Salta il contenuto

Aba E Scuola

beto75beto75 Post: 2
modificato ottobre 2018 in Discussioni tra genitori
Buongiorno a tutti,
sono papà di un bimbo di 6 anni di nome Francesco al quale è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico di grado lieve. Abbiamo iniziato 3 anni fa con psicomotricità alla quale abbiamo poi aggiunto la logopedia, ma da circa dieci mesi abbiamo abbandonato la psicomotricità per passare alla terapia aba(peraltro con ottimi risultati). 
Il bimbo ha iniziato da circa un mese la prima classe della scuola primaria e, come già facevamo alla scuola materna, abbiamo chiesto alla scuola(nella persona della vice preside) la possibilità di far entrare in classe la nostra consulente aba per monitorare il bambino(una volta al mese per 3 ore). la vice preside è stata categorica nel sostenere che, come dice il regolamento scolastico, nessuno può entrare in classe. Ora ho chiesto un incontro con il preside. Qualcuno di voi ha avuto esperienze simili? accetto consigli. grazie a tutti.
Post edited by Sophia on

Commenti

  • Salve @beto75, la preside del mio istituto comprensivo lo scorso anno non era molto felice di far entrare "estranei" in classe ma ha voluto solo una richiesta scritta con numero di assicurazione dei terapisti. Personalmente cercherei di spiegare al dirigente che la presenza del terapista Aba è un'opportunità per far sì che ci sia una continuità tra il lavoro a casa e a scuola. Il mio centro Aba aveva proprio un progetto delineato e preparato da inviare alla scuola che ne descriveva l'utilità. Spesso a scuola non sanno neanche che cosa è l'aba e a volte chi sa qualcosa ne ha idee parziali. Le mie maestre lo scorso anno erano ti morose. Dopo I primi due giorni erano entusiaste.
    TheHD
  • grazie. anche la nostra consulente aba ha preparato un progetto che invierà a scuola.  adesso fisseremo un incontro col preside per dare maggiori delucidazioni in merito alla terapia. grazie ancora
    gufomatto79
  • NenaNena Post: 44
    Buonasera @beto75 io insegno alla Scuola dell'infanzia di un Istituto Comprensivo parificato. Ad uno dei miei ex bambini è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico all'età di tre anni. Oggi ne ha 8 e frequenta la terza classe della scuola primaria. Dalla diagnosi ha iniziato a seguire il percorso ABA ed oggi ha raggiunto grandi competenze nell'autonomia ed ha migliorato la sua qualità della vita riuscendo anche a fare sport. È in gamba ed è molto più forte e sereno ogni giorno che passa. Non è stato facile il suo percorso a scuola, nessuno sapeva cosa fosse l'ABA. È stato fatto un progetto ed è seguito giornalmente a scuola e a casa. La Direzione all'inizio preoccupata, si è confrontata con personale competente collaborativo e funzionale. Le docenti di ruolo hanno stabilito una collaborazione ed hanno smesso in poco tempo di sentirsi sotto osservazione per il loro lavoro, inoltre hanno lavorato per l'inclusione superando tanti limiti. La Direzione non può opporsi e deve mostrarsi collaborativa. Se posso suggerire, riferisciti al coordinatore didattico e successivamente segnala la situazione alla direzione esigendo un richiamo..
    riot
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici