Salta il contenuto
Massa, 18 febbraio 2023, evento gratuito

Non sopportare nulla addosso..

2»

Commenti

  • garygary Post: 311
    modificato agosto 2014

    Quando andavo a scuola (medie-liceo) ho provato a portare l'orologio per comodità per poter guardare l'ora (assolutamente con tutti i dodici numeri sul quadrante perchè sennò non riuscivo a leggerlo) ma ci mettevo più di una settimana per trovarlo quasi sopportabile e poi bastava un giorno senza metterlo che dovevo ricominciare da capo.. quindi ho smesso..
    Collane o pendenti mi danno molto fastidio così come i bracciali.. gli anelli mi piacciono ma ho le nocche molto larghe quindi faticherei a metterli (e comunque non so se li sopporterei).. niente orecchini o piercing..
    Le etichette da piccolo mi davano molto molto fastidio e ancora adesso capi di lino sulla pelle mi danno fastidio.. per non parlare delle scarpe.. a trovarne di comode ci vuole molto..
    Ditto, solo che per me è la lana 'cruda' ad essere intollerabile, mentre i gioielli non li porterei cmq x' mi sentirei in imbarazzo se non ridicolo, anche se in realtà il contatto con superfici metalliche rigide, ampie ed avvolgenti, soprattutto se fredde, ha su di me un effetto erotico molto più intenso di quello prodotto dal lattice o dalla pelle da abbigliamento. Se poi il metallo è prezioso, si moltiplica la suggestione, che per me è molto più importante dell'atto e del contatto.. Le pietre invece non hanno importanza (anche se un'ametista che complementa un giallo oro è un gran bel vedere). Sono gusti gay? Eppure io non lo sono.. (Absit injuria contra homosexuales verbis!!)
  • ggianinaggianina Post: 309
    Uhm. Io porto un sacco di anelli. Tantissimi anelli. Anche se a volte (soprattutto quando fa caldo) mi danno un po' noia. Ma mi sento a disagio senza, sono talmente abituata ad averli tra le mani e a giocherellarci di continuo...il disagio che deriva dal non averli credo sia maggiore del fastidio, quindi finisco sempre per portarli. Odio le cose pesanti...le collane che pesano e gli orecchini troppo ingombranti. Riesco a portarne solo per tempo limitato e in giorni in cui mi gira bene. Ma non mi separerei mai dal mio piercing al naso. :) Quando ero piccola avevo molti problemi soprattutto con i vestiti. Odiavo le camicie (di cui non riuscivo a tollerare i bottoni e il colletto che mi sembrava mi strozzasse). Non tolleravo il jeans (soprattutto a giacca), non volevo assolutamente cose di lana (per le quali ero in grado di farmi venire crisi di prurito - e pianto - inaudite). Porto raramente l'orologio (che tra l'altro non so leggere) e comunque largo sul polso. Ancora oggi taglio tutte le etichette di tutti i vestiti, sennó non riesco ad indossarli. Molte sensazioni mi rendo conto che con il tempo si sono limate...altre per niente. Però non ho problemi a truccarmi. Oggi. Uhm...
    "...il cammino di noi uomini presuppone mete che con la perseveranza possono essere raggiunte..." C. Dickens
  • garygary Post: 311
    le camicie non le tollero se sono appena stirate, soprattutto se inamidate, cioè rigide
    @ggianina, scusa cosa denotano gli 'uhm'?
  • vanessavanessa Post: 1,163
    Non sopporto gli orecchini, mia nonna mi ha fatto fare i buchi alle orecchie quando avevo cinque anni ma mi hanno fatto allergia e si sono richiusi, anche quelli con la clip mi danno fastidio, d'estate mi danno fastidio anche le collane perché me le sento addosso sudate. I collant Non riesco a tollerarli, ho provato con le autoreggenti ma non cambia granché. Anche i jeans elasticizzati non li sopporto. D'estate dormo con i pantaloni del pigiama lunghi e la t-shirt a maniche corte, d'inverno praticamente lo stesso solo la t-shirt è a maniche lunghe perché non sopporto neppure i pigiamoni di felpa. L'orologio invece mi piace.
  • WhiteRoseWhiteRose Post: 89
    modificato agosto 2014
    Da piccola avevo questo problema, ma mi è passato abbastanza presto. Metto senza problemi colane, braccialetti e co, però devono essere pochi. E mi piace molto truccarmi, ma non sempre. Per i vestiti, gli unici che mi danno problemi sono i maglioncini a collo alto: quelli proprio non li sopporto! I jeans li reggo, purchè sia per poche ore al giorno.
  • L'orologio devo assolutamente averlo dovunque vada, perchè ho sempre l'esigenza di controllare l'ora.
  • AnyaAnya Post: 63
    Io non sopporto assolutamente i reggiseni con il ferretto(anche se sono belli), la bigiotteria di ogni genere(pensavo fosse per l'allergia ma non sopporto neanche le collane di pietre), i tessuti ruvidi mi pizzicano o mi danno lievi sensazioni di bruciore(quasi nessun tessuto è abbastanza liscio), non mi trucco più(ci ho provato, più e più volte ma mi inizio a strofinare il viso...), i jeans non mi piacciono anche esteticamente e in più sono ruvidi.
    Comunque non ritengo che la necessità di vestire comodi porti automaticamente a sembrare sciatti, io prediligo magliette e camicette con le maniche a kimono o che comunque restano larghe, poi magari se una cosa è troppo sformata mi metto una cintura di quelle che vanno alla vita, inoltre non uso roba con stampe troppo "sportive".
    Le scarpe alte sono un mio feticcio e per diversi anni ho portato solo esclusivamente quelle, ora ho smesso di portarle quasi del tutto(vado da un'eccesso a un'altro).
    Le calze solo in occasioni particolari(una vera scocciatura comunque, le odio).
    Gli occhiali, i cappelli, i guanti... Non li sopporto proprio, le sciarpe invece mi piacciono molto anche perché senza d'inverno il mal di gola mi colpisce facilmente.
  • garygary Post: 311
    modificato agosto 2014
    i jeans stanno sul c* anche a me, ma mi piego vigliaccamente alle regole del flock  e li porto :(
  • IndecisoIndeciso Post: 2,754
    presente, non porto mai bracciali collane o anelli, l'orologio lo metto solo in determinate occasioni. Non ci sono tessuti particolari che mi danno fastidio, a letto se sudo da fastidio moltissimo se le lenzuola si appiccicano, ma da piccolo la cosa che più mi irritava era mettermi la maglietta dopo essere stato al mare e sentire che "pizzicava" ovunque a causa della salsedine sulla pelle. Da allora dopo il bagno mi asciugo sempre.
    devo rettificare. Mio padre per Natale mi ha regalato un braccialetto in metallo, beh è come se non ce l'avessi, leggero, e non si incastra nei vestiti o in giro per ogni spigolo che trovo. Ma è l'unica eccezione.
  • ggianinaggianina Post: 309
    Gary...uhm...pensavo. Per quanto riguarda i jeans oggi non ho problemi. Per esempio quando fa freddo mi piace un sacco portare le maglie a collo alto (ammesso che abbiano una consistenza adeguata - ma questo è valido per qualunque vestito) mi piace nascondermici dentro se fa freddo...non li tollero solo quando la temperatura non è adeguata...allora mi sembra di scoppiare... :\ E comunque, non so se capita anche a voi, tutto per me dipende dal mio stato quindi cose diverse in momento diversi (calma e agitazione) mi danno delle reazioni molto diverse e cose che riesco a tollerare con un po' di sforzo diventano in alcuni momenti assolutamente intollerabili...
    "...il cammino di noi uomini presuppone mete che con la perseveranza possono essere raggiunte..." C. Dickens
  • ClementineClementine Post: 45
    modificato settembre 2014
    Ho sempre pensato di essere una persona intollerante, ora finalmente capisco il perchè dei miei fastidi. Ed è bello essere compresa :D! Io non tollero pizzo, etichette ruvide, lana, accessori vari (riesco a tenere solo alcune cose, ma o dopo poche ore o appena tornata a casa li lancio..), gli indumenti stretti, non metto l'orologio da anni e anni, per non parlare di eventuali accessori per i capelli. Stessa cosa per gli occhiali, non li sopporto e se li metto perdo pareccchia percezione di ciò che mi sta intorno.... insomma, quando mi trovo una di queste cose sul corpo sembro una pazza e devo assolutamente toglierla, non riesco a fare nient'altro altrimenti.
    Post edited by Clementine on
  • LjBLjB Post: 34
    Da poco ho volutamente messo l'orologio e gli occhiali per sembrare meno ragazzino, mi sembra di andare in giro con una maschera da sub e con delle manette. Mi cambia il modo di comportarmi. Ah un tessuto che odio a letto: la flanella, potrei rimanere sveglio tutta la notte con delle lenzuola alla flanella. Un'altra cosa sono i vestiti a cipolla, mai riuscito a mettere una cosa sopra l'altra se non la maglietta della salute di inverno, giusto per non morire assiderato. Vivendo al nord, qualche inverno arrivato fino a dicembre in maniche corte. Le maniche lunghe mi danno una sensazione fastidiosa. 
  • Non sopporto orologi,  collane,  anelli,  braccialetti, non porto orecchini  e dormo rigorosamente nuda. 
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Ci sono cose che non sopportate perché di uso comune o troppo di moda? Per esempio, la barba lunga, il giaccone col cappuccio bordato di pelliccia (di cane), le scarpe da ginnastica alte sulla caviglia, i pantaloni della tuta, gli occhiali da sole tipo Ray Ban ecc.
  • DarwinDarwin Post: 1,503
    Allora, vediamo un po'.
    Per quanto riguarda collane, braccialetti et similia non ne ho mai fatto uso. Anzi, ora che ci penso da piccolo avevo uno di quei braccialetti di tessuto, colorati, simili più a fili di cotone colorato che a braccialetti veri. Lo portai vari mesi ma non perché mi piaceva, ma perché mi ci ero affezionato. L'avevo comprato assieme ad un amico e poi si diceva che portassero fortuna. Mi dava fastidio però il "brandello" che sporge dal filo dopo che lo leghi al polso, per cui l'ho tagliato quasi subito.
    Orologi non ne ho mai portati. Non so neanche se quello che mi regalavano alla comunione esista ancora. Mai usato.
    Odio invece alcuni vestiti come i maglioni pesanti che pizzicato in una maniera inaudita e i jeans che, specialmente se sono sudato, mi irritano selvaggiamente.
    Odio dormire con le calze, mi dà fastidio il contatto fra il materiale delle calze e le coperte. E i piedi che si surriscaldano. 
    In estate anche a 40 gradi e passa devo avere sempre addosso il mio lenzuolo di cotone, in inverno mi piace stare senza pigiama sotto mezzo metro di coperte perché col pigiama mi sveglio sudato come un suino. Metto il pigiama solo se mi fa particolarmente freddo.
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • PhoebePhoebe Post: 2,066
    Per me è più o meno lo stesso! Non sopporto tipi di tessuto diversi dal cotone. Indosso quasi sempre jeans e maglie / camice di cotone, se una maglia stringe troppo, non la sopporto (non indosso maglie a collo alto). Dormo sempre con pantalocino e canottiera e anche le lenzuola devono essere rigorosamente di cotone! Una cosa che davvero non sopporto sono le calze, di qualsiasi tipo, utilizzo solo calzini di cotone (Pompea).

    I tacchi? neanche a parlarne, quelle poche volte che li ho messi me ne sono pentita, metto scarpe da ginnastica, polacchine al massimo. ( Anche se durante le cerimonie sono costretta a mettere vestito e tacchi :| )

    Di trucco ne uso, ma molto poco, solo fondotinta (leggero), mascara e eyeliner.

    Di collane e orecchini non ne porto, però indosso la fedina e un bracciale che metto da quando avevo 11 anni.
    Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

    Frida
  • vanessavanessa Post: 1,163
    @fattore_a una volta mi hanno regalato una giacca di jeans bordata di pelo di cane o di gatto, in quegli anni ce l'avevano tutti oltretutto il donatore sapeva che non indosso pelliccia e pelle non perché mi dia fastidio per problemi sensoriali ma per scelta. Qualche moda l'ho seguita per esempio quella dei braccialetti di plastica a inizio anni novanta altre no adesso il seguire le mode non è più limitato all' adolescenza.
    A proposito di moda come vi trovate con i jeans stretti? Io ho fatto inorridire una commessa perché volevo provare un paio da uomo visto che almeno lì sembrava ci fosse posto per le gambe. :-))
  • Niente orologi e braccialetti, proprio non li tollero. Indosso qualche anello perché li ho dal giorno della prima comunione e non li ho mai tolti. Non metto anelli alle dita rimaste libere da allora. Indosso una catenina d'oro più o meno da quell'epoca ma non metto collane, mi danno fastidio. Invece non ho problemi con gli orecchini.
  • Non detengo né orologi né anelli né catenine né orecchini,oltre a non avere alcun tatuaggio.Solo nei!
  • io non tollero in alcun modo i gioielli, gli anelli mi distanziano le dita mi danno fastidio, i bracciali sono come le manette e qualsiasi tipo di collana e come un cappio e nemmeno gli orecchini ,porto solo quelli che sono di oro bianco che si danno al battesimo . mi danno fastidio soprattutto le creme per le mani e trucco in generale, infatti non mi trucco,mi da una brutta ensazione sulla faccia. sulle scarpe ho problemi ma dopo che ho trovato la marca giusta per me non ho alcun tipo di problemi.
  • lunagattinalunagattina Post: 316
    modificato gennaio 2017
    Andato47 ha detto:

    non sopportare nulla addosso come collane, anelli, bracciali, orecchini.. nemmeno l'orologio al polso riesco a mettere. Una volta (20-25 anni) riuscivo a tollerarli per brevi periodi, avevo anche fatto i buchi alle orecchie ma li ho lasciati "chiudere" perchè mi davano sempre fastidio e irritazione anche se erano di oro senza allergeni


    Non ci avevo mai fatto caso ma anche io ho lo stesso
    atteggiamento. Nonostante mi piacciono, non riesco a portare gli orecchini per
    più di poche ore, non porto mai bracciali nè anelli e neppure l'orologio.
    Tollero solo le collane, purché leggere.

     

    Andato47 ha detto:

     Una volta tolleravo
    meglio anche le calze (questa domanda è più rivolta alle donne...) quelle
    sottili non le sopporto nemmeno lontanamente, anche in inverno con le gonne non
    riesco a metterle, quindi opto sempre per i pantaloni.

    idem. Ho molte calze che non butto via perché mi dispiace,
    ma che tutte le volte che metto tolgo nel giro di pochi istanti. Sopporto
    meglio alcune marche e quelle molto pesanti ma morbide, tipo lycra (non tutte
    le marche, non tutte le forme). Uso molto i leggings, ma solo quelli di cotone
    elastico e molto morbido

     

    Andato47 ha detto:

    Ampliando la discussione non tollero nemmeno il pigiama
    (devo dormire solo con maglietta rigorosamente in cotone bianco, no sintetici o
    colorati) niente che mi "avvolga" le gambe. Mi hanno criticata molto
    per questo, perchè di notte dormo praticamente svestiva (anche d'inverno), ma
    non sopporto nemmeno gli elastici degli slip 

    il pigiama mi piace molto invece. Ma solo di un certo tipo.
    Ne ho solo due che porto sempre. Sono morbidissimi, con gli elastici slargati e
    rotti, di due o tre taglie più grandi. Mi piace avere il pigiama soprattutto
    perché non sopporto la trama di molti tipi di lenzuolo e il pigiama crea una
    sorta di protezione. Anche se alcuni lenzuoli li ho proprio dovuti buttare o
    regalare perché, nonostante fossero anche costosi e a detta di tutti ottimi,
    per me erano come carta vetrata.

    Gli elastici degli slip... parliamone. Compro sempre slip di
    due taglie più grandi proprio per questo motivo, e sempre molto semplici

    Andato47 ha detto:

    Per fortuna il trucco, se devo uscire per occasioni
    importanti, lo sopporto abbastanza, anche per un giorno (ma solo un certo tipo
    di rimmel, non deve sentirsi troppo altrimenti comincio a toglierlo con le dita
    dalle ciglia, e non tollero i fondotinta "pesanti", solo creme
    colorate o fondotinta liquidi e leggeri, il rossetto neanche a parlarne).

    Anche io sopporto bene il trucco. Basta che siano quelle due
    o tre marche che uso sempre e quegli 8 prodotti che uso di solito. Comunque è
    sempre un trucco molto leggero. E nemmeno io uso il rossetto. Uso una cosa che
    si chiama lipfinity dello stesso identico colore delle mie labbra. Lo uso solo
    per ritoccare il contorno esterno. Così non lo sento per niente.

    Andato47 ha detto:

    Alla fine l'impressione è quella della classica "acqua
    e sapone " (o sciatta?) C'è qualcuno che condivide questo mio dramma..? Ho
    sempre desiderato essere più elegante, invidio quelle donne che escono
    truccate, con gioielli, calze e scarpe magari con i tacchi, insomma quelle
    femminili... cosa che io non riesco ad essere... o solo sforzandomi tantissimo,
    infatti, quando arrivo a casa mi strappo (istericamente!) e letteralmente tutto
    di dosso.

    secondo me è possibile essere eleganti anche con poco. Anzi,
    spesso è meglio poco che troppo.

    Se trovi i tagli giusti per te, anche i tessuti più semplici
    possono diventare molto eleganti. E poco trucco è un vantaggio se parliamo di
    eleganza. Così come pochi gioielli e unghie curate ma neutre.

    Devi soltanto trovare uno stile che vada bene per te e che
    sia semplice da mantenere.

    Io vengo considerata molto femminile esteticamente, ma ti
    assicuro che mi lavo e asciugo i capelli in 15 minuti, ci metto 5 minuti di
    orologio a truccarmi (anche meno) e ho abiti tutti molto semplici da mettere e
    piuttosto confortevoli. Ho le unghie sempre naturali e corte. Cerco di giocare
    con le forme e i colori e qualche piccolo accessorio non fastidioso.

    Andato47 ha detto:

    Giro da tutta una vita in jeans,

    io ad esempio NON SOPPORTO i jeans. Mi stringono al cavallo,
    il tessuto è duro, li sento che sfregano sulle gambe, sento i bottoni in
    vita... sono una tortura

    Andato47 ha detto:

    scarpe da ginnastica (..e non tutte!)

    Ai tacchi ci si abitua piano piano. Soprattutto se scegli
    dei tacchi larghi e non altissimi all'inizio.

    Andato47 ha detto:

    intimo il meno possibile e solo sportivo, senza pizzi e
    cuciture fastidiose, il reggiseno lo metto solo se devo uscire di casa.

    anche io uso il reggiseno solo per uscire e intimo comodo.
    Mica devi farlo vedere a tutti comunque. E chi lo deve vedere non lo trova
    abbastanza interessante per lui... bhè forse è il caso che si dia una sistemata
    lui.

    Andato47 ha detto:

    D'estate con il caldo diventa tutto più fastidioso e non
    tollero proprio nulla addosso, in inverno tollero un po' di più ma solo calze
    di cotone corte anche se fuori c'è -10 sotto zero (e non devono avere cuciture
    che si sentono e stringere troppo);

    anche io, ma hai provato le calze di licra coprenti? io le
    prendo di due taglie più grandi rispetto a quelle consigliate sulla confezione
    (a volte faccio delle discussioni con le commesse che non mi vogliono dare la
    taglia che chiedo...)

     

    Andato47 ha detto:

    Mi danno fastidio lana e misti sintetici, quindi vestirmi
    d'inverno è comunque complicato...

    Anche a me dà fastidio la lana e molti sintetici. ho risolto
    con una specie di "armatura" di inverno. prima di vestirmi metto
    sempre una canottiera di cotone, degli slip di cotone semplici, una maglietta a
    maniche lunghe aderente ma molto sottile di cotone e delle calze di lycra molto
    morbide (devo trovarti il nome della marca che uso). Poi aggiungo gli altri
    vestiti, in modo che non siano a contatto con la pelle.

  • ops
    mi sono accorta ora di quanto è vecchio il posto...
  • Marco75Marco75 Post: 2,110
    Riporto su anche questa discussione, perché il problema coi vestiti sembra abbastanza comune. 

    Io ho difficoltà con la lana, la flanella e il cotone pesante, mi irritano la pelle e mi danno un costante senso di prurito. Le tanto temute etichette, in genere non mi danno problemi, tranne che per quelle di una linea particolare di slip che avevo comprato (ma mi viene da pensare fosse un problema di quegli specifici prodotti) che pizzicavano al contatto con la pelle. Quelle, le ho dovute tagliare via.

    L'unica cosa che però mi manda letteralmente ai pazzi, al punto di crearmi a volte vere e proprie difficoltà in mezzo alla gente, sono i calzini con le cuciture. Se il calzino, all'interno della scarpa, si sposta anche di poco, mandandomi la cucitura sotto le dita, avverto un fastidio praticamente insopportabile. Mi è capitato, alle fermate della metro, di slacciarmi furtivamente la scarpa e cercare di sistemarmi come potevo, perché è una sensazione che veramente non tollero.

    Il resto dei materiali li tollero addosso mediamente bene, poi certo, anche nel mio caso d'estate diventa *tutto* più fastidioso...
    Landauer
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • Fino a qualche tempo fa anch'io non riuscivo a sopportare i bracciali, mentre ora li metto.mi danno molto fastidio le collane molto accollate , gli anelli, mentre per quanto riguarda i vestiti mi danno fastidio i vestiti troppo pesanti (nel senso fisico della cosa , non nel senso spesso)
    non sopporto le etichette, alcune cuciture delle calze e i pigiami troppo stretti , non amo le magliette a scollo ampio
    Patriziaa
  • vera68vera68 Post: 3,471
    Da bambina mia madre diceva che cercavo di spogliarmi sempre. Appena potevo mi mettevo nuda come un verme e cercavo di spogliare anche lei. Col tempo ho imparato a sopportare, sopportare direi che è stato il mio stile di vita- o di sopravvivenza. Oggi comunque preferisco un abbigliamento comodo
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici