Salta il contenuto

valutazione sindrome di Asperger

Buonasera a tutti,
sono nuova del forum, volevo chiedere  se potete aiutarmi ad indicarmi il percorso da fare per avere una valutazione della sindrome di Asperger per  un adulto.
Occorre rivolgersi alla propria ASL di competenza oppure ad un professionista privato? Psicologo , psichiatra, psicoterapeuta? In quest'ultimo caso esiste una lista di professionisti esperti in questo tipo di valutazione? Dove posso trovarla?
Grazie mille. saluti

Commenti

  • inconscioinconscio Post: 343
    Nella mia città qualunque terapeuta con cui ho parlato nell'ultimo periodo mi ha risposto che non ho sicuramente l'autismo e che sono solo un po' timida, non mi hanno nemmeno fatto dire perchè penso di avere l'autismo. E questo perchè tutti i ragazzi insicuri, non fatemi dire sfigati, che vanno da loro pretendono di avere l'autismo per aumentare l'autostima dando un nome ai loro insuccessi sociali. E io ho i punteggi oltre soglia a tutti i test che ho fatto. Non immagino cosa dicano a chi l'autismo non ce l'ha nemmeno. E fare una terapia efficace sarà difficile finchè non mi daranno una diagnosi, ma si lotta anche per questo.
    Non ti ho risposto, scusa non ne ho idea, io parlo di terapeuti normali.
    cinziabluCarmelo
  • Andrebbe bene sia nella propria ASL che da uno privato,  ma il problema è che nelle ASL non tutti sono preparati a diagnosticare l'autsimo "lieve" o Asperger in età adulta, e potrebbero appunto dirti che è solo timidezza. Pertanto è meglio rivolgersi ad uno privato che si sa in principio che sia preparato a diagnosticare l'autismo. Io credo che chiedere al professionista dove si rivolge, o al centro, o alla propria ASL se siano preparati non è una cattiva idea. Probabilmente uno più anziano bollerà tutto come timidezza, perché ancorato alla vecchia definizione che autismo equivale ad autismo classico con disabilità intellettiva, e dal momento in cui circa il 75% (spero di non errare la statistica) degli autistici non è così allora per lui potresti non essere autistico. Uno più giovane e più preparato alle recenti svolte diagnostiche sarà sicuramente più aperto. Nel caso in cui non sia preparato, come è successo a me, saprà sicuramente indirizzarti ad uno competente anziché bollare e ridere.
    inconscio
  • inconscioinconscio Post: 343
    modificato 21 aprile
    Sono i miei terapeuti a cui chiedo aiuto ogni tanto per altre cose ma non vado in terapia, sono giovani e preparati e ho parlato dell'autismo ma mi sono sentita non capita ancora una volta e non ho più la motivazione di andare in terapia.
  • inconscioinconscio Post: 343
    Parlo di nerd che vedo stare sempre in gruppo con altri nerd.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici