Salta il contenuto

Le vostre FOBIE,quali sono?

13

Commenti

  • zzzzzzzz Post: 213
    modificato novembre 2012
    Paure sul potere venire influenzati /raggirati
    Post edited by wolfgang on
    Z
  • zzzzzzzz Post: 213
    RICEVERE FREGATURE
    Z
  • Sai, ti capisco! Anche io temo sempre che chi ho attorno non sia sincero con me, ma bisogna farsi forza e cercare di trovare dei piccoli segnali che possono aiutarci a comprendere se le nostre sensazioni sono vere o meno.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes. When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • Leggermente sociofobico, ma in via di miglioramento. Quando conosco gente nuova sono un po' a disagio e tendo a zittirmi.
  • zzzzzzzz Post: 213
    @ Elettra=>bisogna farsi forza e cercare di trovare dei piccoli segnali che possono aiutarci a comprendere se le nostre sensazioni sono vere o meno ,tipo,quali? :)]
    Z
  • Io ho una fobia sociale selettiva e uno stile di personalità evitante e poi molta paura per il futuro, ma quest'ultima è giustificata, abbracci :)
  • biancabianca Post: 1,380
    @Coreute. Sì, molto giustificata, ce l'ho anch'io, e secondo me chiunque non ce l'abbia oggi ha dei seri problemi.
  • AlbatrosAlbatros Post: 80
    modificato dicembre 2012
    Insetti, rettili, ragni grandi...mi vengono i brividi solo a scriverlo.
    E poi sociofobia non gravissima, la terapia aiuta.
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Perdermi in una città che non conosco.
  • KarbonKarbon Post: 233
    Perdermi in una città che non conosco.
    Aaaa anch'io ho questa fobia, poi ho paura proprio di spostarmi, non voglio andare in luoghi diversi dalla mia città, e anche in questa alcune volte ho paura di perdermi. A volte mi sento gravemente ammalato, ho paura di uscire. Poi il mio senso dell'orientamento fa pena.
  • I piccioni.
    siamo in due... anche se la mia è una fobia "trasmessa": mia mamma ne è terrorizzata e ho iniziato pian piano a temerli anche io e ora tutte le cose con le piume mi mettono a disagio. pensare che quando ero piccola giocavo con le galline di mio nonno. se ci penso ora svengo!
    poi ho paura che qualcuno entri di notte in camera mia e mi fissi: da piccola avevo spesso la sensazione di essere fissata intensamente da qualcuno mentre ero in dormiveglia e ho mantenuto la paura che qualcuno possa introdursi furtivamente in casa.. anche se ho avviato facendo dormire con me il gatto che allevia la cosa per due motivi: se ci fosse qualcuno inizierebbe a miagolare come fa tutte le volte che qualcuno entra in una stanza e poi se ho di nuovo quella sensazione penso "vabbè, è solo il gatto" XD 
  • KarbonKarbon Post: 233
    I piccioni.
    siamo in due... anche se la mia è una fobia "trasmessa": mia mamma ne è terrorizzata e ho iniziato pian piano a temerli anche io e ora tutte le cose con le piume mi mettono a disagio. pensare che quando ero piccola giocavo con le galline di mio nonno. se ci penso ora svengo!
    poi ho paura che qualcuno entri di notte in camera mia e mi fissi: da piccola avevo spesso la sensazione di essere fissata intensamente da qualcuno mentre ero in dormiveglia e ho mantenuto la paura che qualcuno possa introdursi furtivamente in casa.. anche se ho avviato facendo dormire con me il gatto che allevia la cosa per due motivi: se ci fosse qualcuno inizierebbe a miagolare come fa tutte le volte che qualcuno entra in una stanza e poi se ho di nuovo quella sensazione penso "vabbè, è solo il gatto" XD 
    Io ho paura di tutti gli animali, li odio, questa credo sia una caratteristica non Aspie
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    modificato dicembre 2012
    Io ho paura di tutti gli animali, li odio, questa credo sia una caratteristica non Aspie
    Sì, in effetti molti aspie amano gli animali, io invece ho sempre avuto paura dei cani, soprattutto quelli di grossa taglia. Da piccolo avevo un ottimo rapporto con il gatto di mia nonna, e tuttora a volte mi diverto a veder volare i piccioni! Per il resto gli animali non mi interessano per niente.
  • AleenaAleena Post: 1,050
    ho sempre avuto terrore dei cani... credo sia perché è difficile controllarne il comportamento, e perché alcuni sono fisicamente molto più forti di me, e perché sono spesso sporchi, specie quelli a pelo lungo, poi, anche se lo fanno per "affetto" tendono a saltarti addosso, cosa che mi da un gran fastidio e anche un po' schifo e poi quando ringhiano o abbaiano sono minacciosi. comunque crescendo sono molto migliorata, specialmente con i cani piccoli, alcuni riesco anche ad accarezzarli.
    I exist as I am, that is enough, If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.
    ---Walt Whitman
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Da bambino, tantissime fobie/paure:
    - uscire da solo e qualche volta, quando mi buttavano furoi di casa per andare a catechismo mi portavo l'ombrello, anche col sole d'estate, perchè avrei potuto usarlo come arma da difesa; che fastidio chi mi chiedeva come mai avessi l'ombrello col cielo sereno!
    - insetti, peggio se a contatto col cibo;
    - cibo toccato con le mani da altri;
    - mi addormentavo con la luce accesa;
    - gli autocarri;
    - dovermi spogliare, come dal medico.

    Alcune si sono attenuate. Rimane per i posti affollati, uscire a piedi dove mi conoscono, stare in posti estremamente informali (grigliate con gente che fuma, mangia e beve birra a torso nudo).

    Perdermi in città, mi è successo. Anche nel centro storico di una piccola città medioevale (una strada) che conoscevo bene. Era l'8/02/1992 con la scuola a vedere la visita del Presidente. In pochi istanti non sapevo più dov'ero e i miei compagni mi cercavano coi vigili urbani. Alla prof dissi di non essermi perso ma di aver voluto seguire il corteo.
  • vanessavanessa Post: 1,163
    Paura di farmi male e dei medici di ogni specializzazione, il dentista dice che riesco a mettere ansia anche a lui, degli aghi, del sangue, non sopporto neanche i resoconti troppo dettagliati dei problemi clinici altrui e la visione di ferite aperte e punti di sutura, mi gira proprio la testa e se non mi allontano velocemente rischio di svenire.
    Oltre a questo non c'e' molto altro ho paura dei serpenti soprattutto perché non riesco a distinguere le vipere dalle bisce, soffro un po' di paura dell' altezza e di claustrofobia ma posso farmi forza e fingere.
  • riotriot Post: 6,771
    La mia più forte fobia in questo momento sono i funghi
    Anch'io per anni ne sono stato terrorizzato. E capitava che ogni volta che i miei mi portavano a mangiare fuori c'erano funghi porcini arrosto. Buonissimi, ma poi per tutto il resto della sera e la notte il terrore per l'avvelenamento, e non lo dicevo per la vergogna.
  • riotriot Post: 6,771
    La mia fobia e' storica e difficile da descrivere. E' per immgini. Riguarda qualsiasi oggetto animato o inanimato che fuoriesca in parte da qualcosa, organico o meno, e anche dalla pelle umana.
    In particolare e' per la diversa consistenza tra la materia del foro e quella dell'oggetto/animale.
    Non ha a che vedere con i pattern di fori.
    E anche nulla di sessuale: vedere o pensare a penetrazioni e fuoriuscite nei e dai pertugi corporei non mi fa' effetto. Certo a volte schifo se la scena e' realmente schifosa.

    Il primo ricordo e' dell'infanzia: in un fumetto, per chiudere i fori causati dall'estrazione del petrolio, i personaggi conficcavano dei tappi di sughero nel terreno. La vista di quel disegno mi sconvolse.

    (Quello che segue adesso potrebbe disgustarvi) A 13 anni mia mamma mi spemette un brufolo un po' grande e io guardavo la scena allo specchio. Osservando il foro questa volta svenni direttamente.

    Piu' grande sognai mia sorella che aveva un avambraccio ricoperto da muschio secco (!). Da sveglio l'idea delle radici conficcate nella pelle mi fece senso.

    Piu' di recento sono incappato maledettamente in un filmato su youtube con larve parassite di vari animali. Non ho potuto smettere di guardare e, ovviamente le immagini si sono trasformate in pensiero ossessivo.

    Quando ho a che fare con questa cosa mi viene prurito ai capelli (ma e' una cosa lieve) e, per tranquillizzarmi, ho imparato a ripetermi che: "sono solo ossessioni".
  • damydamy Post: 1,196
    Ho paura dell' acqua, infatti non sono mai riuscita ad imparare a nuotare. Paura di guidare, infatti non ho conseguito la patente...per me è fonte di paura anche andare in bici in mezzo alla città, ho il terrore di finire sotto un' auto.
    Ho tanta paura delle altezze.
    Ho tantissima paura di perdere una persona cara.
    Mi fanno schifo i topi, sia vederli o sapere che ci sono, mi danno una sensazione di sporco.
    La puzza di sudore altrui mi fa vomitare.
  • Lycium_bLycium_b Post: 1,868
    modificato giugno 2014
    4) Incontrare uomini a tarda sera da sola o dintorni isolati. Aggiungo non solo a tarda sera, ma generalmente quando cala il sole. Per questo motivo evito di girare da sola dopo il tramonto.

    Un altra fobia che ho sono le locuste. Da sempre se ne vedo una parto a razzo il più lontano possibile.
  • DervisciDervisci Post: 13
    modificato giugno 2014
    Fobie?? bellissimo argomento

    quelle venute fuori da bambino:

    qualsiasi tipo di immagine di animali sui libri, soprattutto se a colori.

    la pioggia, pensavo sempre al diluvio universale.

    i tessuti che non fossero di cotone.

    la doccia o il bagno mi mandavano in tilt.

    i medici ed i loro arnesi.

    l'altezza, gli insetti di ogni genere, l'esposizione al sole.

    rimanere da solo in casa dopo le 16 in inverno.

    essere dimenticato dai miei genitori.

    le malattie.

    le feci, comprese le mie...ricordo che per circa 2 settimane evitai di andare in bagno.

    Ovviamente tutte le interazioni sociali ed i luoghi.

    Quelle da adulto (quasi tutte quelle elencate sopra sono rimaste):

    Viaggiare con qualsiasi mezzo.

    rimanere chiuso da qualche parte, peggio se con altre persone.

    uscire di casa da solo, camminare per strada da solo, vivere da solo...ma solo perchè mi serve sostegno per le cose che non riesco a fare io, altrimenti sto benissimo solo.

    La distanza, parlare di km mi angoscia.

    forti fonti luminose, come il sole o i centri commerciali.

    gli spazi troppo grandi e/o troppo affollati.

    i rumori troppo forti tipo concerti rock.

    i luna park.

    andare scalzo, la sudorazione, non potermi fare la doccia.

    Mangiare qualcosa di unto con le mani o mettere creme ed unguenti...potrei morire.

    essere abbracciato da qualcuno o dormire nella stessa stanza con qualcun'altro.

    Gli agenti atmosferici di ogni entità....soprattutto la neve.

    Molte parole di uso comune come cervello, sangue, cuore, circolazione e tante altre....mi sento male al suono.

    essere risucchiato nella mia stessa testa, era un incubo ricorrente trasformatosi in fobia.

    il sesso......

    gli spazi aperti e quelli chiusi.

    parlare in pubblico o essere al centro dell'attenzione.

    e tutto, ma proprio tutto ciò che riguarda il sociale...luoghi, eventi, conversazioni, cene etc. etc....

    molte non mi vengono in mente ora.



  • Andato_SimAndato_Sim Post: 2,046
    modificato giugno 2014
    Rumori forti.
    Camion grandi con betoniere in rotazione.
    Elicotteri in moto, aerei in moto.
    Motociclette.
    Persone che si avvicinano senza avvisarmi.
    Persone che vogliono toccarmi senza avvisarmi.
    Persone che vogliono stringermi sensa avvisarmi.
    Stazioni con molta gente.
    Piazze con molta gente.
    Luoghi pubblici con molta gente.
    Bombe, attacchi terroristici, attentati.
    Luoghi senza vie di fuga.
    Ascensore.
    Armi.
    Persone con armi.
    Luoghi molto in alto.
    Scogliere a strapiombo.
    Montagne a strapiombo.

    Tutte le cose molto disordinate con le persone, o anche senza ma disordinate lo stesso, che non si possono prevedere bene.

    Ciao. Grazie. Simone



    Tutto ciò IO penso (e scrivo).
  • catwomancatwoman Post: 156
    1. Anch'io incontrare uomini la sera o in posti isolati
    2. Persone con un'autorità riconosciuta (es. appartenenti alle forze armate, dirigenti scolastici) che possono ritorcere contro di me o la mia famiglia per motivi futili
    3. cani nervosi
    4. maschere di carnevale, in particolare quelle tipiche di Venezia
    5. malattie cutanee
    "I gatti sono cani autistici" Tony Attwood
  • MuleMule Post: 102
    modificato giugno 2014
    Io soffro delle seguenti fobie:

    1. Demofobia
    2. Cinofobia
    3. Belonefobia (che a quanto pare è comune in questo forum) Insomma un ago che ti entra in vena rischiando di distruggere un equilibrio così   spaventoso come quello circolatorio può creare un po' di disturbo.  Non vedo l'ora che inventino le siringhe hypospray .

    Uso questo termine secondo i termini psicologici, per cui non conterei come fobia la paura istintiva dei rumori forti, dei ragni (dopo il primo impatto possono anche starmi simpatici) e degli insetti in generale  (specie se ronzano).

    Qualcuno soffre di claustrofobia? Io mi sento molto al sicuro negli spazi angusti.
  • Le immagini statiche dell'universo e dei fondali marini. Non per il senso di infinito, quanto per i colori viola/rossi etc.
  • -Le malattie.
    -Il contatto fisico.
    -I posti affollati.
    -I posti rumorosi.
    -Le armi.
    -I luoghi chiusi.
    -I cambiamenti.
    -Il cielo senza nuvole.
    Eliminated the impossible whatever remains,no matter how mad it might seem,must be the truth.
  • Andato_SimAndato_Sim Post: 2,046
    Io pero' voglio dire che ho fatto un lavoro molto importante, perche' io non mi accontento di sapere che ho paura di alcune cose - e sono molte di piu' e molto piu' dettagliate di quelle che ho scritto -, io ho dovuto spiegarmi cio', e ho ricostruito gli eventi vhe per primi le hanno generate.
    Comunque io ho capito che sono molto radicate, e fatico infinitamente a costruire nuove connessioni neuronali al posto di queste che memorizzano le paure, io ho studiato, cio'.
    Io ho fatto un grandissimo lavoro, e lo sto facendo ancora, MA i risultati, oltre a una maggiore consapevolezza, sono cosi' scarsi.
    Ciao. Grazie. Simone
    Tutto ciò IO penso (e scrivo).
  • Ne ho probabilmente già scritto in un post simile ("Quali sono le vostre paure"). Sono claustrofobico: mi crea enorme disagio il solo pensiero di rimanere chiuso da qualche parte contro la mia volontà.

    A 10-11 anni facevamo prove di coraggio nella nostra compagnia di amici dell'estate. Un anno dovevamo stare chiusi dentro il garage di uno di questi mentre gli altri dall'esterno cercavano in qualche modo di spaventare il malcapitato. Affrontata (controvoglia) la prova di coraggio dopo un tempo che ho ritenuto ecquo (credo attorno ai 10 minuti) ho chiesto agli altri di farmi uscire. Mi è stato detto che la grata del garage non si riusciva più a sollevare, ho detto:"Dai ragazzi non fate i cretini sollevatela", mi sono sentito rispondere con tono sommesso che era bloccata e non sapevano cosa fare. Quando dopo altri 10 minuti sono finalmente arrivati i genitori del bambino e mi hanno aperto il garage si sono trovati tutto sotto sopra con alcuni oggetti pure disfatti. Insomma queste situazioni generano in me panico e quando sono preso dal panico agisco nei modi più imprevedibili.

    Circa 4 anni fa quando vivevo a Udine con la mia ex di Roma lei è riuscita in breve tempo a curare sensibilmente questa mia paura proponendomi di fare con lei qualcosa di insolito, ma stuzzicante all'interno dell'armadio chiuso della nostra camera da letto (Non so se esiste una sezione V.M. ma per i più curiosi andatevi a rileggere quel mio vecchio repost). Insomma ha ottenuto per me il massimo risultato con un metodo davvero insolito. Almeno ora ho anche bei ricordi legati agli spazi chiusi. 

     
  • MuleMule Post: 102
    Io da piccola invece mi nascondevo nell'armadio quando volevo stare un po' da sola, ha un che di accogliente.
  • vanessavanessa Post: 1,163
    @Mule, io mi rinchiudevo in bagno (era piccolino e con una porta di vetro smerigliato) e fingevo che fosse un ascensore, anche se gli ascensori veri non mi piacevano un  granché, ho cominciato a salirci da sola solo da adulta.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici