Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

Perdita di memoria a breve termine

Dopo un episodio in ufficio, mi chiedo se possa essere un fattore derivante dal uso di alcol o meno...

Avevo ricevuto precise istruzioni, facili e dirette e che mi avrebbero consentito di svolgere un lavoro che sarebbe andato avanti per un pò, in totale autonomia, anche il giorno successivo. Dopo lo spiegone, pausa caffè; mi faccio un tè e mi sale il malumore per colpa di un giro di mail. Finita la pausa, bianco assoluto. Mi è già successo in altre occasioni; è come se la mia memoria fosse diventata volatile in seguito ad una spiegazione per la quale provo totale disinteresse essendo "pappa pronta" ma che allo stesso tempo è essenziale per il mio lavoro.
Negli anni ho accusato una minore predisposizione a memorizzare cose necessarie allo svolgimento delle mie mansioni, e mi chiedo se sia riconducibile al consumare bevande alcoliche; chiariamoci, non ho avuto problemi di dipendena o ero solito ad ubriacarmi ogni volta ma quando avevo qualche soldo in tasca uscivo per bere il sabato sera. Uno o due cocktail e poi a scendere con la birra, sempre a stomaco pieno. Di solito restavo fino a chiusura del locale, se era il soliito bar.
Tornavo a casa stordito, ma sempre sulle mie gambe ed in grado di intendere e volere. Raramente mi "ubriacavo", e mai perdevo il controllo ed ero assolutamente inoffensivo. Quando succedeva beh... Si buttava fuori pure l'anima e anche se da giovanissimo eccedevo, pian piano mi sono dato una regolata fino a conoscere bene i miei limiti in quanto per tutto il corso della serata, dal primo sorso fino al letto, ricordavo sempre tutto. Sono un cosidetto "ubriaco conscenzioso" e spesso chi trincava con me, finiva col chiedere al sottoscritto di ricostruire la serata il giorno dopo. Ma stò divagando. Fatto stà che lo sforzarsi di memorizzare tutto ed andare a letto con tutta quella roba in corpo, anche dopo un sostanzioso spuntino nella panetteria notturna, non ha fatto che rallentare l'immissione nel sangue di tutto quel veleno prima e durante la fase di sonno e temo abbia danneggiato la mia mente a poco a poco.
Dal 2014 in poi smissi per tutta una serie di motivi personali, trovando più piacere nei sabato sera alternativi o uscendo di rado, smettendo pure di fumare (da marzo 2013). Difatti quasi non tocco alcol. Quando lo vedo, alle volte mi tornano in mente quelle notti e mi torna la paura che consumarne troppo mi faccia male. Ma d'altro canto mi è sempre piaciuto. Lo consumo comunque con parsimonia, a seconda della tipologia (i miei preferiti sono il sidro di mele, la birra e i liquori\cocktail dolci) ed evito di assimilarlo in presenza della mia ragazza, in quanto non voglio metterla a disagio con l'odore che lei trova sgradevole, sopratutto se le fiato accidentalmente addosso o cerco di baciarla.

Detto questo, non saprei proprio dove trovare delle informazioni esatte al riguardo, e se effettivamente la mia teoria abbia fondamento. Un pò per pigrizia nel googlare, un pò perchè non saprei a cosa credere e a cosa no, viste le contraddizioni emerse su molte ricerche. E se fosse invece tutta una serie di fattori inerenti l'alcol?

Commenti

  • pokepoke Post: 1,721
    È fatto noto che gli alcolici impieghino circa una settimana (ovviamente è in funzione del quantitativo/peso/sesso/frequenza) per eseere smaltiti.
    In ogni caso, se hai riscontrato un calo di memoria a breve termine, ti consiglio di prendere appunti (anche schematici) per risolvere il problema.
    Io sono quasi astemia, eppure può accadermi di avere una memoria a breve scarsa (sopratutto se non ho dovuto ricorrere ad un ragionamento-quindi per informazioni banali), schematizzando su un foglio, mi evito dimenticanze importanti. Nonché già il fatto do trasferire un'informazione in forma scritta, mi aiuta a ricordare anche senza l'ausilio del foglio. Prova..
    Dingo
  • EowynEowyn Post: 284
    Ciao,anche a me capitano situazioni esattamente sovrapponibili alla tua,specialmente sul lavoro (ma può essere anche relativo a questioni burocratiche "domestiche"). Io non bevo quasi e soprattutto non ho mai ecceduto (ricordo una sola sbronza in tutta la mia vita). Invece trovo più pertinente il fatto che tu abbia avuto un momento di cattivo umore: io ho riscontrato che mi succede quando la situazione mi mette ansia o cattivo umore,o comunque quando ho la testa impegnata da altre preoccupazioni.
    MononokeHimeDingo
  • DingoDingo Post: 530
    @poke @Eowyn Quel giorno mi sono sentito sovraccarico, e mi sono beccato una ramanzina. Mi è stato chiesto di prendere più appunti con maggiore regolarità... (Aprirò un thread apposta per quello) Ma credo sia la monotonia del lavoro e le poche ferie a rendere la mia memoria pigra. Faccio fatica ad assimilare nuovi concetti ma temo che i miei eccessi, seppur lievi rispetto a molti miei coetanei, mi abbiano portato ad un deterioramento delle mie facoltà intellettive, e in maniera permanente.
  • Simone85Simone85 Post: 2,798
    modificato marzo 2017
    Se non sbaglio la tua ragazza è iscritta al forum? Cosa dice a riguardo?
    Per quanto riguarda l'alimentazione, in generale come sei messo? Mangi regolarmente?
    Non ne so molto sulla nutrizione ma questa improvvisa perdita di memoria non potrebbe essere un semplice calo di zuccheri?
    Eirene
  • DingoDingo Post: 530
    @Simone85 Lei non dice nulla anzi, non le dispiace che io beva e mi ripete sempre di non sentirmi obbligato a trattenermi, ma se non voglio non voglio e basta. Non mi ha mai visto alticcio e comunque concorda con la mia teoria. A volte non mangio, semplicemente perchè tendo a mangiare di gusto anche se sono sazio e quindi digiuno perchè dovrei davvero scendere di peso; non mi piace l'attività fisica ma cammino parecchio e il mio lavoro è di carattere prettamente sedentario, comunque non mi faccio mancare nulla; dalla frutta alla verdura, dai legumi fino alle carni. Escludo soltanto le farine non integrali, o meglio, quelle bianche le consumo occasionalmente e così anche i prodotti ricchi di amido e le bevande alcoliche. Nota dolente è che sono un pattito delle cose dolci.
  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,278
    Non saprei. Io ho poca memoria a brevissimo termine e su cose che non hanno rilievo; un classico da sovrapensiero. Appoggio un oggetto da qualche parte e non ricordo più dove l'ho lasciato. Combatto tutto questo con l'ordine ed il "solito posto". Episodi come il tuo mai capitati.
    Per sicurezza riempio telefono, pc al lavoro, calendario a casa di promemoria dei quali non ho mai bisogno. È un'abitudine ed una sicurezza in più.
    Sinceramente bevevo moltissimo da giovane ed ora un po' il weekend (niente di ultra trascendentale, salvo casi sporadici) ed una birra o mezza bottiglia di vino + una grappa o 2 quasi tutte le cene (a pranzo non ho mai bevuto, neanche una goccia, sul lavoro esigo la massima prestazione mentale).
    Non mi sembra incida minimamente.
    Da giovane in un periodo fumavo un po' di cannabis; fino a qualche anno fa comunque capitava con gli amici di fumarne qualche volta l'anno. Ora non fumo praticamente mai.
    Questa progressione ha fatto sì che la memoria a brevissimo termine (dove sono carente) abbia avuto uno step in miglioramento considerevole.
    Conduco anche una vita più regolare bel meccanismo sonno-veglia (5h a notte di sonno, "fatte bene" ed orari costanti). Anche questo aiuta.
    Dal mio punto di vista non informato, ma puramente basato sulla sensazione personale, l'alcool ha poco a che vedere con la memoria, a parte il giorno dopo 'mbriacate considerevoli, dove non è l'unico ambito dove si hanno problemi dal punto di vista delle facoltà mentali.
  • DingoDingo Post: 530
    AJDaisy ha detto:

    Non saprei. Io ho poca memoria a brevissimo termine e su cose che non hanno rilievo; un classico da sovrapensiero. Appoggio un oggetto da qualche parte e non ricordo più dove l'ho lasciato. Combatto tutto questo con l'ordine ed il "solito posto". Episodi come il tuo mai capitati.
    Per sicurezza riempio telefono, pc al lavoro, calendario a casa di promemoria dei quali non ho mai bisogno. È un'abitudine ed una sicurezza in più.
    Sinceramente bevevo moltissimo da giovane ed ora un po' il weekend (niente di ultra trascendentale, salvo casi sporadici) ed una birra o mezza bottiglia di vino + una grappa o 2 quasi tutte le cene (a pranzo non ho mai bevuto, neanche una goccia, sul lavoro esigo la massima prestazione mentale).
    Non mi sembra incida minimamente.
    Da giovane in un periodo fumavo un po' di cannabis; fino a qualche anno fa comunque capitava con gli amici di fumarne qualche volta l'anno. Ora non fumo praticamente mai.
    Questa progressione ha fatto sì che la memoria a brevissimo termine (dove sono carente) abbia avuto uno step in miglioramento considerevole.
    Conduco anche una vita più regolare bel meccanismo sonno-veglia (5h a notte di sonno, "fatte bene" ed orari costanti). Anche questo aiuta.
    Dal mio punto di vista non informato, ma puramente basato sulla sensazione personale, l'alcool ha poco a che vedere con la memoria, a parte il giorno dopo 'mbriacate considerevoli, dove non è l'unico ambito dove si hanno problemi dal punto di vista delle facoltà mentali.

    @AJDaisy Solo cinque ore?! Mi sembra davvero troppo poco... Comunque sono stato fumatore per circa 4 anni... Fumavo poco durante la settimana e il sabato sera ci davo sotto fumandomi un pacchetto intero circa... Alle volte, in casi sporadici, mi hanno anche offerto spontaneamente cannabis o hashish da fumare in gruppo ovviamente.
  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,278
    Dingo ha detto:

    AJDaisy ha detto:

    Non saprei. Io ho poca memoria a brevissimo termine e su cose che non hanno rilievo; un classico da sovrapensiero. Appoggio un oggetto da qualche parte e non ricordo più dove l'ho lasciato. Combatto tutto questo con l'ordine ed il "solito posto". Episodi come il tuo mai capitati.
    Per sicurezza riempio telefono, pc al lavoro, calendario a casa di promemoria dei quali non ho mai bisogno. È un'abitudine ed una sicurezza in più.
    Sinceramente bevevo moltissimo da giovane ed ora un po' il weekend (niente di ultra trascendentale, salvo casi sporadici) ed una birra o mezza bottiglia di vino + una grappa o 2 quasi tutte le cene (a pranzo non ho mai bevuto, neanche una goccia, sul lavoro esigo la massima prestazione mentale).
    Non mi sembra incida minimamente.
    Da giovane in un periodo fumavo un po' di cannabis; fino a qualche anno fa comunque capitava con gli amici di fumarne qualche volta l'anno. Ora non fumo praticamente mai.
    Questa progressione ha fatto sì che la memoria a brevissimo termine (dove sono carente) abbia avuto uno step in miglioramento considerevole.
    Conduco anche una vita più regolare bel meccanismo sonno-veglia (5h a notte di sonno, "fatte bene" ed orari costanti). Anche questo aiuta.
    Dal mio punto di vista non informato, ma puramente basato sulla sensazione personale, l'alcool ha poco a che vedere con la memoria, a parte il giorno dopo 'mbriacate considerevoli, dove non è l'unico ambito dove si hanno problemi dal punto di vista delle facoltà mentali.

    @AJDaisy Solo cinque ore?! Mi sembra davvero troppo poco... Comunque sono stato fumatore per circa 4 anni... Fumavo poco durante la settimana e il sabato sera ci davo sotto fumandomi un pacchetto intero circa... Alle volte, in casi sporadici, mi hanno anche offerto spontaneamente cannabis o hashish da fumare in gruppo ovviamente.
    Diversi uomini di scienza e statisti hanno raccontato di dormire 3-4h a notte. Io mi trovo bene sulle 5, qualcosa più il weekend.
    Vivo un po' di più le giornate. Il resto lo fanno i 132000 caffè che prendo al giorno (in realtà è un vizio recente, prima ne facevo a meno).
  • DingoDingo Post: 530
    AJDaisy ha detto:



    Diversi uomini di scienza e statisti hanno raccontato di dormire 3-4h a notte. Io mi trovo bene sulle 5, qualcosa più il weekend.
    Vivo un po' di più le giornate. Il resto lo fanno i 132000 caffè che prendo al giorno (in realtà è un vizio recente, prima ne facevo a meno).

    Ecco, il caffè è passato dall'essere la regola ad una bevanda da consumare saltuariamente. Mista al nervosismo mi ha reso l'intestino alquanto suscettivile e poi essere in overdose di caffè la trovo una sensazione davvero pessima per concentrarmi.
  • EowynEowyn Post: 284
    @Dingo @AJDaisy , io ho tagliato pesantemente il caffè da qualche mese e ne vedo dei benefici.
    Sono uscita da un'annata da incubo e probabilmente non era solo quello a crearmi problemi, ma ora con 1 massimo 2 tazzine al giorno sono molto più lucida.
    AJDaisy
  • AJDaisyAJDaisy Post: 11,278
    Eowyn ha detto:

    @Dingo @AJDaisy , io ho tagliato pesantemente il caffè da qualche mese e ne vedo dei benefici.
    Sono uscita da un'annata da incubo e probabilmente non era solo quello a crearmi problemi, ma ora con 1 massimo 2 tazzine al giorno sono molto più lucida.

    Mediamente dovrei essere attorno alle 5 tazzine/gg. A volte anche qualcosa più. Ora sono alla seconda. È un vizio che è nato quando smisi di fumare e che si è ampliato bel tempo. È evidente che ormai si sia trasformato in dipendenza; senza mi sento fiacco.
  • MononokeHimeMononokeHime Post: 2,451
    Quando ero piccola mi dicevano sempre che avevo la testa fra le nuvole, che se. In ricordavo le cose era perché non mi importava di quella cosa o non ero attenta, anche se per me non era così e mi arrabbiavo quando me lo dicevano. Io mi concentravo, volevo fare bene quella cosa che mi dicevano, ma non c'era verso, continuavo a dimenticare determinate cose.
    Nel lavoro di adesso mi tocca rispondere al telefono, e puntualmente mi perdo dei pezzi, del tipo che metto giù la chiamata e già mi sono dimenticata alcune parti di quello che devo segnarmi.
    Pessima memoria a breve termine per le cose ritenute dalla mia testa poco importanti, anche se quello che dimentico ha importanza su altri piani e magari potrebbe portarmi a ramanzine o addirittura alla perdita di lavoro (sto esagerando!).
    L'unica cosa che ho notato avere influenza sulla mia memoria a breve termine (che io ricordi per ora) è lo stress e la stanchezza: divento come Dory...!
    È un periodo particolarmente stressante o sei particolarmente stanco(in primavera ad esempio sono sempre stanchissima)?
    Eowyn
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • DingoDingo Post: 530
    AJDaisy ha detto:

    Eowyn ha detto:

    @Dingo @AJDaisy , io ho tagliato pesantemente il caffè da qualche mese e ne vedo dei benefici.
    Sono uscita da un'annata da incubo e probabilmente non era solo quello a crearmi problemi, ma ora con 1 massimo 2 tazzine al giorno sono molto più lucida.

    Mediamente dovrei essere attorno alle 5 tazzine/gg. A volte anche qualcosa più. Ora sono alla seconda. È un vizio che è nato quando smisi di fumare e che si è ampliato bel tempo. È evidente che ormai si sia trasformato in dipendenza; senza mi sento fiacco.
    In realtà credo che quella fiacchezza derivi proprio dal fatto che tu dorma poco. In media si dovrebbe dormire almeno 8 ore. La caffeina non ti "sveglia" ma inibisce il senso di stanchezza. Io invece ho cominciato ad assumere regolarmente caffè con le sigarette; l'abitudine è nata frequentando persone che avevano a loro volta consolidato questo binomio di sostanze prima di me.
    AJDaisy
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici