Salta il contenuto

Ecolalie come intervenire

Salve cari genitori,mio figlio che a breve compirà 4 anni, con nostra immensa gioia da poco più di tre mesi ha iniziato a parlare.
Con il linguaggio però si è palesata anche una ecolalia sia immediata ,che sta però scemando,che differita,che è quella che più mi preoccupa.
In particolare lui ripete frasi di cartoni oppure di libri,che sa ormai leggere da solo con molta padronanza e canzoncine.
L'ecolalia è più presente nei momenti di noia o comunque quando è lasciato da solo e non impegnato con un adulto in qualche attività.
Il supervisore ABA dice che non dobbiamo farglielo fare e quindi di distrarlo in qualche modo.
Capirete bene che ciò non è sempre possibile in quanto lavorando e dovendo badare a casa marito e figlio non posso sempre intervenire.
Voi avete esperienza in merito?
Si può ridurre?
Accetto consigli grazie.

damymammarosanna

Commenti

  • MareMare Post: 364
    Legge da solo nel senso che ricorda a memoria le frasi, o sa veramente leggere?
  • Mare ha detto:

    Legge da solo nel senso che ricorda a memoria le frasi, o sa veramente leggere?

    Sa leggere proprio, fluidamente come un adulto.

    mammarosanna
  • MareMare Post: 364
    Gli hanno gia somministrato la wppsi? Cioè il test per il q.i. per la sua età?
  • @chiocciolina prova a cercare il video di ask an autistic su you tube relativo all'ecolalia. Sono video di una ragazza autistica bravissima. Per Aba l'ecolalia deve essere ignorata mentre per altri approcci no. Questa ragazza spiega che l'ecolalia è un modo con il quale alcune persone nello spettro imparano a parlare. E non deve essere assolutamente bloccata. La terapista di mia figlia la pensa allo stesso modo. È comunque chiaro che deve essere analizzata attentamente nelle sue sfumature. C'è differenza tra ecolalia immediata e differita e soprattutto a volte può essere un modo per regolarsi, a volte per imparare il linguaggio, a volte per giocare a volte per riempire i vuoti.
    chiocciolinaclaluiLisaLaufeyson
  • Mare ha detto:

    Gli hanno gia somministrato la wppsi? Cioè il test per il q.i. per la sua età?

    No ,solo le matrici di Raven quando ancora non era verbale

  • MareMare Post: 364
    E che qi hanno stimato? Te lo dico perché il leggere fluentemente a 4 anni può essere un segno di plusdotazione. Che sarebbe un'ottima cosa, perché permette di compensare tantissimo l'autismo. Però se così fosse, e la certezza si ha solo con i test che si possono fare dai 6 anni, è opportuno che venga seguito da esperti in 2E, cioè esperti anche in plusdotazione, soprattutto da quando inizierà la primaria.
    chiocciolina
  • Le matrici di Raven non mi sembra calcolino il q.i.
    Ci sono dei grafici e lui è risultato al di sopra della media per il ragionamento fluido se non ricordo male al 75% percentile.
    Non sono però molto esperta in materia.
  • Preciso che all'epoca aveva appena tre anni e non era verbale
  • asia1234asia1234 Post: 260
    Se posso dirti ciò che penso e che questa benedetta aba e dico benedetta perché ci siamo passati anche noi e su molti aspetti e stata utilissima , purtroppo a volte a mio modesto parere sbaglia dei presupposti . Che tuo figlio a 4 anni abbia ecolalia non e di certo un problema sul quale dover impostare un intervento . Primo perché ha 4 anni e secondo perché a prescindere l ecolalia e utilissima per l acquisizone del linguaggio. Proprio l altro giorno dicevo a mia figlia .. perche ripeti?? Lei mi ha detto MI PIACE
    Io le ho spiegato che al di fuori gli altri si straniscono se la sentono ripetere e che se vuole farlo di farlo a bassa voce o nella sua mente .. comprendo perfettamente che questa cosa per noi che conosciamo lo spettro sia.un disagio ma posso assicurarti che al di fuori non e che sia una cosa che a 4 anni risalti così agli occhi. Con il tempo comprenderà a farlo ma nel momento e nel modo giusto .
    chiocciolinaSmeagol
  • adiadi Post: 199
    Ciao chiocciolina, che bello leggere che il tuo bimbo ha iniziato a parlare ...per quanto riguarda l ecolalia anche secondo la mia esperienza è un modo per imparare il linguaggio attraverso la ripetizione ed imitazione ...alcune volte lo usano per autoregolarsi o giocare quando si annoiano come ti ha già scritto gufomatto79 e condivido molto.
    Anche a noi ci è stato consigliato di non fermare mai o bloccare ma tutto il contrario . Non farlo sentire sbagliato od inopportuno ma dare un senso e far capire che tu lo ascolti e lo segui anche noi loro ragionamenti "strani per noi " ....Quando il mio bambino esce fuori con una delle sue ecolalie allora faccio i complimenti che si è ricordato di quella cosa o di quel particolare o di quel argomento ..E che anch io ricordo che è andata proprio così,ma che quella frase si riferiva a quella situazione di quella puntata li e che oggi invece è successo un altra cosa ...E così via provo a ragionare con lui ...alcune volte ci rido su senza dare minimamente peso
    chiocciolinaSmeagol
  • La cosa che mi spaventa è che sicuramente potrà farlo a scuola o in altri contesti sociali, l'ho immagino più grande preso in giro dai compagni di scuola...forse sto correndo troppo ma la cosa mi sta preoccupando.
    Nei vostri bambini è diminuita col tempo?
    Siete riuscite ad arginare il fenomeno?
  • @chiocciolina nel caso di mia figlia per adesso non è diminuita e i bimbi si accorgono. Quando è regolata non lo fa. All'asilo nella confusione e nei tempi lunghi delle attività chiaccherare tra sé immagino che le serva per regolarsi e calmarsi. L'obiettivo è allungare sempre di più i tempi di condivisione e relazione. Di certo imporle di smettere oltre che impossibile è deleterio e si ottiene l'effetto contrario.Per l'ecolalia immediata però è utile fare meno domande aperte possibile perché se il bimbo non ti ascolta tende a ripetere ciò che gli dici. Con il tempo mia figlia ha iniziato a cantare o a ballare le sue canzoni preferite. Ora che girano le pubblicità dei giochi in TV ripete i testi di quelle. Però ieri prima di arrivare al negozio di giocattoli mi ha chiesto esattamente il tipo di bambolina che voleva. E ce ne sono molte. La TV non fa bene e neanche i cartoni però i bimbi nello spettro hanno memoria ferrea e guardando, riguardando e ripetendo tra sé le cose che sentono e vedono anche in TV, memorizzano e poi riutilizzano a tempo debito. Giorni fa in terapia con un altro bimbo che era troppo irruento per mia figlia, lei esce dicendogli:Non fare il bullo! La terapista mi riferisce stupita e io penso subito ad una canzone che diceva così. È chiaro che parlare è un'altra cosa però se parto dal presupposto che per mia figlia è difficile parlare nel senso stretto del termine, l'utilizzo di frasi sentite nel contesto giusto e al momento giusto può essere un punto di partenza. Fino però a quando non sarà in relazione continua e costante, credo che l'ecolalia sarà sempre forte.
    chiocciolinaSmeagol
  • Mi è venuta in mente un'altra simpatica. In tutti questi 3 anni non saprei quante volte abbiamo girato per le strade dicendo aia figlia "c'è questo, c'è quello! Guarda! Wow!. Oggi era sul materassino a galleggiare con mio marito e mia figlia che beati non si erano accorti di nulla e canticchiavano e lei esce canticchiando con " E c'è anche una medusa! ". Mio marito lì per lì non pensa che sia qualcosa di contestuale. Dopo un attimo però si volta e vede una bella medusa viola! Per dire che tutto fa. Dai e dai, ripeti e canticchia, alla fine tutto serve.
    chiocciolinaSmeagol
  • Il fatto è che queste ecolalie lo isolano molto secondo me.
    Lui sta nel suo mondo e io ne soffro enormemente
  • sara79sara79 Post: 445
    Assolutamente non devi bloccare le ecolalie, deve capire a cosa serve parlare , cioè a comunicare, se ti dice il cielo è blu, tu fermati guarda in alto con lui e rispondi che si, il cielo oggi è blu, domani fallo notare tu a lui; cerca di capire se ripete la frase perché non ne comprende il senso o se non ha capito il significato di una parola e concretizza il più possibile quello che ti sta dicendo o riproponilo tu rivolto a qualcos’altro, fallo generalizzare. Le prime volte ripeterà spesso anche se ha capito, cerca di metterti nei suoi panni , puoi immaginare la sua felicità, il suo orgoglio nel saperlo fare?
    chiocciolinaSmeagol
  • MareMare Post: 364
    chiocciolina ha detto:

    Le matrici di Raven non mi sembra calcolino il q.i.
    Ci sono dei grafici e lui è risultato al di sopra della media per il ragionamento fluido se non ricordo male al 75% percentile.
    Non sono però molto esperta in materia.

    Le matrici di raven fanno parte dei test sul qi. Certo, da sole e somministrate a tre anni vogliono dire poco. Cioè credo servano solo ad escludere eventuali ritardi cognitivi.
    Io ti consiglierei, senza fretta, di farlo sottoporre a un vero test del qi, perché la plusdotazione cambia parecchie cose. Siccome il primo test veramente affidabile si fa dai sei anni e di solito è importante saperlo dalla primaria in poi, di tempo ne hai. Fai caso però se ti dirà che si annoia alla materna....
    chiocciolinaSmeagol
  • Mare ha detto:

    chiocciolina ha detto:

    Le matrici di Raven non mi sembra calcolino il q.i.
    Ci sono dei grafici e lui è risultato al di sopra della media per il ragionamento fluido se non ricordo male al 75% percentile.
    Non sono però molto esperta in materia.

    Le matrici di raven fanno parte dei test sul qi. Certo, da sole e somministrate a tre anni vogliono dire poco. Cioè credo servano solo ad escludere eventuali ritardi cognitivi.
    Io ti consiglierei, senza fretta, di farlo sottoporre a un vero test del qi, perché la plusdotazione cambia parecchie cose. Siccome il primo test veramente affidabile si fa dai sei anni e di solito è importante saperlo dalla primaria in poi, di tempo ne hai. Fai caso però se ti dirà che si annoia alla materna....</blockquote
    In che senso la plusdotazione cambia parecchie cose?
    Mi incuriosisce questo argomento,hai delle esperienze in merito?
    Ti vedo ferrata sull'argomento.
  • Ciao chiocciolina, io non mi sono mai preoccupata delle ecolalie di mio figlio (e ne ha fatte...) sono sparite da sole...
    chiocciolina
  • mammarosanna ha detto:

    Ciao chiocciolina, io non mi sono mai preoccupata delle ecolalie di mio figlio (e ne ha fatte...) sono sparite da sole...

    Brava ,io invece me ne preoccupo e forse lui lo percepisce
  • Forse la mia era solo ignoranza...non bravura
    Comunque di questo aspetto non mi sono preoccupata, anche perché ogni bambino nello spettro è diverso, e certi aspetti destano più preoccupazione di altri perché più vistosi, come nel nostro caso i manierismi e le stereotipie, che tuttora sono presenti in maniera forte.
    chiocciolinaSmeagol
Accedi oppure Registrati per commentare.