Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

Chiarimenti sui meltdown

BohBoh Post: 678
modificato agosto 2017 in Sensi, percezioni, attenzione
Ho due domande sui meltdown:
1) Che differenza c'è fra meltdown e crisi isterica?
2) Si possono considerare meltdown solamente quelli causati da un sovraccarico sensoriale o anche quelli causati da rabbia contro una determinata persona, scaturita da un suo comportamento scorretto e non da un sovraccarico sensoriale?
Asperger probabile, non diagnosticato.
Post edited by Sophia on
Taggata:

Commenti

  • PulpetzPulpetz Post: 821
    Ho due domande sui meltdown:
    1) Che differenza c'è fra meltdown e crisi isterica?
    2) Si possono considerare meltdown solamente quelli causati da un sovraccarico sensoriale o anche quelli causati da rabbia contro una determinata persona, scaturita da un suo comportamento scorretto e non da un sovraccarico sensoriale?
    Questa domanda interessa anche a me, dato che me la stavo ponendo giusto poco fa... ma provo a buttarmi in una risposta:
    potrebbe essere considerato meltdown la crisi di rabbia da sovraccumulo sensoriale seguita da stereotipie fisiche, quali battersi le mani sulla testa, oppure camminare nervosamente, eventualmente sfogarsi contro gli oggetti, nei casi più gravi contro se stessi... però non so che differenza ci sia dalla crisi isterica, da piccola pensavo di avere delle crisi di rabbia e basta...per fortuna ora sono più sporadiche, ma cmq sembrano crisi di nervi. 
    "Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c'è altra via. Questa non è Filosofia, questa è Fisica". Albert Einstein "Il cavaliere coraggioso è quello senza armatura" Pulpetz "Solo il viandante, che ha peregrinato nel suo infinito mondo interiore, potrà accostarsi all’Anima, scoprendo che per anni altro non ha fatto che cercare Lei, poiché Lei è dietro e dentro ogni cosa. I viaggi, si fanno per cercare Anima e le persone si amano in quanto simboli di Anima." Carl Gustav Jung
  • BohBoh Post: 678
    Contro se stessi è più grave?

    Io mi sfogo contro me stesso per evitare di danneggiare gli oggetti (ma le mie crisi sono causate da rabbia, non da un sovraccarico, quindi se la risposta alla seconda domanda è la prima opzione proposta quest'ultima affermazione non vale).

    Il mio metodo consiste nel prendermi a schiaffi da solo.
    Non trovo alternative.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • PulpetzPulpetz Post: 821
    Contro se stessi è più grave?

    Io mi sfogo contro me stesso per evitare di danneggiare gli oggetti (ma le mie crisi sono causate da rabbia, non da un sovraccarico, quindi se la risposta alla seconda domanda è la prima opzione proposta quest'ultima affermazione non vale).

    Il mio metodo consiste nel prendermi a schiaffi da solo.
    Non trovo alternative.
    Bhe ma...intendo chi si fa male davvero, ferendosi...sei sicuro che non siano sovraccarichi?
    "Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c'è altra via. Questa non è Filosofia, questa è Fisica". Albert Einstein "Il cavaliere coraggioso è quello senza armatura" Pulpetz "Solo il viandante, che ha peregrinato nel suo infinito mondo interiore, potrà accostarsi all’Anima, scoprendo che per anni altro non ha fatto che cercare Lei, poiché Lei è dietro e dentro ogni cosa. I viaggi, si fanno per cercare Anima e le persone si amano in quanto simboli di Anima." Carl Gustav Jung
  • rosarosa Post: 452
    La rabbia non è quasi sempre causata da un sovraccarico ? A me capita e tiro pugni al cuscino, se nessuno mi sente urlo. Nel passato e' capitato che ho tirato anche una sberla ad un mio ex.
  • BohBoh Post: 678
    Ne sono sicuro perché i sovraccarichi mi causano come dei "meltdown interni", cioè penso che dovrei sfogarmi, sento che sto per avere una reazione isterica e immagino me stesso (non volontariamente, ma lo immagino) mentre urlo. Intanto ho delle reazioni più moderate all'esterno (magari mi strofino le mani o mi picchio una gamba, o trasformo le mie urla immaginate in labbiali o sussurri, le espressioni facciali sono le stesse che immagino) e così riesco a trattenermi.

    Posso invece avere una crisi di rabbia quando una persona in particolare mi fa qualcosa che ritengo un torto inaccettabile o mi irrita a lungo.
    In quel caso sono arrabbiato con quella specifica persona.

    Comunque no, non mi ferisco. Cerco però di farmi il più possibile male (utilizzando però gli schiaffi come unico mezzo), ma, a causa della scarsa coordinazione dei movimenti in quei momenti non riesco a colpirmi con precisione. Cerco di farmi male perché penso di sfogarmi meglio, così.

    Stranamente cerco sempre di trattenermi dal colpire gli oggetti, cuscini compresi. La mia mente dice: "E' inutile, gli oggetti, con o senza coscienza, non ne hanno colpa". Il fatto è che ritengo che anche ciò che viene utilizzato meriti rispetto.
    Quelle crisi sono manifestazioni di violenza, quindi non le rivolgo a nulla e a nessuno che non sia responsabile e che non sia io.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • FunFun Post: 304
    Contro se stessi è più grave?

    Io mi sfogo contro me stesso per evitare di danneggiare gli oggetti (ma le mie crisi sono causate da rabbia, non da un sovraccarico, quindi se la risposta alla seconda domanda è la prima opzione proposta quest'ultima affermazione non vale).

    Il mio metodo consiste nel prendermi a schiaffi da solo.
    Non trovo alternative.
    I meltdown sono esternazione del proprio disagio/rabbia che possono comparire subito dopo il sovraccarico sensoriale provocato a sua volta da un disagio/rabbia, quindi si può affermare che la crisi di rabbia è provocata dal sovraccarico sensoriale. (Comunque dopo il sovraccarico sensoriale può verificarsi o 1. shutdown o 2. meltdown).
  • BohBoh Post: 678
    Ok, la situazione comincia a diventare complicata XD.
    Dunque, disagio/ rabbia causano un sovraccarico sensoriale il quale causa nuovamente disagio/ rabbia?
    E poi da disagio o la rabbia deriva un meltdown?

    Ma allora se è così il disagio o la rabbia iniziali non possono causare direttamente un meltdown se sono forti, senza passare per il sovraccarico sensoriale, non capisco...

    Perché, @Fun, da quello che hai scritto mi sembra di capire che il meltdown sia causato INDIRETTAMENTE da un sovraccarico sensoriale e sia indirettamente che direttamente da rabbia o disagio.

    Sei sicuro che sia proprio così?

    Così sembra che il sovraccarico sensoriale non faccia altro che amplificare il disagio o la rabbia e che da uno di questi due derivi il meltdown.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • BohBoh Post: 678
    In questa discussione:

    @wolfgang ha scritto:
    A seguito invece del sovraccarico sensoriale OD emotivo possono avvenire il meltdown e lo shutdown.
    Questo dovrebbe finalmente risolvere il problema: se il sovraccarico può essere sia sensoriale che emotivo, quando ho un meltdown perché qualcuno mi fa girare le scatole o mi fa un torto è un sovraccarico emotivo (cioè di rabbia, in questo caso), mentre quando ci sono troppi stimoli esterni il sovraccarico è sensoriale.

    Speravo in un intervento di @wolfgang, mentre lui aveva già dato la sua risposta da un'altra parte.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • FunFun Post: 304
    Ok, la situazione comincia a diventare complicata XD.
    Dunque, disagio/ rabbia causano un sovraccarico sensoriale il quale causa nuovamente disagio/ rabbia?
    E poi da disagio o la rabbia deriva un meltdown?

    Ma allora se è così il disagio o la rabbia iniziali non possono causare direttamente un meltdown se sono forti, senza passare per il sovraccarico sensoriale, non capisco...

    Perché, @Fun, da quello che hai scritto mi sembra di capire che il meltdown sia causato INDIRETTAMENTE da un sovraccarico sensoriale e sia indirettamente che direttamente da rabbia o disagio.

    Sei sicuro che sia proprio così?

    Così sembra che il sovraccarico sensoriale non faccia altro che amplificare il disagio o la rabbia e che da uno di questi due derivi il meltdown.
    No, il sovraccarico sensoriale non amplifica la rabbia poiché sono due esperienze differenti. Prova a rispondere a queste domande: Quando in una persona si crea un sovraccarico sensoriale? Qual'è l'azione conseguente ad un sovraccarico sensoriale?
    (Il sovraccarico sensoriale è un'esperienza prima di tutto fisica, ma in quanto si crea durante un'esperienza emotiva, è anche di tipo emotivo.)
    Forse è un po' difficile da spiegare o da interpretare, ma è ovvio che il sovraccarico può essere sia sensoriale sia emotivo, però si tratta di passaggi differenti.
  • wolfgangwolfgang Post: 10,790
    @Fun uno può arrabbiarsi per essere andato in sovraccarico, la rabbia aumenta la sensibilità agli stimoli in quanto aumenta l'arousal fisiologica. E' un circolo.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • BohBoh Post: 678
    La situazione è sempre meno chiara...

    La rabbia aumenta la sensibilità e il sovraccarico sensoriale aumenta la rabbia...
    Poi la rabbia viene sfogata tramite il meltdown...

    Ma allora non capisco: perché non può bastare una grande rabbia per provocare un meltdown?
    Mi è già capitato di avere reazioni simili al meltdown soltanto per la rabbia.
    Dunque hanno un altro nome?
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • FunFun Post: 304
    @wolfgang sì è esattamente quello che volevo far capire.
  • wolfgangwolfgang Post: 10,790
    @Boh infatti basta anche una forte rabbia per avere un meltdown. I meltdown sono legati ad un sovraccarico sensoriale e/o emotivo. La rabbia è un'emozione.
    Krigerinne
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • BohBoh Post: 678
    Ah, ok.
    Grazie davvero. Era questo che cercavo di capire (a parte la prima domanda)!
    Grazie anche a @Fun
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • Mi capita quando qualcosa di imprevisto cambia i miei piani o la mia routine di avere delle crisi di rabbia sproporzionate rispetto allo stimolo. A volte oltre ad inveire furiosamente mi capita di lanciare oggetti e spaccare cose. Alcune volte tiro pugni al muro o testate all'armadio. Durano poco queste sfuriate e poi mi lasciano un'enorme senso di colpa e divento apatico.Ogni volte che accade mi dico che non lo farò più e quando poi mi ricapita sto doppiamente male per esserci di nuovo ricascato e mi sento un mostro perché faccio star male i miei genitori e altre persone che mi vogliono bene. Sono meltdown o crisi di rabbia? Può essere dovuto al Asperger che suppongo di avere o ad altri disturbi?
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici