Salta il contenuto

Ma perché molti Aspie hanno confusione di genere?(studi e teorie)

ValentaValenta Post: 10,759
È una domanda rivolta a chi conosce il fenomeno.
Ho letto qualche discussione in cui si accennava a questo, ma vorrei chiarire meglio le motivazioni.

Un mio interesse di qualche anno fa era la disforia di genere, e leggendo leggendo ho capito che era una differenza biologica tra il cervello di una persona Trans e quello di una "tipica".
La persona T è fisicamente di un genere ma mentalmente appartiene all altro.

Non si tratta ne di scelte, ne di stile di vita; ne di sessualità.

Non è una situazione comune, ma è il punto estremo della linea dell identità di genere.

Anche il cervello Aspie non è tipico;
e molti di noi dicono di sentirsi più vicini all altro genere, pur per fortuna nella maggior parte dei casi non avendo disagi particolari.

Volevo sapere se ci sono studi a riguardo, sull identità di genere As e dove portano.

Grazie a chi risponderà,
buon pomeriggio!
Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
Post edited by Sophia on
Lycium_bRobKwolfgang

Commenti

  • ValentaValenta Post: 10,759
    È un po difficilina come domanda, ma è un fenomeno che mi incuriosisce parecchio.
    Lycium_b
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • Una volta avevo visto un video di una ragazza Asperger tedesca che raccontava proprio questo. Era vestita e aveva atteggiamenti da ragazzo, e se ben ricordo diceva che a volte desiderava esserlo, pur non essendo ancora certa della sua identità di genere. Si intitolava "Asperger syndrome and sexual disconformity in women", o qualcosa del genere. Sotto il video c'erano diversi commenti di ragazze Asperger che confermavano, con la loro esperienza, che vi é una connessione tra AS e tendenza alla transessualità (F to M) oppure all'omosessualità femminile. Altrove ho letto o sentito che questo può dipendere dal fatto che l'Asperger è una caratteristica più maschile che femminile, in quanto collegata alla parte razionale del cervello, e proprio per questo si riscontra facilmente in donne che hanno una forte parte maschile.
    Valentact87Lycium_bDoor
    Oh, how I wish for soothing rain all I wish is to dream again
  • KrigerinneKrigerinne Post: 3,163
    Sì in proposito ci sono diversi articoli anche sul sito.
    Davide ne ha parlato in un video che si trova su youtube a 7 minuti
    Dice che è 10 volte più diffusa tra gli ND.

    Dirò un'ovvietà o una sciocchezza ma se prendi una NT e la fai crescere come se fosse un maschio ti esce fuori lady Oscar, non Paris Hilton. Se all'estremo 1 mettessimo maschio e all'estremo 10 femmina e postulassimo che un bambino nasca 4 e una bambina nasca 7 allora poi potremmo dire che per effetto delle dinamiche sociali i due gruppi si iperpolarizzano portando il bambino ormai adolescente a 2 e la bambina ormai adolescente a 9. Questo perché gli adolescenti sono piuttosto dicotomici e hanno bisogno di identificarsi e differenziarsi.
    L'effetto della socializzazione è meno sentito tra gli aspie. Crescere senza identificarsi con le altre ragazze/ragazzi non può non influire anche sul funzionamento del cervello... che resterà a 4/7. Scusate se è un ragionamento troppo speculativo, azzardo.

    Non so quale ruolo abbiano gli ormoni al di là di questa cosa del testosterone che però a quanto ho capito non è ben chiara perché altrimenti se così fosse potremmo diagnosticare l'autismo con un'analisi del sangue.

    Può essere carino questo topic:

    Lycium_bValentavanessawolfgangKolymaaspirinaWBorgAmelie
    Backend developer ~ Asperger ~ ex tutor ABA
    You split the sea so I could walk right through it
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Spero leggano o @Wolfgang o @davidemoscone ;)
    Lycium_b
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Grazie @Krigerinne, il filmato lo sto guardando adesso.
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • CorocottasCorocottas Post: 1,322
    Questo argomento mi riguarda molto da vicino. A me capita spessissimo di sentirmi addosso questa "incertezza" di genere (che non mi causa nessun fastidio): non posso definirmi un maschio eterosessuale al 100%, e questo sia per molti miei tratti caratteriali che per le preferenze sessuali.

    Ho un modo di interagire e un tipo di sensibilità decisamente più femminili che maschili (nonostante come modi, toni e atteggiamenti mi ritenga abbastanza mascolino), e la quasi totalità delle donne con cui ho avuto rapporti intimi sono bisessuali o proprio lesbiche, molto maschili come mentalità, anche se tutte decisamente femminili come aspetto.

    Quando faccio sesso, spesso immagino di essere una ragazza, e mi rendo conto di trovarmi sulla stessa "lunghezza d'onda" di molte femmine, e di pochissimi maschi. Sono totalmente estraneo a quei giochi di finto antagonismo e di "tira e molla" che caratterizzano la schermaglia amorosa tra i sessi "tipici", e spesso tendo a saltare intere fasi del corteggiamento, proprio perché non ne sono capace. Mi sento a disagio in gruppi di soli maschi e detesto gli argomenti di conversazione tipicamente maschili (calcio, auto, un certo modo di parlare di donne); al contrario adoro accompagnare le ragazze a fare shopping, scegliere vestiti e scarpe insieme a loro, fotografarle, inventarmi gli abbinamenti.

    Ho avuto esperienze omosessuali e mi sono abbastanza piaciute, anche se continuo decisamente a preferire le ragazze. Qualcuno mi ha definito pansessuale; di fatto a volte mi sento una ragazza a cui piacciono le ragazze, nel corpo di un uomo.
    Valentasilvia78wolfgangPhoebe
  • KrigerinneKrigerinne Post: 3,163
    "al contrario adoro accompagnare le ragazze a fare shopping, scegliere vestiti e scarpe insieme a loro, fotografarle, inventarmi gli abbinamenti.

    Ho avuto esperienze omosessuali e mi sono abbastanza piaciute, anche se continuo decisamente a preferire le ragazze. Qualcuno mi ha definito pansessuale; di fatto a volte mi sento una ragazza a cui piacciono le ragazze, nel corpo di un uomo."

    <3 sei l'uomo perfetto per me :x
    silvia78
    Backend developer ~ Asperger ~ ex tutor ABA
    You split the sea so I could walk right through it
  • CorocottasCorocottas Post: 1,322
    Grazie @Krigerinne. Però sono anche estremamente refrattario alle relazioni esclusive. E' un altro tratto mio tipico, che non so se abbia o meno a che fare con la neurodiversità, fatto sta che proprio non ce la faccio a rispettare la convenzione che impone di stare sempre con una persona sola alla volta. Dici che sono perfetto lo stesso?
  • Corocottas ha detto:

    Grazie @Krigerinne. Però sono anche estremamente refrattario alle relazioni esclusive

    Allora sei proprio un uomo :-P
    Scherzo ;-) in realtà ne ho conosciute diverse, di lesbiche così.

    Krigerinnect87silvia78
    Oh, how I wish for soothing rain all I wish is to dream again
  • PavelyPavely Post: 3,350
    Parlare di sessualità in relazione ad una singola persona è, semplicemente, una stupidità neurotipica.

    Una persona, presa nella sua individualità, ovviamente, non può avere alcuna sessualità e non può svolgere alcuna attività sessuale, né avere un'identità sessuale.

    Né ovviamente determinarsi nel suo genere.

    §

    Il termine "genere", poi, parla solo della FORMA E DELLA CULTURA del corpo.

    §

    Il cervello non ha mai avuto, non ha, non avrà mai un genere.

    OVVIAMENTE, ci sono donne e uomini neurotipici "scienziati" che usano milioni e milioni di dollari per constatare differenze assolutamente irreali usando macchine inventate dai tecnologi.

    Il cervello umano non ha mai avuto genere. Il cervello umano - meglio - non può far altro che accettare la forma del corpo dato (ciò che il corpo è).

    §

    I neurotipici sono assolutamente convinti che il cervello abbia un suo genere e chieda al corpo di essere.

    Ma questo è un assunto stupendamente neurotipico (che immagina un "cervello sociale" o una "funzione sociale" e così via....).

    Sicuramente, la società neurotipica ragiona in modo dicotomico (e afferma che dicotomici sono gli autistici in un percorso logico bizzarro e divertente).

    Così molti corpi sono ricondotti SOCIALMENTE allo stereotipo maschio e allo stereotipo femmina: soprattutto attribuendo una FUNZIONE a questi corpi (ad esempio: le donne partoriscono e altre sciocchezze del genere... e questo non perché sia falso ma perché la parola donna non è mai definita in base al solo corpo).

    §

    Un corpo, OVVIAMENTE, NON HA MAI FUNZIONI SOCIALI.

    Per la semplice ragione che NON ESISTONO FUNZIONI SOCIALI.

    La sessualità, ad esempio, è sempre un FENOMENO COLLETTIVO.

    Anche nella masturbazione - è stato scritto ad esempio - non si è mai soli.

    In breve, solo la società ha funzioni sociali.




    Valenta
  • PavelyPavely Post: 3,350
    Dunque: non esiste alcun legame tra sessualità e autismo.
    Valenta
  • Andato34Andato34 Post: 4,027
    Secondo me è perché in ogni persona ci sono (o sono sviluppabili) delle piccole parti di diversi orientamenti sessuali. Gli NT si sviluppano in modo più "omogeneo", dunque quelle piccole parti diventano grandi con meno probabilità, restano piccole. Gli aspie si sviluppano in modo specialistico/iperfocalizzato, sviluppano enormemente piccole cose e ne ignorano completamente altre, dunque se quel iper-focus è puntato su quella piccola parte di sé, quella parte di sé può diventare grande/rilevante con più probabilità.
    Valenta
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • KaleenKaleen Post: 386
    Io non lo so, forse perché siamo meno suscettibili alle convenzioni sociali? Forse se i neurotipici fossero meno suscettibili la percentuale di disforici dichiarati aumenterebbe.
    Io so che per buona parte della mia vita la disforia di genere ha rappresentato uno dei miei problemi principali,ora invece non lo vivo più come un problema ma come una delle tante condizioni - caratteristiche - accezioni della mia persona. Mi sento più senza genere forse.
    ValentaDomitillaArpia
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Visto che si parla di questo in un altra discussione, riporto in evidenza.
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Aprirò un sondaggio sull identità di genere As.
    TormalinaNera
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • Io sono chi ho nel cuore. Peccato che sia un maschiaccio e non ne abbia cura.
    Valenta
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Ho trovato qui un articolo scientifico che spiega la neurodiversita del cervello trans:
    http://labussoladoro.forumfree.it/m/?t=64379008
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!