Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

Ho un problema strano

Ciao a tutti.
Voglio esporvi un problema che ho io a scuola.
Questo succede durante le ore di biologia, quando si parla delle reazioni e di quel che avviene all'interno del corpo.
Il problema è: quando la prof spiega cosa avviene( oggi i grassi insaturi e specialmente i saturi, che si depositano nei vasi sanguigni )
Mentre lei spiegava, mi faceva male la pancia, mi si offuscava la vista(vedevo pallini colorati, come quando ci si prende un brutto colpo qlla testa), mi girava la testa. Praticamente mi veniva da svenire. E questo anche alle medie.
Perche mi succede? Eppure la biologia mi piace..
Sono l'unico?

AmelieOssitocinavanessa

Commenti

  • @IggyBlueSaturn, a me non sembra strano. 
    La biologia come scienza è affascinante, ma pensare a se stessi come un insieme di tubi pieni di strane cose che si muovono è davvero sconcertante, e ancor di più pensare all'interno del proprio corpo. Siamo abituati a considerarci solo dalle forme esteriori, che sono più abituali e rassicuranti. 
    L'unico consiglio che mi sento di darti è di abituarti lentamente, magari a pensare all'interno di una mano, poi pian piano al resto. 
    O al limite prova a disegnare le arterie, le vene....  ma cerca di reagire, lo so che può sembrare una cosa nauseabonda, ma poi pian piano si può arrivare a pensare che questa cosa nauseabonda piena di liquami è anche capace di poesia e di amore....     
    Coraggio
    LudoAmelieMariAlberiIggyBlueSaturnmandragola77OssitocinagiovannaDoor
    Ogni passo verso l'orizzonte fa allontanare l'orizzonte (Swift)

  • AmelieAmelie Post: 5,373
    Ciao, non sei l'unico: quando andavo a scuola a volte dovevo chiedere di uscire dalla classe perché mi prendeva un senso di nausea e un leggero capogiro, ma nel mio caso solo quando si guardavano immagini o, peggio, video. Con il passare degli anni è andata meglio e pian piano ha prevalso il fascino per quel meccanismo tanto sofisticato che è il corpo umano. Una possibile strategia è riflettere sul fatto che conoscendo quei meccanismi conosciamo noi stessi - che non siamo solo anima ma anche corpo, che ogni nostra cellula in ogni momento è attiva per permetterci di vivere. Vista da questa prospettiva è piena di Meraviglia.
    (E comunque determinati video sul funzionamento del cuore ancora oggi mi disturbano: decisamente non potrei fare il chirurgo :P ).
    IggyBlueSaturnNemo
  • LudoLudo Post: 495
    Io la chiamerei suggestione ed è capitato anche a me. Non credo sia un fenomeno molto raro.
    MariAlberiIggyBlueSaturnAmelieamigdalaNemo
  • Il fatto è che avviene anche quando si parla dettagliatamente, non solo con video. È come se io riuscissi a sentire, facendo l'esempio di oggi, il sangue scorrermi per il corpo e a tratti riesco a percepire le ostruzioni.
    Vorrei tanto che smetta. Il metodo di Esther non sembra funzionare :(

  • E' una cosa che va fatta piano piano, è come il vaccino che consiste in piccole dosi di batteri resi non aggressivi, così ti fai gli anticorpi. Si chiama desensibilizzazione sistematica, e anche volendo ipotizzare che la tua sia una leggera fobia, è l'unico modo per farsela passare. 
    E non funziona dall'oggi al domani, ci vuole pazienza. 
    Ogni cosa richiede il suo tempo... baci  baci
    LudoEirenelunagattinaNemo
    Ogni passo verso l'orizzonte fa allontanare l'orizzonte (Swift)

  • Non a scuola, ma ogni volta che qualcuno mi raccontava un suo intervento o incidente, io mo sentivo
    svenire. Mi è anche capitato di svenire realmente due volte. Una a lavoro e una invidiata in un ospedale.
    La cosa buffa è che quando è toccato a me subire un intervento non è successo niente. Non sono svenuta, niente nausea né capogiro.
    Ero spaventata da aghi, flebo, bypass, drenaggio e catetere, ma quando erano usati su di me non mi creavano grossi problemi.
    E sì che ero sempre svenuta ad ogni prelievo, fino ad allora.
    Quindi immagino che si tratti davvero di assuefazione.
    Forse se riesci a trovare qualche video di biologia da guardare a casa che possa aiutarti ad assuefarti alla cosa, piano piano scomparirà.
  • vanessavanessa Post: 1,163
    Anch'io ho dei problemi col sangue e con i fluidi corporei in genere, i racconti tra l'altro mi suggestionano molto, non sono mai svenuta ma qualche volta ci sono andata vicina, non ho consigli da darti mi dispiace perché non ho sempre le stesse reazioni e nonostante abbi quarant'anni non ho capito cosa mi faccia scattare i meccanismi di suggestione, ad esempio sono riuscita ad assistere mia nonna dopo un intervento chirurgico ma talvolta se vado a trovare un parente e magari un paziente vicino sta subendo una trasfusione mi sento male, a volte sentirmi raccontare un intervento nei dettagli non mi fa nessun effetto altre volte basta anche un racconto poco dettagliato per farmi girare la testa.
  • Ipocondria.
  • Lo1979Lo1979 Post: 220
    a me capira se ci si mette a parlare di spina dorsale e midollo spinale, vertebre ecc... che sia parlare, video o foto non riesco non resisto o smettono loro o mene vado io.

    ciao.

    Lorenzo
  • @giazz scusami ma cosa intendi?

  • ?
    Non ho ancora capito

  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,278
    Non avevo mai notato questa discussione; assolutamente capita anche a me.
    Non ho particolari mal di pancia, ma mi sento mancare.
    Mi capita tendenzialmente quando sento parlare tecnicamente del corpo umano (mi vengono in mente i vari corsi di primo soccorso, o il corso pre parto).
    Non capita invece se vedo immagini cruente, oppure autopsie per esempio. Mi capita proprio quando il tutto è accompagnato da spiegazione e forse quando ho modo di ricollegare il tutto in qualche modo al mio corpo.
    Non riesco più nemmeno ad essere sereno anche agli esami del sangue, mi terrorizzano e mi viene da svenire, ma provo sempre a far finta di nulla perché mi imbarazza farlo notare.
    Per fortuna non sono mai svenuto in nessuna di queste occasioni.
    In realtà tutto ciò capita da una decina d'anni.
    Sono molto curioso di sentire altre esperienze e di capirne il senso.
    IggyBlueSaturn
  • Icaro89Icaro89 Post: 1,223
    Sì è una reazione vagale. Chiamiamola anche informalmente "ipersensibilità" ad argomenti cruenti o comunque che abbiano legame diretto con il sangue. Anche ai miei fratelli veniva letteralmente da svenire durante le lezioni di anatomia, soprattutto quando si faceva l'apparato cardio-circolatorio. Penso che forse mio fratello sia proprio svenuto durante un'interrogazione sul muscolo cardiaco.
    AJDaisymandragola77Whoami
  • giovannagiovanna Post: 3,905
    modificato gennaio 2017
    Fai un po' di meditazione, respirazione, e cerca di sentirti parte della Terra e della Vita e ste cose qui, mentre quella spiega.
    Chiudi gli occhi.

    Che sei parte della Forza, che so.

    Vedrai aiuta.
    Perche' ti distacchi dal materiale e vedi solo lo spirituale.

    Il microcosmo e il macrocosmo, l' infinitamente piccolo e l' universo.
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • vincvinc Post: 33
    Anche a me capitava la stessa cosa suggestione accompagnato da sincope anche vedere un  film  o mi parlavano di sangue schizzi e cose strane... o santo dio è piu forte di me... quando andavo a farmi gli esami lo stesso un antitetanica....  mi assistevano sempre.  Ma se mi capita di fare iniezioni tipo insulina o primo soccorso rianimazione  (con addestramento ... aziendale)... dopo  mi sento euforico emozionato... Una volta mi capitò di arrestare una emorragia  (eravamo in spiaggia) e sta ragazzina si era tagliata sotto la pianta del piede.... insomma non era un bel vedere... finito il bendaggio in attesa dell'ambulanza mi buttai  a mare avevo paura di svenire...  Quello che ci frega è l'immaginazione e l'empatia visualizzata nei minimi dettagli...che crea allerta al cervello...e il cervello risponde con l'attacco di panico sincope...  nausea ecc
  • DoorDoor Post: 648
    È una cosa comunissima.
    A me piace il sangue, mi piacciono gli aghi, frequento praticamente sempre dei reparti ospedalieri che mi permettono di guardare dentro le persone, ed è una cosa fantastica.
    Però è capitato anche a me di stare male, perché a volte si empatizzano gli stimoli esterni così tanto da sentirseli addosso.
    L'ultima volta mi è capitato durante un intervento per arginare un aneurisma, sentivo le cannule che scorrevano nella femorale del paziente come se fossero state nella mia gamba.
    In quei casi esco dalla stanza, faccio qualche esercizio di respirazione e magari su e giù per il corridoio, poi rientro.
    Sophia
    Il mio sistema limbico è crashato.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici