Salta il contenuto

Bimbo autistico abbandonato dai genitori.

2»

Commenti

  • Socke_21_43Socke_21_43 Post: 185
    modificato luglio 2019
    La mia neuropsichiatra il primo giorno di seduta mi ha presentato lo spettro autistico in un modo disumano,dicendo "forse hai lo spettro autistico" così come se mi stesse dicendo che avessi i capelli biondi anziché mori. Insomma io ho avuto un attacco di panico e non sapevo cosa dire o fare, pensavo che stesse sbagliando e invece me lo ha ripetuto sempre con la stessa modalità. Il mondo mi è crollato addosso veramente, pensavo di essere un autistico grave e invece sono solo un dannato asperger
  • riotriot Post: 6,384
    modificato luglio 2019
    @amanita e @mammaconfusa80 l'articolo che ho postato nel mio precedente messaggio dice esattamente la stessa cosa: David Vagni, che è uno dei fondatori di questo forum asserisce che:

    "Per il DSM-5, il gruppo di revisione ha stabilito come criterio principale per l´unione di Asperger, PDD-NOS e Autismo in un unico spettro proprio la difficoltà di fare una diagnosi differenziale prima dei 6-8 anni di età."

    significa che se le dignosi differenziate all'interno dello Spettro Autistico vengono date precocemente, è perché i relativi criteri sono evidenti nel bambino, oppure per facilitare l'accesso alle terapie.
    ma in questo secondo caso gli specialisti dovrebbero informare i genitori che si sta facendo in modo da dare immediato accesso alle terapie e che tale diagnosi è suscettibile di revisione.

    quello che spetta a questo forum è di dare una immagine dell'Autismo il più vicina possibile alla realtà, ecco perché è importante parlare dello Spettro Autstico come un contenitore che al suo interno ha migliaia di sfumature per ogni singolo criterio diagnosticato.
    insomma, qui non faremo mai distinzioni tra "Autsimi".

    e a proposito del topic, per tornare in tema:


    gufomatto79Linna
  • loconiloconi Post: 357
    modificato luglio 2019
    mammaconfusa80 ha detto:

    @amanita ti do ragione. Io parlo per me. Se non avessi avuto il bagaglio culturale che mi porto dietro e se non avessi incontrato in rete questo forum molto probabilmente sarei finita sotto psicofarmaci pesanti dopo la diagnosi di mio figlio. Ho una coppia di amici che ha un figlio con problematiche molto simili a mio figlio eppure I clinici non parlano di autismo ma di ADHD...sapete quanto cambia per loro? Parole della mamma: se mi avessero scritto autismo sarei morta, con ADHD ci hanno detto che avrà una vita normale se supportato da piccolo. Ok la situazione non cambia perché ha sempre bisogno di terapie ma dovreste vederli i genitori come sono in mezzo alla mischia con questo bimbo e con quale serenità lo stanno aiutando, se avessero letto “autismo” sarebbero buttati in un letto a piangere ve lo dico io!

    Quanto hai ragione!!! Perché l'adhd migliora col tempo, è reversibile e, parola di psichiatra (uno molto valido), difficilissimo da diagnosticare negli adulti.
    Se vai a cercare la parola autismo su internet invece, è sempre accompagnata dalle parole "grave", "irreversibile" e si dice un 70% ha un ritardo cognitivo di varia entità.
    Lo so, che internet non è un'enciclopedia medica, ma gli specialisti non fanno nulla per rassicurare i genitori e l'idea che si tratti di un handicap molto importante, corrisponde alla concezione che ha la maggior parte della gente.
    Se un disabile grave è anche adhd, si dice che ha una DI associata, un disturbo oppositivo, ecc, di contro, una grave disabilità non viene mai attribuita esclusivamente all'ADHD come accade nell'autismo.
    A volte, per spiegare la condizione di disabilità grave si dice soltanto "è un autistico", che vuol dire tutto, e niente.

    JAA005gufomatto79
  • @riot ho capito e letto molte volte quell’articolo e sono grata al dottor Vagni per aver spiegato così bene cosa si intenda per l’insieme dello spettro autistico ma non me ne volere se ti dico che la coppia dei miei amici di cui ti ho scritto sopra e che potrebbero essere l’esempio di una qualunque coppia di genitori mediamente colti (in realtà i miei amici sono proprio entrambi laureati) che non conoscono dell’esistenza di questo forum o del dottor Vagni come io stessa non ne ero a conoscenza fino a pochi anni fa. Insomma ok fare informazione ma chi al momento non lo è e riceve una diagnosi così pesante rischia davvero di compromettere la serenità e lo sviluppo del proprio figlio o figli. Ci sono matrimoni che nn reggono a un tale shock o nonni che entrano in panico, insomma ok diagnosi precoce e aiuti ma così mi sembra che si rischi un tracollo emotivo generale.
    Domitillaamanitadad_guerrieroloconigufomatto79
  • Per fortuna del mio sistema psicofisico ero in vacanza e non ho letto della vicenda, però anche io non ne posso più dello "spettro" - e sì noi siamo quelli che lo teniamo nascosto per evitare la A grande cucita addosso e mi spiace ma credo sia il modo migliore per difendere sul serio mio figlio almeno fino a quando sarà abbastanza cresciuto da rendere evidente il fatto che "non è stupido", ed è capace di "intendere e volere" ... poi quando avrà una ventina d'anni e una propria personalità formata e la capacità di non essere influenzato dal giudizio altrui sarà diverso ...... ma lui ha iniziato quest'anno a leggere il giornale e le varie notizie .... nessuno si preoccupa di cosa possa provare un bimbo autistico che legge il giornale e trova scritto che un bimbo è stato "abbandonato" dalla famiglia perchè autistico? [lui non conosce la sua diagnosi e sono contenta così visto che leggere di genitori eroi e di disgrazia non potrebbe che fargli male e creare danni alla sua autostima]
    Domitillaloconiamanita
  • neoneroneonero Post: 150
    modificato agosto 2019
    Esistono anche fatti di cronaca in cui la famiglia toglie la vita al figlio,forse per un misto di vergogna ed esasperazione, molto triste.
    SirAlphaexaloconi
  • SirAlphaexaSirAlphaexa Post: 3,410
    modificato agosto 2019
    neonero ha detto:

    Esistono anche fatti di cronaca in cui la famiglia toglie la vita al figlio,forse per un misto di vergogna ed esasperazione, molto triste.

    Perche lo Stato è assente, non giramoci intorno. O se c'è, lo fa con causa di disgrazia senza soluzioni alla mano.
    Altri che esigono l'abolizione della legge Basaglia, giusto per togliersi il peso sulla coscienza.

    Poi ci sorprende quando vediamo i genitori spaventati fino al midollo per i vaccini (cadendo quindi nella logica anti-vaxx), per la plastica, per il cibo, per altro.

    Meno si è informati, più ci si isola nella propria miseria. E ti aggrappi -per disperazione - alle idee più assurde.

    Che ci piaccia o meno, siamo aninali che hanno bisogno di uno dell'altro e solo condividendo ideali o in questo caso esperienze, possiamo essere uniti. Ma se queste idee sono controproducenti o peggio dannose...
    neonerogufomatto79

  • @loconi io credo che una famiglia possa non farcela. una famiglia con poche risorse economiche, con poche risorse affettive, una famiglia può non farcela. non starà a noi giudicare. bravi bravi bravi tutti coloro i quali  riescono. ma proprio in questo forum, dove si discute di 'differenza', di 'inclusione' , di 'difficoltà', di 'apertura', come si potrebbe puntare l'indice nei confronti di una famiglia che non riesce a gestire un figlio autistico?? proprio in questo forum dove si discute della difficoltà di gestire anche piccole situazioni quotidiane? Come non capire? E i molti genitori che  hanno condiviso con una struttura le difficoltà della gestione in quale girone dell'inferno li mettiamo? in nessuno.....  non vi sono eroi, non vi sono perdenti. vi sono carichi che si possono sopportare e carichi che semplicemente non si possono sopportare. 
    chiocciolinavera68mammarosannagufomatto79
Accedi oppure Registrati per commentare.