Salta il contenuto

Bentrovat* :) Ci sono neuroqueer?

Ciao, mi sono appena registratə (anche se mi è capitato spesso in passato di consultare questo forum su diversi argomenti). Sono una persona di genere non binario e sono statə diagnosticatə Asperger/autisticə di livello1 da circa 9 mesi. La diagnosi mi ha dato una nuova autoconsapevolezza, e mi è stata utile come validazione da molti punti di vista, e in particolare rispetto al tema dell'identità di genere. Ho scoperto infatti che a livello statistico c'è una intersezione degna di nota tra la neurodivergenza e la (gender)queerness (c'è una prevalenza maggiore di neuroatipicə nella popolazione trans, e viceversa le persone nello spettro hanno più probabilità rispetto alle NT di non identificarsi nel genere assegnato alla nascita), tant'è che è stata coniata la definizione "neuroqueer", che io trovo appropriata per me stessə in quanto percepisco la mia identità non binaria strettamente legata alla mia neurodivergenza.
Mi piacerebbe conoscere altrə (se ci sono) che si ritrovino in questa definizione, e se vi va anche sapere cosa pensate dell'argomento.
Grazie per l'attenzione 🙃

Shiki_Tima_RyougiTormalinaNera

Risposte

  • Ciao, oltre che autistica di lv1, sono agender, asessuale e aromantica.
    Benvenutx!

    camaleonte
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world. - Anne Frank

    La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata non ci sarà più nulla, soltanto io ci sarò. - Frank Herbert, libro Dune
  • BlunotteBlunotte Post: 749
    modificato 28 luglio

    Benvenutx! L'argomento è stato varie volte affrontato sul forum e credo stia a cuore a più di una persona attiva qui.
    A me incuriosisce dall'esterno (interessante il termine neuroqueer).
    Il forum è in aggiornamento, ma spero ti risponda presto qualcunx che vive tutto questo più da vicino!

    EDIT ok, mentre lentissimamente scrivevo, e prendevo atto che il nuovo sistema di scrittura del forum non ama gli asterischi, hai già avuto risposta

    camaleonteflame
    ---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
  • Grazie a entramb* del benvenuto  :)
    @Tima_Android per te personalmente che rapporto senti che esista tra la neurodivergenza e l'identità agender&ace&aro? Trovi che ci sia una relazione stretta o le percepisci come aspetti indipendenti? Hai fatto qualche riflessione su questo tema?
    (Se vuoi rispondere, ovvio... Sono molto interessatə alla questione ma capisco che sono argomenti delicati, di cui si può non aver voglia di discutere con sconosciut*).
    @Blunotte Mi piacerebbe leggere cosa è stato già scritto qui in proposito. Mi puoi linkare qualche discussione oppure suggerirmi le parole chiave da cercare?
    No problem per l'asterisco. Se non si può usare per me va bene anche la x, per cui avete optato voi. Io ho risolto scaricando la tastiera Google che include la ə, che di solito uso per me stessə anche nel parlato.
    Sul pronomi neutro in italiano, per quanto la questione per motivi di frequenza sia meno urgente delle desinenze, che voi sappiate ci sono idee/proposte? A me piace "Loi", che mi sono inventato di sana pianta.

  • BlunotteBlunotte Post: 749
    Solo un paio di esempi aggiornati abbastanza di recente. A volte la discussione si è anche sviluppata all'interno di topic ad argomento libero, e recuperare quei messaggi è più difficile (bisogna lavorare con la funzione ricerca, ma non saprei darti consigli). Tieni anche presente che, data la delicatezza dell'argomento, c'è chi ha preferito discuterne in sezioni riservate.




    camaleonte
    ---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
  • @camaleonte appena riesco, ti scrivo in privato
    camaleonte
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world. - Anne Frank

    La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata non ci sarà più nulla, soltanto io ci sarò. - Frank Herbert, libro Dune
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Ciao io non sono autistico ma sono una persona trans (nella parte maschile dello spettro) e comunque neurodiverso in qualche modo, come bipolare e con altre problematiche.

    Credo che l incongruenza di genere e la neurodiversità abbiano delle radici simili.
    TormalinaNeracamaleonte
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • TormalinaNeraTormalinaNera Post: 1,230
    Ho notato anche io questa correlazione in diverse persone.
    Personalmente sono nd (diagnosticata as tanti anni fa, anche se ho da poco scoperto la definizione di hsp e vorrei approfondire) e non binary (genderfluid, prevalentemente demigirl e a tratti demiboy). 
    Valentacamaleonte
    Oh, how I wish for soothing rain all I wish is to dream again
  • @Valenta Di sicuro le due condizioni condividono l'essere patologizzate in base a una norma meramente statistica assunta come punto di riferimento regolativo. Mi chiedo se ciò potrebbe di per sè istituire una correlazione anche in assenza di un effettiva base comune. Tuttavia istintivamente ho la sensazione che ci sia in effetti ben più di questo... Mi sembrerebbe interessante per esempio considerare l'influenza dei livelli di testosterone prenatali sullo sviluppo neurologico sia dal punto di vista della tipicità/atipicità che dell'identità di genere.
    @TormalinaNera io sono anche HSP, anzi in realtà sono approdatə alla diagnosi AS proprio partendo dalla questione dell'alta sensibilità: ho letto che le due condizioni sono associate nel senso che l'HS è estremamente frequente, per non dire la norma, nello spettro autistico, e proprio questo dato mi ha convintə a indagare meglio e in seguito ricercare la diagnosi AS.
    ValentaTormalinaNera
  • wolfgangwolfgang Post: 10,788
    C’è una correlazione fisica, legata ai livelli di ormoni prenatali che modificano sia l’espressione fisica e mentale del genere sia il comportamento sociale. C’è una correlazione dal punto di vista ambientale perché essendo le persone asperger solitamente da un lato menò soggette alle influenze della cultura di riferimento e dall’altro tendenzialmente più rigide, tendono a riconoscersi meno negli stereotipi di genere grazie alla prima e a reputare più importante e identitaria la loro differenziazione grazie alla seconda.
    BlunottebetShiki_Tima_Ryougicamaleonte
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • camaleontecamaleonte Post: 25
    @wolfgang Mi interesserebbe capire meglio l'eventuale correlazione tra i livelli ormonali prenatali E l'identità di genere E la neurodivergenza. Sai se esiste qualche studio sull'argomento?
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!