Salta il contenuto

Il trasferimento dei dati nella nuova versione del forum, per motivi di sicurezza ha richiesto un reset delle password.

Per accedere al proprio account richiedere una nuova password a questo link e seguire le istruzioni inviate via e-mail


Tutto è il contrario di tutto

Dopo la diagnosi asperger di mio figlio maggiore 9 anni ho iniziato ad informarmi leggere e cercare di capire ma alla fine sono sempre più confusa. Mio figlio non ha mai fatto alcun tipo di "terapia" e neanche adesso sta facendo niente. Il suo problema maggiore è un' intolleranza al mondo. Mi spiego meglio: si innervosisce per un niente, si urta di tutto, tutti dopo poco lo fanno innervosire per qualcosa ... è una corda di violino! ...e noi genitori ci troviamo a barcamenarci tra il vecchio bastone e carota. Cerchiamo di punire gli eccessi, di parlare per fargli capire, di forzarlo su alcune cose che lui rifiuta, di dirgli che lo amiamo sempre e comunque, ignoriamo i piccoli capricci... ma alla fine non sappiamo mai se stiamo facendo bene o no. E anche lui secondo me è confuso: vado bene così oppure no? E in effetti, va bene così??? No, non direi. Fosse per lui starebbe tutto il giorno a fare i cavoli suoi: tv, lego, nintendo e poco altro...forzarlo ? Assecondarlo? Cosa è giusto?

Commenti

  • LupaLupa Post: 633
    Io ero così, ma senza diagnosi. I miei, pensandomi semplicemente introversa e con un caratteraccio, si sono barcamenati tra l'impormi cose che non tolleravo e l'assecondare le mie idiosincrasie, un po' seguendo il loro sentire, un po' prendendo come misura gli altri bambini miei coetanei. Ho sofferto per le imposizioni, ma allo stesso tempo ringrazio per averle ricevute perché se ora so stare nelle situazioni, anche quando non mi piacciono, è perché sono stata costretta ad allenarmi. Ogni bambino è a sé e non è detto che ciò che valeva per me valga anche per tuo figlio, ma credo che solo voi genitori possiate trovare la giusta misura sia nel forzarlo che nell'assecondarlo, magari anche sbagliando e aggiustando il tiro di volta in volta.
    PS: sono ancora intollerante al mondo, ma ora ci so stare e posso decidere autonomamente se e cosa affrontare anche grazie alle competenze forzatamente acquisite.
    betBlunottesunsky
Accedi oppure Registrati per commentare.