Salta il contenuto

Ti sei sentito/a raggirato/a spesso?

somedaysomeday Post: 469
Io si. Sempre. Se faccio un'analisi di tutti gli amici che ho avuto nella mia vita devo dire che la maggior parte di loro mi ha raggirato
FORSE PERCHÉ NOI ASPIE SIAMO TROPPO INGENUI?
Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
Post edited by yugen on

Commenti

  • elettraelettra Post: 889
    modificato ottobre 2012
    In passato mi succedeva spesso, era la norma. Adesso la maggior parte delle volte riesco a capire se una persona sta provando a raggirarmi.
    Ero di un'ingenuità spaventosa, spesso infatti mi sentivo stupida. Oggi sono sempre sul chi va là, quindi riesco a difendermi meglio.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes. When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • ViolettesViolettes Post: 1,300
    Ma per raggirare cosa intendi? Essere fregati?
    Io me ne accorgo all'istante.

    Nascere a mani vuote, morire a mani vuote. Ho contemplato la vita nella sua pienezza, a mani vuote. (Marlo Morgan) Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto. Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato. Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato. Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia. (Profezia degli indiani Cree)
  • ViolettesViolettes Post: 1,300
    Non ho risposto alla domanda. Si mi sento spesso raggirata,specie in passato quando ero così depressa che ritenevo perfino giusto che mi raggirassero. Deve essere che ho una faccia angelica, qualche espressione ingenua... Invece caratterialmente sono tutto tranne che ingenua. E' l'apparenza che inganna.

    Nascere a mani vuote, morire a mani vuote. Ho contemplato la vita nella sua pienezza, a mani vuote. (Marlo Morgan) Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto. Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato. Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato. Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia. (Profezia degli indiani Cree)
  • somedaysomeday Post: 469
    Per raggirato intendo dire specialmente usarti, senza che tu ti accorga che tutto era stato preparato per portarti a dire di si a fare un favore a qualcuno, insomma gente che ti studia, ti approccia, ti racconta un sacco di cavolate, ti adula, ti propone varie cose da fare, ma sempre e solo con un secondo scopo, ottenere qualcosa da te, un favore, un servizio... qualcosa che sarebbe stato sufficiente chiedere.
    Allora ci si sente in un mondo di imbroglioni
    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • ViolettesViolettes Post: 1,300
    Someday me ne accorgo immediatamente.
    Nascere a mani vuote, morire a mani vuote. Ho contemplato la vita nella sua pienezza, a mani vuote. (Marlo Morgan) Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto. Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato. Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato. Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia. (Profezia degli indiani Cree)
  • biancabianca Post: 1,380
    modificato ottobre 2012
    No, sono incredibilmente diffidente e ho un feeling molto forte sulle situazioni. Sul lavoro so sempre in anticipo chi pagherà e chi no, ma i miei soci non reputano utile qs mia capacità, LOL!
  • @someday

    Quoto pienamente quello che hai scritto. 
    Il mio problema è proprio di questo tipo. Sono per natura molto gentile e tutti se ne approfittano.
    Inizialmente non me ne accorgo ma quando mi rendo conto che non si tratta più di essere gentili ma di fare qualcosa per forza, scatta la repulsione immediata e violenta.
    Le persone in questione vengono allontanate per sempre dalla mia vita, senza più alcuna possibilità di rientrare nella mia realtà.


  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Essere raggirato è, mio malgrado, il mio stile di vita...
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    modificato giugno 2014
    il 09/04/2009 un'amica ed io decidevamo di andare a trovare in ospedale il sabato dopo un'amica comune con un brutto male. Le avevo raccontato già del mio problema col lavoro.
    Lei, che neanche poteva alzarsi dal letto, mi chiese subito del lavoro, se avevo un contratto, se mi pagavano e se erano corretti. Il mio era un sì sbrigativo, ma in realtà non era e non è vero.
    Da lì a un anno, eravamo al suo funerale. Eravamo nella stessa classe a scuola.

    Per non parlare dell'ultimo episodio causato da persone di famiglia che mi hanno sottratto dei cari ricordi e il pensiero mi sveglia la notte.
    Post edited by fattore_a on
  • marielmariel Post: 1,551
    @someday

    Quoto pienamente quello che hai scritto. 
    Il mio problema è proprio di questo tipo. Sono per natura molto gentile e tutti se ne approfittano.
    Inizialmente non me ne accorgo ma quando mi rendo conto che non si tratta più di essere gentili ma di fare qualcosa per forza, scatta la repulsione immediata e violenta.
    Le persone in questione vengono allontanate per sempre dalla mia vita, senza più alcuna possibilità di rientrare nella mia realtà.


    ugualissimo!!!
  • FrancescoFrancesco Post: 966
    modificato giugno 2014
    Mi occupo di finanza ed investimenti da quando avevo 16 anni, sono passato in mezzo a crisi e bolle speculative di tutti i colori e non sono mai riusciti a fregarmi anche se ci hanno provato in tanti, poi basta un venditore un po' più insistente e mi propina di tutto.
    Di natura sono molto disponibile, ovviamente qualcuno ne approfitta perchè non riesco mai a dire no ma questo è abbastanza normale, a volte  non ci faccio nemmeno troppo caso, nei casi più estremi di sfruttamento continuato, anche se me ne rendo perfettamente conto, non riesco ad essere diretto e negare il supporto, mi rendo irreperibile. Lo so che è stupido ma non riesco a farci nulla.
    :-(
    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • bloody81udbloody81ud Post: 465
    modificato giugno 2014
    A me più che nelle amicizie succede nelle relazioni laddove subentra quella componente irrazionale e quindi si è meno portati a fare quei calcoli che invece converrebbe operare soppesando il tutto.
    Nelle amicizie è capitato di rado, forse perchè a parte quelle due o tre persone con le quali mi apro completamente al resto del mondo, anche per coloro che a differenza di come la vedo io si dichiarano miei amici, ho un rapporto cordiale ma mi limito a mostrare solo una parte di me per tutelarmi meglio.
  • marmotmarmot Post: 560
    modificato luglio 2014
    da bambino sempre sempre sempre, poi negli anni ho cercato di ridurre le situazioni dove potevo essere "sfruttato" e/o almeno quando capivo che stava succendendo o che poteva riaccadere più volte chiudevo il rapporto con la persona.
  • yugenyugen Post: 1,888
    modificato luglio 2014
    Ho una grande difficolta' a dire di no quando una persona mi chiede qualcosa.
    Soprattutto se vedo che il mio "no" crea un problema o mette quella persona in difficolta'. E' piu' forte di me e poi ovviamente me ne pento.
    Nel lavoro questo aspetto e' una tragedia.
    Accetto compiti che vorrei rifiutare.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici