Salta il contenuto

Asperger e basta?

2»

Commenti

  • Running_FreeRunning_Free Post: 178
    modificato 12 ottobre
    Non c'è nulla da invidiare: vero.

    "I Fantasmi passano oltre i muri di pietra"




    amnesiia
     “Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi; cammina delicatamente perché cammini sui miei sogni.”

    William Butler Yates
  • amnesiia ha detto:
    @Running_Free Grazie. Leggere le tue parole mi rende sempre felice.
    Penso anche io che siamo speculari in tante cose.
    Sei bravissimo anche tu. Più di quanto non sapessi già.
    Conosco diversi argomenti avendone letto molto, però non si può dire che io conosca tutto. E più conosci più ti rendi conto di quante cose ci sono ancora da conoscere.
    Sono sicura che è così anche per te.
    Sulla neotenia invece ci sarebbe da approfondire.

    @PapaveroRosso Non possiamo prendercela con la genetica e con l'epigenetica però. Per ora non è possibile modificare il nostro genoma e cambiare certi aspetti.
    Possiamo conoscerli però e cercare di migliorare la vita di chi è venuto dopo di noi.
    E meno male che non possiamo cambiare il genoma! Già ne abbiamo parlato. La prevenzione è possibile, in alcuni casi anche primaria. Siamo andati abbastanza off topic secondo me.
    amnesiia
  • Running_Free ha detto:
    Scusa Markov: errata attribuzione.
    Non intendevi riguardo al suo caso.
    La risposta di Bet era a PapaveroRosso che poi ha interagito con Bet.
    Molte persone famosissime si autodichiarano Asperger, ma tante.
    Vedi Roger Waters che lui stesso fece valutare Syd Barrett che era considerato geniale nei suoi primi anni di Pink Floyd.
    Poi e non so darti indicazioni non di stampa(riferite a una droga in voga allora) venne da Loro stessi estromesso dal gruppo.
    Syd si fece estromettere.
    Non sono certo che i problemi di Syd non derivassero da altro o anche da altro(pongo degli esempi ).
    Io non avrei retto all'impatto.
    Cosi come non ressero altri poco conosciuti, come Nick Drake (secondo me geniale incompreso) , nessuna immagine in movimento solo qualche scatto;
    Di sicuro non era Asperger e basta: anche se allora era impossibile una diagnosi (l'APA è del 1994).
    Se disfunzionali si cammina su un filo di lama di rasoio (Mi viene questa immagine alla mente)
    In molti casi la condizione attribuibile alle genialità(che stranamente sono inversamente proporzionali all'aumento della popolazione mondiale), ti pongono come sotto una continua sorta di lente di ingrandimento, quindi si è ancora più visibili .
    Se non disfunzionali e credo che questa attribuzione nei geni (Persone intendo) non è valutabile (in teoria si è geni proprio perchè disfunzionali , vedi Encefalo di Albert Einstein:Differenze microscopiche potrebbero essere alla base di differenze macroscopiche). Le ricerche, seppur limitate, sul cervello di Einstein non hanno mostrato una differenza nel numero di neuroni né nella profondità della corteccia dei lobi frontale e temporale. Tuttavia forse alla base del suo genio potrebbe esserci stata una differenza nel rapporto tra cellule gliali e neuroni nella corteccia parietale.Limitate anche per i tempi (1954 in quegli anni morivano geni di assoluta importanza vedi Jànos Lajos Neumann(1957).Sia per le troppe sezioni del suo "cervello" 240 circa di cui tante perse.

    Gli studi comunque non hanno risolto il problema del substrato neuroanatomico dell’intelligenza. Tuttavia le scoperte suggeriscono che le variazioni di specifiche funzioni cognitive potrebbero essere associate alla struttura delle regioni cerebrali deputate alle funzioni stesse.Lui diede il consenso all'analisi per la ricerca Albert Einstein sapeva di cosa sarebbe deceduto (aneurisma aorta addominale),mi sono occupato di studiare questa  area Vascolare per diversi mesi.
    Scusate neretto ma non mi leva questa funzione il sistema(che evidentemente utilizzo male)
    PapaveroRosso: la madre che descrivi nel post di apertura nega una evidenza perchè forse la porta in sofferenza psicologica.
    Negandola allora il figlio  è un genio senza pensare a dei dati di fatto :ipotesi che non lo sia.
    Plusdotazione non significa essere geni,e, molto sinceramente non ambirei ad esserlo , significherebbe essere ancora più incasinato di come sia.
    Forse , ecco un paragone si può porre con la famiglia di origine di Ettore Majorana, che di plusdotati abbondava e anche forse di geni.E lui era da quel che lessi (La Scomparsa di Majorana .1975 )
    Che Asperger presumo lo fosse.
    Era differente dal come appariva , amava teorizzare per gioco chi avrebbe vinto la guerra.
    Questo lo poteva dedurre conoscendo i più importanti fisici dell'epoca  che si trasferirono negli USA 
    Il punto era come: sulla base di navi e cannoni?
    Un Fisico Nucleare di tale livello che teorizzava i Neutrini?
    Era sia disfunzionale come Asperger e malato (L'ipotesi malattia non era stata considerata se non da Recami,Tubercolare)
    Oltre aveva comorbilità.

    Sono convinta che nelle dichiarazioni di plusdotazione da parte dei genitori ci sia un aspetto compensatorio, spesso recepito loro malgrado dai figli e a volte suggerito o sostenuto dagli psicologi che, comunque, vedono in questo un mezzo per sostenere il legame genitore-figlio. In fondo avere un bimbo con dei problemi è una ferita narcisistica.
    Che non ci fossero differenze anatomiche nel cervello di Einstein oggi sembra logico, non si osservano neppure in patologie come la schizofrenia, che pure porta spesso ad un autismo molto grave e ad un notevole danno cognitivo. Ci sono alterazioni funzionali, nella connettività, ma non è possibile prendere un cervello e dire se quella persona è sana o gravemente malata, come accade in alcune demenze. Solo al livello statistico si possono apprezzare delle variazioni e si sa che in statistica se in media abbiamo un pollo e mezzo ciascuno, magari io ne ho uno e tu ne hai due.

  • Dunque il "cervello " di Albert Einstein era anatomicamente diverso.
    Anche per peso e dimensioni.
    In genere ganmi 1500 grammi lui lo aveva 300 grammi più piccolo iperconnesso.
    I Lobi parietali erano anomali(Giri e solchi)
    In questo erano e di molto superiori alla norma.
    I campioni di confronto lo dimostrerebbero: Thomas Harvey fece degli studi anatomopatologici.
    Nella ricerca confondono però intelligenza e genialità.
    Chiunque può essere intelligente over media, solo pochissimi saranno geniali .
    Se ne occupò anche la Florida University, in una ricerca pubblicata.(Falk et al)
    I blocchi presi da Harvey vennero ridotti a 240 e ne scisse 2000 sottilissime sezioni che non tenne solo per se.
    Quantità impressionante di neuroni e densità  quindi coesione e cellule Glia:servono a trasmettere il "Lavoro" dei Neuroni.
    Non è comune negli individui.
    Le ricerche furono tantissime in merito.
    Lo studio di Falk è interessante perchè avevvano come riscontro prove documentali originali.
    Nella superficie dimostravano larghezze superiori alla norma: da li si presume scaturissero le sue abilità (Genialità )
    La schizofrenia non porta ad autismo semmai l'autismo ha solo l'1% di comorbilità con essa.
    La cosa rimane per un errata attribuzione credo di Leo Kanner.
    Ha una Long Life condition , quindi non diventa altro in fase di crescita ma resta autismo.
    La plusdotazione + comune se non erro in entrambi i gruppi di riferimento nt e nd.
    Similarmente.
    Mi sono occupato sia di demenze (Ne esiste una di tipo differente dal nosografato finora)
    In effetti si possono valutare con Spect con dat scan.
    In maniera oggettiva : si.
    Scusa risposta veloce spero sia comprensibile seppure scritta male.

    amnesiia
     “Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi; cammina delicatamente perché cammini sui miei sogni.”

    William Butler Yates
  • Running_Free ha detto:
    Dunque il "cervello " di Albert Einstein era anatomicamente diverso.
    Anche per peso e dimensioni.
    In genere ganmi 1500 grammi lui lo aveva 300 grammi più piccolo iperconnesso.
    I Lobi parietali erano anomali(Giri e solchi)
    In questo erano e di molto superiori alla norma.
    I campioni di confronto lo dimostrerebbero: Thomas Harvey fece degli studi anatomopatologici.
    Nella ricerca confondono però intelligenza e genialità.
    Chiunque può essere intelligente over media, solo pochissimi saranno geniali .
    Se ne occupò anche la Florida University, in una ricerca pubblicata.(Falk et al)
    I blocchi presi da Harvey vennero ridotti a 240 e ne scisse 2000 sottilissime sezioni che non tenne solo per se.
    Quantità impressionante di neuroni e densità  quindi coesione e cellule Glia:servono a trasmettere il "Lavoro" dei Neuroni.
    Non è comune negli individui.
    Le ricerche furono tantissime in merito.
    Lo studio di Falk è interessante perchè avevvano come riscontro prove documentali originali.
    Nella superficie dimostravano larghezze superiori alla norma: da li si presume scaturissero le sue abilità (Genialità )
    La schizofrenia non porta ad autismo semmai l'autismo ha solo l'1% di comorbilità con essa.
    La cosa rimane per un errata attribuzione credo di Leo Kanner.
    Ha una Long Life condition , quindi non diventa altro in fase di crescita ma resta autismo.
    La plusdotazione + comune se non erro in entrambi i gruppi di riferimento nt e nd.
    Similarmente.
    Mi sono occupato sia di demenze (Ne esiste una di tipo differente dal nosografato finora)
    In effetti si possono valutare con Spect con dat scan.
    In maniera oggettiva : si.
    Scusa risposta veloce spero sia comprensibile seppure scritta male.

    La schizofrenia può portare ad un autismo molto molto grave (non quello del DSM, quello di Bleuer). La psicopatologia non nasce col DSM!
    Interessante che il cervello fosse piccolo, in genere si riscontra nell'autismo classico un aumento anomalo del volume della corteccia seguito da una altrettanto anomala riduzione, ma non so se questo possa essere valido nei disturbi di spettro, certo non si accorda con l'essere iperconnesso.
  • riotriot Post: 6,429
    PapaveroRosso ha detto:
    La schizofrenia può portare ad un autismo molto molto grave (non quello del DSM, quello di Bleuer). La psicopatologia non nasce col DSM!
    quali fonti?

    prima dell'effettiva classificazione, l'Autismo era "imparentato" con la Schizofrenia. Poi sono stati separati i criteri.

    Qui in dettaglio:
    https://forum.spazioasperger.it/discussion/9013/nascita-e-progresso-della-parola-autismo-da-pensiero-schizofrenico-a-sindrome-specifica

  • amnesiiaamnesiia Post: 218
    modificato 13 ottobre
    @Running_Free Penso che andrebbero approfondite diverse cose, forse però andremo ot.
    In ogni caso, anche io ho trovato diverse correlazioni tra l'intelligenza e la disfunzionalità in ambiti diversi.
    Potremmo discuterne in un thread a parte.

    @PapaveroRosso Tornando al post di partenza. Un figlio intelligente oppure plusdotato resta tale, che la madre si esalti oppure non lo faccia. Lo stesso vale se un figlio è solo un po' più bravo degli altri e basta.
    Ciò non toglie che se il figlio non sia disfunzionale non lo possa diventare in modo più marcato in seguito, come ho già sottolineato l'asperger è un disturbo dello sviluppo e si manifesta lungo tutto lo sviluppo.
    Running_Freebet
  • riot ha detto:
    PapaveroRosso ha detto:
    La schizofrenia può portare ad un autismo molto molto grave (non quello del DSM, quello di Bleuer). La psicopatologia non nasce col DSM!
    quali fonti?

    prima dell'effettiva classificazione, l'Autismo era "imparentato" con la Schizofrenia. Poi sono stati separati i criteri.

    Qui in dettaglio:
    https://forum.spazioasperger.it/discussion/9013/nascita-e-progresso-della-parola-autismo-da-pensiero-schizofrenico-a-sindrome-specifica

    Sempre per errore attributivo attenzione. Quoto riot
    *Specifico  se definisce malattia mentale l'Asperger o l'autismo non rientrano in quella definizione.
    Condizione si
    Comorbilità si
     “Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi; cammina delicatamente perché cammini sui miei sogni.”

    William Butler Yates
  • Running_FreeRunning_Free Post: 178
    modificato 13 ottobre
    Bluer 1911.
    Non lo accomunavo.
    Risalivo credo al 1916nei miei ricordi:
    Poi al 1926 .
    Avendo letto la tesi Federica Vasta
    E argomentato nel  giorno 9 marzo 2018
    Non qui
    Poi lo feci chiudere, perchè non volevo interventi fuori luogo.
    La mia era un'inesattezza. dunque.
    Chiusi l'account.
    Oltre al thread.
    Quindi non potrei fare  precisazioni e correzioni i  merito

    Grazie 
     “Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi; cammina delicatamente perché cammini sui miei sogni.”

    William Butler Yates
  • Running_FreeRunning_Free Post: 178
    modificato 13 ottobre
    riot ha detto:
    PapaveroRosso ha detto:
    La schizofrenia può portare ad un autismo molto molto grave (non quello del DSM, quello di Bleuer). La psicopatologia non nasce col DSM!






    L'Italia credo adottasse l'ICD che parte dal 1893.
    Però non so dirti in quale edizione trattò l'argomento.
    Ci sono discrepanze tra DSM e ICD .
    Come scritto fino al 1980 non adottammo il primo dei DSM (che è del 1952 non del 1954 , mai andare a memoria)
    Che in realtà sarebbe il 7° se considerassimo le due appendici.
    L'11 è completamente elettronico.
    Il Sesto attendiamo.
    Italia lo ha recepito se non erro nel 2014 in USA 2013.
    Devo prima leggermi quanto riportato da riot su Bleuer , che ok la dettaglio nel 1908 se non  erro.
    Scusate ma ho indispensabilità di usare i  numeri (mio pregio e difetto)
    Certo che non  nasce con i  DSM : esatto.


     “Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi; cammina delicatamente perché cammini sui miei sogni.”

    William Butler Yates
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!