Salta il contenuto

Animali domestici

diegodiego Post: 1,136
modificato ottobre 2015 in Natura, animali e tempo libero
Secondo voi è giusto allevare animali in casa ?

Posto che alcuni animali (cani per esempio) possono essere contenti di questo, secondo voi è giusto ?

Non si rischia di lasciarli troppo spesso chiusi in casa da soli ?
Post edited by yugen on

Commenti

  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    modificato giugno 2015
    Lasciare un animale da solo per troppe ore non va bene. Hann bisogno di compagnia, anche i gatti che sembrano essere così solitari, motivo per cui abbiamo preso il gatto al gatto.

    Questo in linea generale. Però ci sono alcune occasioni in cui un animale, pur stando solo a casa, migliora la sua condizione. Basta farsi un giro nei canili e nei gattili per capire che una casa per loro è un guadagno spropositato, poi ovvio che avere un giardino sarebbe meglio, ma per moltissimi cani e gatti è un vero e proprio miracolo se vengono adottati: si adottano per lo più cuccioli che sono del tutto sani. A me è capitato di adottare una vecchia gatta dal gattile, nessuno se la filava, ovviamente, e il poter dormire su un letto, essere coccolata da qualcuno per lei è stato sicuramente un salto di qualità, considerato che in una colonia felina ci sono decine e decine di gatti e le volontarie (so tutte donne) difficilmente hanno il tempo di farci due coccole, tra tutto quel che c'è da fare (esperienza diretta).

    Per uccelli, pesci, tartarughine e simili, invece, la vedo proprio come una violenza, soprattutto perché stanno in gabbie piccolissime. Oltre al fatto che non essendo mammiferi è difficile interagirci bene. Ma anche per i criceti e simili è crudele, perché stanno, poveretti, in gabbia.
    diegoriotRobK
  • ciacia Post: 366

    Come ho già scritto in altri post io ho due cani, e la scelta di prenderli è stata ben ponderata. Io sono casalinga, quindi passo abbastanza tempo a casa, ho il giardino, nonostante questo quando ne avevamo solo una mi pareva tristissima quando la lasciavamo anche per poche ore, per cui alla prima cucciolata abbiamo tenuto una figlia perché si facessero compagnia, e dopo 10 anni alla morte della più anziana ne ho presa un'altra perché facesse compagnia a quella rimasta. Quando andiamo in vacanza vengono sempre con noi, scegliamo sempre luoghi dove possono accompagnarci anche in spiaggia.

    Sinceramente non so se starebbero meglio in un altro modo, magari in campagna completamente liberi (ma soggetti anche a più malattie, incidenti, morsi di vipere, scarsità di cibo ecc...), ma perlomeno i cani amano molto la compagnia umana, in realtà non sono così certa se siamo noi a scegliere di stare con loro o viceversa.


    Purtroppo io non sono una persona così "apprezzabile" da molti perché ho scelto dei cani di razza e non trovatelli, ma come in ogni rapporto io per amare devo anche apprezzare delle qualità e delle caratteristiche. L'aspetto fisico è la prima cosa che mi colpisce (come in un uomo) ma poi devono esserci delle affinità caratteriali che con il labrador sapevo di trovare (e così è stato).

    Inoltre non condivido molto chi dice che è immorale dare un prezzo ad un animale: noi abbiamo avuto 4 cucciolate, e tra visite mediche, cibo di qualità eccellente per garantire una buona gravidanza e un buon svezzamento, vaccini dei cuccioli, stufa sempre accesa per garantire una temperatura ottimale,  e in un caso anche un parto cesareo per complicazioni sopraggiunte (ovviamente a pagamento, non c'è la sanità pubblica per gli animali), mi sembra molto più immorale pensare di prendere un cucciolo gratis, di razza o meticcio che sia. Ho l'impressione che chi si trova a regalare i cuccioli tutte queste attenzioni e spese non abbia tanta voglia di affrontarle.

    riotvanessa
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    modificato giugno 2015
    cia ha detto:

    Inoltre non condivido molto chi dice che è immorale dare un prezzo ad un animale: noi abbiamo avuto 4 cucciolate, e tra visite mediche, cibo di qualità eccellente per garantire una buona gravidanza e un buon svezzamento, vaccini dei cuccioli, stufa sempre accesa per garantire una temperatura ottimale,  e in un caso anche un parto cesareo per complicazioni sopraggiunte (ovviamente a pagamento, non c'è la sanità pubblica per gli animali), mi sembra molto più immorale pensare di prendere un cucciolo gratis, di razza o meticcio che sia. Ho l'impressione che chi si trova a regalare i cuccioli tutte queste attenzioni e spese non abbia tanta voglia di affrontarle.

    I ragazzi che ci hanno dato Amelia hanno trovato la cucciolata in un campo, mamma più 4 micetti. Erano tutti malati, hanno speso un capitale in veterinario e medicine e hanno dato i 4 gattini ovviamente gratis. E Amelia è un certosino, ne ho visto alcuni in vendita a 500 euro. E c'era un altro certosino nella cucciolata.

    Quando il cane di mia sorella ha fatto i cuccioli abbiamo speso (abbiamo perché parte ho pagato pure io) un capitale in latte in polvere perché erano troppi cuccioli e quindi la mamma non poteva farcela da sola. E tutte le visite dal veterinario. Ovviamente ha dato i cuccioli gratis.

    Dire che chi non fa pagare i cuccioli forse non ci spende dietro tutti quei soldi è offensivo. Io amo moltissimo gli animali, a momenti spendo più per il cibo della gatte che non per il mio, se stanno male le porto subito dal veterinario. Per essere sicura di scegliere il cibo di miglior qualità mi sono informata e ho studiato come leggere bene le etichette dei prodotti veterinari e simili.
  • ciacia Post: 366

    @Elanor perdonami, non mi sono spiegata e mi dispiace essere sembrata offensiva mentre non era mia intenzione: non volevo dire che per tutti è così, meno che mai per la cura con cui vengono tenuti gli animali a casa, ma non tutti quelli che si ritrovano con una bestiola incinta lo fanno, su questo spero che tu sia d'accordo con me, altrimenti non si spiegherebbero tutti gli animali abbandonati che purtroppo vediamo, soprattutto in estate.

    Ci credo che per i cuccioli di tua sorella abbiate speso un capitale, ti sarebbe sembrato immorale che chi ha preso uno di quei cuccioli avesse dato almeno un rimborso per quelle spese? Io sinceramente no.

    Il discorso del cane di razza è un po' diverso perché parte della spesa (non poca) è anche per una selezione caratteriale attenta, che non vuol dire sopprimere i cuccioli non idonei, ma scegliere tra tanti solo quelli adatti ad avere dei figli, ma intanto vanno mantenuti e curati anche quelli che non possono portare un profitto a chi questa selezione la fa di mestiere. Parlo ovviamente di allevatori seri, e ce ne sono, anche se fanno notizia solo quelli disgraziati.

  • GecoGeco Post: 1,585
    Sono molto radicale, al limite dell'intollerante secondo alcuni: gli animali in casa (mia) non entrano.
    Poi è ovvio che ci sono gli irregolari che mi tocca perseguitare ed allontanare o ammazzare, ma volontariamente non faccio entrare alcun animale.
    E' un misto di:
    - abitudine famigliare
    - fastidio ad avere qualcosa in movimento per casa (tollero già poco le persone)
    - libertà: se vado via per 15 giorni non posso arrembarli nella schiena ad altri o limitare la mia libertà di movimento per un animale (nei parchi naturali i cani ad esempio, non possono entrare o andare in tutte le zone del parco), inoltre anche loro hanno diritto alla loro libertà di movimento, fare pipì nell'erbetta, saltare su un'albero, cacciare lucertole.
    Vivessi stabilmente in campagna forse farei un pensiero su un gatto.
    Ciao.
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    @cia per esperienza personale ho visto che moltissimi di quelli che si comprano il cane di razza manco lo sanno tenere, nel senso che non capiscono nulla di cani e lo usano come oggetto da sfoggiare. Mi par di capire che non è il tuo caso, visto che sei stata attenta a dargli, ad esempio, un compagno per non lasciarlo solo.
    Ho visto invece persone che si fanno in quattro per i propri animali, che non sono di razza, che come me si son studiati tutti gli alimenti sia normali che veterinari, che appena il loro animale ha una linetta di febbre lo portano dal veterinario, che accolgono ogni povera bestiolina abbandonata che trovano (rimettendoci un mucchio di soldi, perché se anche il veterinari ti viene incontro, se trovi tre gattini per strada e per riuscire a darli li sterilizzi tu allora ci rimetti un sacco di soldi).

    Personalmente non sarò mai d'accordo con chi compra un animale, poi ognuno è libero di fare quel che crede. Ma personalmente credo che un animale si adotti, non si compra.
  • Andato34Andato34 Post: 4,027
    "Gli animali non si comprano", eccetto quando uccisi e fatti a pezzi in macelleria.
    WBorg
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • bender85bender85 Post: 140
    io ho una gatta. vivo in campagna e quindi è libera di entrare e uscire da casa quando vuole. ho un angolo lettiera in casa e un angolo ciotola per il cibo. a lei non piace fare i bisogni in casa e quindi li fa all'aperto nelle terre. le piace bere l'acqua dalle fonti che scorrono e siccome fuori casa ho una fontana, ogni giorno mi chiama per aprirgliela così da poter bere. le ho insegnato a cacciare, o comunque ho cercato di svilupparle maggiormente il senso della caccia anzichè la pigrizia dei gatti domestici, e così sta tutto il giorno fuori a cacciare. non so se mangia ciò che cattura, ma lei sa di avere sempre la ciotola coi suoi croccantini. e infatti è libera di mangiarli 24 ore su 24. mangia piccole razioni per diverse volte al giorno, così ha sempre l'apporto energetico che le consente di stare fuori. l'ho sterilizzata a 6 mesi per evitare che i gatti randaggi la mettessero incinta. è magra, a dispetto di quanto si dica dei gatti sterilizzati. odia gli altri animali, compresi i gatti, e diffida delle persone, eccetto noi di famiglia. si lascia prendere in braccio solo da me, e sono solo io il suo punto di riferimento. questo si nota quando in casa ci assentiamo a rotazione. se partono i miei genitori, se ne frega, ma se parto io va in giro a cercarmi e diventa nervosa. ha compiuto 3 anni il 2 giugno.
    m'è stata regalata quando aveva un mese e mezzo. il proprietario non poteva tenere i gattini che erano stati partoriti, e così una l'ho presa io.
    naturalmente non è la mia prima esperienza con i gatti. ma so per certo che sarà l'ultima. alla sua morte non vorrò più altri animali. mi affeziono troppo e soffro troppo quando muoiono. è stata già lei un'eccezione perchè mi ero ripromesso di non accudirne più.
    ValentaAndato46RobK
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Pur amando gli animali abitando in un appartamento al sesto piano di una via trafficata so di non poterne tenere al momento.
    Poi mi assento anche 2/3 settimane e sono incompatibili con il mio attuale stile di vita.

    La mia storia è stata segnata dal trauma di dover dare in adozione un cane e un gatto che pure amavo tramite un associazione animalista.
    È stata una brutta botta.
    Andato46
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • ciacia Post: 366
    modificato giugno 2015
    Elanor ha detto:

    @cia per esperienza personale ho visto che moltissimi di quelli che si comprano il cane di razza manco lo sanno tenere, nel senso che non capiscono nulla di cani e lo usano come oggetto da sfoggiare. Mi par di capire che non è il tuo caso, visto che sei stata attenta a dargli, ad esempio, un compagno per non lasciarlo solo.
    Ho visto invece persone che si fanno in quattro per i propri animali, che non sono di razza, che come me si son studiati tutti gli alimenti sia normali che veterinari, che appena il loro animale ha una linetta di febbre lo portano dal veterinario, che accolgono ogni povera bestiolina abbandonata che trovano (rimettendoci un mucchio di soldi, perché se anche il veterinari ti viene incontro, se trovi tre gattini per strada e per riuscire a darli li sterilizzi tu allora ci rimetti un sacco di soldi).

    Personalmente non sarò mai d'accordo con chi compra un animale, poi ognuno è libero di fare quel che crede. Ma personalmente credo che un animale si adotti, non si compra.



    La tua generalizzazione sui cani di razza presi solo per sfoggiarli è sbagliata quanto la mia quando ho scritto che chi ha una cagnetta incinta non ha voglia di spendere un migliaio di euro per la cucciolata.

    "Solo" per sfoggiare che vuol dire, che non gli davano poi le cure e l'amore necessario? Mia figlia mette le foto dei nostri cani su FB, ma li ama immensamente, se tu metti qui una foto della tua gatta (se non sbaglio l'hai messa, una volta) che vuol dire, che "sfoggi " il tuo gatto?

    La differenza non può stare nel prezzo di acquisto, perché poi quello di mantenimento è lo stesso, su questo siamo d'accordo. Se poi mi dici che è più etico salvare un animale dal canile o gattile è vero, ma allora vorrei che lottassimo per campagne più serie per la sterilizzazione. A me prendere un animaletto solo per salvarlo mi sarebbe sembrato di scegliere come marito il primo che passava solo per non lasciarlo solo: è un compagno di vita per molti, molti anni e mi sento più sicura di poter avere una vita completamente in condivisione con lui se parto con le prospettive giuste. Ovviamente intendo l'indole, le attitudini. Non avrei mai voluto un cane territoriale che facesse la guardia abbaiando o peggio mordendo chi entra in casa mia, preferisco un animale estremamente socievole che vada d'accordo con tutti i miei vicini e i loro animali.

    Proprio ieri mi ha chiamata una signora che 11 anni fa aveva comprato uno dei miei cuccioli dicendomi che due giorni fa la sua Maggie è morta a causa di un tumore, e piangeva in una maniera straziante, non ha detto appena ho altri 1000€ mi prendo un altro cane da sfoggiare.

    Andato34
  • ciacia Post: 366

    Rileggo il mio messaggio e vedo un tono sgradevole che non avevo nello scriverlo, quindi prego chi lo leggerà di vederlo come uno scambio assolutamente calmo e pacifico


    :)
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    @cia ho detto che mi par di capire che non è il tuo caso. Parlo delle persone che ho conosciuto io, parlavo della mia esperienza personale.
    Sulle campagne di sterilizzazione sono d'accordo, è certamente parte del problema, se non la più grande parte.
    Non riesco a "scegliere" un animale in base all'indole, ovvio che ne preferisco uno socievole, così come preferirei, se mai avrò un figlio, che sia un bimbo socievole e non aggressivo. Ma appunto, non scelgo quel che mi viene :)
    Ripeto: ognuno è libero di scegliere, così come io son libera di non esser d'accordo con la compravendita di cani e gatti e simili.
  • vanessavanessa Post: 1,163
    Non sono contraria all'acquisto di animali di razza purché venga fatto in modo responsabile da allevatori seri che permettono di vedere i genitori oppure da privati di fiducia non da importatori e negozi vari. Tornando in topic i cani sono animali sociali quindi vivono sicuramente meglio in casa che da soli in giardino come usava qualche anno fa, però una vita da reclusi non va bene hanno bisogno di fare movimento e di stare anche con i loro simili sarebbe meglio non prendere cani se non si ha tempo per loro o voglia di curarli se il tempo e' poco ma la voglia c'è meglio prenderne due.
    Io ho un gatto che non era previsto, non è stato comprato da me (dai suoi proprietari precedenti si e in modo da completi irresponsabili) e non è di razza. Per lui vivere in casa non e' la situazione ottimale ma al momento non ci sono altre soluzioni possibili fuori nel traffico non sopravvivrebbe a lungo e in una gabbia del gattile dopo avere conosciuto una casa ci sarebbe stato peggio, mia mamma è pensionata e io lavoro part time quindi non è che stia molto solo ma è curioso e gli piace arrampicarsi anche se poi ha paura di tutto.
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!