Salta il contenuto

Manuale dei sinonimi e dei modi di dire relativi al sesso (aiuto).

13

Commenti

  • 1Seno
    Tette poppe meloni davanzale (volgare)
    2Sedere chiappe culo
    Vulva Vagina topa gnocca patacca patata
    Pene pisello nerchia (volgare) mazza
    Testicol palle
    Scroto
    Peli publici
    Erezione mezzogiorno alzabandiera
    Ciclo marchese
    Coito/fare sesso trombare
    Assorbente tappo
    Preservativo cappuccio
    Eterosessuale
    Omosessuale (maschio)
    Omosessuale (femmina)
    Innamorarsi prendere una tranvata
    FlirtareBaciarsi (con la lingua) limonare
  • giovannagiovanna Post: 3,905
    Modi di dire: muovi le chiappe: sbrigati, datti una mossa.

    Sinonimo: alza il culo dalla seggiola

    Mi stai sulle palle: mi stai antipatico

    Oggi mi so' fatto un culo come un paiolo: ho lavorato tanto

    Si e' ritrovato col culo per terra: nei guai fino al collo coi soldi .
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • ValentaValenta Post: 10,759
    Qualcuno ha citato la uallera come "scroto"?
    AJDaisy
    Vale (egli\lui\gli)- feedback e reactions sempre graditi
  • in friuli dicono "tacconare" per "fare sesso"
  • resetreset Post: 2,151
    Pene=luccio
    Firenze nel secolo scorso.

  • aspirinaaspirina Post: 3,054
    che palle: espressione volgare per indicare qualcosa di noioso, come ad esempio trasformare il discorso sul sesso in un elenco interminabile di sinonimi


    :D
    Valenta
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • MariAlberiMariAlberi Post: 920
    modificato marzo 2016
    Regione Campania.


    Per bambini.

    1. Seno: Cicciotte.

    3/4. Vulva e Vagina: Passerina.
    ( li ho sentiti entrambi detti da bambini )
    Cicina.
    Cocchettina.



    Dialettale.

    1. Seno: Zizz.

    2. Sedere: Panar. ( paniere ) Cul.

    3/4. Vulva e Vagina: Pucchiacch. ( molto volgare )
    Ciaccarell ( per bambini )

    5.6.7. Pene, Testicoli, Scroto: Pesce.
    Pisctiell ( pesciolino ) ( per bambini )
    Uallera. ( confermo la citazione di Valenta quattro post sopra )
    O cusariell. ( per bambini )
    Ccniell (Ceceniello.) ( offensivo )

    9. Erezione: Aizà.

    10. Ciclo: Chillu fatt. ( quel fatto )
    O ccos. ( quel coso )

    19. Baciarsi: Vasà.

    28. Sesso anale: p dret. ( per dietro )


    Eufemismi.

    11. Coito/fare Sesso: Fa e spuorch. ( Fare gli sporchi. )
    Fa e zuzzus. ( fare i zozzosi. )

    28. Sesso anale: piglià ngul. ( presa in giro )
    Post edited by MariAlberi on
    Dallas
  • resetreset Post: 2,151
    Eiaculazione=sborra
    Eiaculare=sborrare

    Le persone over 64 anni
    Sburo

  • DallasDallas Post: 882
    Quello che mi piace di più è T R O M B A R E
    resetPavely

  • BlindBlind Post: 2,575
    Non so se è stato già riportato (7 pagine di post sono troppe per me, in questo momento...) ma mi sembra vi siate "concentrati" soprattutto sulle espressioni volgari/dialettali (ripetendovi più volte).

    Soprattutto tra i miei ex colleghi dell'università, ho sentito spesso l'espressione spiritosa, allusiva e a doppio senso
    "Lei suona il flauto e lui la tromba"
    per dire, in modo non volgare, che due persone fanno sesso (ma non si amano o comunque non formano una coppia fissa).
  • resetreset Post: 2,151
    @Blind ma se non hai letto.le 7 pagine, comr puoi dire che ci siamo ripetuti? Ieri sera le ho lette tutte, e mi.sembra di non aver trovato le mie, se mi son ripetuta chiedo umilmente venia.
    BlindMariAlberi

  • DallasDallas Post: 882
    eeeeh ma il pipirozzetto sapete cos'è? :D
    MariAlbeririot

  • DallasDallas Post: 882
    Va bene allora vi do un aiutino, comincia per c e finisce per litoride
    Allora cos'è?
    Sole

  • AspieManAspieMan Post: 117
    modificato marzo 2016
    Vademecum per il ristorante (però non li ho mai ordinati, non so cosa ti portino dove li cucinano, so che sono piatti tipici romani):

    Saltinculo alla Mignotta = ...?...
    Piselloni alla Mandrilla = ...?...
    Fagioli alla Scureggiona = ...?...

    L'ultimo piatto credo si colleghi alle pratiche "piss & sheet", o che si rifaccia a termini della corrente del neo-feticismo.
    Post edited by AspieMan on
  • AspieManAspieMan Post: 117
    modificato marzo 2016
    Dallas ha detto:

    Va bene allora vi do un aiutino, comincia per c e finisce per litoride
    Allora cos'è?

    Questa credo di saperla, con ragionevole sicurezza, così servita sul piatto d'argento: carotide.


    Valenta
  • DallasDallas Post: 882
    bravo

  • AspieManAspieMan Post: 117
    modificato marzo 2016
    AspieMan ha detto:

    L'ultimo piatto credo si colleghi alle pratiche "piss & sheet"

    Errore!
    Non volevo scrivere né "piss and sheet" né "fish and ships" ma "piss and shit".

                                        edit:
    Errore!
    Non volevo scrivere né "piss and sheet" né "fish and chips" ma "piss and shit".

  • DallasDallas Post: 882
    e insommamente bottanazza e zoccolara non ce li vogliamo mettere?
    reset

  • resetreset Post: 2,151
    Sempre in ara... ma bocchin... ho cercato ma credo sia sfuggito
    Dallas

  • PavelyPavely Post: 3,350
    I termini con cui ci si riferisce al sesso cosa c'entrano con il sesso?

    §

    Per me, si dimentica come, per definizione, ogni persona trova la sue parole per parlare della sua sessualità e, quasi sempre, ne inventa di nuove (che sono infinite).

    In verità, non credo che un autistico possa capire i discorsi che parlano di sesso conoscendo le p a r o l e.

    Ciò che gli manca è la FUNZIONE delle parole.

    §

    Come dicono i neurotipici: "Non si diventa attori mettendo un costume di scena".

    Non si impara a parlare di sesso sapendo cosa significhi una parola o una espressione: che poi i vocabolari, li hanno inventati per quello...

    Un po' è come dire: "Hai un vocabolario di Cinese, quindi, leggilo e dopo che l'avrai letto avrai imparato a parlare cinese".

    §

    Il "discorso sessuale" (penso a ciò che ci ha lasciato Barthes) procede per 'frammenti' e quindi si forma in una dialogica che non è strutturata ma che deve essere ricostruita, per tentativi, ed è stupendo che sia così.

    Ma a patto che la persona autistica non concentri il suo autismo nel sesso stesso - condizione che lo vedrà esperto più di cento neurotipici - spiegare la grammatica amorosa non è mica possibile.

    E non è possibile per la semplice ragione che non esiste.

    §

    Se in un discorso, mettiamo, il linguaggio non verbale èil 78% (come ricordo) nel discorso amoroso il linguaggio non verbale è il 90%-95%.

    A cosa può mai servire impegnarsi a spiegare il 5% del discorso?

    §

    Di certo nella seduzione, le parole non sono mica così influenti: non si conquista una ragazza andando li e dicendo cose (ma quando mai?).

    La seduzione è legata al corpo e a ciò che esprimiamo con esso.

    §

    Insomma: diffido delle parole d'amore e di sesso che mi appaiono solo (e a ragione) volgarità.

    Del tipo: per me, bottiglia può significare perfettamente "pene". Ma anche cetriolo, albero, stantuffo e così via...

    Tutto ciò che è verticale può indicare pene (tant'è che ci fu chi scrisse che, a volte, "un cetriolo è solo un cetriolo").

    Cercare di classificare il "linguaggio sessuale" significa così accedere all'infinito linguistico.

    Non so...

    Ad esempio: sotto casa mia c'è una pianta di Malva.

    E in Francia, nel '700, MAUVE, malva, indicava la 'vagina', il sesso femminile.

    Se è accaduto durante l'età barocca, perché non potrebbe accadere oggi?

    I discorsi sessuali sono così mobili e dinamici che tentare di classificarli non mi appare abbia molto senso.

    §

    Quindi, io immaginerei un "Vocabolario non verbale".

    Intendo: un vocabolario per immagini del corpo.

    E, sinceramente, mi fa incazzare che in Libreria (parlo da autistico) non ci siano Vocabolari "non verbali".

    Elenchi di gesti, dico.

    §

    L'unica cosa che ho trovato sono i manuali della LIS.

    Puppole come si diceva quand'ero piccolo io a Roma.

    Io voglio un Vocabolario dei gesti per autistici. Con tanto di immagini ed espressioni corporee.

    §

    Di parole in sé... intendo 'parole scritte in modo alfabetico'... cosa me ne faccio?

    (Stringo le labbra).

    Bah... volevo dirlo.
    AmelieMariAlberi
  • resetreset Post: 2,151
    @Pavely
    Molti uomini si eccitano con l'uso di determinati vocaboli.
    E quando affermo eccitano intendo fisicamente e possono considerarsi preliminari.
    Quindi un determinato tipo.di linguaggio produce un effetto. Descrivo solo.la mia esperienza con alcuni rappresentanti del sesso maschile.

  • PavelyPavely Post: 3,350
    modificato marzo 2016
    reset ha detto:

    @Pavely
    Molti uomini si eccitano con l'uso di determinati vocaboli.
    E quando affermo eccitano intendo fisicamente e possono considerarsi preliminari.
    Quindi un determinato tipo.di linguaggio produce un effetto. Descrivo solo.la mia esperienza con alcuni rappresentanti del sesso maschile.

    In sessuologia, la cosa ha un nome b e l l i s s i m o: "Narratofilia".

    Mi accorgo di non essere stato capace di esprimere il mio punto di vista.

    A livello sessuale, la "risposta" può venire dai spunti più strani. Facciamo degli esempi: immaginare sé stessi come dei peluche (autoplushofilia), immaginare sé stessi come un animale (autozoofilia), considerare eccitanti gli alberi (dendrofilia), mangiare (feederismo), indossare vestiti caratteristici del proprio genere (omeovestitismo), eccitarsi immaginando, toccando, sfiorando, giocando con le ascelle (mascalagnia) o ascoltando poesie (metrofilia), leccare i bulbi oculari (oculolinctus), imparare ciò che non si sa (sofofilia), tiro con l'arco (di cui si ha una mania specialmente in Giappone... toxofilia) e così via.

    Escludo il campo delle parafilie  'antinormative' che, veramente, è immenso.

    §

    Ciò che avrei voluto dire è questo: la "narratofilia" è una parte della sessualità.

    Ma non dice nulla della sessualità in sé e non aiuta la persona autistica ad essere "consapevole" della dinamica sessuale.

    In verità, i modi di eccitarsi - nella specie umana - sono talmente tanti da essere quasi infiniti e coincidere con la vita di ciascuno di noi.

    Ad esempio: una mia caratteristica - mi vergogno un po a dirlo - è un aspetto narratofiliaco: trovo eccitante, ad esempio, vedere donne che leggono poesie ad alta voce.

    Il senso di benessere, di eccitazione, di espressione della mia sessualità... beh... è particolare.

    Eppure, raramente, ho coosciuto o letto di altre persone "narratofiliache".

    Questo mio aspetto è una dinamica.

    E se ne parlo, la comprendo.

    Se lo faccio, però, mi accorgo di una cosa: difficilmente una persona può veramente capire cosa provo. Lo intuirà in modo astratto, quasi medico... ma perché accada, beh, non può essere espresso (a meno che l'altra persona non sia, a sua volta, narratofiliaca).

    §

    Spiegare la Sessuologia ad un autistico significa approfondire non solo le "parole" del sesso ma anche le dinamiche. La "funzione". Perché ogni parola ha anche una funzione, uno scopo, un significato, un contesto.

    Le parole che riguardano, ad esempio, la kipofilia - cioè l'eccitazione che provano le persone nel curare un giardino (la kipofilia è uno dei dati fondamentali della cultura giapponese) - non sono condivisibili con chi è dendrofilo (cioè chi si eccita compiendo atti sessuali con gli alberi).

    Un autistico, sto tentando di dire, di solito confonde i campi, gli insiemi di parole.

    §

    La vocalità è una parte della sessualità.

    Non ti permette di comprendere la sessualità umana in tutta la sua interezza.

    In verità, il meccanismo sessuale è sia intimo (c'è una sfera che nessuno può comprendere veramente) che sociale (è una parola che può essere donata in una comunicazione sociale).

    Pure: si basa tutta sul "sottointeso".

    E davvero la sessualità è un linguaggio corporeo e di contesti (contano oggetti e luoghi).

    La parola, in sé, non è importante...

    §

    Ad esempio: per comrpendere la sessualità omossessuale è fondamentale studiare la stenolagnia e capire perché questa sia così importante.

    (La stenolagnia è l'eccitazione che si prova verso chi mostra i muscoli e fa dimostrazione di essi).

    Io posso proporre ad un ragazzo Asperger molte parole per spiegare la stenolagnia.

    Ma lui davvero potrà capire attraverso di esse perché una donna lesbica (ad esempio) si eccita se compie atti stenolagnici?

    Non può, perché quando una donna, ad esempio, ammira i propri muscoli e li vuole esibire alla sua partner abbiamo gesti e un linguaggio corporeo che è difficilissimo da decrittare se sei autistico.

    Perché se sei autistico, beh, cerchi la PAROLA.

    Ma la stenolagnia e la sessualità che in essa non si concedono alla parola.

    §

    La sessualità cioè cambia lo stesso senso semiologico della parola e la differenza tra corporeità e vocalità scompare.

    Parole assolutamente normali - tipo Armadio - possono diventare così parole sessuali.

    C'è, infatti - parlo di chi ama la Furnifilia - chi ama e si eccita immaginandosi come un mobile di arredamento e chi, adora letteralmente, fare sesso nelle case appena arredate.

    Quali parole spiegano perché una persona è furniliaca?

    §

    Il sesso è un universo meraviglioso in cui il Linguaggio diventa binomiale (o eventualmente plurinomiale).

    Cioè: i partner creano le parole tra loro.

    Parole linguisticamente neutre (ad esempio: Orsetto) possono essere sessualizzate dai partner e diventare linguaggio erotico.

    Ma proprio questo punto - spiegare perché Orsetto possa essere una parola sessuale - è difficile da spiegare ad un autistico.

    COme si fa?

    Ma soprattutto: se non lo si fa, davvero si riesce a parlare razionalmente di sesso?

    §

    Proprio considerando parole come Orsetto, io ho sempre avuto poca fiducia che possa essere possibile un "vocabolario del sesso".

    Ma non perché non si sia tentata questa strada: ma perché - in verità - il vocabolario del sesso è i m m e n s o.

    E qualora si usino parole come "cazzo" o "fica", in verità, si guarda il pelo dell'acqua non la profondità.

    Si indica come i Neurotipici "lasciano intuire" cosa sia il sesso...

    Ma non si parla "veramente" di sesso.

    Perché nel sesso - com'è ovvio - ci sarà sempre un non detto.

    §

    Eccitante può essere sia vedere che non vedere, sia mostrare che nascondere, sia dire che non dire...

    E' proprio quando si UNISCONO gli opposti che si accede a quella dimensione di contraddizione che è tipica del sesso.

    Ad esempio: una donna può eccitarsi a fare sesso "estremo" (cosa che non capirò mai) e pure provare "dolcezza" verso il suo partner e AMARLO veramente.

    §

    Il passo più difficile nel parlare di sesso con un autistico è proprio spiegargli le contraddizioni che il sesso porta con sé.

    Ma se contraddizioni ci sono, come conferirle alle parole?

    Un autistico cercherà sempre coerenza.

    Una coerenza che costruirà una distanza tra lui e la comunicazione sessuale neurotipica.

    Come colmarla?

    §

    Non ho risposte.






    AmelieMariAlberivanessa
  • DomitillaDomitilla Post: 3,101
    @Pavely credo che questo elenco serva per difendersi dalle prese in giro.
    Se per strada qualcuno mi urla dietro una di queste parole, almeno so che mi sta insultando in modo volgare.

    Mi piacerebbe conoscere l'equivalente in rumeno, albanese e a
    Solevanessawolfgang
  • DomitillaDomitilla Post: 3,101
    @Pavely credo che questo elenco serva per difendersi dalle prese in giro.
    Se per strada qualcuno mi urla dietro una di queste parole, almeno so che mi sta insultando in modo volgare.

    Mi piacerebbe conoscere l'equivalente in rumeno, albanese e arabo proprio per i suddetti motivi.
    ValentaAmelieamigdala
  • PavelyPavely Post: 3,350
    (Oh... allora capisco).

    Se lo scopo è comprendere il Mobbing, le aggressioni verbali, la violenza allora, si, la cosa ha un senso.

    (Avevo frainteso).
  • BlindBlind Post: 2,575
    Domitilla ha detto:


    Mi piacerebbe conoscere l'equivalente in rumeno, albanese e arabo proprio per i suddetti motivi.

    Questa frase mi sembra piuttosto ambigua - al limite dell'intolleranza razziale... :-?
    Da quanto ho potuto vedere io, gli stranieri in Italia i "complimenti" li fanno nella nostra lingua - un pessimo italiano, magari, ma pur sempre tale (perché se vogliono "farsi notare" non avrebbe senso farlo dicendo cose incomprensibili!).

    Dunque, più che "l'equivalente di queste espressioni più o meno volgari" si dovrebbe essere interessati a conoscere le lingue straniere nella loro interezza poiché, altrimenti, non vedo come potrebbe mai cambiare la reazione di fronte ad espressioni come:

    - "păsărică frumos" (bella topa, in rumeno)
    - "pisică păsărică minunat" (dolce micetto, in rumeno)

    Le traduzioni le ho fatte con Google translate: non conosco il rumeno.
    La differenza tra le due espressioni è quella, credo nota a tutti, che esiste anche nelle lingue anglosassoni, in cui 'pussy', che letteralmente si traduce con "gatto", viene usato per indicare, in maniera decisamente meno clinica, la vulva.
    Del resto anche in italiano 'micia' ha/aveva questo duplice significato...
    (per averne conferma, provate a cercare le due espressioni sopra su google immagini ;) )
  • resetreset Post: 2,151
    @Blind
    A me la domanda di domitilla non sembra intollerante. Una domanda è una domanda.

  • Non ho letto i post precedenti, inserisco solo ciò che sento più spesso in Sicilia

    - Sedere
    numero di targa
    molti ragazzi qui dicono "pigghia ssu nummaro i targa" (trad. "segnati questo numero numero di targa") intendendo "guarda che culo ha la tizia che sta passando / è appena passata"

    - Erezione
    In un'era in cui tutti iragazzi comunicano su WhatsApp sarebbe opportuno sapere che in tanti usano l'emoticon della melanzana

    - Coito/fare sesso
    Ficcare

    - Baciarsi (con la lingua)
    Sgamare, beccare (tutti sinonimi di limonare)
    Nel caso in cui un ragazzo stia flirtando qui gli amici sono soliti dirgli "calaccillu u purpu" (trad. "calare il polpo") per indicare che sarebbe ora che smettesse di flirtare e pensasse a baciare la ragazza (credo però che insieme al bacio siano inclusi i palpeggiamenti - cosa che giustificherebbe il riferimento al polpo, pieno di tentacoli - ma onestamente non l'ho ancora capito e tutti dsnno per scontato che si sappia)

    - Eiaculazione
    Sborrata (con il corrispondente verbo "sborrare" e sostantivo "sborra")

    - Masturbazione (maschio)
    Minarsela

    - Sesso orale (su un maschio)
    Sucarlo
    Ossitocina
  • Seno
    Adulti: Tette (vale per grandi e piccini :)) ); davanzale; secondi occhi; latteria; bocce; minne; zinne; zizze; "c'ha due..." mani aperte davanti al petto.

    Sedere
    Bambini: Culetto; sederino; popò; ciàpet (sta a dire chiappe)
    Adulti: La mia conoscenza in merito non va oltre "culo" :))

    Testicoli
    Bambini: Sacchetto; borsina; palline (ORRENDI)
    Adulti: Borsa; cujun/cujon (dialettale); marun (dialettale); palle

    Erezione
    Adulti: Durone; durello; drittone; "ce l'ho in tiro"; "ce l'ho duro"; "ce l'ho barzotto" (mezza erezione)

    Vagina
    Bambini: Patatina; topina; sorellina (MA SORELLINA CHI?!)
    Adulti: Figa/fica; patata; patacca; bagiana; fregna; gnagna

    Pene
    Bambini: Pesciolino; pisellino/pisello; uccellino
    Adulti: Uccello; cazzo; matrangone (credo sia torinese); mazza; nerchia; minchia; biscotto

    Ciclo
    Adulti: Le rosse; le mie/tue/sue cose; le mestru; "mi sono venute" (tipo coloro-che-non-possono-essere-nominate :)) ).

    Fare sesso
    Adulti: Scopare; chiavare; ficcare; battere; darla; inzupparlo; prenderlo (detto da lei); "sbatterla" (detto da lui); fare fiki fiki; fare zum zum; *pugno con il palmo rivolto verso l'esterno e fare avanti e indietro con la mano per un numero di volte pari o superiore a due*; *due dita di una mano a formare un buco, una o più dita dell'altra a fare avanti e indietro in suddetto buco*

    Eterosessuale
    Adulti: Etero; dritto (offensivo nei confronti dei non-eterosessuali)

    Omosessuale (maschio)
    Adulti: Fnòc (dialettale); frociàz (dialettale); busone (dialettale); ricchione; culattone; sfranta (per i gay particolarmente effemminati, molto offensivo); omo; *sventolarsi l'orecchio destro con la mano*

    Omosessuale (femmina)
    Adulti: Lella; lesbo

    Innamorarsi
    Prendere una sbandata/sbarellata

    Flirtare
    Adulti: Impezzare/impezzarsi (credo dialettale); provarci; inciuciarsi

    Eiaculazione
    Adulti: Venire; schizzare; sborrare

    Orgasmo
    Adulti: Venire; bagnarsi (non per forza significa orgasmo, a volte solo eccitazione)

    Masturbazione (maschio)
    Adulti: Spipparsi; spippettarsi; segarsi; smanettarsi; farsi una pugnetta. Più i vari "Manola la mano che consola"; "Enrica la mano amica" e altre su questo stampo.

    Masturbazione (femmina)
    Adulti: Sditalinarsi; sgrillettarsi

    Toccarsi (a vicenda)
    Adulti: Strusciarsi

    Sesso orale (su un maschio)
    Adulti: Spompinare; lavorare di bocca; "gliel'ho mangiato"; chinotto; rigatone (quando ci metti i denti)

    Sesso orale (su una femmina)
    Adulti: Leccarla (non me ne vengono in mente altre)

    Sesso anale
    Adulti:"Rigirare la bistecca"; "Utilizzare la porta sul retro"; inculare; inchiappettare

    Baciarsi (con la lingua)
    Adulti: Slinguare/slinguao; limonare; pomiciare; slinguazzarsi

    La metà di queste sono ORRENDE.
    Sicuramente ci saranno delle ripetizioni, ma controllare era troppo una struma :))
    WBorg
  • Ossitocina ha detto:

    Sedere
    Adulti: La mia conoscenza in merito non va oltre "culo" :))


    Black hole
    Supermassive black hole
    Micro black hole



Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!