Salta il contenuto

Che tipo di memoria avete?

Da quando ho scoperto di essere aspie, sto rivalutando alcune mie caratteristiche, alla luce di questa "rivelazione" inaspettata ed improvvisa. Ho visto un intervento di Temple Grandin su youtube, dove parlava del suo modo di memorizzare e pensare per immagini. Il mio tipo di memoria è piuttosto visuale, ma non so se si possa catalogare come "memoria fotografica": mi ricordo perfettamente l'impaginazione degli appunti/libri su cui studio o che leggo. Anche in dispense di 200 pagine, so dire per ogni pagina gli argomenti trattati e la loro collocazione "fisica" (in alto o in basso, a destra o a sinistra... ect). Ancora adesso, mi ricordo a distanza di anni cosa 'era scritto e com'erano impostate le pagine dei miei libri delle elementari, che non apro da quando avevo 9 anni. E' una cosa che mi ha sempre aiutato moltissimo nello studio, però non ci ho mai dato molto peso. 
Non so se sia una cosa che le persone normalmente fanno, magari sì. 
Secondo voi ciò deriva dall'Asperger?
Che tipo di memoria avete voi? :)
Running wild, but you're nowhere.
Valentafattore_aAmelieSveztaMariAlberiqueenofroses

Commenti

  • ValentaValenta Post: 10,759
    Verbale, a distanza di anni ricordo ancora le parole usate nei discorsi o lette in un libro.
    Anche nei film ad esempio ricordo più i dialoghi che musiche o immagini.
    fattore_a
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • Memoria di tipo visuale; anche date e numeri vari, che sono ilmio forte, li ricordo sempre come fossero scritti davanti ai miei occhi.
    fattore_a
    Re-motivate me, I'm all there is to be - An omnipotent being so complete in my diversity
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Forse le cose che si vedono è naturale ricordarle come le abbiamo viste.

    Per le cose che ho vissuto direttamente, la mia memoria credo funzioni così:
    - collocare l'episodio nel tempo;
    - stampare nella mente un'istantanea di cosa avevo davanti gli occhi in quelle circostante (così so dire se c'era il sole o se pioveva, per esempio).

    Non so dire quale criterio usi la mia mente per mostrarmi le istantanee di quel momento. Funziona un po' come i punti di ripristino in Windows.
    AmelieSveztaAJDaisyvera68
  • iMoodiMood Post: 474
    modificato aprile 2015
    Løvedatter ha detto:

    mi ricordo perfettamente l'impaginazione degli appunti/libri su cui studio o che leggo. Anche in dispense di 200 pagine, so dire per ogni pagina gli argomenti trattati e la loro collocazione "fisica" (in alto o in basso, a destra o a sinistra... ect). Ancora adesso, mi ricordo a distanza di anni cosa 'era scritto e com'erano impostate le pagine dei miei libri delle elementari, che non apro da quando avevo 9 anni. E' una cosa che mi ha sempre aiutato moltissimo nello studio, però non ci ho mai dato molto peso. 

    Idem. Spesso ricordo anche i numeri di pagina. Questa cosa ha spaventato in passato i miei insegnanti e le persone che lavorano con me, alcuni si sono sentiti come se li stessi prendendo in giro (es. "non ricordo la costante di diffusione dell'elio in acqua a 25°C" - "pag 47 del libro xxx, primo paragrafo, terzo capoverso" - O_O ).
    Io amo questa cosa, leggo un libro ed è come se lo avessi fotocopiato nella mia testa. Hai idea di quanto sia semplice imparare una lingua straniera così? Fai una prova con un libro di grammatica (madrelingua) di qualsiasi lingua :)

    Edit: la mia insegnante di latino e greco del liceo, quando vedeva che non capivo bene la domanda che mi stava facendo all'interrogazione, mi diceva a che pagina si trovava la risposta che voleva che io le dessi...
    M00NY
    "Voglio dedicare un pensiero anche a tutti i bambini, soprattutto a quelli che si sentono un po’ strani e diversi, che non vengono accettati fino in fondo, e che si fanno notare per i motivi sbagliati. Non essere uguali agli altri è ok. Continuate a credere in voi stessi, come insegna la mia storia alla fine malgrado tutto ciascuno può trovare la sua strada." - Zlatan Ibrahimovich
  • amigdalaamigdala Post: 6,362
    La mia memoria è molto simile alla tua Lovedatter, è come se fotografassi la pagina dei libri/appunti che studio. Mi ricordo di un'interrogazione di greco al liceo, il prof mi aveva chiesto il nome di un'opera di Pindaro e io, visto che non mi sovveniva, gli avevo risposto: "La so, era una parola che andava a capo a metà pagina... ah sì, Partenio!!". Mi aveva guardato allibito, quasi fossi un'aliena.
    Anche all'università si è rivelata utile, soprattutto per gli esami più nozionistici.
    M00NYWhoamiWBorg
  • RoxanaRoxana Post: 57
    Prevalentemente visiva. Io la chiamo "memoria fotografica miope", perché può succedere che, pur avendo un'immagine mentale di qualcosa, veda certi dettagli in modo sfuocato. Questo mi succede in genere con i libri di studio: mi basta leggerli una volta sola, ma non significa che ricordi tutto parola per parola, soprattutto se l'argomento non è di mio interesse.
    DarwinM00NYElragnoSveztaWhoami
  • KaleenKaleen Post: 386
    Esiste la memoria narrativa? Ho ricordi antichissimi, ma non ricordo le date, con i numeri non ce la posso fare.
    Poi ricordo tutti i concetti che leggo.
    M00NYEunice
  • MarzMarz Post: 128
    la mia memoria è uno scanner, è un video-registratore, ma alla fine... pessima regia. 

    AJDaisyWhoami
  • Anche io ho lo stesso tipo di memoria, ricordo ancora adesso molti libri dell'elementari, infatti durante le interrogazioni 'vedevo' le pagine e ripetevo parola per parola. Ugualmente vale per le cose dette dai parenti o amici (posso ricordarmi giorno, come erano vestiti, cosa stavano facendo e a volte addirittura l'ora). Fino alle superiori pensavo che anche gli altri ricordassero le cose come me, poi mi sono accorta che non era così (ogni tanto in classe 'sfogliavo' le pagine anche se non avevo il libro davanti a me, con conseguenti prese in giro).
    La mia psicologa diceva che ho un tipo di memoria che si chiama 'eidetica'. 
    Amelie
  • Roxana ha detto:

    Prevalentemente visiva. Io la chiamo "memoria fotografica miope", perché può succedere che, pur avendo un'immagine mentale di qualcosa, veda certi dettagli in modo sfuocato. Questo mi succede in genere con i libri di studio: mi basta leggerli una volta sola, ma non significa che ricordi tutto parola per parola, soprattutto se l'argomento non è di mio interesse.

    Si ecco, anche la mia è abbastanza "miope", nel senso che ho giusto la disposizione della pagina ed i concetti precedentemente studiati. Non ho quel tipo di memoria che mi fa vedere l'immagine mentalmente come se l'avessi davanti :)
    Whoami
    Running wild, but you're nowhere.
  • AmelieAmelie Post: 5,373
    modificato aprile 2015
    Non ho una gran memoria e ci metto tanto a studiare; ma anche io quando studio ricordo la pagina, soprattutto i colori. Faccio estrema fatica a studiare un testo in bianco e nero. Non la ricordo perfettamente, di solito, infatti mi baso su schemi con i concetti abbinati ai colori. Però posso estrarre alcune pagine, anche di anni fa, dal mio archivio mentale e leggerne delle parti. In altri casi, invece, tendo a ricordare le parole, soprattutto in materie come letteratura. (Ricordo l'impaginazione di diversi libri, anche delle elementari o delle medie o alcuni dell'asilo. Ricordo -o meglio, visualizzo- anche con che penna ho scritto determinati appunti).
    amigdala
  • IndecisoIndeciso Post: 2,754
    @Løvedatter, premesso che hai un nick incitabile :P

    mi ritrovo nella stessa situazione. col tempo ho capito che non studiavo,ma imparavo a memoria. solo all'università ho dovuto anche ragionare.

    Adesso però è modello scolapasta.
  • Theda_BaraTheda_Bara Post: 1,329
    Segnalo anche quest'altra discussione in merito, se può interessare a qualcuno:
    http://spazioasperger.it/forum/discussion/3780/anche-voi-avete-una-memoria-straordinaria/p1
    OT.
  • SveztaSvezta Post: 120
    modificato aprile 2015
    Anche io ho una memoria fotografica e questo mi è stato molto utile nello studio da piccola...praticamente mi bastava leggere e "fotografare" ciò che vedevo. Forse con gli anni si è un po' affievolita ma resta sempre questo il metodo che uso per ricordare e la modalità attraverso la quale assimilo ciò che vivo.
    A volte devo concentrarmi per fotografare qualcosa, a volte le foto risultano sprecise o faccio confusione perchè mi concentro troppo sui dettagli.
  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,288
    Ho una memoria piuttosto consistente, ma avrei difficoltà a decretare se è verbale o per immagini. Ho impresse in memoria tante istantanee, quante frasi e filmati, anche di un passato remoto. A livello di immaginazione vado per "dinamiche", cioè come se vedessi lo sviluppo della situazione in un filmato molto velocizzato e spesso muto (non so se mi sono spiegato), ma per la memoria, come detto in precedenza, procedo in maniera mista.
    A scuola memorizzavo con facilità le lezioni, anche solo tendendo l'orecchio al discorso, o al contrario, mi basta guardare uno schema, un filmato, un immagine, oppure vivere una situazione, per imprimerla in memoria.
    Non funziona con i nomi di persona, non capisco il motivo...
    Valeymkup
  • ElragnoElragno Post: 30
    Io invece memorizzo più facilmente le figure che le scritte (o i numeri, sono totalmente negato per i numeri). Sono arrivato anche a costellare di disegni il bordo di appunti e libri per ricordare meglio i concetti. Sono bravissimo quando devo spiegare procedimenti che fanno riferimento a grafici o disegni come anche a impostare e presentare slide. Con i numeri sono negato, ricordo a malapena il mio numero di casa e le date di nascita di parenti (ma quelle le associo alla mia data per collegamenti successivi, tipo io sono nato il 29, anche mia madre, ma di Giugno come mia sorella e mio padre e così via...).
    M00NY
  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,288
    A memoria a breve termine su fattori ed argomenti di scarso interesse, non sto messo molto bene. Però magari lo stesso avvenimento "banale", poi a distanza di giorni per esempio, lo ricordo molto meglio, rispetto ai minuti successivi all'evento. Capita anche a voi?
    M00NY
  • torukhtorukh Post: 1,767
    La mia memoria è prettamente visuale.
    Tra l'altro anche il ragionamento ce l'ho quasi totalmente per immagini.

    Se devo prendere delle istruzioni le devo vedere scritte o le devo scrivere.
  • KrigerinneKrigerinne Post: 3,163
    modificato maggio 2015
    La mia è memoria ad cazzum. Memorizzo usando e integrando sistemi diversi perché non ne ho sviluppato nessuno. Se devo memorizzare un numero a 4 cifre (missione per me complessa) memorizzo le prime due cifre tramite memoria acustica e le seguenti due tramite memoria visiva. Non posso neanche memorizzarne uno con le dita perché se ho le mani che formano un numero dimentico il numero in memoria acustica. Ho una buona memoria semantica (a lungo termine), buona memoria procedurale, un pessimo recupero dovuto a poca attenzione e poca memoria di lavoro (mi dimentico che informazione sto cercando mentre la cerco) e una terribile memoria episodica.
    Credo che avere poca memoria episodica mi aiuti a essere flessibile. Generalmente non ricordo me nel passato, come ero e cosa facevo, e sono quindi capace di inventarmi sul momento. Per la serie non tutti i mali vengono per nuocere.

    Ricordare la posizione di un concetto sul foglio ce l'ho, aiuta molto, faccio post it e li disperdo sull'armadio. Penso (magari dico una sciocchezza) che si tratti in gran parte di memoria spaziale, la quale mi dà soddisfazioni là dove le altre falliscono miseramente.
    EuniceWBorg
    Backend developer ~ Asperger ~ ex tutor ABA
    You split the sea so I could walk right through it
  • ValeymkupValeymkup Post: 963
    modificato maggio 2015
    Prevalentemente uditiva. Mi ricordo perfettamente alcune frasi (o citazioni), l'intonazione in cui sono state dette, tanto da riuscire a riprodurle quasi perfettamente anche a distanza di anni. Ho confrontato la mia memoria con quella di vari nt e tendo a ricordare molto più facilmente di loro dettagli insignificanti di episodi o conversazioni. A scuola era sufficiente ascoltare la lezione per memorizzare le cose fondamentali, anche mentre stavo facendo altro (es. disegnando) tanto mi bastava l'udito. Faccio molta più fatica invece a memorizzare le cose leggendo. Infatti hai voglia a dirmi studia, studia, ma cavoli fatemi i podcast e vedete come studio! ahahaha
    WBorg

  • torukhtorukh Post: 1,767
    modificato maggio 2015
    L'altro ieri a lavoro ho visto la parente di una paziente.
    L'ho riconosciuta ed ho ricordato nome e cognome nonostante l'avessi vista 1 volta di sfuggita e non le avessi nemmeno parlato ben 7 anni e 3 mesi fa.
    fattore_aMariAlberi
  • DarwinDarwin Post: 1,503
    Credo visiva. Dico "credo" perché non posso avere la certezza di avere una memoria ed un tipo di pensiero diverso da quello altrui, dato che io non so com'è quello altrui. Ma da varie cose ho capito di avere una discreta capacità di memoria visiva ed anche immaginazione visiva/fotografica (non so se capite... ricostriusco situazioni possibili o ricordi o ancora storie e aneddoti creando modellini mentali che poi aziono come film).
    Ad esempio mi capita di ridere più del dovuto dopo un aneddoto che mi viene raccontato non perché io sia maligno o altro, ma perché immagino letteralmente ogni scena.
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • calebcaleb Post: 10
    modificato giugno 2015
    In primis sinestesica ,sento la scena o cosa come se io fosse parte di essa ed essa fosse parte di me ( un po difficile da spiegare ) e poi magari la vedo ,nel caso dei testi o scritti, vedo la pagina davanti a me e mi resta solo leggerla  . ma non sempre è cosi  a volte si alternano ,non so scegliere la modalità ,voi riuscite a sviluppare o controllare le vostre modalità ? .
  • calebcaleb Post: 10
    caleb ha detto:

    In primis cinestesica ,sento la scena o cosa come se io fosse parte di essa ed essa fosse parte di me ( un po difficile da spiegare ) e poi magari la vedo ,nel caso dei testi o scritti, vedo la pagina davanti a me e mi resta solo leggerla  . ma non sempre è cosi  a volte si alternano ,non so scegliere la modalità ,voi riuscite a sviluppare o controllare le vostre modalità ? .



  • riotriot Post: 6,402
    @caleb grazie per avrr riportato in alto la discussioone che mi era del tutto sfuggita.
    come te, la mia è una memoria sinestetica che definisco visivo/emotiva. ogni ricordo ha la sua immagine collegata e anche una valenza legata alle sensazioni che mi vengono riportate.

    per fare un esempio, il ricordo di un momento in prima elementare è un'immagine istantanea, unita a una sensazione emotiva, a un rumore/suono, a volte a un sapore.

    quest'insieme di dati però mi crea difficoltà a fermare il ricordo per più di pochi istanti, poi i sensi e le immagini iniziano a viaggiare troppo velocemente e perdo quel "fermo immagine". insomma mi devo sbrigare a inquadrare l'oggetto del ricordo prima che si trasformi.
  • Pensavo di averla fotografica perché mi ricordo ogni cosa che vedo, volti, immagini etc poi la difficoltà enorme sta nell'associare il volto al nome (sono negata coi nomi) o l'immagine al contesto. Però leggendo riconosco anche una memoria verbale, ricordo ogni singola conversazioni / film a distanza di anni. Quindi non so, un misto delle due. Magari la prima è data dal fatto che sono mancina e i mancini tendono ad avere una memoria fotografica, la seconda è data dall'Asperger invece.
  • Andato47Andato47 Post: 603
    modificato luglio 2015

    la mia è una memoria "a perdere"... nel senso che cancello praticamente tutto. Quando studiavo in genere memorizzavo le informazioni visivamente ma solo per il tempo utile in cui mi servivano, poi il mio cervello resettava. Avevo medie altissime, ma se finito l'anno scolastico mi chiedevi qualcosa di quello che avevo studiato... zero, come una che avesse copiato tutto!

    Ad esempio se scrivo qualcosa, una poesia, o un commento su questo forum, dopo averlo scritto non sono più in grado di ricordarlo. Ma questo già dopo alcune ore che l'ho scritto. In realtà non so come ho fatto ad andare avanti così... tutte le volte che mi chiedono: "ti ricordi quella volta che..." entro nel panico perché io non ricordo mai. In realtà i ricordi ci sono, perché nella mente, senza che io li richiami, emergono immagini di luoghi soprattutto, immagini di persone e di cose e di ambienti. Mentre sono pochi i ricordi di interazioni... cioè dei dialoghi con le persone. Infatti se c'è la possibilità che sforzandomi notevolmente io mi ricordi un certo luogo visitato, è quasi impossibile che mi ricordi cosa una certa persona mi abbai detto, di cosa si è parlato o cosa io abbia detto. Cioè, quella che mi viene detta, per ricordarla a distanza di tempo deve essere stava veramente una cosa eclatante ed importante emotivamente!!!! oppure me la devo scrivere... :)

    A.A.D. (Asperger Auto Diagnosticata) Tutto ciò che vuoi sta al di là della tua paura...
  • DingoDingo Post: 530
    Per luoghi uso la memoria fotografica, tendo a dimenticare tranquillamente nomi di vie o di luoghi che non frequento spesso e sono davvero molto pochi a dirla tutta. Stessa cosa per i nomi, non riesco ad associarli a dei volti finchè non ci ho passato del tempo insieme o del dialogo, subito dopo averne chiesto il nome. Tuttavia associo facilmente nickname agli avatar, se questi li trovo interessanti oppure vi ho condotto una buona conversazione (possibilmente se sono in vena). Se mi va a genio quella persona o me ne interesso particolarmente, memorizzo\carpisco\conservo di esso ogni singola informazione utile se intendo incontrarla, come i gusti, le passioni e mi "adatto" alla sua forma di pensiero proiettata davanti a me, quasi fossi un camaleonte, quasi volessi essere omni-comprensivo. Altra cosa che mi succede è che, se lavoro gomito a gomito con una persona, ne assimilo (come per "osmosi") frasi e modi di dire\fare, quasi volessi esserne un emulo, nel intento di interagire in forma chiave con le persone vicino al soggetto con il quale lavoro. Mi è successo con un collega e pure con il mio attuale datore di lavoro.
  • Spesso mi ricordo le cose nel modo in cui sono state dette . Ma succede anche che riesca ad avere il concetto in mente in modo completamente astratto e ancora adesso non so come spiegarmelo
Accedi oppure Registrati per commentare.