Salta il contenuto

Sesso e nd

2»

Commenti

  • AmelieAmelie Post: 5,373
    modificato marzo 2015
    Ho scelto non è importante, mi piace ma non ci penso spesso. In realtà non è una definizione molto precisa per me: mi piace mentalmente, ma spesso (spesso si fa per dire!) mi è accaduto di sentirmi sola e distante dall'altro, per questo non mi è piaciuto. Mi ritrovo nelle sensazioni espresse da @Theda_Bara. 
  • wolfgangwolfgang Post: 10,787
    È importante in generale, mi piace se è particolare, non ci penso quasi mai.
    La ripetitività mi annoia ma ho esaurito le variazioni sul tema qualche tempo fa :)
    Adalgisact87camelia
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • cameliacamelia Post: 3,517
    modificato marzo 2015
    Per me un tempo era più importante di quanto non lo sia ora, penso che sia piacevole anche se non accompagnato da coinvolgimento sentimentale, coinvolgimento che lo rende davvero uno scambio intimo, altrimenti l'unica differenza tra  farlo in due e farlo da soli, è che nel primo caso le mani passano in secondo piano...ecco

    ct87wolfgangPhoebesilvia78
  • wolfgangwolfgang Post: 10,787
    @camelia mi hai fatto venire in mente la profonda invidia che da adolescente provavo per i cani!  =))
    ct87cameliakachinaBlackCrow
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • RonnyRonny Post: 1,420
    È importante, mi piace, ci penso, ma ottenerlo comporterebbe una gran fatica per risultati infimi, sono in una condizione psicologica tutt’altro che ideale e ho cose più urgenti da fare e non penso sia giusto coinvolgere un’altra persona nel mio malessere, quindi c’e Pornhub
  • Cuore_sanguinanteCuore_sanguinante Post: 1,022
    modificato gennaio 2019
    Ho votato "é fondamentale" perché é quello che penso sia in linea di massima. Nel mio caso é fonte enorme di stress e bruttissime sensazioni per cui per il momento non é affar mio, tuttavia credo sia fondamentale per l'essere umano, sia naturale e pertanto un po' di invidia verso gli altri che lo praticano ammetto di averla. Mi sento incompleta, mancata, ma non posso fare diversamente.
  • Ho votato "Non è importante e non mi interessa." Infatti, sono asessuale e per me il sesso è fuori discussione. 
    Autistico
  • AutisticoAutistico Post: 249
    modificato gennaio 2019
    Personalmente, l'atto in sé mi fa schifo.
    Se è in un contesto romantico allora va bene, ma l'atto senza il contesto romantico lo considero una perversione, e non mi piacciono le persone ossessionate da esso
    amigdalaWBorg
  • Non è fondamentale, sono quasi asessuale. Ma ho paura che in parte la mia visione sia condizionata da ciò che mi è successo in passato...
    Comunque senza contesto romantico per me non esiste.
    Autistico
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world. - Anne Frank

    La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata non ci sarà più nulla, soltanto io ci sarò. - Frank Herbert, libro Dune
  • RonnyRonny Post: 1,420
    Io ho un desiderio sessuale nella media e non avrei problemi a farlo anche con chi non ho un rapporto romantico
  • @Ronny io non ci vedo niente di male verso chi fa sesso anche senza attrazione romantica.
    Ma, personalmente, io proprio non provo attrazione se non c'è legame sentimentale.
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world. - Anne Frank

    La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata non ci sarà più nulla, soltanto io ci sarò. - Frank Herbert, libro Dune
  • MarkovMarkov Post: 10,882
    Non dico che debba avere un brevetto d'equitazione, ma a me piacerebbe avere una ragazza con cui andare al galoppo a giorni alterni :D
    Shiki_Tima_Ryougimarco3882
  • DomenicoDomenico Post: 3,935
    Markov ha detto:

    Non dico che debba avere un brevetto d'equitazione, ma a me piacerebbe avere una ragazza con cui andare al galoppo a giorni alterni :D

    Stai nella perfida Albione ora: dacci sotto! ;)
    Markovmarco3882
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Chi dice di essere asessuale si masturba?
    Nemo
  • Argundus_XXIV ha detto:

    Chi dice di essere asessuale si masturba?

    Ho letto che nell'asessualità la masturbazione c'entra poco, nel senso che (mi sembra di aver capito) a volte quelle di amore verso se stessi sono pulsioni biologiche che esulano dall'interesse verso il sesso. Quindi diciamo che è una specie di richiesta biologica del corpo che viene di tanto in tanto messa a tacere. Al di là di quello la persona potrebbe comunque non provare attrazione sessuale né bramare comportamenti sessuali con alcun individuo.
    Questo è quello che avevo letto io quando mi ero incuriosita sull'argomento.
    rondinella61
  • HazelWolf ha detto:

    Argundus_XXIV ha detto:

    Chi dice di essere asessuale si masturba?

    Ho letto che nell'asessualità la masturbazione c'entra poco, nel senso che (mi sembra di aver capito) a volte quelle di amore verso se stessi sono pulsioni biologiche che esulano dall'interesse verso il sesso. Quindi diciamo che è una specie di richiesta biologica del corpo che viene di tanto in tanto messa a tacere. Al di là di quello la persona potrebbe comunque non provare attrazione sessuale né bramare comportamenti sessuali con alcun individuo.
    Questo è quello che avevo letto io quando mi ero incuriosita sull'argomento.
    Quindi manca la libido?
  • Ciao, rispondo qui perché l'altra discussione è andata male, anche se l'utente che mi ha visto come ostile, ha detto delle cose che mi hanno interessato. In pratica non ha capito che io avevo degli interessi sulla discussione.

    Poi il sito da lui portato e pieno di errori tecnici, fatto da un attivista, i contatti sono @gmail e pertanto non lo ritengo serio. Ovvero un attivista contro una comunità scientifica.

    Ora nel mio caso mi sono accorto di non provare tanta attrazione anche davanti ad una bella donna, ma sono stato mandato prima in ginecologia, per questo insistevo molto su quel punto. Il titolo di questo topic mi fa credere che forse ne avrei dovuto parlarne qui.

    Nel mio caso si tratta semplicemente di una mancanza di attrazione fisica minore alla media, ma non sono asessuale, semplicemente non penso troppo al sesso e la vista di una bella donna non mi crea una forte impulsione sessuale.

    Dicono che 1% della popolazione lo sia, ma in base a quali statistiche? In base a quali studi? Piuttosto si potrebbe dire 1% della popolazione si dichiara asessuale.

    Ma quale popolazione? A voi lo hanno mai chiesto? Ed anche qui quel 1% non è un dato affidabile.

    Non metto in dubbio che delle persone sono e sanno di essere asessuali, non ho mai messo in dubbio l'esistenza della tale, tanto che l'ho creduta di averla anche io.

    Solo che, la politica come organizzazione mi piace, ma la politica come litigate non la sopporto, ed il forte mio modo di essere tecnico, in quel discorso si è inserito quel tipo di politica che non sopporto, ne è quindi venuto a mancare l'aspetto tecnico.

    In pratica, fate attenzione a non confondere una mancanza di desiderio, con l'asessualità, che non ha dei veri studi medici, in "Nature", che è una rivista scientifica, non ho trovato niente a riguardo di prove scientifiche. Quindi se volete esserlo, fate come volete non è affar mio, ma se credete di esserlo, non prendete informazioni da internet che da solo spunti e cattive informazioni, andate da del personale che ha titoli di studio ed esperienza.

    Trattandosi di argomento scientifico, ci sono studi da decenni ma non solo sugli esseri umani in particolare, l'ultimo articolo in "Nature" che ho trovato è questo.


    Lì, potete vedere le referenze degli studiosi che ci lavorano, i quali dichiarano

    "Asexuality is commonly regarded as lack of sexual attraction"
    "L'asessualità è comunemente considerata come mancanza di attrazione sessuale" ovvero tutto e niente, che vuol dire che può essere data da diversi fattori.

    Cosa è "Nature"?
    "Nature è una delle più antiche ed importanti riviste scientifiche esistenti, forse in assoluto quella considerata di maggior prestigio nell'ambito della comunità scientifica internazionale (insieme a Science).[1] Viene pubblicata fin dal 4 novembre 1869.[2]"

    Le fonti prendetele da "Nature", non da wikipedia.

    Cortesemente, io questo lo dico come aiuto perché uso internet dal 1997 e so quante stupidaggini si leggono, affidatevi sempre a delle fonti sicure.
    rondinella61
  • Ma ragazzi e invece per quanto riguarda il sexting? Vi riesce difficile farlo? Lo apprezzate? O non lo ritenete una cosa entusiasmante?
  • @Luna1919, mi creava un piccolo effetto di piacere che non sarebbe durato allungo, ed in fatti, non durò.
  • @Alex1919  ah capisco, ma posso chiederti se c'erano anche "problemi" per quanto riguarda la parte immaginativa?
  • MonkeyDoEsu0661MonkeyDoEsu0661 Post: 55
    modificato ottobre 2020
    Questo è sempre un argomento toccante un po' per tutti.
    Sarò diretta e un po' brusca come sono sempre stata anche di persona quando me lo chiedono ma se non fossi così non starei di certo a scrivere qui.
    Odio profondamente tutto ciò che ha a che fare con il sesso, mi fa ribrezzo e non mi interessa.
    Non hanno importanza i motivi o gli eventuali traumi, non voglio essere importunata su questo argomento da nessuno.
    Odio la stessa parola "asessuale" perchè contiene dentro il termine "sessuale" e quindi preferisco usare ace.
    Ho gli "istinti" come tutti ma me li tengo.
    Di cosa fanno gli altri della loro sessualità non mi importa più di tanto, basta che non sono coinvolta direttamente, non è in casa mia o nei miei pressi, non mi importunano.


    Sono apparsa spesso per omo(a)sessuale ma non lo sono. Sul forum di aven che sembra anche qui si conosca bene, dicevo "biromantica" che per me significa "posso stringere amicizia in un senso profondo e unico con entrambi i sessi" o per lo meno io la intendo così.


    Mai stata fidanzata con nessuno, né mi sono mai posta più di tanto il problema. Spesso mi sento un po' sola in termini di amicizia ma altrettanto spesso mi passa dopo poco e le persone ci rimangono male, non capiscono.



    Mi è capitato anche un episodio di "sexting" con dei conoscenti di mia sorella che voleva giocare alla psicologa (che fomentava dal mio telefono al posto mio) e che si è ribaltato in un episodio di molestie verbali che per fortuna sono rimaste dietro uno schermo. Questo è il motivo numero uno del mio "social dilemma", gli altri sono più pretesti.
    Mi sono capitate molestie di vario genere da parte di ragazzi nt da quando ero adolescente, non sapevo come comportarmi e le amiche si divertivano perchè io non capivo, infatti capivo sempre tardi.
    Di recente ho avuto molestie anche da parte di uomini adulti, un paio, che mi hanno riportato alla mente brutti episodi del mio passato di cui non parlerò qui.
    rondinella61
  • Luna1919 ha detto:

    @Alex1919  ah capisco, ma posso chiederti se c'erano anche "problemi" per quanto riguarda la parte immaginativa?

    Non so cosa intendi di preciso, so che ero ragazzino, non avevo mai baciato una ragazza e mi creava una sorta di piccolo piacere ma che a fine giornata non avrebbe cambiato niente, mi faceva anzi l'esatto contrario.
  • MonkeyDoEsu0661MonkeyDoEsu0661 Post: 55
    modificato ottobre 2020
    Sento il bisogno spasmodico di raccontare la vicenda sexting per intero.
    Anche solo per non farmi prendere dall'ansia e per farmelo passare dalla lista delle fobie una volta per tutte.
    Era un brutto periodo, ero sbandata, stavo male e non mi riconoscevo più nè in me nè in niente. Complice terapeuti ignoranti, famiglia stupida, sorella ritardata e schifezze varie che non facevano al caso mio.
    Per qualche anno ho pensato per qualche motivo che mi potesse piacere una persona, uno di qui in realtà, ma non mi piaceva veramente. L'avevo idealizzato e lo stavo "usando" come pretesto di normalità senza rendermene conto.
    E questo si autoalimentava proprio perchè era dietro uno schermo ed era irraggiungibile.
    Ed inotre stavo "sul sicuro" proprio perchè non si poteva avverare.
    Era un maiale qualunque ma era anche il tipo strafigo (che se ci penso ora rimetto) con cui sarebbe andata mia sorella e meravigliosamente sembrava avere attenzioni solo per me. Solo che non corrispondeva direttamente, sempre con cose anonime o fuorvianti.
    Sembrava anche un po' simile a me dai social in termini di "profondità" ma non in termini "spirituali" e si capiva bene.
    Ho vissuto per tre anni in una specie di limbo perchè non capivo perchè questo "destino che doveva compiersi" sembrava non compiersi mai.
    Finchè un giorno non ho contattato l'amico per capire perchè, con l'aiuto di mia sorella la ragazza "che si intende di fidanzati" della famiglia.
    Parlavo e basta, cercavo di fingermi normale. Dopo un giorno mi dice che si era innamorato di me, poi che ci stavamo sentendo, poi in maniera assolutamente inspiegabile sapeva fatti miei personali dei tempi della scuola, poi anche dove abitavo.
    Poi mi fa parlare con un altro amico loro e nel frattempo non mi passa mai il tizio in questione.
    Mia sorella intanto incalzava con i consigli espliciti, ma non ci sapevo fare con tutto l'aiuto del mondo e mi hanno iniziata a chiamare "sfigata".
    "Se non ci incontri quello non te lo passiamo" e a seguire mille altre porcherie da tutti e tre (si, pure il primo) che sono rimaste dietro uno schermo, frasi perlopiù.
    Sono stata malissimo per vari motivi e per molti mesi a seguire: primo perchè mi sentivo una scema umiliata e una sfigata allo stesso tempo senza capire perchè, secondo perchè avevo scritto della roba a mio parere stupida ma molto distante da come sono io normalmente (e se li avessi incontrati? ve ne rendete conto?), terzo perchè non mi riconoscevo più già da prima e quello era stato il colmo.
    Infine perchè ero andata dietro a una foto e a due post di uno che neanche conoscevo e che avevo idealizzato perchè ero totalmente sola e col morale a terra per vari motivi.
    Mi sono tolta dai social per questo, non ho voluto più cercare le persone con cui avevo parlato in quel periodo anche se non c'entravano assolutamente niente e non mi avevano fatto niente, tutte.
    Non le ho cercate perchè il solo pensiero di scrivere il nome di un social su google e fare invio mi avrebbe tormentato per giorni.
    Lì ho iniziato ad avere i miei problemi con il cibo molto peggiorati, se una persona normale con lo stress sta male figurarsi una malaticcia di suo.
    Mi ci sono voluti anni per trovare il coraggio di tornare a cercare quelle persone e i miei pochi compagni di classe a cui ero rimasta affezionata anche solo per vedere che stavano facendo e anni per trovare il coraggio di premere "registrati" per scrivere qui.
    E chi mi seguiva sapeva piuttosto bene.
    Volevo scriverla prima ma non ci riuscivo proprio perchè sapevo che sarei stata male se lo avessi fatto. Sono sollevata però che questa storia di mer*a avesse un retroscena tanto idiota e che posso dimenticarmela lasciandola in questo post, sperando che se la dimentichi anche un mio conoscente che è finito in una situazione simile alla mia.
    david
Accedi oppure Registrati per commentare.


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!