Salta il contenuto

Aspie al femminile e stereotipi di genere

Vorrei intervenire con una domanda sul concetto di “aspiegirls” . Da poco leggo di questa differenziazione di genere. Innanzitutto su questo forum mi sembra di aver trovato aspiegirls o aspie al femminile come sezione a parte. Mi sono detta , da femminista, che essendo le donne subordinate e invisibilizzate in un contesto piu ampio e strutturale, è giusto avere anche in questo forum “uno spazio per se” . Nonostante questo trovo che creare una sezione “aspiegirl” possa far ricadere spesso le/ i partecipanti del forum in una serie di errori da “stereotipi di genere” . Innanzitutto come nelle “riviste femminili” sembra che nel settore fem (correggetemi se sbaglio) si parli di amore , estetica, problemi di cuore (come se le donne fossero interessate solo a quello e soltanto in quello si differenziano da aspie uomini) insomma ci manca solo la rubrica diete dimagranti e uncinetto e abbiamo fatto il pieno di stereotipi tossici. Poi ci si chiede “che uomo volete?” Come se fossimo tutte etero, e appunto solo interessate a frivole questioni di cuore ma non ho visto un post “che donna volete?” Nel reparto aspie maschile.che sarebbe anche legittimo. Secondo me aspie donna ed aspie uomini sono uguali nella neuro diversità (seppur ognuno diverso dall altro) ciò che li differenzia davvero è la mancanza del male privilege (per le nate donna o le trans nate uomo) e la socializzazione femminile imposta appunto dall esterno, che causa tutti i problemi di invisibilizzazione forzata dei sintomi , la fatica di essere sempre carine e gentili (che vale per tutte le donne socializzate come donne)e la meno cura ricevuta(le donne ricevono meno cura perche la società spiega loro che la cura devono darla, mica riceverla, men che meno vengono curate dagli uomini,anzi e credo succeda più spesso che una donna asperger si prenda cura di altre donne che siano figlie, sorelle, nipoti o amiche e di altri uomini, figli nipoti compagni e amici, e che molto più raramente uomini neurotipici o neurodiversi si prendano cura di loro) che le donne vengano addestrate a lavori di cura è assodato, come fosse la loro vocazione naturale o missione di vita.le nostre madri, zie, nonne sono da secoli l unico vero welfare e conosco tanti genietti maschi asperger che senza di loro non ce l avrebbero fatta ad essere i genietti che sono perché avrebbero dovuto sacrificare molto del loro tempo in lavori di cura domestici ad esempio , tanto per dirne una, e questo li avrebbe privati delle energie che invece hanno potuto canalizzare in altro, come le loro genialissime ricerche scientifiche artistiche o informatiche. Le aspe girl invece prima di essere delle geniali informatiche (ecc ecc)sono costrette anche ad essere “donne” a prendersi cura di se o di altri, finiscono per esaurirsi, svolgono il lavoro invisibilizzato e gratuito della riproduzione sociale binaria eteronormata e maschilista(anche quando ci chiedono di esser carina e fare la signorina per vendere di più qualora lavorassimo in un negozio, è lavoro extra non retribuito). Vorrei parlare di questo aspetto e far riflettere su come certe volte riproduciamo stereotipi nella parte di forum “al femminile” . perché c è aspiegirl e non c è aspieboy? Veniamo sempre appellate in modo vezzeggiativo e infatilizzate. Chiuderei con la canzone “riviste femminili” di Luigi Tenco.
«1

Commenti

  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Perché non proponi la sezione "misandria"?
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Inopportuno e sessista il tuo commento. Qui si parla di un sistema strutturale di subordinazione. Se le donne non fossero subordinate, non ci sarebbe bisogno del femminismo. E mi pare che ce ne sia bisogno. Mi fa piacere che anche tra simili ritroviamo lo stesso sistema d oppressione. (E tu saresti colonna? Corinzia ionica dorica o maschilista?)
    Mich1992
  • RobKRobK Post: 1,267
    In realtà esiste una discussione del tipo "che donna volete" rivolta agli uomini, solo che risale a qualche anno fa quindi non è semplice trovarla.

