Salta il contenuto

Secondo te stiamo mandando il mondo in rovina?

somedaysomeday Post: 469
1- Secondo te l'uomo sta mandando il mondo in rovina?
2- se si come e perche?
3- se no perché
Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
Post edited by wolfgang on
«1

Commenti

  • wolfgangwolfgang Post: 10,790
    Si. Perché si è incartato con le sue stesse mani, mettendo il proprio destino in mano ad una minoranza egoista e miope.
    vera68LaRosadiAndromeda
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Sì e No.

    Sì, per gli stessi motivi enunciati da Wolfgang.
    No, perché credo nel progresso e nell’esistenza di uomini che fanno cose davvero costruttive.

    Sinceramente preferisco il mondo com’è oggi.
    C’è più civiltà e meno discriminazione, nonostante ci si lamentasse più oggi che in passato.
    Un tempo, se eri anche un tantino “diverso dalla massa”, venivi messo al rogo.

    Spesso però si abusa del potere, e il termine “progresso” viene usato per riempirsi la bocca.
    Questa domanda è dunque da prendere con le pinze.
  • wolfgangwolfgang Post: 10,790
    Sicuramente il mondo di oggi è meglio di quello di ieri sotto molti punti di vista. Ma non è un mondo più felice. Anzi, la felicità è costante da almeno 100 anni.. potrebbe essere ancora meglio e in molti si stanno dando da fare per rovinarlo. Concordo però con A87. Anche perché non sono per nulla pessimista. Dubito che la razza umana riuscirà nel suo intento distruttivo, il mondo è più tosto di noi. 
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato34Andato34 Post: 4,027
    Il mondo inteso come "vita sulla terra"? Se intendi quello no, è impossibile. Se per mondo intendi "razza umana" neanche, non credo si possa estinguere a breve a causa di se stessa. Al massimo ci può essere un peggioramento della qualità della vita in certe zone.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • AleenaAleena Post: 1,050
    Già, il mondo in che termini?
    I exist as I am, that is enough, If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.
    ---Walt Whitman
  • Io penso che si sia raggiunto un apice di coscienza e intelligenza verso gli anni 70. Ma da li sti sta tornando al medioevo molto rapidamente. Le conquiste fatte potrebbero essere vane, essere cancellate e potremmo tornare al nulla, alla schiavitu.
    alexander_popeLaRosadiAndromeda
    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • biancabianca Post: 1,380
    @someday. D'accordo sulla datazione.
    alexander_pope
  • LeChatLeChat Post: 155
    Secondo la teoria di Kary Mullis in "Ballando nudi nel campo della mente" l'uomo non sta affatto mandando in rovina il mondo, non riusendo ad avere un influsso così importante sull'ambiente.

    Credo invece che una parte dell'umanità si rovini la vita in questo mondo.
  • was2was2 Post: 168
    > "Ballando nudi nel campo della mente"

    Di quel libro lessi solo il capitoletto coi ragni e quello con l'alieno.
    Con riferimento a quest'ultimo, da un premio nobel uno si aspetterebbe qualcosa in più di quel suo raccontino pseudoscientifico. La letteratura ufologica non poteva proprio farne a meno.
    Certo non siamo ai livelli del chimico nostrano (Corrado Malanga), ma se gli scienziati terrestri sono di questo stampo allora mischiamoli pure coi militari e andiamo a rivederci Il giorno degli zombi, che riproduce e dispensa follia a piene mani.

    http://static.film.it/fnts/film/immagini/600x338/02-23980748.jpg

  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    modificato dicembre 2012
    @someday. D'accordo sulla datazione.
    Idem, mi sarebbe piaciuto vivere negli anni ’70.
    Certo, ogni epoca ha i suoi difetti…
  • marielmariel Post: 1,551
    Il mondo e' destinato solo agli scarafaggi, l uomo e' troppo avido e non sa guardare lontano
    LaRosadiAndromeda
  • umas89umas89 Post: 365
    no, perchè il mondo non andrà mai in rovina per causa dell'uomo...al massimo andrà in rovina l'uomo non il mondo, il mondo è sopravvissuto a tantissime catastrofi ed estinzioni
  • Allora riponiamo la domanda: l'uomo si autodistruggera?
    Perche'? 

    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • was2was2 Post: 168
    Anche se presentato da un politico come (1) Al Gore e datato
    2006, andrebbe rivisto il documentario “Una scomoda verità”, su riscaldamento
    globale e inquinamento, ripreso anche dall’intelligentissima (2) Lisa nel film
    dei Simpsons. Il primo può essere snobbato, ma la seconda no. La Terra sta male.

    http://3.bp.blogspot.com/-ddGLXgXVs8Y/UC6Nb2L2EiI/AAAAAAAAAFQ/vecrLM16BOo/s1600/lisasimpson.jpg

  • Gia, vero, mi sa che Al ci vede lontano, non per niente lo tengono nel board della Apple.
    E ora mi viene da chiedermi.
    MA PERCHE' VOGLIAMO A TUTTI I COSTI DISTRUGGERCI???

    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • was2was2 Post: 168
    Su http://it.wikipedia.org/wiki/Al_Gore si legge però che...
    ----
    Nel 2006 si è occupato di cinema ed è stato protagonista del documentario An Inconvenient Truth, presentato al Festival di Cannes e che ha vinto i Premi Oscar (79ª edizione) come miglior documentario e miglior canzone ("I need to wake up", di Melissa Etheridge) del 2007: il lungometraggio illustra i pericoli e le ripercussioni che il riscaldamento globale causa alla Terra.

    Pochi giorni dopo l'assegnazione dell'Oscar viene pubblicata da The Guardian la notizia secondo la quale lo stesso Gore "sprechi" energia nella sua casa. Secondo quanto rivelato ogni mese consuma energia elettrica 20 volte di più di una famiglia americana media in un anno.
    ----
    Per quanto mi riguarda vorrei per esempio eliminare auto, pc, elettricità e telefonia e ritirarmi a sopravvivere in un bosco, ma, pur cercando in vari modi, non riesco a realizzare in pratica questo mio obiettivo (almeno per ora, per vari motivi).
    Cambiare radicalmente il proprio stile di vita trovo che non sia affatto facile, né costruire un mondo in cui valga la pena di vivere.

    Anche solo da un punto di vista galattico la Terra - che consolazione! - non è comunque niente.
    L'universo è così vasto che potremmo annientare tutto il sistema solare senza ripercussioni generali.
    Noi rivestiamo di senso le nostre esistenze perché avere uno scopo aiuta ad andare avanti.
    Ma tra un milione di anni - un altro niente a livello cosmico - che senso avranno avuto le nostre vite?

  • La stampa e' la causa della fine del mondo, anzi la gente che si fa imbambolare dalle cavolate assurde che scrive.
    Per forza che Al Gore consuma piu di te!!! ha in casa tutti i server dei suoi siti, compreso current.tv e sai cosa ti dico? che consuma pochissimo in proporzione a cosa ci fa con quell'energia.

    La mia morale della favola e' quindi che:

    "CI STIAMO AUTODISTRUGGENDO PERCHE' PRENDIAMO PER VERO TUTTE LA SPAZZATURA CHE LEGGIAMO E VEDIAMO"

    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • PiKappaPiKappa Post: 578
    modificato dicembre 2012
  • was2was2 Post: 168

    > "CI STIAMO
    AUTODISTRUGGENDO PERCHE' PRENDIAMO PER VERO TUTTE LA SPAZZATURA CHE
    LEGGIAMO E VEDIAMO"

    Per quanto mi riguarda non prendo
    certo per vere tutte le stupidaggini che sento o leggo, anche in questo stesso
    forum. E sono disposto a demolire le mie stesse certezze (nel caso ne abbia), a
    patto che la critica sia puntuale, circostanziata e lucidamente convincente.

    La Terra e gli esseri umani ci
    sono ancora. Non ci siamo ancora autodistrutti e la Terra, per quanto fragile e malata
    (come la società umana), non è ancora morta.

  • Cos'è "la rovina" per il mondo?
  • LeChatLeChat Post: 155
    modificato dicembre 2012
    @6330: ma se non l'hai letto tutto non puoi neanche giudicarlo.
    @someday: io non prendo tutta la spazzatura propinatami dalla pubblicità.

    Come nella "La notte dei morti viventi", più che distruggere questo mondo mi pare ci stiamo impegnando ad distruggerci la vita.

    In effetti in romanzi, forse avveniristici, come "Le particelle elementari", "Dissipatio HG"(così c'è anche un italiano) o nel più commerciale "E venne il giorno" si snoda l'ipotesi che ci distruggeremo/verremo annientati.
  • was2was2 Post: 168
    modificato dicembre 2012
    > ma se non l'hai letto tutto non puoi neanche giudicarlo.

    Dovresti spiegare in base a cosa sostiene/sostenete che l'uomo non ha "un influsso così importante sull'ambiente".

    Global Warming dovuto a inquinamento umano e Pacific Trash Vortex sono per te/voi ambientalmente trascurabili?
    Post edited by was2 on
  • Ma voi avete bisogno dei documentari per accorgervi che stiamo mandando tutto in merd...? Ma uscite di casa e camminate un quarto d'ora (no, non prendete l'auto) e guardate il mondo per una volta dall'esterno dell'abitacolo della vostra auto.
    E capirete cosa intendo per distruggere il mondo:
    inquinamento
    fonico
    fotonico
    dell'aria
    dell'acqua
    della terra
    della mente

    Il mondo e' diventato un serpente di cassonetti delle immondizie, si perche' le auto oggi non sembrano mezzi di trasporto ma cassoni della spazzatura, serpenti interminabili di ferraglia in colonna perenne con gente incazzata perennemente per il traffico che loro stessi causano, arrivano a casa, e tutte le TV accese ascoltando e guardando spazzatura, disinformazione, orrore puro ed educazione all'assassinio e all'indifferenza.
    Compri un pomodoro e sa di cartone, compri un'arancia, e non ha vitamine, compri un pesce e ha mercurio.

    Altroche' documentari apocalittici. Basta fare il giro della casa per renderci conto che siamo ALLA FRUTTA!!

    MA A NESUNO IMPORTA MINIMAMENTE

    E come disse quello di Network, basta che abbiate la vostra tv, la vostra bici, e tutto il resto non conta.
    Il mondo non lo rovinano i politici e gli industriali, come del resto il nazismo non e' frutto della mente dello zio Eddie, ma e' stato permesso e promosso da chi?
    DALLA GENTE COME TE E ME
    Siamo un rimasuglio di una vecchia razza, o l'inizio di una nuova? Sinceramente non me ne frega niente. Ma di sicuro non diventero' mai NT
  • LeChatLeChat Post: 155
    @6330: vedi se l'avessi letto non mi faresti questa domanda.
    Credo in sostanza che il mondo ci sopravviverà e che facciamo più male a noi stessi (noi occidentali, noi appartenenti alla società dello spreco e del lusso), alle nostre vite, che al mondo.

    @someday: diamine, non so dove abiti tu, ma dove abito io mi guardo attorno eccome! Il panorama è stupendo, l'aria frizzante, spesso credo di abitare in quel locus amenus degno di diventare una cartolina. Dovresti trasfeririti! :-D
  • was2was2 Post: 168
    Global Warming dovuto a inquinamento umano e Pacific Trash Vortex sono per te ambientalmente trascurabili?
  • wolfgangwolfgang Post: 10,790
    Io penso che si sia raggiunto un apice di coscienza e intelligenza verso gli anni 70. Ma da li sti sta tornando al medioevo molto rapidamente. Le conquiste fatte potrebbero essere vane, essere cancellate e potremmo tornare al nulla, alla schiavitu.
    Un apice di intelligenza e conoscenza no. Un apice di coscienza è probabile. Comunque vada negli anni '70 si è raggiunta la soglia critica prevista da Smith più di 100 anni prima (l'economista). Cioè la fine "funzionale" del capitalismo. Infatti il modello capitalistico classico prevede che all'aumentare della produzione aumenti il benessere. Ma ovviamente esiste una soglia per la quale c'è sufficiente produzione da soddisfare i bisogni di tutta l'umanità in modo sostenibile. Questa soglia è stata superata negli anni '70. Al giorno d'oggi ogni anno produciamo e consumiamo il 150% in più di quanto sia sostenibile per la terra e di quanto serva per il benessere della specie umana.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • was2was2 Post: 168
    > “Dissipatio HG”(così c’è anche un italiano)

    Bel suggerimento, non lo conoscevo proprio e lo ho ordinato (con anche
    il suo “Il suicidio-Capitolo breve sul suicidio”).

  • io penso un po di si su questo argomento, mi basta un po pensare alla serie tv di Walking dead, guardandola mi viene spesso questo pensiero, che un giorno ci estingueremo 
  • was2was2 Post: 168
    > Walking dead

    Dal film Zombi (Dawn of the dead), di George Romero: «Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.»
  • LeChatLeChat Post: 155
    @6330: No, non sono trascurabili. Metto solo in discussione le informazioni che ci vengono fornite e che, guarda il caso, ci propongono sempre scenari apocalittici per il nostro futuro degni delle migliori messinscene cinematografiche hollywoodiane. Questo non significa disimpegnarsi ecologicamente nella vita, anzi. E' solo per instillare qualche dubbio: poi tu magari sei uno scienziato ricercatore che mi può dare maggiori ragguagli.

    Guido Morselli: sì forse non è la più felice delle letture, ma è interessante anche come caso di errore delle case editrici.

    Romero: e la scena in "La notte dei morti viventi" in cui gli zombi camminano storditi nel centro commerciale? Una previsione del futuro degna di "1984" :-D

    Welles: il libro è fuori catalogo, ma scoverò una copia.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici