Salta il contenuto

Valutazione del linguaggio

Ieri abbiamo effettuato il secondo incontro con un rinomato foniatra della mia città il quale mi ha detto che necessita ancora di un terzo incontro per poi avere la restituzione della valutazione.
Gli è stato somministrato il VB mapp.
Ma già ieri mi è stato accennato che mio figlio ha un "grave deficit della comprensione verbale".
Devo dire che mi sono sentita sprofondare a quelle parole, insomma non credevo il problema fosse così grave.
Mio figlio ha 4 anni e 8 mesi e ha iniziato a parlare circa un anno fa e ora fa frasi anche a volte articolate ma non corrette grammaticalmente, cioè a volte parla con verbo all'infinito ma non sempre oppure manca a volte il soggetto.
Per la comprensione mi sembrava ci fosse qualcosa che gli mancasse perché a volte non risponde alle mie domande però sa tantissime parole anche di uso poco frequente.
Ha iniziato a raccontare ciò che fa a scuola anche se in maniera stringata.
Spero che non abbia un ritardo mentale questa è la mia più grande paura anche se qualche mese fa gli fu fatto il test delle matrici di Raven e risultò un'intelligenza pienamente nella norma.
Ma quanto è attendibile questo test?
Il dottore dice che ad esempio se gli si chiede qual'é il cibo che più ti piace risponde ad es.polpette che corrisponde a verità ma se la domanda viene posta in maniera diversa tipo qual'é il tuo cibo preferito lui risponde ad esempio:sogliola ,che è non il suo cibo preferito ma l'ultima cosa che ha mangiato.
Altro esempio:se si chiede a mio figlio quanti anni hai lui risponde 4 che è giusto ma se si cambia si poco la struttura della frase per esempio allora mi dici quanti anni hai ?lui risponde a casaccio.
Secondo il dottore è come se avesse imparato la risposta per quella precisa domanda tipo un copione.
Questo deficit del linguaggio ricettivo oltre che espressivo mi ha demoralizzata parecchio,si potrà recuperare?
Scusate la lungaggine.

Commenti

  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Post: 210
    modificato 19 aprile
    Si può recuperare ma probabilmente sarà lunga, quindi niente demoralizzazione perchè avrai bisogno di tutte le energie necessarie e soprattutto di positività!
    A mio figlio diagnosticarono anche problemi di comprensione del linguaggio semantico (non pragmatico che è un classico).
    Ci si rende conto che imparano le cose alla lettera, a memoria ed in un solo contesto svincolato dal resto e non riescono a generalizzare (che è un po' quello che hai raccontato), hanno difficoltà ad esempio a capire che una parola può avere più di un significato, inoltre nel nostro caso lui non conosce il significato di parole anche banali e che un bimbo di 3 anni già sa, alle volte mi cadono proprio le braccia.
    Quando legge so già che non capirà del tutto il testo e devo mettermi lì a chiedergli se conosce tutte le parole che ha letto. La logopedista ci fa tenere una sorta di vocabolario ed ogni volta che approfondiamo una parola ce la fa aggiungere lì (questo per la semantica).
    Comunque per dire, siamo a 10 anni e nel nostro caso facciamo ancora logopedia (adesso 1 volta a settimana in passato 2 volte).
    Nel tuo caso, visto che sei seguita molto bene ed interverrai presto potrebbe essere più veloce!!
    P.S.
    Dimenticavo, questo non vuol dire che tuo figlio abbia lo stesso tipo di problema eh, dovrai vedere cose scrive lo specialista, scusami ma ho scritto di getto prima di entrare a lavoro
    chiocciolinamammaconfusa80riot
  • Rileggendo, nell'esempio del cibo che hai fatto sopra, prova a chiedergli se sa cosa vuol dire "preferito", ho decine di esempi in cui il problema era proprio che nella domanda riformulata lui non conoscesse il significato di una parola (per noi banale e scontata) ed allora rispondeva a caso interpretando in modo errato, non ti sorprendere se fosse questo il problema.
    Per il ritardo ho avuto lo stesso terrore, ma sei una mamma attenta e col tempo riuscirai a distinguere se le difficoltà derivano dal linguaggio o da altro, concentrati sui ragionamenti (idonei all'età chiaramente) se li fa e cade solo per la comprensione (anche banalmente!) non preoccuparti più di tanto, sai dove lavorare.
    Anche se la parte del linguaggio è inclusa in alcuni test di valutazione delle capacità cognitive (vedi Wisc IV) e quindi fa parte dell'intelligenza, infatti a mio figlio è uscito un punteggio basso, è caduto proprio sul linguaggio, almeno lo so e so dove lavorare, a questo servono i test, non certo a dirti se tuo figlio è in un modo o in un altro (voglio evitare parole specifiche)
    chiocciolina
  • AlexDAlexD Post: 17
    Si esatto è proprio questo il problema. La comprensione della frase è legata al significato delle singole parole. Più la frase o domanda è lunga e più fanno fatica.
    Ieri mio figlio cercava la palla. Gli ho detto: "vai in cucina, è in una borsa vicino al termosifone"
    E' andato in cucina e ha preso la borsa della mamma e me l'ha portata perché era convinto che fosse li dentro.
    Molto probabile la parola termosifone l'ha portato fuori strada, cioè non sapendo cosa significa lui è andato in cucina e ha preso la prima borsa che ha visto... non si è diretto verso il termosifone.
    Purtroppo questo è il grosso guaio del disturbo, più di ogni altra cosa ... ma penso che ci si possa lavorare e col tempo migliorare...
    chiocciolina
  • Si in effetti i vostri esempi sono calzanti.
    Non ho avuto ancora la relazione definitiva per cui vi aggiornerò ma sembra che il problema sia proprio quello che descrivete .
    riot
  • @Terra_di_Mezzo il problema che ha tuo figlio è uguale al mio, la semantica è più compromessa della pragmatica, difficilmente trovavo affinità con altri genitori.
    Terra_di_Mezzo
  • AlexDAlexD Post: 17
    mammaconfusa80 ha detto:

    @Terra_di_Mezzo il problema che ha tuo figlio è uguale al mio, la semantica è più compromessa della pragmatica, difficilmente trovavo affinità con altri genitori.

    si è così per tutti. il problema è l'apprendimento che è mnemonico ...questo condiziona sia la comprensione che l'espressione... però penso che col tempo si possa migliorare molto...
    chiocciolinamammaconfusa80
  • @chiocciolina, non voglio minimizzare il problema, ma io ho sentito tanti bambini NT sbgaliare la loro età a 4 anni, indicare un numero e dirne un altro, e @AlexD, dopo una indicazione così dettagliata non capire a 3 anni dove si trovi la palla, o un oggetto in genere. Non stiamo esagerando? Fermiamoci a comprendere dove sono deficitari rispetto ai coetanei, la strada è già lunga e tortuosa, poi verranno le piccolezze. Chiocciolina, è piccolo, ricordiamoci ogni tanto che sono piccoli. e infine se li faremo analizzare su ogni aspetto non consono, accumuleremo infinite diagnosi. Dobbiamo anche difenderci, difendere la nostra salute mentale : non possiamo analizzare i nostri bambini con una lente d'ingrandimento. Sarebbero tutti perfetti gli altri bimbi NT? Ne siamo certi? 
    betmammaconfusa80
  • betbet Post: 357
    Concordo su tutto!
  • bigjoebigjoe Post: 123
    Mi inserisco pure io nella discussione. Abbiamo fatto una riunione con il centro che segue mio figlio ( 3 gg psicomotricità e 3 gg logopedia) ed ho avuto pure io la mazzata della comprensione del linguaggio. In effetti ci hanno detto che appena al bambino viene fatta una richiesta un po' più articolata si perde. Attualmente ha da qualche gg compiuto 3 anni e dice 4/5 parole oltre a diversi vocalizzi. Procederemo ad integrare l intervento terapeutico privatamente anche se tra centro,asilo e intervento di noi genitori a casa già è molto impegnato
    chiocciolina
  • LinnaLinna Post: 309
    chiocciolina ha detto:

    Ieri abbiamo effettuato il secondo incontro con un rinomato foniatra della mia città il quale mi ha detto che necessita ancora di un terzo incontro per poi avere la restituzione della valutazione.
    Gli è stato somministrato il VB mapp.
    Ma già ieri mi è stato accennato che mio figlio ha un "grave deficit della comprensione verbale".
    Devo dire che mi sono sentita sprofondare a quelle parole, insomma non credevo il problema fosse così grave.
    Mio figlio ha 4 anni e 8 mesi e ha iniziato a parlare circa un anno fa e ora fa frasi anche a volte articolate ma non corrette grammaticalmente, cioè a volte parla con verbo all'infinito ma non sempre oppure manca a volte il soggetto.
    Per la comprensione mi sembrava ci fosse qualcosa che gli mancasse perché a volte non risponde alle mie domande però sa tantissime parole anche di uso poco frequente.
    Ha iniziato a raccontare ciò che fa a scuola anche se in maniera stringata.
    Spero che non abbia un ritardo mentale questa è la mia più grande paura anche se qualche mese fa gli fu fatto il test delle matrici di Raven e risultò un'intelligenza pienamente nella norma.
    Ma quanto è attendibile questo test?
    Il dottore dice che ad esempio se gli si chiede qual'é il cibo che più ti piace risponde ad es.polpette che corrisponde a verità ma se la domanda viene posta in maniera diversa tipo qual'é il tuo cibo preferito lui risponde ad esempio:sogliola ,che è non il suo cibo preferito ma l'ultima cosa che ha mangiato.
    Altro esempio:se si chiede a mio figlio quanti anni hai lui risponde 4 che è giusto ma se si cambia si poco la struttura della frase per esempio allora mi dici quanti anni hai ?lui risponde a casaccio.
    Secondo il dottore è come se avesse imparato la risposta per quella precisa domanda tipo un copione.
    Questo deficit del linguaggio ricettivo oltre che espressivo mi ha demoralizzata parecchio,si potrà recuperare?
    Scusate la lungaggine.

    @.Chiocciolina.
    A mio figlio nel percorso del anni erano somministrate:Wisc,Matrici progressive di Raven,Leiter.
    Tutto nella norma.
    "Prendere alla lettera ".E normale.
    Mio figlio quando era piccolo succedeva che
    quando gli dicevo:"vai a mettere vestiti " gli indossava sopra la pigiama.
    Bastava semplicemente a spiegare.
    Lui non ha avuto nessun ritardo nel sviluppo e linguaggio.
    Te lo dico questo,perché non devi allarmarsi.
    Capita spesso che, specialisti hanno un linguaggio loro. Tecnico.
    Ma non vuol dire che tuo figlio e grave.
    Proseguire con le terapie si.Ma non dimenticare che anche crescita e una forza.
    chiocciolinamammaconfusa80mammarosanna
  • mariadimagda ha detto:

    @chiocciolina, non voglio minimizzare il problema, ma io ho sentito tanti bambini NT sbgaliare la loro età a 4 anni, indicare un numero e dirne un altro, e @AlexD, dopo una indicazione così dettagliata non capire a 3 anni dove si trovi la palla, o un oggetto in genere. Non stiamo esagerando? Fermiamoci a comprendere dove sono deficitari rispetto ai coetanei, la strada è già lunga e tortuosa, poi verranno le piccolezze. Chiocciolina, è piccolo, ricordiamoci ogni tanto che sono piccoli. e infine se li faremo analizzare su ogni aspetto non consono, accumuleremo infinite diagnosi. Dobbiamo anche difenderci, difendere la nostra salute mentale : non possiamo analizzare i nostri bambini con una lente d'ingrandimento. Sarebbero tutti perfetti gli altri bimbi NT? Ne siamo certi? 

    In parte concordo sul fatto che i nostri figli siano sempre sotto la lente d'ingrandimento e che magari la crescita potrà in parte aiutarli a colmare qualche lacuna.
    D'altro canto sono sempre stata una di quelle mamme che preferisce sapere per poter agire piuttosto che non sapere e sperare,forse sbaglio?
    Non so solo il tempo potrà dirlo.
    Ti ringrazio per avermi fatto riflettere su questo aspetto,ne terrò conto per non abbattermi troppo.

  • bigjoe ha detto:

    Mi inserisco pure io nella discussione. Abbiamo fatto una riunione con il centro che segue mio figlio ( 3 gg psicomotricità e 3 gg logopedia) ed ho avuto pure io la mazzata della comprensione del linguaggio. In effetti ci hanno detto che appena al bambino viene fatta una richiesta un po' più articolata si perde. Attualmente ha da qualche gg compiuto 3 anni e dice 4/5 parole oltre a diversi vocalizzi. Procederemo ad integrare l intervento terapeutico privatamente anche se tra centro,asilo e intervento di noi genitori a casa già è molto impegnato

    bigjoe il tuo bambino è in effetti tanto piccolo che ha enormi margini di miglioramento,mio figlio all'età del tuo era muto.
    Hai già pensato a quale intervento vorresti aggiungere privatamente?

  • bigjoebigjoe Post: 123
    chiocciolina ha detto:

    bigjoe ha detto:

    Mi inserisco pure io nella discussione. Abbiamo fatto una riunione con il centro che segue mio figlio ( 3 gg psicomotricità e 3 gg logopedia) ed ho avuto pure io la mazzata della comprensione del linguaggio. In effetti ci hanno detto che appena al bambino viene fatta una richiesta un po' più articolata si perde. Attualmente ha da qualche gg compiuto 3 anni e dice 4/5 parole oltre a diversi vocalizzi. Procederemo ad integrare l intervento terapeutico privatamente anche se tra centro,asilo e intervento di noi genitori a casa già è molto impegnato

    bigjoe il tuo bambino è in effetti tanto piccolo che ha enormi margini di miglioramento,mio figlio all'età del tuo era muto.
    Hai già pensato a quale intervento vorresti aggiungere privatamente?

    Ciao. Noi siamo di Napoli e siamo seguiti al Policlinico, quindi dobbiamo fare una valutazione con la npi che lo ha in carico. Il bambino già è impegnato molto tra asilo, 3 ore di logopedia e 3 ore di psicomotricità a settimana Io ovviamente non sono l'esperto ma con l'equipe di terapisti credo si voglia procedere o integrando un aiuto all'asilo in quanto a detta sempre dei terapisti difetta in socializzazione (anche se lui va molto volentieri e le maestre non ci segnalano problemi) o un aiuto anche a domicilio. Io ci voglio vedere chiaro perchè è da un anno che fa psicomotricità e non è che ho visto tutti sti grandi miglioramenti. Quindi o forse le ore dedicate sono poche o è stata sbagliata la terapia
    chiocciolina
  • Anche il mio ha in una delle ultime relazioni la dicitura "compromissione della comprensione del linguaggio"... Tanto che le maestre si sono dimostrate sorprese...
    Ha imparato a parlare nei tempi giusti ma usa il linguaggio a volte in maniera poco funzionale...
    Comunque sono d'accordo con @Linna.
    chiocciolina
  • bigjoe ha detto:

    chiocciolina ha detto:

    bigjoe ha detto:

    Mi inserisco pure io nella discussione. Abbiamo fatto una riunione con il centro che segue mio figlio ( 3 gg psicomotricità e 3 gg logopedia) ed ho avuto pure io la mazzata della comprensione del linguaggio. In effetti ci hanno detto che appena al bambino viene fatta una richiesta un po' più articolata si perde. Attualmente ha da qualche gg compiuto 3 anni e dice 4/5 parole oltre a diversi vocalizzi. Procederemo ad integrare l intervento terapeutico privatamente anche se tra centro,asilo e intervento di noi genitori a casa già è molto impegnato

    bigjoe il tuo bambino è in effetti tanto piccolo che ha enormi margini di miglioramento,mio figlio all'età del tuo era muto.
    Hai già pensato a quale intervento vorresti aggiungere privatamente?

    Ciao. Noi siamo di Napoli e siamo seguiti al Policlinico, quindi dobbiamo fare una valutazione con la npi che lo ha in carico. Il bambino già è impegnato molto tra asilo, 3 ore di logopedia e 3 ore di psicomotricità a settimana Io ovviamente non sono l'esperto ma con l'equipe di terapisti credo si voglia procedere o integrando un aiuto all'asilo in quanto a detta sempre dei terapisti difetta in socializzazione (anche se lui va molto volentieri e le maestre non ci segnalano problemi) o un aiuto anche a domicilio. Io ci voglio vedere chiaro perchè è da un anno che fa psicomotricità e non è che ho visto tutti sti grandi miglioramenti. Quindi o forse le ore dedicate sono poche o è stata sbagliata la terapia
    Anche noi siamo di Napoli e siamo seguito dal dottor Frolli.
    Anche se adesso vorrei fargli fare tutti i controlli al Santo Bono.
  • bigjoebigjoe Post: 123
    mammarosanna ha detto:


    chiocciolina ha detto:

    bigjoe ha detto:

    chiocciolina ha detto:

    bigjoe ha detto:

    Mi inserisco pure io nella discussione. Abbiamo fatto una riunione con il centro che segue mio figlio ( 3 gg psicomotricità e 3 gg logopedia) ed ho avuto pure io la mazzata della comprensione del linguaggio. In effetti ci hanno detto che appena al bambino viene fatta una richiesta un po' più articolata si perde. Attualmente ha da qualche gg compiuto 3 anni e dice 4/5 parole oltre a diversi vocalizzi. Procederemo ad integrare l intervento terapeutico privatamente anche se tra centro,asilo e intervento di noi genitori a casa già è molto impegnato

    bigjoe il tuo bambino è in effetti tanto piccolo che ha enormi margini di miglioramento,mio figlio all'età del tuo era muto.
    Hai già pensato a quale intervento vorresti aggiungere privatamente?

    Ciao. Noi siamo di Napoli e siamo seguiti al Policlinico, quindi dobbiamo fare una valutazione con la npi che lo ha in carico. Il bambino già è impegnato molto tra asilo, 3 ore di logopedia e 3 ore di psicomotricità a settimana Io ovviamente non sono l'esperto ma con l'equipe di terapisti credo si voglia procedere o integrando un aiuto all'asilo in quanto a detta sempre dei terapisti difetta in socializzazione (anche se lui va molto volentieri e le maestre non ci segnalano problemi) o un aiuto anche a domicilio. Io ci voglio vedere chiaro perchè è da un anno che fa psicomotricità e non è che ho visto tutti sti grandi miglioramenti. Quindi o forse le ore dedicate sono poche o è stata sbagliata la terapia
    Anche noi siamo di Napoli e siamo seguito dal dottor Frolli.
    Anche se adesso vorrei fargli fare tutti i controlli al Santo Bono.
    ti ho scritto un msg in pvt
  • sunskysunsky Post: 246
    @chiocciolina so che non c'è nulla che si possa dire qua per toglierti l'angoscia ma posso solo portare la mia esperienza: all'età di tuo figlio la mia non prestava proprio attenzione alle parole. Non ha mai avuto problemi importanti di comprensione ma la vedevo che era sempre distratta a pensare ad altro. E questo penso abbia influenzato la sua valutazione. Oggi fa la seconda, senza sostegno e sappiamo della sua valutazione solo noi genitori. Nell'ultimo incontro con le maestre (una settimana fa) ci hanno detto che è bravissima in tutte le materie, attenta, gentile e molto rispettosa. Alla materna la sua insegnante ci aveva chiesto di attivare il sostegno perché non ce l'avrebbe mai fatta senza. Ma dentro di me sapevo io la verità anche se questa era appesantita da mille paure. Cerchi di seguire quella voce che ti dice che non è così grave come una persona che lo vede 3 volte possa pensare. Offrirgli tutto il supporto necessario ma il tuo figlio lo conosci solo tu. Con la crescita per i bambini con intelligenza normale queste difficoltà si attenuano. Forza e coraggio !
    chiocciolinamammaconfusa80mariadimagdabetmammarosanna
  • AlexDAlexD Post: 17
    mariadimagda ha detto:

    @chiocciolina, non voglio minimizzare il problema, ma io ho sentito tanti bambini NT sbgaliare la loro età a 4 anni, indicare un numero e dirne un altro, e @AlexD, dopo una indicazione così dettagliata non capire a 3 anni dove si trovi la palla, o un oggetto in genere. Non stiamo esagerando? Fermiamoci a comprendere dove sono deficitari rispetto ai coetanei, la strada è già lunga e tortuosa, poi verranno le piccolezze. Chiocciolina, è piccolo, ricordiamoci ogni tanto che sono piccoli. e infine se li faremo analizzare su ogni aspetto non consono, accumuleremo infinite diagnosi. Dobbiamo anche difenderci, difendere la nostra salute mentale : non possiamo analizzare i nostri bambini con una lente d'ingrandimento. Sarebbero tutti perfetti gli altri bimbi NT? Ne siamo certi? 

    L'intento del mio post era quello di far capire che se il bambino non conosce il significato di tutte le parole che compongono la domanda è normale che si perda; non era quello di analizzare mio figlio o di trasmettere negatività.
    Io non faccio quasi mai domande a mio figlio perché una risposta positiva o un comando eseguito non mi consolerebbe ... l'obiettivo principale resta la sua serenità al fine di eliminare i comportamenti disfunzionali... poi viene il resto ...
    sunsky ha detto:

    @chiocciolina so che non c'è nulla che si possa dire qua per toglierti l'angoscia ma posso solo portare la mia esperienza: all'età di tuo figlio la mia non prestava proprio attenzione alle parole. Non ha mai avuto problemi importanti di comprensione ma la vedevo che era sempre distratta a pensare ad altro. E questo penso abbia influenzato la sua valutazione. Oggi fa la seconda, senza sostegno e sappiamo della sua valutazione solo noi genitori. Nell'ultimo incontro con le maestre (una settimana fa) ci hanno detto che è bravissima in tutte le materie, attenta, gentile e molto rispettosa. Alla materna la sua insegnante ci aveva chiesto di attivare il sostegno perché non ce l'avrebbe mai fatta senza. Ma dentro di me sapevo io la verità anche se questa era appesantita da mille paure. Cerchi di seguire quella voce che ti dice che non è così grave come una persona che lo vede 3 volte possa pensare. Offrirgli tutto il supporto necessario ma il tuo figlio lo conosci solo tu. Con la crescita per i bambini con intelligenza normale queste difficoltà si attenuano. Forza e coraggio !

    La distrazione è una cosa, non capire cosa una persona ti dice è un'altra.
    Se non ha bisogno del sostegno non ha niente. In questo post credo si parli di problemi seri di comunicazione e linguaggio
  • betbet Post: 357
    Non sono proprio d accordo sull affermazione " se non ha sostegno non ha niente" . Mio figlio non ha sostegno ma ha le sue difficoltà! Io credo che il post @sunsky sia una bella testimonianza di come a volte le situazioni evolvano in modo positivo. Quindi sicuramente un'iniezione di ottimismo ! Poi ognuno conosce da vicino la sua realtà e sa qual è la strada migliore...
  • sunskysunsky Post: 246
    modificato 22 aprile
    Volevo solo dirle di seguire il suo istinto di madre in quanto è l'unica che conosce il suo figlio. Se a lei non sembrava cosi grave come prospettato dal foniatra sarà cosi. Ci deve lavorare come da indicazioni dei professionisti ma non si deve demoralizzare perché a lungo andare avrà ragione lei.
    chiocciolina
  • sunsky ha detto:

    Volevo solo dirle di seguire il suo istinto di madre in quanto è l'unica che conosce il suo figlio. Se a lei non sembrava cosi grave come prospettato dal foniatra sarà cosi. Ci deve lavorare come da indicazioni dei professionisti ma non si deve demoralizzare perché a lungo andare avrà ragione lei.

    Io vedo i limiti nella comprensione del linguaggio e non posso negarli però vedo anche seppur lenti dei miglioramenti .
    Poi vorrei sottoporvi un dubbio,mio figlio fino ad un anno fa non parlava era muto solo lallazione.
    Mi chiedevo se un bambino ha iniziato a parlare solo un anno fa credo che anche la comprensione sia limitata, cioè la comprensione del linguaggio è anche il frutto di uno scambio comunicativo e non solo di un ascolto passivo.
    Siete d'accordo?
  • claluiclalui Post: 899
    Si e no chiocciolina. Nel senso che sicuramente più parlano più ascoltano più dialogano più comprendono. Ma. Come ti ha detto @Terra_di_Mezzo molto gioca la generalizzazione e altrettanto la rigidità.
    Ti racconto un episodio divertente di qualche anno fa. Mio figlio aveva rovesciato sul letto delle carte da una scatolone. Un caos assurdo. Io arrabbiata gli dissi “tieni fuori quello che ti serve e metti a posto il resto” lui seleziono’ alcune immagini e le andò a mettere in giardino! Aveva interpretato quel “tieni fuori” alla lettera!
    Potrei raccontarvene milioni come questa, a volte esilaranti, a volte molto meno.
    Inutile dirti che migliorano con il tempo e molto con la scuola. Il nostro sforzo deve essere di non dare per scontato che conoscano tutte le parole di una frase anche se sono di uso comune e di porgli le stesse domande in maniera ogni volta differente.
    Ricordo, per esempio, che mio figlio se gli si chiedeva”quando è il tuo compleanno?” Rispondeva correttamente. Immagina il mio stupore quando in prima elementare la maestra mi riprese perché non glielo avevo insegnato. Fu così che scoprì che se gli chiedevi”quando sei nato?” Non lo sapeva. Non sapeva che il compleanno era il giorno della nascita. E in effetti credo che non glielo avessi mai detto, lo davo per scontato.
    Ci vuole molta pazienza e tempo ma non sono ostacoli insormontabili.


    mammarosannachiocciolinabetLinnaTerra_di_Mezzo
  • clalui ha detto:

    Si e no chiocciolina. Nel senso che sicuramente più parlano più ascoltano più dialogano più comprendono. Ma. Come ti ha detto @Terra_di_Mezzo molto gioca la generalizzazione e altrettanto la rigidità.
    Ti racconto un episodio divertente di qualche anno fa. Mio figlio aveva rovesciato sul letto delle carte da una scatolone. Un caos assurdo. Io arrabbiata gli dissi “tieni fuori quello che ti serve e metti a posto il resto” lui seleziono’ alcune immagini e le andò a mettere in giardino! Aveva interpretato quel “tieni fuori” alla lettera!
    Potrei raccontarvene milioni come questa, a volte esilaranti, a volte molto meno.
    Inutile dirti che migliorano con il tempo e molto con la scuola. Il nostro sforzo deve essere di non dare per scontato che conoscano tutte le parole di una frase anche se sono di uso comune e di porgli le stesse domande in maniera ogni volta differente.
    Ricordo, per esempio, che mio figlio se gli si chiedeva”quando è il tuo compleanno?” Rispondeva correttamente. Immagina il mio stupore quando in prima elementare la maestra mi riprese perché non glielo avevo insegnato. Fu così che scoprì che se gli chiedevi”quando sei nato?” Non lo sapeva. Non sapeva che il compleanno era il giorno della nascita. E in effetti credo che non glielo avessi mai detto, lo davo per scontato.
    Ci vuole molta pazienza e tempo ma non sono ostacoli insormontabili.
    Grazie clalui, è proprio ciò che succede a mio figlio.
    L'altro giorno disegnó un omino e mio marito gli disse:fagli anche due capelli ,lui gli disegnó precisamente 2 capelli in testa, proprio alla lettera.

    claluibetLinnaTerra_di_Mezzomammarosanna
  • betbet Post: 357
    Dove ti sei fatto male tom? Al tavolo
    claluimariadimagdaLinnaTerra_di_Mezzomammarosanna
  • betbet Post: 357
    Comunque io adoro mio figlio quando interpreta male e mi dice: eh però mamma ti devi spiegare meglio!!! Così non si capisce@
    chiocciolinamariadimagdaLinna
  • bet ha detto:

    Dove ti sei fatto male tom? Al tavolo

    Anche mio figlio risponde uguale...

    X_X
    claluibet
  • betbet Post: 357
    Per dovere di cronaca. Lo hanno sempre detto anche i miei altri 2 figli
    chiocciolinamariadimagdaLinna
Accedi oppure Registrati per commentare.