    Io non penso che in questo forum si ragioni per stereotipi, piú che altro la sezione aspie al femminile potrebbe essere stata creata per comodità (almeno è quel che ho inteso io), e si serve di alcune generalizzazioni sempre per comodità, ma con assoluta elasticità, non è un tentativo di ingabbiarci come succede in alcuni contesti nel mondo esterno.
    Ad esempio, la discussione sull'estetica è in aspie al femminile perchè alle donne "generalmente" interessa, ma nessuno si stupisce o ti discrimina se non ti appassiona, ed essendo una sezione aperta permette anche agli uomini di commentare.
    Il punto è proprio questo: la sezione è aperta, non c'è alcun tentativo di ghettizzare.

    Un'altra ragione per cui potrebbe esserci questa sezione, è che si stima che le donne asperger siano di meno rispetto agli uomini. Insomma siamo una minoranza nella minoranza (queste sono tutte mie ipotesi). Detto ció, forse potrebbe essere interessante creare anche la rubrica aspieboy
    EstherDonnellyNemoFenice2016Sniper_Ops
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Più che altro mi chiedo chi sia tu per giudicare chicchessia per gli argomenti trattati. Desideri cambiare qualcuno? Buona sorte per una neofita!
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AntaresAntares Post: 749
    ciao, ho qualcosa da dire:
    - i problemi di cuore perchè sarebbero frivoli? occhio a non cadere tu stessa nello stereotipo di donne interessate ad argomenti banali. un argomento non diventa banale solo perchè tendenzialmente è femminile (per predisposizione biologica, culturale o entrambe a dedicarsi a quello anzichè ad altri pensieri).
    - la discussione "che donna volete?" io l'ho trovata, se la ritrovo te la posto, era piuttosto interessante.
    - concordo in pieno sul fatto di dare la cura anzichè di riceverla come modello sociale imposto atavicamente alla donna. paradossalmente una donna tende ad essere inadeguata alla cura dell'altro proprio quando gliela si "impone" (varrebbe anche per i maschi, se ci fosse tale stereotipo di fondo), nel senso che la mancanza di valvole di sfogo per l'autodeterminazione a seguito di una vita improntata largamente (non dico precipuamente, ma largamente sì) all'accudimento, provoca profonde insoddisfazioni e insicurezze; da qui il rifiutare in prima persona (in modo sacrosanto) con disagio di fondo (purtroppo) la cura femminile nei confronti degli altri.
    - c'è aspiegirls e non aspieboys perchè l'Asperger era diagnosticato in passato quasi solo ai maschi, solo recentemente la sproporzione inter-gender di diagnosi è diminuita (proprio per una complessificazione dei criteri), del resto l'Asperger è anche detto "sindrome del cervello estremamente maschile", dare voce alla minoranza (che è comunque meno esigua rispetto a quanto si riteneva in passato) femminile delle Aspie serve a ridefinire criteri in cui di per sè ricadono maggiormente i maschi AS rispetto alle femmine AS, la trattazione dell'impatto della sindrome sulle donne mi pare più nebulosa e arretrata.
    - nulla in contrario comunque ad aprire una sezione "Aspie al maschile".
    G
    M
    T
    Y
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    EstherDonnellyNemoFenice2016
  • grazie robk del tuo contributo.
    il mio intento non era quello di dire che siamo ghettizzate però. volevo porre l'accento su un nodo che lega asperger donne e sterotipi di genere che mi sembra non sia ancora stato sciolto o analizzato e far notare a tutte e a tutti (o tuttu inclusivo, per includere anche agender,genderfluid intersex e trans) che spesso senza rendercene conto riproduciamo streotipi. dove si intersecano le rette dell oppressione? sarebbe anche bello aprire una discussione su asperger migranti. insomma tutto ciò che è "diverso " e "oppresso" può essere ulteriormente oppresso anche all'interno del suo stesso sistema. (esempio banale:asperger uomo etero cis e asperger uomo gay non cis, subiscono entrambi sistemi di oppressione, l'uno spesso viene schiacciato dai neurotipici,l'altro sia dei neurotipici che dai neurodiversi omofobi) 
    perchè la neurodiversa donna è meno visibile,come agisce la socializzazione femmnile su di lei e perchè anche qui senza rendercene conto finiamo a volte per fare "le signorine"? 
    discussione aperta, vorrei parlarne con tuttu voi.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Ok ma come facciamo a sapere chi sei e se predichi bene e razzoli male? 

    Sei diagnosticata? Sei rigorosamente lesbica?

    Cerca di capirci che l'autorevolezza di chi parla passa anche dalle referenze che dimostra.

    Puoi scrivere nella sezione delle presentazioni :)
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Antares ha detto:

    ciao, ho qualcosa da dire:
    - i problemi di cuore perchè sarebbero frivoli? occhio a non cadere tu stessa nello stereotipo di donne interessate ad argomenti banali. un argomento non diventa banale solo perchè tendenzialmente è femminile (per predisposizione biologica, culturale o entrambe a dedicarsi a quello anzichè ad altri pensieri).
    - la discussione "che donna volete?" io l'ho trovata, se la ritrovo te la posto, era piuttosto interessante.
    - concordo in pieno sul fatto di dare la cura anzichè di riceverla come modello sociale imposto atavicamente alla donna. paradossalmente una donna tende ad essere inadeguata alla cura dell'altro proprio quando gliela si "impone" (varrebbe anche per i maschi, se ci fosse tale stereotipo di fondo), nel senso che la mancanza di valvole di sfogo per l'autodeterminazione a seguito di una vita improntata largamente (non dico precipuamente, ma largamente sì) all'accudimento, provoca profonde insoddisfazioni e insicurezze; da qui il rifiutare in prima persona (in modo sacrosanto) con disagio di fondo (purtroppo) la cura femminile nei confronti degli altri.
    - c'è aspiegirls e non aspieboys perchè l'Asperger era diagnosticato in passato quasi solo ai maschi, solo recentemente la sproporzione inter-gender di diagnosi è diminuita (proprio per una complessificazione dei criteri), del resto l'Asperger è anche detto "sindrome del cervello estremamente maschile", dare voce alla minoranza (che è comunque meno esigua rispetto a quanto si riteneva in passato) femminile delle Aspie serve a ridefinire criteri in cui di per sè ricadono maggiormente i maschi AS rispetto alle femmine AS, la trattazione dell'impatto della sindrome sulle donne mi pare più nebulosa e arretrata.
    - nulla in contrario comunque ad aprire una sezione "Aspie al maschile".
    G
    M
    T
    Y
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    ho detto "frivoli" per semplificare la comprensione, non penso affatto che siano frivoli, lo diventano quando vengono incollati "al femminile" proprio per un' ideologia pregressa su questo "femminile".  metafora:un libro sulle principesse non è frivolo, lo diventa se lo consideri femminile, quando invece dovrebbe essere per tuttu quelli che desiderano leggerlo, come un libro sui dinosauri non è maschile e le sorpresine dell'uovo rosa non sono frivole ma non dovrebbero essere"solo per ragazze". se invece parliamo di biologia non mi trovi in accordo. di solito le persone che  si appellano alla biologia per differenziare i generi sono  le  "feministe della differenza" un tipo di femministe  di prima ondata estremamente tossiche. di cui fanno parte anche le terf ad esempio: le femministe anti trans, che dicono  in soldoni che una trans non è una donna perchè biologicamente nata uomo. ed io non sono una terf.
  • AntaresAntares Post: 749
    comunque @superconce il tuo post trasuda misandria da tutti i pori. mi auguro che sia solo un risentimento per ragioni culturali del passato (patriarcato e le sue declinazioni) e non sia una generalizzazione che attui anche nel presente. sarebbe sbagliatissimo comunque, ma sarebbe in parte giustificabile. in ogni caso l'invisibilizzazione dei sentimenti femminili (contrapposta alla maggiore libertà maschile di espressione dell'interiorità) non è descritta neanche da certe frange "intransigenti" (e più o meno velatamente misandriche) del femminismo, a maggior ragione per le persone Asperger la cui emotività è tendenzialmente molto fluida, non rispondenti a logiche contestuali sociali e neurotipiche. io posso capire il concetto di fondo, cioè che l'Asperger donna disattende l'aspettativa patriarcale di donne dedita all'accudimento molto più spesso di quanto la disattendano le donne neurotipiche, ma la forma espressiva del tuo post mi ha abbastanza urtato.
    G
    M
    T
    Y
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    DomenicoMich1992
  • AntaresAntares Post: 749
    modificato maggio 2019
    superconce ha detto:

    Antares ha detto:

    ciao, ho qualcosa da dire:
    - i problemi di cuore perchè sarebbero frivoli? occhio a non cadere tu stessa nello stereotipo di donne interessate ad argomenti banali. un argomento non diventa banale solo perchè tendenzialmente è femminile (per predisposizione biologica, culturale o entrambe a dedicarsi a quello anzichè ad altri pensieri).
    - la discussione "che donna volete?" io l'ho trovata, se la ritrovo te la posto, era piuttosto interessante.
    - concordo in pieno sul fatto di dare la cura anzichè di riceverla come modello sociale imposto atavicamente alla donna. paradossalmente una donna tende ad essere inadeguata alla cura dell'altro proprio quando gliela si "impone" (varrebbe anche per i maschi, se ci fosse tale stereotipo di fondo), nel senso che la mancanza di valvole di sfogo per l'autodeterminazione a seguito di una vita improntata largamente (non dico precipuamente, ma largamente sì) all'accudimento, provoca profonde insoddisfazioni e insicurezze; da qui il rifiutare in prima persona (in modo sacrosanto) con disagio di fondo (purtroppo) la cura femminile nei confronti degli altri.
    - c'è aspiegirls e non aspieboys perchè l'Asperger era diagnosticato in passato quasi solo ai maschi, solo recentemente la sproporzione inter-gender di diagnosi è diminuita (proprio per una complessificazione dei criteri), del resto l'Asperger è anche detto "sindrome del cervello estremamente maschile", dare voce alla minoranza (che è comunque meno esigua rispetto a quanto si riteneva in passato) femminile delle Aspie serve a ridefinire criteri in cui di per sè ricadono maggiormente i maschi AS rispetto alle femmine AS, la trattazione dell'impatto della sindrome sulle donne mi pare più nebulosa e arretrata.
    - nulla in contrario comunque ad aprire una sezione "Aspie al maschile".
    G
    M
    T
    Y
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu

    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu





    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    ho detto "frivoli" per semplificare la comprensione, non penso affatto che siano frivoli, lo diventano quando vengono incollati "al femminile" proprio per un' ideologia pregressa su questo "femminile".  metafora:un libro sulle principesse non è frivolo, lo diventa se lo consideri femminile, quando invece dovrebbe essere per tuttu quelli che desiderano leggerlo, come un libro sui dinosauri non è maschile e le sorpresine dell'uovo rosa non sono frivole ma non dovrebbero essere"solo per ragazze". se invece parliamo di biologia non mi trovi in accordo. di solito le persone che  si appellano alla biologia per differenziare i generi sono  le  "feministe della differenza" un tipo di femministe  di prima ondata estremamente tossiche. di cui fanno parte anche le terf ad esempio: le femministe anti trans, che dicono  in soldoni che una trans non è una donna perchè biologicamente nata uomo. ed io non sono una terf.
    per me il punto è un altro: una cosa può anche essere interessante per il 99% delle donne e per meno dell'1% degli uomini, ma non deve diventare frivola solo perchè è sbilanciata su uno specifico sesso. se poi mi dici che sono interessi considerati frivoli a livello sociale conseguentemente ad averli affibbiati (a torto o a ragione) quasi esclusivamente al genere femminile, allora il discorso cambia. ma dai tuoi vari post faccio molta fatica a discernere tra quanto esprimi i concetti tuoi e quando descrivi la società in senso "sovrastrutturale", con piglio critico. non volermene, è un limite mio. comunque credo di averti compresa.
    EstherDonnelly
  • spero di essermi spiegata, non è frivolo l'argomento è l'ideologia a considerarlo tale, quando lo applica a determinati generi rispetto ad altri.
    per quanto riguarda  Domenico, se dovessi valutare il tuo livello di autorità in base a quello che hai scritto ora, direi che non ne meriti. di solito gli asperger non capiscono l'autorità imposta e i sistemi gerarchici (infatti non capisco perchè in questo forum ci sia una struttura piramidale,quando notoriamente gli aspie detestano le piramidi) ,riconoscono invece l'autorevolezza meritata, e i tuoi commenti lasciano davvero a desiderare (anzi indesiderare direi)
  • AntaresAntares Post: 749
    superconce ha detto:

    spero di essermi spiegata, non è frivolo l'argomento è l'ideologia a considerarlo tale, quando lo applica a determinati generi rispetto ad altri.

    ok.
    G
    M
    T
    Y
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
  • la misandria? guarda, ragioni come se ci fosse parità di genere nel mondo.. io sto facendo un'analisi giusta ed importante. e notare come anche qui le dinamiche siano le stesse del sistema purtroppo patriarcale nel quale siamo immersi ,mi fa capire che è un lavoro ancora da fare. e dovrò fosre farlo da sola, o con le femministe, che non sono tutte asperger e quindi fino in fondo non possono capirmi. grazie per aver confermato la mia tesi.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Qui sei tu sulla sbarra perché ti sei imposta non io. 

    Vieni qui a bomba senza conoscere nulla e giudici negativamente e attacchi tutti perché non rientriamo nei tuoi pregiudizi triti e ritriti. Chi ti credi di essere per fare proseliti a noi poveri disgraziati?

    Tuttavia potrei sbagliarmi, magari potresti prima adottare un minimo sindacale di netiquette prima di salire su un piedistallo in una community dove sei appena ospite. Rilancio l'invito a presentarti, se hai le ovaie, eh!
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AntaresAntares Post: 749
    superconce ha detto:

    la misandria? guarda, ragioni come se ci fosse parità di genere nel mondo.. io sto facendo un'analisi giusta ed importante. e notare come anche qui le dinamiche siano le stesse del sistema purtroppo patriarcale nel quale siamo immersi ,mi fa capire che è un lavoro ancora da fare. e dovrò fosre farlo da sola, o con le femministe, che non sono tutte asperger e quindi fino in fondo non possono capirmi. grazie per aver confermato la mia tesi.



    no ascolta, non puoi essere frustrata con l'intero genere maschile ("il vero welfare è femminile" e "genietti maschili", tralasciando altre parti del tuo discorso), se parità dei sessi vuol dire vomitare odio sul genere maschile lasciamo perdere, davvero, è come se i musulmani facessero crociate in Occidente, oppure se i neri si mettessero a schiavizzare i bianchi. per favore (e te lo dico da persona vittima di pregiudizi di genere, che sta cercando di uscirne come può), non contrapporre "violenza verbale" e risentimento alle logiche (individuate peraltro in modo sacrosanto) di patriarcato e di subordinazione femminile. non se ne uscirebbe in tal caso a livello sociale, c'è poco da fare.
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    Domenico
  • ecco,
    prendi una donna aspie, mettila a fare un discorso critico (lo spirito critico non è una cosa brutta, significa dividere,deriva da crisis) e cosa ottieni? :"uh una persona aggressiva.perchè non è graziosa e dolce come tutte le donne?"
    prendi un uomo asperger, dagli la possibilità di fare un discorso critico, e cosa otieni:"uh interessante!che genietto"
    per tua informazione domenico, io non parlo di cose che non conosco per il semplice fatto che invece di studiare le teorie sui libri (com'anche quelle politiche) io PARTO DA ME, questa è la base.

    partire da se. 
    se partendo da me sono riuscita anche a fare un'analisi strutturale e sociale, cosa insolita no per un aspie no? non dovrei essere persa nel mio mondo? è tanto di cappello. 
    questo tassello non verrà mai sciolto, prprio per la tendenza asperger a stare nel proprio mondo. io ho notato come questo problema sia parte di un mosaico molto più grande. e l'ho condiviso con voi.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Tu non hai condiviso, tu hai aggredito gente che sis tava facendo gli affari suoi (e la forma diventa inevitabilmente sostanza).

    Nessuno ti toglie le tue idee sei tu che sei troppo accecata dal giocare alla vittima per renderti conto che non sei l'ombelico dell'universo. Questo stile di comunicazione non ti porterà molte conversioni. 

     E ringrazia che ti sto avvisando.

    Forse esistono pure gli altri che magari hanno addirittura diritto a pensarla diversa o anche peggio di te. Non per questo sono oppressori maschilisti.

    Riflettici :)
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Lo1979Lo1979 Post: 220
    superconce ha detto:

    Vorrei intervenire con una domanda sul concetto di “aspiegirls” . Da poco leggo di questa differenziazione di genere. Innanzitutto su questo forum mi sembra di aver trovato aspiegirls o aspie al femminile come sezione a parte. Mi sono detta , da femminista, che essendo le donne subordinate e invisibilizzate in un contesto piu ampio e strutturale, è giusto avere anche in questo forum “uno spazio per se” . Nonostante questo trovo che creare una sezione “aspiegirl” possa far ricadere spesso le/ i partecipanti del forum in una serie di errori da “stereotipi di genere” . Innanzitutto come nelle “riviste femminili” sembra che nel settore fem (correggetemi se sbaglio) si parli di amore , estetica, problemi di cuore (come se le donne fossero interessate solo a quello e soltanto in quello si differenziano da aspie uomini) insomma ci manca solo la rubrica diete dimagranti e uncinetto e abbiamo fatto il pieno di stereotipi tossici. Poi ci si chiede “che uomo volete?” Come se fossimo tutte etero, e appunto solo interessate a frivole questioni di cuore ma non ho visto un post “che donna volete?” Nel reparto aspie maschile.che sarebbe anche legittimo. Secondo me aspie donna ed aspie uomini sono uguali nella neuro diversità (seppur ognuno diverso dall altro) ciò che li differenzia davvero è la mancanza del male privilege (per le nate donna o le trans nate uomo) e la socializzazione femminile imposta appunto dall esterno, che causa tutti i problemi di invisibilizzazione forzata dei sintomi , la fatica di essere sempre carine e gentili (che vale per tutte le donne socializzate come donne)e la meno cura ricevuta(le donne ricevono meno cura perche la società spiega loro che la cura devono darla, mica riceverla, men che meno vengono curate dagli uomini,anzi e credo succeda più spesso che una donna asperger si prenda cura di altre donne che siano figlie, sorelle, nipoti o amiche e di altri uomini, figli nipoti compagni e amici, e che molto più raramente uomini neurotipici o neurodiversi si prendano cura di loro) che le donne vengano addestrate a lavori di cura è assodato, come fosse la loro vocazione naturale o missione di vita.le nostre madri, zie, nonne sono da secoli l unico vero welfare e conosco tanti genietti maschi asperger che senza di loro non ce l avrebbero fatta ad essere i genietti che sono perché avrebbero dovuto sacrificare molto del loro tempo in lavori di cura domestici ad esempio , tanto per dirne una, e questo li avrebbe privati delle energie che invece hanno potuto canalizzare in altro, come le loro genialissime ricerche scientifiche artistiche o informatiche. Le aspe girl invece prima di essere delle geniali informatiche (ecc ecc)sono costrette anche ad essere “donne” a prendersi cura di se o di altri, finiscono per esaurirsi, svolgono il lavoro invisibilizzato e gratuito della riproduzione sociale binaria eteronormata e maschilista(anche quando ci chiedono di esser carina e fare la signorina per vendere di più qualora lavorassimo in un negozio, è lavoro extra non retribuito). Vorrei parlare di questo aspetto e far riflettere su come certe volte riproduciamo stereotipi nella parte di forum “al femminile” . perché c è aspiegirl e non c è aspieboy? Veniamo sempre appellate in modo vezzeggiativo e infatilizzate. Chiuderei con la canzone “riviste femminili” di Luigi Tenco.

    ciao, la mia mia curata iperattività mi impedisce di leggere completamente e computamente quanto da te scritto anche se intuisco che e interessante, potresti per favore riassumere il concetto in 4 o 5 righe cosi che possa essere assorbibile anche da me? grazie.
    R3ob
  • AntaresAntares Post: 749
    modificato maggio 2019
    superconce ha detto:

    ecco,

    prendi una donna aspie, mettila a fare un discorso critico (lo spirito critico non è una cosa brutta, significa dividere,deriva da crisis) e cosa ottieni? :"uh una persona aggressiva.perchè non è graziosa e dolce come tutte le donne?"
    prendi un uomo asperger, dagli la possibilità di fare un discorso critico, e cosa otieni:"uh interessante!che genietto"
    per tua informazione domenico, io non parlo di cose che non conosco per il semplice fatto che invece di studiare le teorie sui libri (com'anche quelle politiche) io PARTO DA ME, questa è la base.

    partire da se. 
    se partendo da me sono riuscita anche a fare un'analisi strutturale e sociale, cosa insolita no per un aspie no? non dovrei essere persa nel mio mondo? è tanto di cappello. 
    questo tassello non verrà mai sciolto, prprio per la tendenza asperger a stare nel proprio mondo. io ho notato come questo problema sia parte di un mosaico molto più grande. e l'ho condiviso con voi.


    1) la storia che l'uomo critico è un illuminato e la donna critica destabilizza perchè "esce dagli schemi" non l'ho mai vista in questo forum, portami esempi che la dimostrano e ne riparliamo (devi dimostrare che il fenomeno è sistematico, non occasionale: una cosa occasionale può tranquillamente invertirsi di genere, è facilmente frutto del caso).
    2) affibbi a noi forumisti luoghi comuni del tutto minoritari qui, se non del tutto assenti. Asperger che vive nel suo mondo, anche se non fosse solo uno stereotipo, non implicherebbe "asperger incapace di analizzare il mondo che sta all'infuori del proprio".
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu

    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu





    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
    DomenicoEstherDonnelly
  • DomitillaDomitilla Post: 3,101
    Epperò vi state dimenticando una cosa: l'asperger "femminile" è chiamato così perché è più frequente nelle donne.
    Si sarebbe potuto chiamare di tipo B o quello che volete.
    Anche un uomo cisgender etero (se non sbaglio), nel suo cervello maschile potrebbe avere un asperger "femminile".
    Dunque, deponete le armi e prendiamoci un tè.
    EstherDonnellyRobKriotEliagioSirAlphaexa
  • riotriot Post: 6,392
    modificato maggio 2019
    hai frainterso il concetto di Aspie al femminile citando Aspiergils.

    la differenziazione riguarda aspetti clinici, non culturali in senso stretto, ovvero la difficoltà di diagnosticare l'Asperger nelle donne da un lato, e la maggiore facilità con cui proprio le donne riescono a mascherare la propria condizione, in un modo spesso definito come camaleontico, dall'altro lato, e non tanto per questioni di genere in senso di stereotipi, quanto per l'accettazione sociale.

    e nulla ci dice che l'accettazione sociale è solo quella che può venire dagli uomini: anche le donne possono discriminare una persona Autistica in quando diversa.

    per chiarire meglio il concetto, è come se una persona omosessuale vivesse la propria condizione in modo "velato", un po' per retaggio culturale/religioso (e su questo aspetto possiamo essere d'accordo rispetto agli stereotipi di genere), e anche perché non ha ancora strumenti e/o la maturità per autodeterminarsi.

    quindi parlare delle Aspiegirls aiuta proprio quelle donne e ragazze ad avere una migliore percezione di se ed a riconoscere in se stesse l'Asperger. infatti, molte donne si risconoscono esattamente nelle dinamiche descritte da tale libro.

    vedi quindi su questo forum tale intenzione.

    DomenicoEstherDonnellyGiadanielEliagioAntaresNemo
  • Non ha nulla a che fare con discorsi maschilisti. Te lo dice una asperger donna. È solo una variante, passami il termine, rispetto a quello maschile, che è stata scoperta dai più solo in tempi più recenti. Ovvio che siamo tutti uguali... In molte donne l'asperger è poco visibile e scambiato per ben altre patologie bla bla bla. Che spesso sono anche comorbidità. Se non ci vuole una sezione a parte per questo! :)
    Io sono contenta di definirmi aspergirls, comunque!
    riotNemo
  • SirAlphaexaSirAlphaexa Post: 3,410
    modificato maggio 2019
    Domitilla ha detto:

    Epperò vi state dimenticando una cosa: l'asperger "femminile" è chiamato così perché è più frequente nelle donne.
    Si sarebbe potuto chiamare di tipo B o quello che volete.
    Anche un uomo cisgender etero (se non sbaglio), nel suo cervello maschile potrebbe avere un asperger "femminile".
    Dunque, deponete le armi e prendiamoci un tè.

    E aggiungerei che esistono anche persone aspie trans che hanno sia tratti autistici "maschili" sia "femminili", a prescindere da quale dei due generi si identifica (o piu/nessuno, nei caso dei non-binar@/genderqueer)
    riot

  • riot ha detto:

    hai frainterso il concetto di Aspie al femminile citando Aspiergils.

    la differenziazione riguarda aspetti clinici, non culturali in senso stretto, ovvero la difficoltà di diagnosticare l'Asperger nelle donne da un lato, e la maggiore facilità con cui proprio le donne riescono a mascherare la propria condizione, in un modo spesso definito come camaleontico, dall'altro lato, e non tanto per questioni di genere in senso di stereotipi, quanto per l'accettazione sociale.

    e nulla ci dice che l'accettazione sociale è solo quella che può venire dagli uomini: anche le donne possono discriminare una persona Autistica in quando diversa.

    per chiarire meglio il concetto, è come se una persona omosessuale vivesse la propria condizione in modo "velato", un po' per retaggio culturale/religioso (e su questo aspetto possiamo essere d'accordo rispetto agli stereotipi di genere), e anche perché non ha ancora strumenti e/o la maturità per autodeterminarsi.

    quindi parlare delle Aspiegirls aiuta proprio quelle donne e ragazze ad avere una migliore percezione di se ed a riconoscere in se stesse l'Asperger. infatti, molte donne si risconoscono esattamente nelle dinamiche descritte da tale libro.

    vedi quindi su questo forum tale intenzione.

    È proprio questo nodo che mi interessa, l accettazione sociale, legatissima alla performatività di genere e alla socializzazione femminile.Siccome appunto trattasi di fenomeno strutturale, non riguarda solo la richiesta da parte degli uomini (mai detto) è proprio la  riproduzione dei generi e dei ruoli imposta dal sistema patriarcale, (agito spesso anche dalle donne)a creare questi scompensi. non ho mai voluto dire che la sezione aspie al femminile è inutile anzi, ho proprio scritto che data l invisibilizzazione è necessario uno spazio per parlare di questo. Peró in ogni sezione bisogna stare attenti a cosa si riproduce(anche inconsapevolmente) Faccio un esempio: Un collettivo ambientalista decide di fare una manifestazione per l ambiente, durante manifestazione si usano fumogeni tossici verdi. Per me il punto sulla cura è sostanziale, come lo è il punto sul PERFORMARE il proprio genere. Se noi non dovessimo performare, i nostri sintomi non sarebbero velati
    gli aspetti clinici sono fortemente connessi  al contesto culturale. 
  • allego, per una più approfondita comprensione, un articolo

  • quindi la domanda che faccio è questa: quanto incide la performatività del genere femminile sulla velatura dell'asperger? e perchè ancora qui riproduciamo taluni stereotipi senza accorgercene? non dico che dobbiamo smettere di farlo, ma accorgerci di cosa stiamo performando,può fare la differenza.
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Può fare la differenza per quale scopo?
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • per tutto Domenico, per capire perchè si viene diagnosticate così tardi, per capire perchè si è "velate", per capire il nostro ruolo e come si interseca nel mondo, la nostra specifica difficoltà, la nostra invisibilizzazione 
  • AntaresAntares Post: 749
    superconce ha detto:

    quindi la domanda che faccio è questa: quanto incide la performatività del genere femminile sulla velatura dell'asperger? e perchè ancora qui riproduciamo taluni stereotipi senza accorgercene? non dico che dobbiamo smettere di farlo, ma accorgerci di cosa stiamo performando,può fare la differenza.

    il punto è: PERCHE' consideri stereotipi alcune caratteristiche del forum (o comunque degli studi sull'Asperger)? In base a cosa rispondono ai criteri definizionali di "stereotipo", dal momento che lasciano a tutti la libertà di occuparsene, di non occuparsene, di rispecchiarli o di non rispecchiarli? Quali sono gli effetti concreti di "stereotipi" (come li chiami tu) basati sulla conoscenza di sè stessi in chiave interiore, anzichè sulla conoscenza di quello che la società, le relazioni o qualsiasi sovrastruttura "vorrebbe" (per meccanismi fintamente funzionali) di sè? A me paiono strumenti ottimi e arricchenti... per sè stessi/e, non per chissà chi.
    Rileva linguaAfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzeroBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoChichewaCinese sempCinese tradCoreanoCorsoCreolo HaitianoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisoneGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboSesothoShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagikoTailandeseTamilTedescoTeluguTurcoUcrainoUnghereseUrduUsbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZulu
    La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
Questa discussione è stata chiusa.