Salta il contenuto
Evento online per i 10 anni di Spazio Asperger

Aspie e scuola

Buongiorno a tutti, sono una nuova iscritta. Cerco informazioni per poter aiutare mio figlio di 10 anni che frequenta la quinta elementare, lui è un asperger con QI sopra la media senza problemi cognitivi ma con problemi relazionali. Già dalla materna lo portavamo dalla logopedista su richiesta delle maestre. Ma solo pochi giorni fa ha avuto questa diagnosi e le insegnanti, che già adoperavano un pdp  hanno chiesto a mio marito di portare la documentazione del neuropsichiatra in segreteria per poter elaborare un Pei invece del pdp. Ma la segreteria ha detto che la scuola non può fare il Pei senza un certificato di disabilità. Hanno insistito molto chiedendo questo certificato.
Ovviamente ho scritto una mail al neuropsichiatra e sono in attesa di risposta visto che tutto è successo venerdì. Comunque il medico aveva detto che era disponibile a spiegare alla scuola la precisa condizione di mio figlio, che non è un disabile e non ha bisogno del sostegno perché questo potrebbe peggiorare invece di migliorare la situazione del mio bimbo.
Grazie a chi mi dedicherà il suo tempo.
Linna
«1

Commenti

  • Con il DSM-5, la "Bibbia della Pschiatria", ora l' Asperger è diventato "autismo ad alto livello di funzionamento livello 1", quindi anche gli Aspie ora hanno diritto al sostegno. Non aver paura della certificazione di invalidità necessaria per ottenere il sostegno, piuttosto preoccupati che l'insegnante di sostegno curi soprattutto gli aspetti relazionali, emotivi, di autostima (probabilmente tuo figlio, come mia figlia, non ha assolutamente problemi di tipo cognitivo) e che la sua presenza sia discreta. Un ninja insomma. Il rischio è che solo con la sua presenza l'insegnante di sostegno possa essere stigmatizzante. È fondamentale.
  • betbet Post: 460
    @AngieZ anche io ho un figlio asperger di 10 anni in 5 elementare ( diagnosticato verso fine anno scolastico della 4). Neanche lui ha sostegno e non vorrei metterglielo. Le maestre invece sì e capisco bene il perché...dal loro punto di vista è un aiuto in più, dal mio punto di vista è un passo indietro...penso che deciderò il prossimo anno insieme ai prof delle scuole medie. Per ora lui è perfettamente in linea con gli apprendimenti e nonostante la difficoltà nell attenzione sostenuta è anche bravo! Ho detto alle insegnanti che ci sto pensando, non penso che il sostegno sia esente da rischi per cui aspetto di vedere il prossimo anno
  • Ho pensato anch'io la stessa cosa... ma con la preadolescenza i problemi inevitabilmente aumentano, pensateci per tempo, comunque entro giugno 2022, altrimenti rischiate di ritrovarvi col sostegno solo al secondo anno delle medie. 
  • Il sostegno serve solo a facilitare la vita a scuola, dal punto di vista relazionale e personale. Dalla primaria alla secondaria di primo grado è un altro mondo, credetemi.
  • betbet Post: 460
    @MatildeS a volte è meglio, alcuni ragazzi, soprattutto a livello comportamentale, migliorano molto! Mi è capitato spesso di vedere ragazzi presentati dalle maestre come molto problematici trovare invece un migliore equilibrio...comunque ovviamente lo seguirò con estrema attenzione, come ho sempre fatto, e non escludo a priori di dover dar ricorso anche all ins di sost. Ma quante ore danno alle medie ad un asperger? 9? 18? Non mi rendo conto. Sono ins di sost ma non ho mai avuto come alunno un ragazzino asperger
  • Ora i dirigenti possono anche chiedere 18 ore per il sostegno
    bet
  • Solo con la richiesta dell'insegnante di sostegno le insegnanti curricolari diventano più comprensive. E questo è un buon passo avanti per assicurare il loro benessere a scuola. Ma il problema vero sono le relazioni e la gestione delle emozioni... devono lavorarci tutti, non solo l'insegnante di sostegno. 
    bet
  • Normalmente nel periodo preadolescenziale occorre una grande sinergia tra famiglia scuola e terapia, allo stesso tempo senza mai confondere i ruoli.
