Salta il contenuto
Evento online per i 10 anni di Spazio Asperger

Segnali per capire se piaci a un AS

2»

Commenti

  • CharadeCharade Post: 1,378
    Perché moltissime donne (me compresa) hanno la vocazione delle crocerossina
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • Charade ha detto:

    @Domenico Purtroppo non ricordo, ma sono certa che l'info è corretta. Immagino perché le donne per indole sono più empatiche e disposte ad andare incontro all'altro, quindi una donna tipica è disposta ad accettare le difficoltà del compagno asperger. Se è l'uomo a essere tipico sarà per indole maschile meno comprensivo verso la compagna aspie

    Si un mix di indole e di aspettativa sociale. Da millenni alla donna tocca “la cura” . Ci hanno addestrate così tutte, nt e non

    Charade
  • WBorgWBorg Post: 4,497
    modificato giugno 2019
    Charade ha detto:

    @Domenico Purtroppo non ricordo, ma sono certa che l'info è corretta. Immagino perché le donne per indole sono più empatiche e disposte ad andare incontro all'altro, quindi una donna tipica è disposta ad accettare le difficoltà del compagno asperger. Se è l'uomo a essere tipico sarà per indole maschile meno comprensivo verso la compagna aspie




    Sono stato sposato con una donna tipica, chiamiamola così, dopo molti anni ha capito che c’era qualcosa che non andava in me. In seguito alla separazione ha saputo anche del mio asperger, a quel punto è scapata a gambe elevate, ancora è traumatizzata del fatto di aver condiviso il letto con uno che non era dalla sua specie (parole sue)
    La ragione può colmare la natura, ma non la sostituisce mai del tutto.
    CharadeNemo
    Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale
  • Mi dispiace per la tua esperienza. La natura non esiste(esiste ma è ingiusta e non esiste la naturalità donna e la nataurilità uomo. La pretesa della naturalità umana è solo una costruzione culturale. siamo fatti di cultura. Si vede che la cultura della tua ex moglie era di stampo xenofobo.

    Suggerisco manifesto cyborg della haraway.”Il pensiero occidentale è da sempre caratterizzato da un pensiero binario asimmetrico, di cui le opposizioni uomo/donna e mente/corpo rappresentano solo due tra gli assi concettuali più importanti. Si tratta di opposizioni tra termini mai tra loro equivalenti, dualismi da sempre funzionali alle pratiche del dominio: sulle donne, sulla gente di colore, sulla natura, sui lavoratori, sugli animali. La nascita del cyborg, da metafora fantascientifica a condizione umana, però cambia questo stato di cose. Perché il cyborg è al contempo uomo e macchina, individuo non sessuato situato oltre le categorie di genere. La pretesa naturalità dell’uomo è quindi solo una costruzione culturale, poiché oggi tutti noi siamo in qualche modo dei cyborg. L’uso di protesi, lenti a contatto, by-pass è solo un esempio di come la scienza sia compenetrata nel quotidiano e abbia trasformato il corpo. Se il corpo può venire trasformato e gestito, esso non è più sede di una presunta naturalità contrapposta all’artificialità e non possiamo più pensare all’uomo in termini esclusivamente biologici. Il cyborg non è quindi né macchina né uomo, né maschio né femmina, situato oltre i confini delle categorie che normalmente utilizziamo per interpretare il mondo.
    Finalmente riproposto il seminale saggio che per primo ha scavato con visionarietà teorica il territorio della postmodernità, del cyborg e del gender.

    Suggerisco umilmente
    Eliagio
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Immagino che siamo d'accordo che la sindrome della crocerossina è una debolezza figlia di un lavaggio del cervello culturale.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • CharadeCharade Post: 1,378
    Non saprei @Domenico. Credo faccia parte della natura femminile il prendersi cura di qualcuno. È la donna che fa i figli e si prende cura di loro anche nella maggior parte delle specie animali. Sicuramente c'è anche un forte retaggio culturale, ma non è solo questo
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Non mi sono spiegato bene, il fatto che possa avere una forte componente di "natura" alla base non toglie che è una debolezza, una vulnerabilità. Certo magari il retaggio culturale si espande sopra questo e modula parecchio ma il punto che mi premeva è che è un gap, una lacuna e difetto insieme. 

    Esattamente come lo è la sindrome di Fonzie per i maschietti (soprattutto gli adolescenti ma non solo).
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • fra888fra888 Post: 113
    Beh direi che generalmente la donna se ne accorge subito se ce un interesse, nel mio caso cerco di concentrarmi sulle affinita condivise e proporre qualcosa da fare insieme e condividere . Poi vabbe puo capitare di essere piu esplicito anzi mi sono sempre trovato meglio ad esserlo , se veramente ce interesse perche non dirlo , mi piace la chiarezza nel bene e nel male senza tanto girarci intorno. A volte mi capita di fare domande in stile colloquio psicologico per capire la personalita e le affinita :))
  • CharadeCharade Post: 1,378
    Adesso ho capito. Sì sono d'accordo con te su questo
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • fra888fra888 Post: 113
    Ora che ci ripenso non sempre mi capivano e ora comprendo il perche :D.
  • fra888fra888 Post: 113
    WBorg ha detto:

    Charade ha detto:

    @Domenico Purtroppo non ricordo, ma sono certa che l'info è corretta. Immagino perché le donne per indole sono più empatiche e disposte ad andare incontro all'altro, quindi una donna tipica è disposta ad accettare le difficoltà del compagno asperger. Se è l'uomo a essere tipico sarà per indole maschile meno comprensivo verso la compagna aspie




    Sono stato sposato con una donna tipica, chiamiamola così, dopo molti anni ha capito che c’era qualcosa che non andava in me. In seguito alla separazione ha saputo anche del mio asperger, a quel punto è scapata a gambe elevate, ancora è traumatizzata del fatto di aver condiviso il letto con uno che non era dalla sua specie (parole sue)
    La ragione può colmare la natura, ma non la sostituisce mai del tutto.
    Che amarezza legger ste cose....
    NemoBlackCrow
  • fra888fra888 Post: 113
    Beh domenico tutti sono vulnerabili.
  • Anche la mia coinqui fa così. Super esplicita. Rovini il gusto del flirt però, che è fatto di non detti.
    Charade ha detto:

    Perché moltissime donne (me compresa) hanno la vocazione delle crocerossina

    Ma non è natura. Per questo dicevo che le as donne fanno piu fatica. Per colpa divqueste sovrastrutture sociali. Un as uomo puo non prendersi cura di nessuno (socialmente accettabile anzi fa figo) e ricevere cura dalle altre , sia nt che nd. Una donna nd non riceve la cura dalle altre donne nt perché queste hanno aspettative molto alte sulle donne (bellezza simpatia abilita sociale ecc) e un po meno alte sugli uomini (un uomo puo ruttare birra davanti alla partita e non ascoltare tanto è socialmente accettabile che faccia così) perciò doppia fatica per le donne nd e tripla fatica per le donne nd lesbo.

    Melisande
  • LupaLupa Post: 658
    Do attenzioni ma allo stesso tempo cerco di non far capire che provo interesse per quella persona a meno che non sia palese che sono ricambiata.
    Alla fine sembro solo gentile ma disinteressata al versante sentimentale e siccome non riesco a capire i segnali altrui (o se li colgo mi vengono mille dubbi sul fatto di aver interpretato male) tocca sempre all'altra persona fare il primo passo.
    Charade
  • TatTat Post: 1,152
    Di solito, e più vado indietro con la memoria più vedo questo atteggiamento, evitavo la persona che mi interessava perché non riuscivo a superare l'imbarazzo ed i messaggi non espliciti che eventualmente poteva mandarmi. Oppure restavo in zona amicizia: confidente, l'amica per cazzaggiare, con cui andare a bere e far minchiate, guardare film....insomma se uno mi interessava annullavo completamente il lato femminile. Anche perché, se mai il soggetto in questione avesse capito qualcosa, per me era scontato il rifiuto.
    Quindi le esperienze le ho avute o con persone o che non mi interessavano molto, oppure dopo anni (molti anni, dato che prediligo persone introverse ed insicire, che stanno in disparte -potrei dire i maschi Z) che stavo silenziosamente accanto a chi mi interessava e questo all'improvviso si è accorto che esistevo.
    In qualche occasione ho preso io coraggio, non so nemmeno io in base a cosa, tipo con mio marito, che ho inviato io ad uscire.
    Charade
    Gabba Gabba Hey!
  • CharadeCharade Post: 1,378
    @Domenico Cito:
    È più facile che una coppia mista regga se a essere Asperger è il marito, «anche se spesso le donne che identificano il marito come Asperger hanno anche loro dei tratti Aspie», osserva Moscone. «È più difficile che soggetti neurotipici si trovino bene con ragazze Asperger, che spesso rischiano di rimanere sole».

    Ecco svelata la fonte. L'articolo è di SpazioAsperger "Lo spettro autistico, le ragazze Asperger"
    DomenicoBlackCrow
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • TatTat Post: 1,152
    Charade ha detto:


    È più facile che una coppia mista regga se a essere Asperger è il marito, «anche se spesso le donne che identificano il marito come Asperger hanno anche loro dei tratti Aspie», osserva Moscone. «È più difficile che soggetti neurotipici si trovino bene con ragazze Asperger, che spesso rischiano di rimanere sole».

    Sono state fatte ipotesi sul perché accada questo?

    Domenico
    Gabba Gabba Hey!
  • CharadeCharade Post: 1,378
    @Tat L'articolo non lo dice. Se leggi più indietro nella discussione abbiamo fatto delle ipotesi. Io immagino che sia perché per natura la donna è più empatica comprensiva e quindi disposta ad accettate le stranezze del compagno
    Tat
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • Io credo di avere problemi di comunicazione nell'ambito del corteggiamento, forse non mi rendo conto dei miei gesti e rischio di essere o troppo espansiva o al contrario muta fino all'eccesso. Mi sono resa conto che proprio non mi riesce la seduzione e molte persone anche più piccole di me mi trattano come una sorellina, addirittura non dicono le parolacce di fronte a me! Inutile dire che non mi dispiacerebbe avere una relazione, ma ormai mi sono abituata all'idea che sarò quasi certamente single a tempo indeterminato, cerco di riempire la mia vita di altre esperienze e ad abituarmi, anche leggendo l'articolo e i commenti mi rendo conto di quanto sia vero quello che si dice sulle difficoltà delle ragazze nd.
    Charadeamigdala
  • TatTat Post: 1,152
    modificato giugno 2019
    @Charade @Domenico : se pensate che possa essere utile/interessante al fine di provare ad approfondire in merito, potrei chiedere a @Mick di scrivere un post su quali differenze ha trovato nella relazione con me rispetto alle precedenti con donne NT, quali di queste rappresentano punti dolenti ed eventualmente quali i punti di forza (ricordando comunque che è sempre un'esperienza soggettiva di individui singoli, quindi cercando di stare più su caratteristiche generiche che su mie personali).
    Magari aprendo una nuova discussione per non andare OT.
    Detect languageundefined
    undefined
    Text-to-speech function is limited to 200 characters
    Post edited by Sniper_Ops on
    Charade
    Gabba Gabba Hey!
  • CharadeCharade Post: 1,378
    @Tat Sarebbe davvero interessante! Vi incoraggio a farlo 
    Tat
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • Solitamente faccio domande per ottenere qualcosa. Se, piuttosto, domando per ottenere informazioni sul conto dell'altro, vuol dire che l'altro è per me interessante
    Charade
  • BlackCrowBlackCrow Post: 774
    modificato giugno 2019
    Charade ha detto:

    Maschi e femmine indifferentemente, che tipo di segnali mandate quando vi piace qualcuno? Mi è stato fatto notare che io resto impassibile, la tempesta di sensazioni interiori a quanto pare non si affaccia alla superficie (es: normalmente: postura rigida e statica - mi piace qualcuno: postura rigida e statica nei suoi confronti. Normalmente: scarsa espressività facciale - mi piace qualcuno: scarsa espressività facciale nei suoi confronti). Insomma, non si nota. E questa cosa è un po' un dramma a voler vedere, perché a meno di andare a dire in faccia "tu mi piaci", l'altra persona non si accorgerà mai del mio interesse, o peggio ancora scambierà il mio atteggiamento per superbia, altezzosità, o scarso interesse nei suoi confronti. Voi come vi comportate quando vi piace qualcuno? Siete come me o adottate delle strategie per far intuire qualcosa, senza esporvi troppo? 

    Premesso che non mi capita quasi mai di trovare una ragazza che mi faccia muovere il cuore oltre gli "occhi", in genere sono abbastanza diretto e ci provo apertamente con discreta calma. Quindi è abbastanza palese il mio interesse. Tuttavia a volte la mia personalità viene fraintesa e più di una ragazza ha pensato che io ci stessi provando "facendo il simpatico" e comportandomi in un certo modo, quando poi in realtà ero semplicemente me stesso lontano da simili fini.

    Le donne aspie fanno mediamente più fatica sicché è come pensare di mettere un pilota inesperto alla guida di una Ferrari al confronto di un pilota esperto (maschio aspie donna nt).

    Le donne per loro natura non sono delle conduttrici e soprattutto hanno il peso di dare feedback al ragazzo che tenta di conoscerle. Senza dimenticare che sono più facilmente "raggirabili" in tal senso.
    Post edited by Sniper_Ops on
    Charade
  • luckyduckluckyduck Post: 512
    modificato luglio 2019
    Tipicamente se mi piace qualcuno faccio in modo di tralasciare tutto quello che poi mi occorrerà per capire quanto mi sono sbagliato.

    Quindi se ti trovi dietro uno che non ti piace e che poi ti detesta, forse è un Asperger.

    Però se davvero vuoi sapere se piaci ad un Asperger dovresti recuperare due informazioni basilari: una diagnosi ed una dichiarazione di gradimento. Se conosci un Asperger e vuoi sapere se gli piaci puoi chiederglielo.

    La faccenda dei segnali non la capisco granché. Anche perché se potessi avere vicino qualcuno che mi piace senza farglielo sapere lo preferirei. E non vedo come spiegare quale differenza passi fra un Asperger ed uno che non lo è, dato che la similitudine biologica e la diversità personale mi sembrano sommergere ogni tentativo di specificare quello che, per altro, andrebbe studiato statisticamente.

    Comunque se sfotto qualcuno, forse mi piace.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici