Salta il contenuto

Matrimonio: che ne pensate?

alex_riotalex_riot Post: 38
Sono curioso di sapere se sono io particolare oppure anche voi in qualche modo lo consideriate una cosa insensata. 
Vorrei sapere la vostra opinione, grazie
«1

Commenti

  • ct87ct87 Post: 2,956
    modificato dicembre 2014
    Io non ho mai sognato l'abito bianco. Quello in Comune mai preso in considerazione. Sono più per la convivenza
    Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
  • Trovo insensato l'apparato che c'è dietro, il rito, la festa, il riso, il bouquet. Quanti più invitati più assurdo.
    Trovo insensate le nozze, ma forse tu parli dell'istituzione civile?
    Tegretol
  • PhoebePhoebe Post: 2,066
    Anche io come @ct87.
    Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

    Frida
  • GecoGeco Post: 1,585
    Tecnicamente sono per la convivenza.
    Praticamente non rifiuterei il matrimonio sopratutto per il riconoscimento legale che garantisce, sopratutto se i rapporti con la famiglia di lui non fossero idilliaci.
    Ovviamente matrimonio in comune di giorno feriale, sposi, testimoni, genitori, due amici e basta.
    Ciao.
    Nemo
  • alex_riotalex_riot Post: 38
    modificato dicembre 2014
    @ct87 e Phoebe io pure opterei per la convivenza, è senza dubbio la cosa più logica.

    @Peregrino: io intendo il concetto di matrimonio, con tutto ciò che ne sta dietro: l'unirsi per sempre a qualcuno e tutte quelle robine lì.

    @Geco: ok, ma mettiamo che non ti garantisse nulla a livello giuridico e sociale... tu lo faresti comunque?

    Io semplicemente trovo insensato fare una promessa che si sa già che probabilmente non verrà mantenuta o verrà mantenuta per comodità od opportunismo (famiglia, permesso di soggiorno, casa, ricchezze, ecc.)
    Io credo che l'essere umano sia comunque un animale, troppo legato all'istinto. Una persona si sposa e poi magari incontra qualcuno che in qualche modo lo colpisce e gli da emozioni diverse e più forti.. e comincia già a mettere in dubbio tutta questa promessa che ha il sapore di una dolce schiavitù. Voi mi parlerete dell'amore per una persona e di come questo sia più forte di tutto. D'accordo. Ma siamo 4 miliardi sulla terra, quindi potenzialmente ci sono altrettante persone magari ben più coinvolgenti di quella con cui si ha scelto di vivere per sempre. Ne deduco quindi che l'amore è in realtà un'ossessione e paura di stare da soli e il matrimonio non è altro che una manifestazione di questo, condita con gelosia, possessività e abuso inconsapevole verso un'altra persona. Ma la cosa che trovo più agghiacciante è il fatto che le istituzioni abbiano reso questo già insensato rituale una sorta di contratto sociale dove entrano in campo altri fattori, in particolare quello economico e giurdico.  
  • Io non la considero per nulla una cosa insensata. Pay attention: non sono affatto contraria alla convivenza e non la considero per nulla insensata non per assurde e insensate (quelle si) motivazioni pseudoreligiose e moraliste cosa nientedipiúlontanadame. Penso che sia di fatto un'assunzione di responsabilità nei confronti dell'altro. Un impegno non di amore eterno, ma una dichiarazione (che ovviamente puó essere fatta anche nella convivenza) di rispetto reciproco e di impegno nel costruire qualcosa...non é detto che poi sia eterno, ma in questo momento vorrei che lo fosse e cercheró di fare del mio meglio affinché lo sia. Al di lá di queste chiacchiere credo che non sia per nulla insensato in quanto giuridicamente decisore di doveri e di diritti, di riconoscimenti sociali che altrimenti sono essenzialmente negati. E sono tanti. E non solo economici. Sarà che quando si ha la mancanza di qualcosa si finisce per valutare per cosa é una mancanza piú di quando invece si ha a disposizione.
    Kolyma
    "...il cammino di noi uomini presuppone mete che con la perseveranza possono essere raggiunte..." C. Dickens
  • Il matrimonio è una spesa di soldi, stress, rotture di palle per chi viene da lontano.
    io sono per la convivenza.
    ma...
    se il mio compagno si schianta? Io sarei l'ultima a saperlo perche la coppia di fatto, è di fatto solo una coppia e come tale non vengono riconosciuti dei diritti. Ergo:
    Comune, io, mio marito e possibilmente solo i testimoni. Poi me ne tornerei a casa e bon.
    paologeorgos
  • GecoGeco Post: 1,585
    @alex_riot se non garantisse nulla a livello giuridico (del sociale me ne frega nulla), sarebbe una convivenza (almeno dal mio punto di vista).... il matrimonio lo vedo come convivenza legalizzata, nulla di più o di meno nulla di meno, se dura 60 anni bene, se dura 4 anni bene per gli avvocati (se si è così matti da litigare per un televisore -come due miei conoscenti.... - è giusto che qualcuno vi spenni), il vantaggio del matrimonio l'ha esplicato in maniera esemplare @Kikkasua qui sopra.... in più magari devi fare le valigie da casa "tua" perché in realtà era casa dei genitori di lui...
    Ciao.

  • @Geco a me è capitato.. conviveno da quasi 5 anni col papà di mia figlia grande. Quando ho deciso di lasciarlo sono andata via io con la bambina. Sul mutuo della casa ci stava il suo nome.
  • GecoGeco Post: 1,585
    @Kikkasua per quanto possa valere, mi spiace, son casini....
    Ciao.
  • Lycium_bLycium_b Post: 1,868
    Sono sempre stata contraria all'istituzione matrimoniale. È un contratto esclusivamente economico, a cui sono stati aggiunti "valori spirituali" a scopo di lucro da parte di altre istituzioni (quelle ecclesiastiche), ma di per se non serve a niente. L'onestà e la fedeltà di una persona non dipende dai titoli o dai contratti. E neanche l'amore, tanto è vero che in molti stati il matrimonio è severamente combinato e disciplinato dai genitori e i coniugi spesso non si amano nemmeno. Semmai la moglie e i figli sono assoggettati al marito perché si tratta di società patriarcali dove l'uomo letteralmente compra la (o le) mogli.
    Secondo me andrebbe abolito.
  • vanessavanessa Post: 1,163
    Il matrimonio serve a divorziare, quando tutto va bene e non ci sono problemi tra le famiglie d'origine la convivenza va benissimo, l'uguaglianza dei diritti tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio è un primo passo verso la tutela delle persone prima che delle istituzioni, ma, soprattutto in Italia siamo ancora lontani dall' inutilità del matrimonio. Poi certo religione, abiti esagerati, parmenti, filmini e mal di stomaco e di piedi da ricevimento sono totalmente inutili e io se mai mi sposassi preferirei farlo in Comune in jeans e poi andare a mangiare in pizzeria con chi vuole venire senza obblighi e senza regali ma ciascuno ha i suoi gusti ed è più o meno sottoposto alla pressione familiare e sociale
  • @Kikkasua per quanto possa valere, mi spiace, son casini....
    Ciao.
    Tranquilla.. alla fine sononstata fortunata perche sono potuta andare a stare da mia madre, quindi bene cosi. Grazie :)

  • iMoodiMood Post: 474
    Tecnicamente sono per la convivenza.
    Praticamente non rifiuterei il matrimonio sopratutto per il riconoscimento legale che garantisce, sopratutto se i rapporti con la famiglia di lui non fossero idilliaci.
    Ovviamente matrimonio in comune di giorno feriale, sposi, testimoni, genitori, due amici e basta.
    Ciao.
    Quoto in pieno. E' quello che ho fatto io.
    "Voglio dedicare un pensiero anche a tutti i bambini, soprattutto a quelli che si sentono un po’ strani e diversi, che non vengono accettati fino in fondo, e che si fanno notare per i motivi sbagliati. Non essere uguali agli altri è ok. Continuate a credere in voi stessi, come insegna la mia storia alla fine malgrado tutto ciascuno può trovare la sua strada." - Zlatan Ibrahimovich
  • PhoebePhoebe Post: 2,066
    Io sono più per la convivenza ma non penso affatto che il matrimonio sia una cosa insensata, non mi entusiasma sposarmi, ma credo che convivenza o matrimonio è lo stesso, il matrimonio è un modo per dichiarare a tutti che si vuole stare insieme. Se vado a convivere con una persona, ci vado con il pensiero che quella persona sarà per sempre, altrimenti sarebbe inutile impegnarsi tanto per una relazione.
    Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

    Frida
  • a me non è mai piaciuta l'idea di sposarmi ma so di aver bisogno di una persona che mi sostenga e che mi stia vicino e il matrimonio potrebbe essere il vincolo che la tiene legata a me nonostante i miei difetti. Odio pensarla così ma purtroppo è vero. Ho sempre avuto relazioni con persone pronte a giurarmi amore eterno ma che poi mi hanno abbandonata con mio grande dolore. 
  • ct87ct87 Post: 2,956
    @Nessuno sono definita ice woman Non per i poteri uguali al supereroe ma perché pare che abbia il cuore di ghiaccio ergo è più facile che sia io ad abbandonare per il fatto che mi sento soffocare dalle persone perché prese da gelosie immotivate.
    Detto ciò credi davvero che il matrimonio sia il miglior modo per tenere attaccato a te qualcuno?
    Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
  • NessunoNessuno Post: 66
    modificato dicembre 2014
    @ct87 anche a me è successo un paio di volte di non riuscire più a sopportare una relazione soffocante e so che abbandonare è brutto tanto quanto essere abbandonati forse però la sofferenza a lungo termine è inferiore.
    Sicuramente non è il modo migliore infatti come ho già detto prima odio doverla pensare così ma è il modo che attualmente vedo come il più accessibile.
    A me piacerebbe non dover dipendere da nessuno ed eventualmente avere un compagno che mi ami per quella che sono, che mi accetti, mi apprezzi e stia con me perché lo vuole ed è anche per questo che sto lavorando sodo per migliorare alcuni aspetti del mio carattere.
     Spero di riuscire, un giorno ad emanciparmi da questa miseria che percepisco e vivo come tale. Per ora ho perso il senso dell'orientamento, no so più chi sono, sono una di quelle bugie raccontate così intensamente da smettere di sembrare bugie.
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Lo trovo soffocante. Per me, il matrimonio così come viene visto di solito, è perdita della propria individualità. Non so cos'è l'amore, ma di sicuro non è un contratto.
  • PavelyPavely Post: 3,350
    Io amo il matrimonio. Esattamente, mi sento unito in un legame coniugale (letteralmente) con la mia compagna. Sinceramente: stiamo insieme da più di due anni (dall'estate del 2012) e, da subito, abbiamo sentito il bisogno di stare assieme, convivere.

    Ed è la cosa più naturale del mondo.

    L'idea di rimanere per sempre con lei mi sembra mi sembra, davvero, normale.

    L'idea di dovermi separare? O amare altre persone? Mi sembra assurdo. Da più di due anni non ho mai avuto pensieri (mai, neanche per un istante) in questo senso.

    Sono innamorato. Ma soprattutto - e la cosa mi sorprende - per un tempo significativo (più di due anni) il mio amore è sempre cresciuto. E' diventato più forte, più radicato, più bello.

    §

    Non capisco, non capirò mai, chi - stando con una donna - pensa ad altre. O magari la tradisce e poi torna. NOn giudico: ma mi sembra evidente che non c'è amore.

    L'amore è eterno. O è per sempre o non è amore.



    rondinella61AmelieNemo
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Secondo me bisogna pensarci bene, prima di sposarsi, ma non la considero una cosa insensata.
    Insensato è il ricevimento di nozze e i vari sfarzi.
    Sarà che nella mia famiglia si sono sposati tutti in modo sobrio.
    Nemo
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • LokiLoki Post: 514
    Il matrimonio è semplicemente una formalizzazione, un contratto di natura giuridica che in molte società rappresenta l'unica tutela per i soggetti uniti in vincolo affettivo. Nulla di più.
    Per il resto, l'amore è eterno esclusivamente nella propria testa, lo si può vivere decorosamente senza questi orpelli
    Fomalhautdiego
    Roberta.
  • @Lycium_b concordo pienamente con quanto hai scritto.

    @Pavely credo che nulla sia per sempre anche perché col tempo le persone cambiano, mica si resta uguali per tutta la vita. E poi non credo a quelli/e che dicono di non avere mai avuto pensieri su altre/i. 
  • yugenyugen Post: 1,888
    modificato dicembre 2014
    Io sono sposata e la considero la cosa migliore realizzata nella mia vita.
    Non il matrimonio in quanto evento.
    Parlo della scelta progettuale che come già detto da altri e' essenzialmente un' assunzione di responsabilità nei confronti dell'altro. Ed è la scelta migliore perché sono felice di avere accanto questa persona, pregi e difetti inclusi.
    La scelta di sposarsi e' nata da considerazioni di tutela giuridica, tipo se dovessi ammalarmi vorrei che fosse lui a prendere decisioni importanti, perché mi fido, e non altri.
    Il matrimonio in se' è stato una festa, completamente organizzata da noi, abbiamo vietato regali e abiti eleganti, rito civile e poi cerimonia buddista (giapponese)
    Inaspettatamente c'erano un centinaio di persone e si sono divertite molto.
    Tra l'altro e' l'unica festa organizzata nella mia vita, mai fatto nulla di simile!
    Io per il mio vestito ho speso 20€ (eravamo in tempi di saldi XD)..
    Ci si può sposare anche così :-)

    PhoebeKolymaAmelieNemo
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    modificato dicembre 2014
    Quando c'è il vero amore ci si può sposare tranquillamente.
    Anch'io sono per la fedeltà, ma purtroppo da quello che ho visto finora, matrimonio e fedeltà non sono la stessa cosa, qui al sud spesso si fanno le feste "pacchiane".. io non farei nulla di tutto questo.
    Il matrimonio non fa per me. Ma se proprio mi capita un colpo di fortuna, una persona meravigliosa con cui potrei stare per tutta la vita, allora mi sposerei, ma solo con rito civile e sobrio, essendo ateo, e senza festa, visto che mangio poche cose, non bevo alcolici, e detesto gli eventi sociali che durano ore.
    E poi, sì alle coccole, all'amore, al sesso, ai momenti di condivisione, ma ognuno deve avere la propria individualità senza dipendere dall'altro.
    Io ad esempio vado in panico alla sola idea di dover dormire con un'altra persona. Si dorme così bene da soli.

    Sposarmi come ha fatto @kokorozashi, senza nulla di sfarzoso, con vestiti a 20 euro, sarebbe l'ideale.
    Post edited by Andato_87 on
  • il matrimonio e' una follia con il suo folle circo , un retaggio un vecchio retaggio culturale
    del resto nasciamo soli e moriremo soli ...quello che c'e' in mezzo a cio' dipende solo e
    solamente da noi
  • Non ho intenzione di sposarmi, voglio convivere (o al massimo, mi sposo in comune, sono ateo). Lo trovo un cambiamento non necessario (in realtà il cambiamento sarebbe solo formale, ma per gli NT le cose poi da quel che vedo cambiano per davvero).
  • RobKRobK Post: 1,267
    Quando c'è il vero amore ci si può sposare tranquillamente.
    Anch'io sono per la fedeltà, ma purtroppo da quello che ho visto finora, matrimonio e fedeltà non sono la stessa cosa, qui al sud spesso si fanno le feste "pacchiane".. io non farei nulla di tutto questo.
    Il matrimonio non fa per me. Ma se proprio mi capita un colpo di fortuna, una persona meravigliosa con cui potrei stare per tutta la vita, allora mi sposerei, ma solo con rito civile e sobrio, essendo ateo, e senza festa, visto che mangio poche cose, non bevo alcolici, e detesto gli eventi sociali che durano ore.
    E poi, sì alle coccole, all'amore, al sesso, ai momenti di condivisione, ma ognuno deve avere la propria individualità senza dipendere dall'altro.
    Io ad esempio vado in panico alla sola idea di dover dormire con un'altra persona. Si dorme così bene da soli.

    Sposarmi come ha fatto @kokorozashi, senza nulla di sfarzoso, con vestiti a 20 euro, sarebbe l'ideale.
    Completamente d'accordo con ogni singola parola. Solo che gli alcolici mi piacciono, ma comunque non mi piacerebbe una festa al matrimonio
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Dite che il matrimonio sia solo un contratto. Io leverei il "solo" perché non è una cosa da poco: il matrimonio è il contratto che regola l'unione tra due persone sulla base di una promessa.

    Ci sono persone che promettono e non mantengono (cos'è una canzone di Ambra? ;) ) così come ci sono persone che non promettono nulla ma dimostrano giorno dopo giorno di amare l'altro.

    Io sono a favore del matrimonio ma non del mio. La cerimonia è qualla in chiesa o in municipio e non quella al ristorante.

    Non tollero chi non si sposa perché non ha soldi per la festa: se la coppia ha una casa dove stare e un lavoro per mantenersi, allora non dovrebbe aspettare di svenare i genitori o di spendere i milioni (ragiono in lire) per le feste hollywoodiane, quando poi appena gli invitati entrano al ristorante gli uomini si levano la cravatta e la giacca, i bambini vengono sguinzagliati e le donne si legano la borsa alla sedia e si lamentano per i piedi gonfi.

    Una volta ero a una festa di matrimonio a Roma e sulla torta avevano scritto "W i sposi" invece di "W gli sposi". Una festa rovinata, secondo me.
  • Sarebbe un bellissimo sogno: una chiesetta di campagna, un semplice abito chiaro cucito con le mie mani, la famiglia, poche persone scelte, una cerimonia semplice, poi un buffet un po'alla buona..
    Piccolo ostacolo: pare che due ragazze non si possano sposare né in chiesa né altrove! /:)
    kachinaAndato46
    Oh, how I wish for soothing rain all I wish is to dream again
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!