    Linna
  • Possono anche essere dei geni e lo sono, ma per vivere in questo mondo occorrono dei mediatori validi, parlateci bene con gli insegnanti di sostegno per evitare 'danni'.
  • Con il nuovo dsm-5 tutti gli asperger hanno diritto al sostegno. Il sostegno è un rischio, certo, ma se i genitori sono in gamba si può dialogare bene.
  • È difficile, lo so, sono così intelligenti, ma è per il loro benessere presente e futuro.
    bet
  • betbet Post: 460
    Il problema è se ti ritrovi uno una che non ha idea! E ce ne sono tanti! Purtroppo lo dico con molta tristezza sono molto pochi gli ins di sost all altezza del ruolo. Molti si improvvisano psicologi con idee astruse inutili e dannose, altri hanno scelto il sost per fare poco o niente...non è facile trovare un buon ins di sost
    Linna
  • Ti do pienamente ragione, però ricordati che se l'insegnante non dovesse essere all'altezza può essere rimandato al mittente, so di tantissimi casi di genitori che lo hanno fatto.
    mammarosanna
  • betbet Post: 460
    Io invece purtroppo dopo 15 anni nella scuola ( scuole di varie parti d italia) non ho mai visto allontanare alcun insegnante anche quelli di cui tutti sapevano. Né di sost né di altre discipline. Purtroppo la scuola non prevede licenziamenti. E un insegnante poco valido o per nulla se lo devono tenere . Poi ovviamente il tutto infiocchettato da meravigliosi discorsi sul lavoro svolto a scuola, ma io c ero e vedevo...a volte meglio non sapere...
    Linna
  • Mi dispiace, da me invece succede, per fortuna. Se a mia figlia capitasse un insegnante di sostegno non valido farei fuoco e fiamme... e alla peggio cambierei scuola.
  • betbet Post: 460
    Ecco quello sì cambiare scuola. Anche perché l insegnante non valido a chi lo mettono? Ad un altro? 
  • betbet Post: 460
    Con gli insegnanti delle discipline di solito i dirigenti li spalmano qua e là a fare meno danno possibile. Ma quelli di sost a qualcuno toccano...Poi ci sono anche insegnanti di sostegno validi per carità ma, lo dico con grandissimo dispiacere, sono pochi in netta minoranza purtroppo
  • bet ha detto:
    Ecco quello sì cambiare scuola. Anche perché l insegnante non valido a chi lo mettono? Ad un altro? 
    Quelli non di ruolo restano a casa
  • bet ha detto:
    Con gli insegnanti delle discipline di solito i dirigenti li spalmano qua e là a fare meno danno possibile. Ma quelli di sost a qualcuno toccano...Poi ci sono anche insegnanti di sostegno validi per carità ma, lo dico con grandissimo dispiacere, sono pochi in netta minoranza purtroppo
    Hai ragione. Ma noi genitori abbiamo il dovere di essere esigenti.

  • betbet Post: 460
    No no impossibile.  Nella scuola pubblica non possono lasciarti a casa,  se hai una supplenza fai secondo il tuo contratto. Il reclutamento passa per altre vie che non sono certo la soddisfazione dei genitori. La scuola privata assume chi vuole . Ma nel pubblico si va a graduatorie...
  • amnesiiaamnesiia Post: 305
    @MatildeS, io sono autistica ad alto funzionamento e questo di per sè mi porta dei problemi. Poi ho avuto anche dei problemi famigliari che hanno gravato sull'autismo.
    A scuola durante l'adolescenza non ho ricevuto sostegno di nessun tipo, posso aver dato un'impressione sbagliata di me a chi non mi aveva conosciuto nel periodo precedente e non conosceva i miei problemi famigliari.
    Molte persone mi conoscevano da una vita e mi sono state vicine lo stesso e mi sono state vicine anche dopo finchè non ci siamo persi.
    È assurdo però che io debba ancora provare a spiegare queste cose. Sono fasi che capitano a tutti gli autistici, sveglia!
  • bet ha detto:
    No no impossibile.  Nella scuola pubblica non possono lasciarti a casa,  se hai una supplenza fai secondo il tuo contratto. Il reclutamento passa per altre vie che non sono certo la soddisfazione dei genitori. La scuola privata assume chi vuole . Ma nel pubblico si va a graduatorie...
    Teoricamente è vero, però ti posso assicurare che è successo.
  • amnesiia ha detto:
    @MatildeS, io sono autistica ad alto funzionamento e questo di per sè mi porta dei problemi. Poi ho avuto anche dei problemi famigliari che hanno gravato sull'autismo.
    A scuola durante l'adolescenza non ho ricevuto sostegno di nessun tipo, posso aver dato un'impressione sbagliata di me a chi non mi aveva conosciuto nel periodo precedente e non conosceva i miei problemi famigliari.
    Molte persone mi conoscevano da una vita e mi sono state vicine lo stesso e mi sono state vicine anche dopo finchè non ci siamo persi.
    È assurdo però che io debba ancora provare a spiegare queste cose. Sono fasi che capitano a tutti gli autistici, sveglia!
    So benissimo che molti di voi non hanno bisogno di sostegno, ma in certi casi con comorbidità con Adhd o altro è necessario. Quando l'aggressività si riversa su prof e compagni occorre un sostegno.
  • amnesiiaamnesiia Post: 305
    @MatildeS Puoi portarci un caso di questa aggressività per favore? Perchè io sono adhd sospetta e nessuna delle persone che conosco ha mai ritenuto aggressivi i miei comportamenti.
    Un po' infantili semmai ma solo nei confronti di gente palesemente immatura e che cercava di mettermi a disagio es. cercando di rompermi il naso calciandomi il pallone addosso.
    Adesso che sono adulta penso che avrei dovuto prendere provvedimenti seri piuttosto che rispondergli con le battute degli anime giapponesi per farli stare al loro posto.
    Rispondi alla domanda però.
  • amnesiia ha detto:
    @MatildeS Puoi portarci un caso di questa aggressività per favore? Perchè io sono adhd sospetta e nessuna delle persone che conosco ha mai ritenuto aggressivi i miei comportamenti.
    Un po' infantili semmai ma solo nei confronti di gente palesemente immatura e che cercava di mettermi a disagio es. cercando di rompermi il naso calciandomi il pallone addosso.
    Adesso che sono adulta penso che avrei dovuto prendere provvedimenti seri piuttosto che rispondergli con le battute degli anime giapponesi per farli stare al loro posto.
    Rispondi alla domanda però.
    Mia figlia è Asperger con Adhd, fino alle primarie tutto bene, poi dalla prima media le prof hanno iniziato a lamentare il fatto che rispondesse in maniera stizzita, battesse i pugni sul tavolo, fosse incline alla collera... è per questo che ho fatto richiesta di sostegno d accordo con la psicologa, altrimenti il rapporto con se stessa e con gli altri ne avrebbe risentito. Ovviamente ha anche iniziato una terapia (da sola e con il gruppo).
    betmammarosanna
  • amnesiiaamnesiia Post: 305
    @MatildeS Puoi dirci cosa intendi per incline alla collera? Io sono asperger e ho avuto dei sovraccarichi sensoriali ma non ho mai avuto esplosioni di collera nè gli insegnanti hanno mai lamentato per quanto mi riguarda comportamenti di questo tipo.
    Semmai mi invitavano ad essere più vivace e a parlare di più con i compagni.
    Sono stata sicuramente un po' scontrosa quando mi si rivolgevano parole poco piacevoli o mi si metteva a disagio con comportamenti che ritenevo poco maturi da parte di persone poco mature.
    Nessuna delle persone che conosco mi ha mai attribuito di essere collerica, troppo tranquilla e un po' puntigliosa a quei tempi sì semmai.
    Dunque collera come cosa?
  • amnesiia ha detto:
    @MatildeS Puoi dirci cosa intendi per incline alla collera? Io sono asperger e ho avuto dei sovraccarichi sensoriali ma non ho mai avuto esplosioni di collera nè gli insegnanti hanno mai lamentato per quanto mi riguarda comportamenti di questo tipo.
    Semmai mi invitavano ad essere più vivace e a parlare di più con i compagni.
    Sono stata sicuramente un po' scontrosa quando mi si rivolgevano parole poco piacevoli o mi si metteva a disagio con comportamenti che ritenevo poco maturi da parte di persone poco mature.
    Nessuna delle persone che conosco mi ha mai attribuito di essere collerica, troppo tranquilla e un po' puntigliosa a quei tempi sì semmai.
    Dunque collera come cosa?
    Mia figlia ha spesso dei meltdow, anche a casa, soprattutto quando deve fare la doccia, ma anche per altri motivi, per esempio quando è ora di andare a dormire. A scuola va in collera quando la prof di francese la corregge sulla pronuncia (lei che è bravissima in inglese) o quando un compagno esprime una preferenza opposta alla sua (urla, sbatte i pugni sul tavolo per esempio). Sono solo pochi esempi, ne potrei fare molti altri.
    Mi interessa il tuo parere, secondo te sto sbagliando a chiedere il sostegno?
    betLinna
  • betbet Post: 460
    @MatildeS ti capisco bene, anche mio figlio ha problemi comportamentali molto simili a quelli di tua figlia. Si arrabbia per poco e reagisce spesso in modo esagerato! Secondo me non si fa bene o male a mettere il sost. Sono scelte entrambe con lati positivi e negativi bisogna soppesare per ogni singolo caso. La cosa che non sopporto è che come hai detto tu tutti diventano comprensivi quando si mette l ins di sost. Io mi chiedo. Ci vuole un foglietto e una 104 per aiutare ogni ragazzino secondo i suoi bisogni??? Questa è una stortura della scuola e una grandissima assurdità.  Gli alunni li conosciamo come le nostre tasche e in realtà, tranne casi severi, le insegnanti curricolari sono perfettamente in grado di modulare richieste . L insegnante di sost fa magicamente sparire l oppositivita? No non credo...scusa lo sfogo è in generale per il sistema scuola 
    Linna
  • bet ha detto:
    @MatildeS ti capisco bene, anche mio figlio ha problemi comportamentali molto simili a quelli di tua figlia. Si arrabbia per poco e reagisce spesso in modo esagerato! Secondo me non si fa bene o male a mettere il sost. Sono scelte entrambe con lati positivi e negativi bisogna soppesare per ogni singolo caso. La cosa che non sopporto è che come hai detto tu tutti diventano comprensivi quando si mette l ins di sost. Io mi chiedo. Ci vuole un foglietto e una 104 per aiutare ogni ragazzino secondo i suoi bisogni??? Questa è una stortura della scuola e una grandissima assurdità.  Gli alunni li conosciamo come le nostre tasche e in realtà, tranne casi severi, le insegnanti curricolari sono perfettamente in grado di modulare richieste . L insegnante di sost fa magicamente sparire l oppositivita? No non credo...scusa lo sfogo è in generale per il sistema scuola 
    Ti capisco benissimo, alle primarie mia figlia ha avuto una maestra straordinaria che la capiva al volo, ma il problema è che spesso con la preadolescenza l'irrequietezza 'gestibile' si trasforma in aggressività. Sinceramente chiedere il sostegno mi è costata un'enorme fatica, e spero che vada tutto bene. Chiederò all'insegnante di sostegno, lo ripeto, di essere una ninja, quasi invisibile, perché con un cognitivo alto bisogna lavorare 'solo' sulle emozioni e sulle relazioni. E bisogna essere bravi. Bravissimi. 
    Anch'io credo che con brave insegnanti curricolari non si sarebbe arrivato a tanto, ma purtroppo il livello generalmente non è alto. 
    bet
  • Purtroppo con il DSM-5 appena nomini l'Asperger le insegnanti curricolari pensano al sostegno per deresponsabilizzarsi, visto che ora rientra nel calderone Autismo livello 1. Fa arrabbiare, sono arrabbiata anch'io, però alla fine mi piego alla richiesta di sostegno per il bene di mia figlia. 
    Anche se un'insegnante di sostegno delle primarie (di un'altra bimba) addirittura strappò un disegno di mia figlia perché lo considerava troppo creepy.... ma voglio aprire una nuova pagina. Con gli occhi aperti, sempre.
    betmammarosanna
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici