Salta il contenuto

Bambino oppositivo

Ciao, mio figlio ha quasi 7 anni e da quando ha tre anni ha una diagnosi di autismo di grado lieve
Il problema più è che è oppositivo
Da quando è piccolo, abbiamo sempre fatto tanta fatica a gestire i momenti in cui non ha voglia di fare qualcosa o stare in un posto
Ad esempio alla scuola materna, lanciava le scarpe e toglieva i calzini
Oggi ha cominciato il secondo anno della primaria e scappava continuamente dall'aula, come provocazione
Inoltre facciamo tanta fatica a convincerlo ad uscire di casa, per qualunque tipo di attività, sport, scuola, parco
Chiaramente con il lockdown la situazione è peggiorata
Mi piacerebbe avere qualche consiglio, testimonianza
damymammarosanna

Commenti

  • damydamy Post: 1,196
    Ciao, non tutti i bambini sono uguali, ma nel mio caso, abbiamo usato fermezza e autorevolezza. Ci vuole questo unito a tanto amore e pazienza.
    mammaconfusa80
  • Io scappavo dall’asilo, di casa.
    Perché pensate sia una protesta?

    Io non capivo perché dovessi stare in un luogo dove non avevo nulla da fare, pieno di rumore, di bambini che mi escludevano.

    Era tutto fuori che una protesta.
    Scappavo anche di casa... proprio perché continuavano a insistere su asilo... e non hanno mai pensato di spiegarmi perché lo facessero, come se fossi scema
    Smeagol
  • Ciao! Ho lo stesso problema con mio figlio che ha 8 anni e ci sto ancora lavorando. Dall'inizio della scuola primaria coi compiti la situazione è anche peggiorata. Bracci di ferro infiniti, ore perse a convincerlo con le buone finendo con le cattive! ho persino minacciato e poi buttato letteralmente un gioco per fargli capire che facevo sul serio e a minacce corrispondevano fatti... Ho ottenuto solo che i compiti li faceva ma senza impegnarsi e scrivendo malissimo...
    Ora sto iniziando coi rinforzi positivi, ma è una cosa da mettere in atto con criterio, perché se no si trasforma in un "gioco al rialzo" e non ne esci più... Inoltre il rinforzo dovrebbe variare e sparire col tempo..insomma dovete essere seguiti in questo secondo me..
    Dopo il capriccio, mai ricompense, tipo, se faceva storie per uscire noi promettevamo il gelato rinforzando il comportamento che volevamo eliminare...
    Per il premio bisogna aspettare il momento in cui si comporta bene spontaneamente... Che nel nostro caso era evento raro, ma accadeva, bisognava solo farci caso... Perché erano così tanti i momenti di scontro che eravamo incapaci di notare i pochi positivi che pure c'erano....
    Poi un'altra cosa è che nel nostro caso lui trovava molto "difficile" l'atto di vestirsi a causa della disprassia motoria che ha (cosa che gli crea anche disgrafia nei compiti) perciò è occorso (e occorre) un lavoro di rinforzo in quell'abilità... Fargli infilare elastici atteaverso bottiglie attaccate ad una base, fargli aprire scatole chiuse da bottoni e asole, impilare perline (saranno attività chr svolgerà sempre malvolentieri, ci vorranno rinforzi adeguati...)
    Inoltre a me hanno consigliato di fare insieme a lui un planning delle attività da concordare, cosa che io non sono mai riuscita a fare proprio perché ormai non ne vuole sentire parlare...



    Smeagolvera68
  • GrazGraz Post: 31

    mammarosanna ha detto:

    Ciao! Ho lo stesso problema con mio figlio che ha 8 anni e ci sto ancora lavorando. Dall'inizio della scuola primaria coi compiti la situazione è anche peggiorata. Bracci di ferro infiniti, ore perse a convincerlo con le buone finendo con le cattive! ho persino minacciato e poi buttato letteralmente un gioco per fargli capire che facevo sul serio e a minacce corrispondevano fatti... Ho ottenuto solo che i compiti li faceva ma senza impegnarsi e scrivendo malissimo...
    Ora sto iniziando coi rinforzi positivi, ma è una cosa da mettere in atto con criterio, perché se no si trasforma in un "gioco al rialzo" e non ne esci più... Inoltre il rinforzo dovrebbe variare e sparire col tempo..insomma dovete essere seguiti in questo secondo me..
    Dopo il capriccio, mai ricompense, tipo, se faceva storie per uscire noi promettevamo il gelato rinforzando il comportamento che volevamo eliminare...
    Per il premio bisogna aspettare il momento in cui si comporta bene spontaneamente... Che nel nostro caso era evento raro, ma accadeva, bisognava solo farci caso... Perché erano così tanti i momenti di scontro che eravamo incapaci di notare i pochi positivi che pure c'erano....
    Poi un'altra cosa è che nel nostro caso lui trovava molto "difficile" l'atto di vestirsi a causa della disprassia motoria che ha (cosa che gli crea anche disgrafia nei compiti) perciò è occorso (e occorre) un lavoro di rinforzo in quell'abilità... Fargli infilare elastici atteaverso bottiglie attaccate ad una base, fargli aprire scatole chiuse da bottoni e asole, impilare perline (saranno attività chr svolgerà sempre malvolentieri, ci vorranno rinforzi adeguati...)
    Inoltre a me hanno consigliato di fare insieme a lui un planning delle attività da concordare, cosa che io non sono mai riuscita a fare proprio perché ormai non ne vuole sentire parlare...



    ciao mammarosa,

    Ho notato anche io  che dall'inizio della primaria cioè lo scorso anno ,con il problema dei compiti ,la situazione è peggiorata , sia a scuola che a casa 

    è un compromesso continuo oppure una minaccia, e qualche volta risolviamo col premio.
     Ma non è che la situazione si possa dire mai del tutto distesa 
    senza parlare delle discussioni per uscire di casa per qualunque attivita, noi abbiamo provato con il planning ma non funziona ,e a volte le storie sociali non vuole neanche leggerle.si arrabbia!


    E questa cosa comincia a preoccuparmi perché noto   anche che a scuola nel momento in cui non c'è qualcuno che ha fermezza ,lui se ne approfitta e riesce persino a  fare quello che vuole 

    Ho letto del disturbo oppositivo provocatorio che a volte si associa al disturbo dello spettro (non so se corrisponde al suo caso perchè non ho un diagnosi precisa) ma mi sorge il dubbio che dovrebbe fare una terapia specifica 

    tu hai esperienza in questo senso? grazie intanto per il tuo racconto,finora ho conosciuto diversi bambini nello spettro,ma mai nessuno con questo comportamento così spiccato e parlarne mi aiuta senz'altro
  • GrazGraz Post: 31
    damy ha detto:

    Ciao, non tutti i bambini sono uguali, ma nel mio caso, abbiamo usato fermezza e autorevolezza. Ci vuole questo unito a tanto amore e pazienza.

    purtroppo nel nostro caso a volte la fermezza ha un effetto contro producente,nel senso che lui la interpreta come un muro contro muro,certo che non i puo essere morbidi ,la pazienza poi è indispensabile
    mammarosanna

  • ciao mammarosa,


    è un compromesso continuo oppure una minaccia, e qualche volta risolviamo col premio.
     Ma non è che la situazione si possa dire mai del tutto distesa 
    senza parlare delle discussioni per uscire di casa per qualunque attivita, noi abbiamo provato con il planning ma non funziona ,e a volte le storie sociali non vuole neanche leggerle.si arrabbia!

    Ho letto del disturbo oppositivo provocatorio che a volte si associa al disturbo dello spettro (non so se corrisponde al suo caso perchè non ho un diagnosi precisa) ma mi sorge il dubbio che dovrebbe fare una terapia specifica 

    tu hai esperienza in questo senso? grazie intanto per il tuo racconto,finora ho conosciuto diversi bambini nello spettro,ma mai nessuno con questo comportamento così spiccato e parlarne mi aiuta senz'altro


  • Sì anche io ho letto...
    In teoria i consigli che danno a riguardo sono sempre quelli...una volta ho visto un video che spiegava che, se anticipi il comportamento negativo, il bambino per reazione opposta si comporta nel modo in cui vorremmo..
    Ma col mio non sempre funziona...
    Se stiamo coi nonni, per convincerlo a venire a tavola, mio suocero gli diceva di non venire, che il piatto se lo sarebbe mangiato lui... Allora lui veniva di corsa... E mangiava..
    Con me e mio marito non funzionava ovviamente....
    A scuola stai attenta perché a volte le insegnanti lo portano fuori dall'aula quando si comporta male per sfuggire al compito, rinforzando il comportamento negativo...
    A me è successo con mio figlio... alla fine di marzo neppure l'insegnante di sostegno sapeva più cosa fare...
  • GrazGraz Post: 31
    mammarosanna ha detto:

    Sì anche io ho letto...
    In teoria i consigli che danno a riguardo sono sempre quelli...una volta ho visto un video che spiegava che, se anticipi il comportamento negativo, il bambino per reazione opposta si comporta nel modo in cui vorremmo..
    Ma col mio non sempre funziona...
    Se stiamo coi nonni, per convincerlo a venire a tavola, mio suocero gli diceva di non venire, che il piatto se lo sarebbe mangiato lui... Allora lui veniva di corsa... E mangiava..
    Con me e mio marito non funzionava ovviamente....
    A scuola stai attenta perché a volte le insegnanti lo portano fuori dall'aula quando si comporta male per sfuggire al compito, rinforzando il comportamento negativo...
    A me è successo con mio figlio... alla fine di marzo neppure l'insegnante di sostegno sapeva più cosa fare...

    Infatti temo che a scuola, con il cambio dell'insegnante di sostegno che nin lo conosce possano rinforzati alcuni comportamenti... Speriamo arrivi presto quella ufficiale, almeno iniziamo a lavorare tutti insieme, finché avrà un insegnante diverso al giorno è un disastro

    In bocca al lupo per il nuovo anno scolastico
  • In bocca al lupo anche a voi! Crepi il lupo!!
Accedi oppure Registrati per commentare.