Salta il contenuto
Evento online per i 10 anni di Spazio Asperger

Relazione Con Un Neurotipico

Ciao, convivo con un neurotipico, ci siamo sempre trovati abbastanza bene, in quanto è una persona molto organizzata ed abbiamo interessi in comune ma da quando è arrivata la notizia della mia diagnosi temo che lui abbia difficoltà a comprendermi, e lo anche posso capire, anche se un minimo di sforzo da parte sua ci vorrebbe, in quanto,a suo tempo, gli avevo fatto leggere vari articoli sull'Asperger in cui era spiegato tutto per bene, testimonianze, miei racconti passati ed è venuto con me dallo psicologo che mi segue alla consegna della relazione finale del percorso diagnostico,mi chiedo: più di così cosa devo fare? Qualcuno in una situazione simile ci è passato e come avete agito? 
Grazie a chi mi risponderà.  
betLinna

Commenti

  • Ciao, ma in cosa lui non si sforza a capirti? Ne avete parlato?
  • ClaraDiLuna ha detto:
    Ciao, ma in cosa lui non si sforza a capirti? Ne avete parlato?
    Non capisce quando e cosa mi fa star male, non mi viene incontro nemmeno se glielo spiego, è una persona che minimizza molto e se glielo faccio notare mi dice che non è vero,  però l'impressione che mi da è quella! Per lui i miei sovraccarichi sono per problemi inutili a suo dire, che non devo farne un dramma, forse cerca di farmi capire che posso superarli, però un minimo di comprensione ed aiutarmi a gestirlo in un altro modo sarebbe meglio... 
    Pulpetz
  • ClaraDiLunaClaraDiLuna Post: 120
    alexandra89 ha detto:
    ClaraDiLuna ha detto:
    Ciao, ma in cosa lui non si sforza a capirti? Ne avete parlato?
    Non capisce quando e cosa mi fa star male, non mi viene incontro nemmeno se glielo spiego, è una persona che minimizza molto e se glielo faccio notare mi dice che non è vero,  però l'impressione che mi da è quella! Per lui i miei sovraccarichi sono per problemi inutili a suo dire, che non devo farne un dramma, forse cerca di farmi capire che posso superarli, però un minimo di comprensione ed aiutarmi a gestirlo in un altro modo sarebbe meglio... 
    Prova a fargli capire la differenza tra problema percepito da neurotipico e problema percepito da neurodiverso, ovvero vienigli tu incontro nel capire e accettare che per lui trovarsi un libro spostato (esempio a caso) non sia "oggettivamente" un problema, ma spiegagli il perché e il percome per te invece lo sia, vivendo le cose in modo diverso da lui.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici