qualcuno potrbbe spiegarmi questo comportamento?. 
    Lo fa pure mia moglie, con le cose a cui tiene parecchio per non "consumarle"... si lo trovo assurdo, ma era per dire che può essere che gli sia piaciuto e/o tenga parecchio a te e quello sia il motivo.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • biancabianca Post: 1,380
    @ele: ma l'ha aperto? Sa cosa contiene?
  • PiKappaPiKappa Post: 578
    Non credo che i regali siano un mezzo per manipolare gli altri, anche se vi sono vari tipi di regali. Un regalo aziendale serve a premiare, ad incentivare oppure a convincere la persona che è rispettata ed a disincentivare la voglia di cambiare azienda. Fra le persone vi sono i regali abitudinari, dovuti dalle convenzioni sociali. Gli altri se li aspettano e diventa un dovere per mantenere la relazione. Cioè è un modo per dimostrare che non ti sei dimenticato di loro. Però fra amici a natale non sempre ci si fanno i regali, dipende dalle abitudini di quel gruppo. Io con gli amici non ho mai scambiato regali a natale e quando è capitato che uno mi abbia scherzosamente portato un regalo ( una tazza di paperino,al tempo che non usavo questo nickname) non mi sono sentito ne a disagio,ne in dovere di contraccambiare. Però ,pensate ad i regali fatti verso una persona che vi sta molto a cuore, non credo che li facciate per manipolarla, quanto per renderla felice.
    Con mia figlia sta succedendo una cosa ancora diversa, lei è più nervosa nei giorni vicini alle feste in cui si ricevono regali, perché non riceverli, dal suo punto di vista,vorrebbe dire essersi comportata male. Quindi il regalo per lei ha assunto il valore di una gratificazione e conferma per il suo buon comportamento, importante per lei,anche perché credo non riesca a monitorarlo da sola e vista l'ansia cerca continuamente conferme.
  • biancabianca Post: 1,380
    @pikappa, off-topic. Non credo sia solo perché lei non riesca a monitorare. Non c'è niente di più terrorizzante per un autistico, Asperger o no, dell'idea di aver sbagliato. Se io ti dico che domani mattina ho una riunione e tu ti dimentichi e mi chiami (esempio), quando io ti dico che non posso parlarti, probabilmente tu mi risponderai: "Ah, è vero, scusa, me ne ero dimenticato". E finisce lì, non valuti l'idea di ingoiare un tubetto intero di valium o buttarti dal 14esimo piano per esserti dimenticato. ;-)
    Per me, e per TUTTI i ragazzi Asperger che ho conosciuto invece, qs sarebbe un errore devastante. Come qualsiasi altro errore. Ripensarlo anche a distanza di tempo, procura un dolore a volte fisico. Per questo per tua figlia è così importante essersi comportata bene.
  • PiKappaPiKappa Post: 578
    @pikappa, off-topic. Non credo sia solo perché lei non riesca a monitorare. Non c'è niente di più terrorizzante per un autistico, Asperger o no, dell'idea di aver sbagliato. Se io ti dico che domani mattina ho una riunione e tu ti dimentichi e mi chiami (esempio), quando io ti dico che non posso parlarti, probabilmente tu mi risponderai: "Ah, è vero, scusa, me ne ero dimenticato". E finisce lì, non valuti l'idea di ingoiare un tubetto intero di valium o buttarti dal 14esimo piano per esserti dimenticato. ;-)
    Per me, e per TUTTI i ragazzi Asperger che ho conosciuto invece, qs sarebbe un errore devastante. Come qualsiasi altro errore. Ripensarlo anche a distanza di tempo, procura un dolore a volte fisico. Per questo per tua figlia è così importante essersi comportata bene.



    Certo, io non lo provo ,ma lo vedo su mia figlia. Per questo lavoriamo sul tollerare l'errore, cercando di spiegarle che è normalissimo commetterli, che tutti fanno degli errori . In fondo molti DOC ( OCD) nascono proprio per il meccanismo sopra descritto e la voglia di controllare tutto per non essere responsabili di eventi negativi. Nessuno può regolare tutto e gli eventi negativi avvengono a prescindere dai nostri comportamenti, ma non è semplice che passi questa idea, quando uno è in preda ai DOC, però una esposizione graduale può aiutare, perché il soggetto si rende conto che nonostante la sua ansia,nel momento in cui non rispetta la routine, si aumenta, ma non da conseguenze negative ,fino a che non si esaurirà. Tutto questo almeno in teoria, poi nella pratica ci sono molte variabili.
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    Ma invece sì @Tsukimi, è ovvio che non si deve dire ma è palese che qualsiasi regalo è finalizzato a imporre non solo un dovere di ricambiare, ma ancora prima un senso di riconoscenza-debito ecc nei confronti di chi lo ha fatto, cioè si pone in essere il presupposto fisico (un lievissimo squilibrio patrimoniale) per creare un'aspettativa sociale-morale ulteriore.

    @Semir78 oddio non avevo mai visto quella puntata di BBT, Sheldon ha assolutamente ragione e ha spiegato quello che volevo dire io in maniera molto più efficace.
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    modificato gennaio 2013
    "Fare errori" è una cosa molto grave e bisognerebbe insegnare agli AS come evitarli, per questo dicevo sempre quando ero piccolo, e ancor prima di aver scoperto l'AS, che alle persone dovrebbero essere consegnati dei manuali per sapere esattamente cosa si deve fare, come dove quando e perchè.

    edit: in realtà, più precisamente, mi lamentavo del fatto che ero visibilmente l'unico a non aver ricevuto quel dannato manuale.
  • biancabianca Post: 1,380
    Ma invece sì @Tsukimi, è ovvio che non si deve dire ma è palese che qualsiasi regalo è finalizzato a imporre non solo un dovere di ricambiare, ma ancora prima un senso di riconoscenza-debito ecc nei confronti di chi lo ha fatto, cioè si pone in essere il presupposto fisico (un lievissimo squilibrio patrimoniale) per creare un'aspettativa sociale-morale
    Ennò, dai, Icaro, così ti perdi molto dalla vita! Conosco un ragazzo che mi piace "viziare" e ricoprire di regali e lo sai perchè? Perché è così solare, apporta così tanto ottimismo nella mia vita, che questo è il mio modo di dirgli che gli voglio bene. E siccome guadagno piu di lui, non sono lì con la calcolatrice ad aspettare che si sdebiti, anche se in momenti di crisi economica l'ha fatto.
    Questa tua visione del mondo è davvero triste, lo dico per te!
  • Semir78Semir78 Post: 1,101
    "Fare errori" è una cosa molto grave e bisognerebbe insegnare agli AS come evitarli, per questo dicevo sempre quando ero piccolo, e ancor prima di aver scoperto l'AS, che alle persone dovrebbero essere consegnati dei manuali per sapere esattamente cosa si deve fare, come dove quando e perchè.

    edit: in realtà, più precisamente, mi lamentavo del fatto che ero visibilmente l'unico a non aver ricevuto quel dannato manuale.
    "E' come se l'intero universo avesse ricevuto le istruzioni, tutti tranne noi"

    In ogni caso DEVI fare i regali perché si tratta di una convenzione sociale non opzionale.
     55°34'30.44"N 12°49'38.68"E
  • marielmariel Post: 1,551
    @BIANCA
    si, l'ha scartato e ne sembrava compiaciuto. Poi l'ha riposto dentro la confezione e qualche giorno dopo non vedendolo esposto gli ho chiesto dove fosse, l'aveva messo nell'armadio dentro alla confezione. Lo tiene lì.
  • TsukimiTsukimi Post: 3,827
    @Icaro89 non discuto che quella sia la *conseguenza* ma non è quello che passa per la testa di chi ti fa un regalo, che pensa o che te lo aspetti o che vuole essere gentile. 
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    @Semir78 cavoli però così mi fai sentire uno stereotipo vivente... comunque è impressionante quello che dice la biondina nel primo video, mi ci ritrovo così tanto.. ma che film è?

    La logica di Sheldon è ineccepibile, e sono troppo contento di sapere che esiste fittiziamente un punto di vista come il mio... peccato che sia usato per riderci su. Comunque mi è piaciuta moltissimo la puntata sui regali, BBT per me è sempre stata una serie tv a dir poco illuminante.

    @Tsukimi: cioè lo fanno inconsapevolmente, giusto? Ciò non toglie che lo fanno comunque per quel motivo.
  • biancabianca Post: 1,380
    No, @Icaro89, insisto! Non lo fanno né consapevolmente, né inconsapevolmente. È solo la TUA visione del mondo. Nessuno ti chiede di cambiarla, ma nemmeno puoi pretendere che diventi una verità assoluta. Se la pensassi in questo modo, non vorrei più avere un amico nemmeno dipinto!
  • Andato34Andato34 Post: 4,027
    Non credo che i regali siano un mezzo per manipolare gli altri...
    E' il principio di persuasione della reciprocità: http://www.riccardoperini.com/armi-persuasione-robert-cialdini.php
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici