Salta il contenuto

Ciao a tutti :)

Salve a tutti, sono un ragazzo di 23 anni di Lecce. La mia storia è piuttosto complessa, ergo cercherò di essere più conciso possibile, anche se non prometto nulla.
Ho vissuto finora una vita abbastanza travagliata, e posso ammettere di aver passato più di 3/4 della mia vita seguito da psicologi e psichiatri, sin dalla tenera infanzia.
Il motivo per cui scrivo qui è che ho la quasi convinzione di avere un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, insieme ad altri problemi sviluppatisi in adolescenza (posso spiegare in seguito perché, non voglio creare un papiro).
A scuola, dalle elementari sino al terzo superiore, ho sempre dato tantissime soddisfazioni a familiari e insegnanti, tant'è che loro intravedevano chissà quale futuro radioso in me: magari una laurea in un'università prestigiosa, seguita da un lavoro estremamente soddisfacente e appagante.
Se non fosse che in quarto superiore (17 anni), smisi di frequentare scuola per motivi sentimentali e quello fu il punto di non ritorno: già debole psicologicamente, non venni preso in cura adeguatamente e "impazzii". Uso questo termine così generico e anche un po' discriminatorio perché tra tutti gli specialisti che mi hanno seguito sin dai 14 anni (età in cui iniziai le cure farmacologiche) non si è mai trovato un accordo comune su cosa potessi avere e si è sempre agito a tentoni. Sono emerse diverse ipotesi della mia condizione clinica: disturbi dell'umore misti, disturbo narcisistico di personalità, ma anche il disturbo dello spettro autistico appunto (quest'ultima diagnosi avanzata dal penultimo psichiatra ma smentita dallo psicologo del tempo).
Conclusioni? Adesso sono in cura da un centro di terapia cognitivo comportamentale e sembra tutto stabilizzarsi, ma comunque sta di fatto che ora mi sento un "fallito" incapace di lavorare, di studiare (ho tentato l'università due volte, abbandonando subito per problemi psicologici gravi), senza amicizie (salvo qualche rapporto online per via di un videogioco) e senza avere relazioni sentimentali (che in fondo non merito di avere).
Sento di aver spiegato solo superficialmente la mia situazione, ergo se la discussione continuerà potrò fornire altri dati su di me.
Ciao :)

Commenti

  • riotriot Post: 6,607
    Ciao e benvenuto!
    Quella che definisci come la stabilizzazione ottenuta con la terapia cognitivo-comportamentale, non ti consente di acquisire anche una maggiore autostima e quindi serenità e forza interiore?
  • Ciao e benvenuto!

    Credo tu qui possa trovare persone con cui confrontarti ed acquisire maggior consapevolezza di chi sei davvero. 
    Sei giovanissimo ed hai tutta una vita per migliorare la tua situazione anche “scolastica” se ci tieni.

    Ti direi di provare a mettere un po’ da parte (magari solo per un po’) il problema “diagnosi” e ti assicuro che è pieno di giovanissimi “superincasinati” senza che neppure abbiano sindromi o patologie varie.
    Se la terapia ti aiuta molte cose potranno migliorare.

    Se vuoi, racconta pure altri di di te, di sicuro molti ti leggeranno.
  • pepeHands chills
    streamer preferito? :)
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici