Salta il contenuto

Cervello Aspie

Stefano98Stefano98 Post: 399
modificato gennaio 2015 in Advocacy e Neurodiversità
È appurato che c'è una differenza tra il cervello di noi aspie e quello degli NT. La differenza però dove sta? Ad esempio, è una questione di collegamenti oppure ha proprio una conformazione diversa?
Post edited by yugen on
Taggata:

Commenti

  • UllastroUllastro Post: 2,753
    Già: interesserebbe anche a me capire se si tratta di un problema software o hardware...
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • Andato34Andato34 Post: 4,027
    modificato gennaio 2014
    Questo thread esiste già.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • Grazie per il link, non lo avevo visto.
  • UllastroUllastro Post: 2,753
    modificato gennaio 2014
    Letto tutto il thread segnalato da @Alessiodx
    Più che rispondere alla domanda mi sembra che sollevi ulteriori interrogativi.

    Se ho capito bene si dice che:

    1) Non è possibile distinguere un cervello NT da un cervello ND in base ad esami "classici" (morfologico, genetico, istologico, strutturale o comunque "biologico" in senso generico)

    2) La differenza può essere notata da rilevamenti di tipo EEG

    3) La diagnosi è effettuata unicamente su basi comportamentali.

    4) Non è attualmente riconosciuto un vincolo di causa/effetto tra aspetti
    neurologici ed aspetti comportamentali anche se è lecito aspettarsi che
    sussista

    La mia ignoranza in materia di biologia, medicina e neurologia non mi consente di conoscere quali siano le relazioni tra aspetti fisico/biologici del cervello e ciò che viene invece messo in evidenza da una acquisizione EEG.

    Da un lato mi sembra ovvio che una difformità morfologica o strutturale del cervello possa spiegare una alterazione dei valori registrati da EEG.
    Dall'altro punto di vista non mi sembra immediato che tutta la variabilità delle onde cerebrali possa essere riconducibile a variazioni dei parametri "biologici" del cervello.
    Sembra quindi che quando si parla di "cervello differente" ci si riferisca unicamente ad aspetti funzionali e non biologici.
    Da questo la domanda: è lecito in questo caso parlare di "cervelli differenti" anzichè di "cervelli funzionanti in maniera differente"?

    Qualcuno è in grado di chiarirmi le idee?
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!