Salta il contenuto

Come immaginate un mondo popolato solo da ND ?

13»

Commenti

  • MarkovMarkov Post: 10,876
    Sedili a dondolo su treni ed autobus :D
    RobKAndato46EstherDonnellyPhoebeAmelieNemoAJDaisy
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    Marcof ha detto:

    Sedili a dondolo su treni ed autobus :D

    Che sogno :x
  • alexander_popealexander_pope Post: 503
    modificato ottobre 2015
    Valenta ha detto:

    Una cosa che mi è venuta in mente adesso è che essendo molti di noi poco interessati alla cucina,
    Tutto il mondo legato alla gastronomia tipo ristoranti, programmi come Master chef, libri di cucina, sarebbero ridimensionati.

    posso fare io la cuoca ufficiale del pianeta nd?:)
    è vero che non mi piacciono quei programmi perchè mettono in scena competitività inutile, però cucinare mi rilassa molto.
    Nemo
  • BlindBlind Post: 2,575
    Discussione curiosa...
    Secondo me, nel migliore dei casi, non cambierebbe nulla.
    In una qualsiasi società, infatti, un gruppo di minoranza (diciamo Gx) si riconosce come tale perché presenta almeno una caratteristica (diciamo Cx) che lo distingue dal gruppo di maggioranza. Sapere o anche solo pensare di possedere quella caratteristica "unisce" le persone, facendole sentire parte di Gx.
    In una comunità (pianeta, stato, città, paese) costituita dal solo gruppo Gx i suoi appartenenti non sarebbero più in grado di distinguere la caratteristica Cx e dunque non sarebbero più così uniti - eventualmente si formerebbero altri gruppi e minoranze, accumunate da altre caratteristiche (poiché è inverosimile pensare ad individui tutti uguali...).
    Di conseguenza, su grande scala, mediamente le dinamiche della società rimarrebbero pressoché invariate perché il gruppo Gx è un gruppo di persone e come tali si comporterebbero - sebbene ora i singoli appartenenti a Gx si sentano "diversi" dalla maggioranza...
    (Nel caso peggiore, invece, limiti e difetti della condizione ND finirebbero col prevalere sui pregi e la "società" si ritroverebbe presto nel caos)

    Elanor ha detto:

    Marcof ha detto:

    Sedili a dondolo su treni ed autobus :D

    Che sogno :x
    Che incubo, vorrai dire!
    Se i sedili non sono ben saldi nella loro posizione rischiano di accentuare quel dondolio, di per sé già molto fastidioso, che si subisce ogni qual volta il conducente accelera o frena - con effetti catastrofici per muscoli del collo (e per testa e stomaco, se si soffre di mal d'auto).

    rondinella61
  • Io mi ci trasferirei per una vacanza. Sono seria.
    alexander_poperondinella61Andato46
  • Uguale. Cambierebbero solo i motivi per cui le cose accadono.
    Blindrondinella61AJDaisywoodstock
    Re-motivate me, I'm all there is to be - An omnipotent being so complete in my diversity
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    Blind ha detto:

    Che sogno :x
    Che incubo, vorrai dire!
    Se i sedili non sono ben saldi nella loro posizione rischiano di accentuare quel dondolio, di per sé già molto fastidioso, che si subisce ogni qual volta il conducente accelera o frena - con effetti catastrofici per muscoli del collo (e per testa e stomaco, se si soffre di mal d'auto).

    Hai ragione. Mi sono solo immaginata un bel dondolio da altalena o, come faccio io da sola a letto, un leggero dondolio calmante.
    No, morirei anch'io dopo 3 metri :))
  • Ancora prima che conoscessi la Sindrome di Asperger, ho immaginato un Mondo Aspie.
    Sarebbe il mondo ideale in cui io vorrei vivere: un luogo di pace e libere opinioni, senza ipocrisia e senza stupidi tabù. Un mondo senza fraintendimenti e con tanta tecnologia, ma anche con tanta natura.
    Una utopia irrealizzabile, ma io continuo a sognarla...
    MariAlberi
  • resetreset Post: 2,151
    Nel mondo dei sogni sarebbe Atlantide dei film fantastici, ma forse somiglirebbe al "Mondo nuovo".
    O forse sarebbe un'umanità in estinzione, di eremiti sparsi per il cosmo, a studiare,analizzare, pensare. Tenuti in contatto dalla tecnologia.
    Ognuno col suo viaggio, ognuno diverso ognuno in fondo perso dentro i fatti suoi e forse non ci incontreremo mai.
    rondinella61

  • Penso che sarebbe un mondo fantastico, senza problemi come bullismo, pregiudizi e violenze, non ci sarebbero guerre, ingiustizie e ci sarebbe più rispetto per la natura e non ci sarebbe inquinamento. Probabilmente ci sarebbe anche un notevole avanzamento della scienza e della tecnologia, dato che molti dei grandi progressi umani sono stati avviati da Asperger.
    Johnnygang80Sniper_Ops
  • ale82ale82 Post: 953
    modificato giugno 2018
    Un mondo migliore, senzameno, per quanto ritenga indispensabile l'esistenza dei neurotipici.
    Per quello che ho constatato qui dentro, un mondo incapace di malvagità( rabbia magari molta, ma pacificamente risolvibile)
    Non mi esprimo oltre, ho grande stima di moltissimi "neurotipici".
    .Nella mia utopica realtà, tutti saremmo estremanente funzionali nel rispetto e nell'impiego di ogni tipo di "diversità"
    Sniper_Opsmarco3882
  • AndrewAmbientAndrewAmbient Post: 156
    modificato luglio 2018
    Ordinato, Pacifico, silenzioso e costellato da geni.
    Sniper_Ops
  • MarkovMarkov Post: 10,876
    modificato luglio 2018
    Secondo me l'affinità media non aumenterebbe molto, ma sarebbe solo un po' più facile trovare persone affini a me. E neanche in maniera netta se si conta pure che adesso posso selezionare qualcuno molto affine e al contempo sufficientemente estroverso da saper corrispondere quanto mi basta.
    Anche per i progressi scientifici, a far tanto sono soprattutto le vie di mezzo ben adattate alla società, e lo erano pure Einstein, Tesla e Majorana. Malgrado tutto sapevano muoversi bene, conversare con altre persone, e non vivevano certo nel loro rifugio segreto.

    Con l'aumentare del comportamento introverso diminuisce l'affinità.


    ale82
  • RonnyRonny Post: 1,420
    @Markov in un mondo di asperger l'estroversione e l'introversione si manifesterebbero in un modo diverso dalla small talk. Ed essere estroversi non è sinonimo di essere bravi nella small talk.
    Le abilità sociali in un mondo di aspie non sarebbero quelle dei neurotipici. Sarebbero tarate su di noi
  • MarkovMarkov Post: 10,876
    Eh ma non mi piacerebbe la taratura basata su ciò che piace ad una persona specifica. E comunque, per me, la massima affinità non viene certo raggiunta da quelli sempre seri che sentono il bisogno di condividere in ogni momento i loro pensieri articolati, né penso che la massima produttività si raggiunga così (anzi, in genere ad aumentare è proprio la componente visiva, anche a scapito di quella verbale).
    Quelli che trovo più affini, in genere, sono gli occidentali orientalizzati o gli orientali occidentalizzati :) . Ci dev'essere un legame molto forte con i loro interessi ed è auspicabile che siano pure oggetto di studio accademico e pilastro portante dei loro valori umani, ma devono aver acquisito pure un livello di adattamento tale da fare ironia, non manifestare comportamenti anti-sociali, saper stare con gli altri a tempo indeterminato… al più azzittendosi se non sentono il bisogno di parlare.
    Ronny
  • Jin_Nemo_OudeisJin_Nemo_Oudeis Post: 566
    modificato luglio 2018
    Il mondo e' esattamente come dovrebbe essere, per quello che può rappresentare uno status di equilibrio relativamente stabile.

    Come i gas nell'atmosfera tendono ad occupare tutto lo spazio disponibile in modo uniforme (in funzione della gravita') nel caso venisse rimosso un certo quantitativo di volume, cosi' anche l'essere umano tende a dare espressione ad ogni sua declinazione in funzione di quelle che sono le variazioni disponibili.
    Blind
    Tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • Si metterebbero tutti d'accordo alla fine e la società farà schifo come adesso
Accedi oppure Registrati per commentare.